La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Orientamento in Rete Orientamento Professionale Integrazione fra i Sistemi Perché la Rete ? E-learning Internet per lorientamento 10 / 16 Nov. 2004 Tonino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Orientamento in Rete Orientamento Professionale Integrazione fra i Sistemi Perché la Rete ? E-learning Internet per lorientamento 10 / 16 Nov. 2004 Tonino."— Transcript della presentazione:

1 Orientamento in Rete Orientamento Professionale Integrazione fra i Sistemi Perché la Rete ? E-learning Internet per lorientamento 10 / 16 Nov Tonino Di Toro

2 Orientamento Professionale Lorientamento professionale, in una società caratterizzata da mutamenti rapidi dove la conoscenza diventa risorsa imprescindibile, è uno strumento trasversale e strategico per lo sviluppo delle risorse umane, la razionalizzazione delle stesse e lequità sociale.

3 Orientamento Professionale Orientarsi vuol dire individuare una direzione professionale da percorrere mettendo insieme una serie di informazioni: Informazioni su se stessi, sulle proprie caratteristiche, attitudini, interessi, sui propri punti deboli, sulle conoscenze e le competenze acquisite; Informazioni sul mondo del lavoro e delle professioni, oltre che sulle opportunità formative offerte dal contesto di riferimento; Definire una strategia per affrontare il mercato del lavoro in modo efficace Al fine di individuare le azioni più adeguate per conseguire i propri obiettivi professionali

4 Orientamento Professionale Un processo continuo, volto a sostenere la maturazione personale e la formazione dellindividuo a saper gestire con consapevolezza (capacità riflessiva), con autonomia (capacità di autodefinizione: definizione di sé in ordine alle decisioni e alle situazioni) e responsabilità (di sé verso gli altri) le proprie scelte. (ISFOL 2002)

5 Orientamento Professionale Da quali fattori dipende, per la singola persona, la possibilità di trovare lavoro? A.quelli su cui non è possibile far niente (andamento economia, età, sesso, fortuna, etc) B.quelli su cui i nostri clienti non vogliono fare niente: (mancata disponibilità a svolgere attività diverse da quelle desiderate, ad accettare lavori a termine, a spostarsi oltre una certa distanza, etc.) C.il modo di condurre la ricerca di lavoro (n°contatti, inserzioni, colloqui, curriculum, etc.) D.il livello di preparazione (conoscenze, competenze, istruzione, formazione,etc)

6 Orientamento Professionale La combinazione vincente, diversa da cliente a cliente, delle seguenti attività determina lautonomia nelle scelte professionali e la capacità di autoorientarsi: Fornire informazioni su percorsi di studio e tecniche di ricerca di lavoro Aiutare a capire e definire i propri punti forti e le proprie aspirazioni professionali Consigliare strategie migliori Dare sostegno psicologico

7 Orientamento: servizi più comuni Colloquio di accoglienza e prima informazione, per rilevare i fabbisogni del cliente e rimandarlo ai servici specialistici; CPI o sportelli orientamento. Durata max 30 minuti; Colloquio di orientamento, consulenza e sostegno psicologico in ambito scolastico, formativo o lavorativo; CPI o sportelli orientamento. Durata 2-3 incontri di 1 ora ciascuno; Bilancio orientativo, serie di incontri per lindividuazione di un obiettivo professionale e di un percorso per raggiungerlo; CPI o sportelli orientamento. Durata 4-6 incontri di 1 ora ciascuno; Incontri informativi di gruppo, dedicati a a temi collegati alle scelte professionali o educative (Mdl, Lauree, settori professionali, curriculum); CPI, sportelli di orientamento, scuole, Odf, Università. Durata 4-8 ore Moduli su ricerca di lavoro / Job club / Placement

8 Integrazione fra i Sistemi Misure del POR che prevedono lintegrazione A2 Obbligo formativo: formazione, istruzione, Mdl C2 Dispersione scolastica: formazione, istruzione C3 IFTS: istruzione, formazione, Università, Mdl C3 Post Laurea: Università, formazione, Mdl C4 Formaz.permanente: formazione, istruzione Altre Misure : formazione e Mdl

9 Fasi del processo dIntegrazione Condivisione degli obiettivi Progettazione condivisa Realizzazione congiunta Valutazione e messa a rete dei risultati

10 Perché la Rete ? Una Rete fondata sullapprendimento (learning organization) rappresenta unorganizzazione concentrata sulla gestione, sul miglioramento e sulla valorizzazione dei processi di apprendimento organizzativo che si sviluppano al suo interno Lo sviluppo di un territorio non può prescindere dalle conoscenze e dalle competenze che esso esprime.

11 I Processi di una Rete Valorizzazione dellesperienza Condivisione delle conoscenze Traduzione delle conoscenze in competenze Integrazione di nuove conoscenze dallesterno (Tomassini, 1996)

12 e-learning Acronimo coniato da Elliot Masie nellOttobre Indica le situazioni di apprendimento in cui la relazione tra gli attori coinvolti è in parte o del tutto mediata da tecnologie di Rete, in particolare da Internet.

13 si basa su otto principi: 1. Uguaglianza 2. Pari opportunità 3. Apprendimento lungo larco della vita e onnipresente 4. Curricola aperti 5. Collegamento con chi apprende 6. Apprendimento autonomo 7. Apprendimento per mezzo di comunicazione e interazione 8. Connessione alla vita quotidiana La filosofia delle-Learning

14 Punti di forza Risparmio di tempo e denaro negli spostamenti; Autonomia di elaborazione; Velocizzazione ed esplosione delle interazioni possibili; Memoria del percorso didattico; Ampliamento dello scaffolding (sostegno tecnico e relazionale) di supporto e dei materiali di lavoro; Flessibilità delle forme di condivisione-cooperazione; Possibilità di avvalersi dellexpertise dei partecipanti; Esponibilità dei prodotti; Interazione con il percorso formativo e con il contenuto; Coesistenza di interazione verticale e interazione orizzontale.

15 Il portale: strumento di rete Informazione condivisa (anche news) Banche dati Catalogo Area formativa (Visual Learning Space) Forum telematici (faq) Comunità professionale di pratica

16 Internet per lorientamento Vantaggi e opportunità Aree dove i servizi di orientamento mancano o hanno uninsufficiente strutturazione o copertura (aree interne: qualunque luogo pubblico o aperto al pubblico può essere un punto di erogazione di informazioni e consulenza) Aree dove i servizi di orientamento sono già attivati e facilmente raggiungibili (postazioni per permettere il reperimento autonomo delle informazioni, riducendo il carico agli operatori e migliorando la qualità dei servizi)

17 Internet per lorientamento Dal gran numero, dalla qualità e dalla gratuità dei materiali per lorientamento che è possibile reperire in rete Oltre 350 siti italiani dedicati e/o utilizzabili per lorientamento, in molti casi alcune informazioni sono reperibili solo su internet Vantaggi e opportunità Dalla possibilità di fornire un servizio di orientamento in maniera indipendente da una serie di vincoli propri degli sportelli di orientamento Facilità di erogazione, economicità, fruizione temporale libera La promozione di un servizio on-line ha anche il vantaggio di ridurre il numero delle visite allo sportello e di permettere una maggiore copertura territoriale

18 Fonti:


Scaricare ppt "Orientamento in Rete Orientamento Professionale Integrazione fra i Sistemi Perché la Rete ? E-learning Internet per lorientamento 10 / 16 Nov. 2004 Tonino."

Presentazioni simili


Annunci Google