La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VIZI DI REFRAZIONE IN ETA PEDIATRICA R. FINOCCHIARO, M. FICHERA Azienda OspedalieraCannizzaroCatania Di Riferimento Regionale per lEmergenza di III livello.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VIZI DI REFRAZIONE IN ETA PEDIATRICA R. FINOCCHIARO, M. FICHERA Azienda OspedalieraCannizzaroCatania Di Riferimento Regionale per lEmergenza di III livello."— Transcript della presentazione:

1 VIZI DI REFRAZIONE IN ETA PEDIATRICA R. FINOCCHIARO, M. FICHERA Azienda OspedalieraCannizzaroCatania Di Riferimento Regionale per lEmergenza di III livello U.O. Complessa di Oftalmologia Direttore: Dott. Massimo Fichera

2 NEONATO A TERMINE CORNEA KM 52D, Ø10 mm, SPESSORE 600 µ C.A. 2.6 mm CRISTALLINO 34 D, 3.6 mm LUNGHEZZA ASSIALE 17 mm ( 70% ADULTO)

3 CORNEA 53.6 D, Ø 6 mm CRISTALLINO 43 D LUNGHEZZA ASSIALE 15.1 ± 0.9 mm NEONATO PREMATURO

4 SVILUPPO OCULARE CORNEA 52 D, 46 D(1 MESE), 44D(6 SETT.), 43D(36 MESI) CRISTALLINO 34D, 28D(6 MESI) LUNGHEZZA ASSIALE 17 mm, 22 mm(3 ANNI), 24 mm(13 ANNI) ALLA NASCITA IL SEG. ANT. È PER L80% COMPLETATO A 6 SETTIMANE LA DIFFERENZIAZIONE E AVVENUTA IL PROCESSO DI EMMETROPIZZAZIONE AVVIENE TRA 6-8 ANNI

5 E EVIDENTE LA CORRELAZIONE TRA LE DIMENSIONI DEL BULBO OCULARE E I VIZI DI REFRAZIONE REIBALDI A.: BIOMETRIC ULTRASOUND IN THE DIAGNOSIS AND FOLLOW-UP OF CONGENITAL GLAUCOMA Ann. Ophthal. XIV AVITABILE T, FICHERA M, CACCIATO F, FRANCO M, DISTEFANO G, SCIACCA P, TINE A, PAPPALARDO A: LA MISURAZIONE ECOGRAFICA DELLAREA DELLA CAMERA VITREA IN BAMBINI NORMALI Clin. Ocul. E Patol. Ocul Anno X-N LACCRESCIMENTO DEL BULBO OCULARE E PIU RAPIDO NEI PRIMI 9 MESI SEGUITO DA UN PERIODO DECISAMENTE PIU LENTO NEI RESTANTI 27 MESI

6 JJJ GGGG ACCRESCIMENTO DI mm 2 ACCRESCIMENTO DI mm 2 Mesi dalla nascita Superficie media mm 2 DS IX 297,6953,842 XII 303,6252,263 XVIII 308,5002,394 XXIV 322,1422,672 XXX 325,1252,295 XXXVI 326, Mesi dalla nascita Superficie media mm 2 DS I 224,9334,511 III 245,9164,601 VI 263, IX 297,6953,842

7 AMETROPIE MIOPIA IPERMETROPIA ASTIGMATISMO

8 MIOPIA I RAGGI LUMINOSI CADONO DAVANTI ALLA RETINA. - SEMPLICE DA A D - INTERMEDIA DA A D - ELEVATA O DEGENERATIVA > D - ASSIALE Ø A-P > 24 mm - DINDICE < INDICE DI REFRAZIONE - DI CURVATURA > CURVATURA (CHERATOCONO E SFEROFACHIA) - DI RAPPORTO > PROFONDITA DELLA CA

9 LA MIOPIA ELEVATA AD INSORGENZA PRECOCE E TIPICAMENTE FAMILIARE E FREQUENTE IN QUESTE OSSERVARE UNA MIOPIA ELEVATA AD UNETA PIUTTOSTO BASSA LA MIOPIA ELEVATA SI ASSOCIA SPESSO ALLA PREMATURITA ( ESITI DI ROP, STIRAMENTO TEMPORALE MACULARE )

10 IPERMETROPIA I RAGGI LUMINOSI CADONO DIETRO LA RETINA. - ASSIALE Ø A-P < 24 mm - DI CURVATURA < CURVATURA ( CORNEA PIATTA, TRAUMI O CHERATOPATIE). - DI RAPPORTO AFACHIA, SPOSTAMENTI ALLINDIETRO DEL CRISTALLINO.

11 ASTIGMATISMO I RAGGI LUMINOSI NON CADONO SU UN PUNTO ASTIGMATISMO CORNEALE REGOLARE - SECONDO REGOLA ( TRA 60° E 120° ) - CONTRO REGOLA ( TRA 150° E 30° ) - OBLIQUI ( TRA 30° E 60°, TRA 120° E 150° ) IRREGOLARE – IL POTERE DIOTTRICO CAMBIA IN ENTRAMBI I LATI DI UN DATO MERIDIANO ( CHERATOCONO ) - OBLIQUO IRREGOLARE IL MERIDIANO PIU CURVO E QUELLO PIU PIATTO NON SONO PERPENDICOLARI ( PUNTO DI SUTURA STRETTO ) - DIFFUSAMENTE IRREGOLARE CICATRICI CORNEALI. ASTIGMATISMO DEL CRISTALLINO

12 CLASSIFICAZIONE DELLASTIGMATISMO - ASTIGMATISMO MIOPICO SEMPLICE - COMPOSTO - ASTIGMATISMO IPERMETROPICO SEMPLICE - COMPOSTO - ASTIGMATISMO MISTO

13 REFRATTOMETRIA OGGETTIVA REFRATTOMETRIA SOGGETTIVA CHERATOMETRIA AUTOREFRATTOMETRIA SCHIASCOPIA A STRISCE CICLOPLEGIA

14 AMBLIOPIA ALTERAZIONE DELLA VISIONE MONO O PIU RARAMENTE BILATERALE NON CORRELATA AD ALTERAZIONI ANATOMICHE O A PATOLOGIE OCULARI IL CONTROLLO DELLA ACUITA VISIVA E RACCOMANDATO TRA 3 E 5 ANNI PER LA TEMPESTIVITA DEL TRATTAMENTO

15 AMETROPIE - ANISOMETROPIE IN CASO DI MICROFTALMO LENTITA DEL DIFETTO PUO RAGGIUNGERE LE D DEPRIVAZIONI VISIVE - STRABISMO - PTOSI - CATARATTA CONGENITA - OPACITA CORNEALI CAUSE DI AMBLIOPIA

16 POSSIBILITA TERAPEUTICHE OCCHIALI LAC CHIRURGIA REFRATTIVA OCCLUSIONE PENALIZZAZIONE

17 OCCHIALI - VANTAGGI FACILE MANUTENZIONE E APPLICAZIONE LENTI DI ULTIMA GENERAZIONE VARILUX IPSEO - SVANTAGGI BASSA TOLLERABILITA, ANISECONIA NELLE ALTE ANISOMETROPIE, ABERRAZIONI

18 LAC VANTAGGI < ABERRAZIONI, < ANISECONIA SVANTAGGI > ACCURATEZZA NELLA MANUTENZIONE, NELLAPPLICAZIONE ED ESTRAZIONE LA SCELTA DELLE LAC DA IMPIEGARE NELLINFANZIA E QUASI DEL TUTTO LIMITATA ALLE LENTI MORBIDE PER LA LORO MAGGIORE TOLLERABILITA

19 INDICAZIONE PER LIMPIEGO DELLE LAC NEL BAMBINO AFACHIA CHIRURGICA ANOMALIE REFRATTIVE SPECIE LE PIU ELEVATE - MIOPIE INFANTILI ELEVATE - AMBLIOPIA ANISOMETROPICA

20 REFRAZIONE AFACHICA NEI PRIMI 36 MESI DI VITA ETA MESICORREZIONE MEDIA D D D D D D D D D

21 RECENTEMENTE LIMPIEGO DELLE NUOVE LENTI IN SILICONE-IDROGEL NE HA PERMESSO LUSO CONTINUO FINO A TRENTA GIORNI PURTROPPO PER LE IPERMETROPIE ESSE RISULTANO DISPONIBILI ATTUALMENTE SOLTANTO PER POTERI NON SUPERIORI A DIOTTRIE

22 CHIRURGIA REFRATTIVA IN ETA PEDIATRICA INDICAZIONI - INTOLLERANZA A LAC O OCCHIALI - AMBLIOPIA - STRABISMO ACCOMODATIVO - ANISOMETROPIE ELEVATE

23 QUALI TECNICHE ? - PRK - LASIK - IOL FACHICA

24 PRK VANTAGGI : PIU SICURA SVANTAGGI : > RISCHIO DI HAZE, RECUPERO VISIVO PIU LENTO

25 LASIK VANTAGGI : PIU EFFICACE NELLE AMETROPIE ELEVATE, RECUPERO VISIVO PIU RAPIDO, < INCIDENZA DI HAZE (MEMBRANA DI BOWMANN ) SVANTAGGI : NECESSITA DI BUONA COLLABORAZIONE ( FISSAZIONE ! ), ROTTURA O DISLOCAZIONE DEL FLAP, STRIE DEL FLAP

26 IOL FACHICA VANTAGGI : PIU EFFICACE NELLE AMETROPIE ESTREME COLLABORAZIONE DEL PZ NON NECESSARIA REVERSIBILE ( ERRORI NEL CALCOLO DELLA IOL ) SVANTAGGI : COMPLICANZE POST OPERATORIE ( GLAUCOMA, CATARATTA SECONDARIA, PERDITA DI CELLULE ENDOTELIALI ) DIFFICOLTA NELLA GESTIONE POST OP. CONSIDERATA LETA DEL PZ. FOLLOW UP LUNGHI NON ANCORA DISPONIBILI

27 ANESTESIA GENERALE NEI BAMBINI PER IL TRATTAMENTO CON LASER AD ECCIMERI - INDOTTA IN UNA SALA DIFFERENTE DALLA SALA OPERATORIA CON MASCHERA LARINGEA E INIEZIONE ENDOVENA - SUCCESSIVO TRASFERIMENTO IN SALA OPERATORIA - MINIMIZZAZIONE DEL RISCHIO DI DISPERSIONE DI GAS VOLATILI ALLINTERNO DELLA SALA OPERATORIA E DI INTERAZIONE CON IL CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL LASER

28 NUCCI P, DRACK AV. REFRACTIVE SURGERY FOR UNILATERAL HIGH MYOPIA IN CHILDREN JAAPOS DEC; 5 (6): LA CHIRURGIA REFRATTIVA PUO ESSERE ESEGUITA IN ETA PEDIATRICA - INDICAZIONI LIMITATE ALLA UHM O ALLE GRAVI ANISOMETROPIE INTRATTABILI CON METODICHE TRADIZIONALI - LOBIETTIVO E RIDURRE LANISOMETROPIA E FACILITARNE IL TRATTAMENTO DELLAMBLIOPIA - E NECESSARIO SOTTOLINEARE LINELUDIBILE RUOLO DEL TRATTAMENTO ANTI AMBLIOPICO - LE COMPLICANZE A BREVE TERMINE SONO SOVRAPPONIBILI O ADDIRITTURA MINORI RISPETTO ALLADULTO - PUO ESSERE ESEGUITA IN ANESTESIA GENERALE

29 AUTRATA R, REHUREK J. CLINICAL RESULTS OF PRK FOR HIGH MYOPIC ANISOMETROPIA IN CHILDREN FOUR YEAR FOLLOW-UP J CATARACT REFRACT SURG APR; 29 (4): AUTRATA R, REHUREK J. LASEK AND PRK VERSUS CONVENTIONAL TREATMENT OF MYOPIC ANISOMETROPIC AMBLYOPIA IN CHILDREN J CATARACT REFRACT SURG JAN; 30 (1): LA LASEK E UN METODO EFFICACE E SICURO PER LA CORREZIONE DELLA MHA NEI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA 4-7 ANNI INTOLLERANTI ALLE LAC

30 PAYSSE E A, HAMILL MB, HUSSEIN MA, KOCH DD PHOTOREFRACTIVE KERATECOMY FOR PEDIATRIC ANISOMETROPIA: SAFETY AND IMPACT ON REFRACTIVE ERROR, VISUAL ACUITY AND STEREOPSIS AM J OPHTHALMOL.2004 JUL; 138 (1): 70-8 PAYSSE E A, COATS DK, HAMILL MB, HUSSEIN MA, KOCH DD LONG-TERM OUTCOMES OF PHOTOREFRACTIVE KERATECTOMY FOR ANISOMETROPIC AMBLYOPIA IN CHILDREN OPHTHALMOLOGY 2006 FEB; 113 (2); LA CHERATECTOMIA REFRATTIVA HA UN RUOLO MOLTO IMPORTANTE NEL TRATTAMENTO DELLAMBLIOPIA ANISOMETROPICA NEI BAMBINI CHE NON TOLLERANO I TRATTAMENTI TRADIZIONALI

31 PENALIZZAZIONE : FARMACOLOGICA OTTICA FOTOSENSIBILITA, EFFETTI COLLATERALI ANTICOLINERGICI OCCLUSIONE : ANTIESTETICA, SCARSA TOLLERANZA

32 Riboflavina Raggi UVA Scissione della riboflavina Legami di ossigeno Cross-linking corneale

33 - ETA ANNI - PROGRESSIONE CLINICA E STRUMENTALE (REFRATTIVA, TOPOGRAFICA, PACHIMETRICA, ABERROMETRICA E CONFOCALE) NEGLI ULTIMI 6-12 MESI - SPESSORE CORNEALE > 400 μ IN THINNEST POINT - CLEAR CORNEAL BIOMICROSCOPICAMENTE E CONFOCALMENTE - ECTASIE POST LASIK CAPOROSSI E COLL. INDICAZIONI ELETTIVE ALLIMPIEGO DEL CROSS-LINKING

34 ANELLI INTRASTROMALI ? STUDI NON ANCORA DISPONIBILI

35 LA CORREZIONE DEI VIZI DI REFRAZIONE VOLTA PRINCIPALMENTE AD EVITARE LINSTAURARSI DELLAMBLIOPIA OGGI SI AVVALE OLTRE ALLE METODICHE TRADIZIONALI DELLUTILIZZO DELLE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLOFTALMOLOGIA ( VARILUX IPSEO, LAC IN SILICONE-IDROGEL, CHIRURGIA REFRATTIVA )

36 Grazie!


Scaricare ppt "VIZI DI REFRAZIONE IN ETA PEDIATRICA R. FINOCCHIARO, M. FICHERA Azienda OspedalieraCannizzaroCatania Di Riferimento Regionale per lEmergenza di III livello."

Presentazioni simili


Annunci Google