La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CERTeT SVILUPPO DEL TRASPORTO FERROVIARIO MERCI Proposte Comitato Transpadana Milano, 31 gennaio 2006 Mobility Conference Prof. Lanfranco Senn CERTeT Università

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CERTeT SVILUPPO DEL TRASPORTO FERROVIARIO MERCI Proposte Comitato Transpadana Milano, 31 gennaio 2006 Mobility Conference Prof. Lanfranco Senn CERTeT Università"— Transcript della presentazione:

1 CERTeT SVILUPPO DEL TRASPORTO FERROVIARIO MERCI Proposte Comitato Transpadana Milano, 31 gennaio 2006 Mobility Conference Prof. Lanfranco Senn CERTeT Università Bocconi - Milano CERTeT Centro di Ricerca di Economia Regionale, dei Trasporti e del Turismo

2 CERTeT Lo sviluppo del trasporto ferroviario delle merci Il Comitato Transpadana si propone di presentare in sede di Mobility Conference 2006 un documento propositivo da sottoporre alle forze politiche ed economiche che sull'argomento in campagna elettorale dovranno prendere una posizione. Inquadramento del temaInquadramento del tema La liberalizzazione ferroviariaLa liberalizzazione ferroviaria Elementi di criticità allo sviluppo del trasporto ferroviario merciElementi di criticità allo sviluppo del trasporto ferroviario merci La situazione attuale in Europa e in ItaliaLa situazione attuale in Europa e in Italia Le imprese ferroviarieLe imprese ferroviarie I TerminalI Terminal Barriere legislative e regolamentariBarriere legislative e regolamentari Dati di traffico attuali e previstiDati di traffico attuali e previstiSommario

3 CERTeT Lo sviluppo del trasporto ferroviario delle merci Il processo di liberalizzazione del trasporto ferroviario, nato nel 1990, ha avuto impulso grazie all approvazione delle direttive del Primo pacchetto ferroviario nel Esse prevedevano la separazione tra gestore della rete e imprese ferroviarie, la regolamentazione d accesso all infrastruttura, l allocazione della capacit à, le tariffe per l uso dell infrastruttura; i certificati di sicurezza e le licenze ferroviarie. Oggi il settore è composto da tre soggetti (o categorie di soggetti): Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIITT) cui è demandata la politica dei trasporti. Al suo interno si sta strutturando il c.d. Ente Regolatore del settore ferroviario.Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIITT) cui è demandata la politica dei trasporti. Al suo interno si sta strutturando il c.d. Ente Regolatore del settore ferroviario. Il gestore dellinfrastruttura ferroviaria (RFI), con il compito di gestione, manutenzione e sviluppo della rete, nonché di allocazione della capacità ferroviaria (tracce orarie).Il gestore dellinfrastruttura ferroviaria (RFI), con il compito di gestione, manutenzione e sviluppo della rete, nonché di allocazione della capacità ferroviaria (tracce orarie). Le imprese ferroviarie che effettuano i servizi di trasporto (essenzialmente la trazione, ma anche manovra e altre operazioni di terminalizzazione).Le imprese ferroviarie che effettuano i servizi di trasporto (essenzialmente la trazione, ma anche manovra e altre operazioni di terminalizzazione). Liberalizzazione - 1

4 CERTeT Lo sviluppo del trasporto ferroviario delle merci Nel 2004 la Commissione ha approvato un ulteriore pacchetto di direttive aventi ad oggetto temi quali la sicurezza, l interoperabilit à e la creazione di un Agenzia Ferroviaria Europea, oltre all apertura dell intero mercato del trasporto ferroviario merci a partire dal Queste norme hanno l obiettivo di creare uno Spazio ferroviario integrato e dovranno essere approvate dagli stati membri entro il Successivamente un terzo pacchetto normativo concluder à il processo di liberalizzazione del mercato estendendolo al trasporto passeggeri internazionale. Liberalizzazione - 2

5 CERTeT Proposte del Comitato Transpadana-1 Attività di lobbying a livello comunitario pro liberalizzazione Le forze politiche dovranno assicurare di portare avanti a livello comunitario un intensa ed efficace attivit à di pressione nei confronti dei Paesi pi ù inadempienti volta all applicazione delle norme di applicazione dei c.d. pacchetti ferroviari. Grado di liberalizzazione dei servizi di trasporto ferroviario in Europa (Fonte: IBM Liberalization Index) A livello generale, lItalia è considerata adempiente al processo europeo di liberalizzazione

6 CERTeT Promozione dellefficientamento servizi di trasporto ferroviario Il mercato del trasporto ferroviario merci è strettamente legato all operativit à delle imprese ferroviarie. Per avere servizi pi ù efficienti vi sono elementi che dovranno essere modificati: elementi che limitano la competitività del prodotto trasporto ferroviario rispetto ad altre modalità elementi che limitano la competitività del prodotto trasporto ferroviario rispetto ad altre modalità promozione di forme di intermodalità e/o interoperabilità innovative, sia dal punto di vista tecnico che organizzativo e gestionale promozione di forme di intermodalità e/o interoperabilità innovative, sia dal punto di vista tecnico che organizzativo e gestionale Proposte del Comitato Transpadana-2 costo di fattori quali tracce orarie, materiale rotabile (sia noleggiato che acquistato), lavoro specializzatocosto di fattori quali tracce orarie, materiale rotabile (sia noleggiato che acquistato), lavoro specializzato centri operativi transfrontalieri per gestire le operazioni ferroviarie cross-border;centri operativi transfrontalieri per gestire le operazioni ferroviarie cross-border; mutua accettazione di conducentimutua accettazione di conducenti utilizzo di locomotori politensioneutilizzo di locomotori politensione servizi di trasporto in interoperabilitàservizi di trasporto in interoperabilità

7 CERTeT Eliminazione dei colli di bottiglia su rete e nodi Priorit à dell azione propositiva sia verso l infrastrutturazione lineare (linea ferroviaria ad alta capacit à e velocit à ), sia verso l efficientamento di nodi e terminal. ExportImportCrescita Area /2002 Milano % Verona % Novara % Barcellona % Valencia % Budapest % Ljubljana % Proposte del Comitato Transpadana-3 Previsioni di sviluppo di Import ed Export di alcune aree europee interessate dalla direttrice Transpadana (Fonte: UIC) Area Capacità 2015 Traffico 2015 Tasso di saturazione Gap capacità 2015 Milano % Verona % Novara % Barcellona % Valencia % Budapest % Ljubljana % Previsioni di traffico attestato su terminal di alcune aree europee interessate dalla direttrice Transpadana (Fonte: UIC)

8 CERTeT Meccanismi di cointeressamento dei territori È necessario che la sindrome NIMBY non sia una realt à generalizzata a tutti gli episodi e le proposte di infrastrutturazione del territorio. Sembra in particolare corretto che i territori che ricevono beneficio in termini di attivazione dello sviluppo economico, partecipino al processo di finanziamento della realizzazione delle opere. Si propone di analizzare e perfezionare pratiche di cointeressamento quali la c.d. cattura di valore, anche attraverso la specifica approvazione di piani territoriali strategici (es. Piano di Area Vasta). Proposte del Comitato Transpadana-4

9 CERTeT Comunicazione degli elementi di Beneficio Proporre una visione corretta degli effetti generati dalla realizzazione di un opera, esplicitando anche le opportunit à che essa genera in un contesto capace di relazionarsi ad essa in modo dinamico e propositivo, attraverso la creazione e la fruizione di servizi innovativi ed efficienti. Ciò comporta: Stimare gli effetti diretti trasportistici ed economici delle opere infrastrutturali per le aree interessate Valutare gli effetti di impulso economico di più ampio raggio prodotto dalla migliorata accessibilità Analizzare gli impatti positivi (opportunità) e negativi (minacce) per il territorio Proposte del Comitato Transpadana-5


Scaricare ppt "CERTeT SVILUPPO DEL TRASPORTO FERROVIARIO MERCI Proposte Comitato Transpadana Milano, 31 gennaio 2006 Mobility Conference Prof. Lanfranco Senn CERTeT Università"

Presentazioni simili


Annunci Google