La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LAPPARATO DI FONAZIONE Lapparato di fonazione si divide in cinque parti: 1. La gabbia toracica; 2. La laringe; 3. La cavità faringale; 4. La cavità nasale;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LAPPARATO DI FONAZIONE Lapparato di fonazione si divide in cinque parti: 1. La gabbia toracica; 2. La laringe; 3. La cavità faringale; 4. La cavità nasale;"— Transcript della presentazione:

1 LAPPARATO DI FONAZIONE Lapparato di fonazione si divide in cinque parti: 1. La gabbia toracica; 2. La laringe; 3. La cavità faringale; 4. La cavità nasale; 5. La cavità orale.

2 A Glottide - B Faringe - C Velo del palato - D Palato molle - E Palato duro - F Alveoli - G Denti - H Labbra

3 LE VOCALI Si distinguono in ORALI: la corrente daria passa solo attraverso la bocca, e il velo del palato chiude il passaggio verso la cavità nasale NASALI: la corrente daria passa anche attraverso il naso, e il velo del palato è abbassato

4 ANTERIORI o PALATALI: la lingua si spinge verso la parte anteriore della bocca; POSTERIORI o VELARI: la lingua si spinge verso la parte posteriore della bocca.

5 Si differenziano inoltre in base al maggiore o minore grado di apertura, ossia a seconda della maggiore o minore distanza della lingua dal palato

6 TRIANGOLO VOCALICO Le vocali dellitaliano:

7 SERIE ANTERIORE: non presenta arrotondamento delle labbra. Le vocali vengono per questo definite anche APROCHEILE. SERIE POSTERIORE: è associata a un arrotondamento o a una protusione delle labbra. Le vocali vengono pertanto definite anche ARROTONDATE, LABIALIZZATE o PROCHEILE.

8 Trapezio fonetico

9 I DITTONGHI Si definisce dittongo la combinazione di un elemento semivocalico e di un elemento vocalico, pronunciati in ununica emissione di voce, e appartenenti dunque alla stessa sillaba.

10 Si distinguono in: DISCENDENTI: laccento interno al dittongo è sul primo elemento. Es.: -ai nella parola mai, -oi nella parola noi, -ei nella parola sei, -au nella parola causa ecc. ASCENDENTI: laccento intorno al dittongo è sul secondo elemento. Es.: -ie nella parola piede, -uo nella parola nuovo ecc.

11 LE CONSONANTI Si distinguono in: MOMENTANEE: definite così perché pronunciabili non più a lungo del momento in cui il suono viene prodotto. Presuppongono la chiusura totale del canale vocale. CONTINUE: possono avere una durata indefinita nel tempo. Prevedono il restringimento del canale vocale.

12 SORDE: non prevedono la vibrazione delle pliche vocali. SONORE: prevedono la vibrazione delle pliche vocali LUNGHE: maggiore estensione nel tempo BREVI: minore estensione nel tempo

13 MODO E LUOGO ARTICOLATORIO Il DIAFRAMMA è lo spazio compreso tra due pareti contrapposte, di cui una è mobile ed è detta ARTICOLATORE. La parete fissa determina il LUOGO DI ARTICOLAZIONE, mentre il grado di avvicinamento della parete mobile a quella fissa determina il MODO DI ARTICOLAZIONE.

14 MODO DI ARTICOLAZIONE In base ai modi articolatori, distinguiamo le consononanti in: OCCLUSIVE FRICATIVE AFFRICATE NASALI VIBRANTI APPROSSIMANTI

15 Luogo di articolazione In base ai luoghi articolatori, distinguiamo le consonanti in: BILABIALI: il diaframma si realizza tra le due labbra; LABIODENTALI: il diaframma si realizza tra il labbro inferiore e gli incisivi superiori; DENTALI: il diaframma si realizza tra la punta della lingua e gli incisivi superiori;

16 ALVEOLARI: il diaframma si realizza tra la punta della lingua e gli alveoli dentali superiori; POSTALVEOLARI: il diaframma si realizza tra la corona e la parte posteriore degli alveoli dentali superiori; PALATALI: il diaframma si realizza tra il dorso e il palato duro; VELARI: il diaframma si realizza tra il postdorso e il palato molle.

17 CONSONANTI OCCLUSIVE Le consonanti occlusive vengono prodotte attraverso una chiusura totale del diaframma durante la fase iniziale (catastasi) e la fase centrale (tenuta) della produzione del fono. Nella fase finale (metastasi), lorgano mobile che ha formato locclusione si stacca bruscamente dalla parete fissa, provocando lesplosione dellaria bloccata e dando origine a una consonante occlusiva.

18 In base al luogo di articolazione, distinguiamo: [p]: occlusiva bilabiale sorda [b]: occlusiva bilabiale sonora [t]: occlusiva alveolare sorda [d]: occlusiva alveolare sonora [k]: occlusiva velare sorda [g]: occlusiva velare sonora

19 CONSONANTI FRICATIVE Nella produzione di una consonante fricativa, gli organi fonatori si avvicinano. Larticolatore si accosta alla parete fissa e laria fuoriesce in maniera turbolenta, causando una frizione.

20 In base al luogo di articolazione distinguiamo: [β]: fricativa bilabiale sonora dello spagnolo moderno. Es. haber [f]: fricativa labiodentale sorda [v]: fricativa labiodentale sonora [s]: fricativa alveolare sorda dellitaliano sera [z]: fricativa alveolare sonora dellitaliano rosa

21 [ ʃ ]: fricativa postalveolare sorda dellitaliano scena [ ʒ ]: fricativa postalveolare sonora del francese garage [x]: fricativa velare sorda dello spagnolo mujer [ ɣ ]: fricativa velare sonora dello spagnolo fuego [θ]: fricativa dentale sorda dellinglese think [ð]: fricativa dentale sonora dellinglese father

22 CONSONANTI AFFRICATE Nella fase iniziale (catastasi) e centrale (tenuta) della produzione del suono il diaframma è chiuso, come nella produzione delle occlusive. Nella fase finale (metastasi), larticolatore si sposta di poco dalla parete fissa, come nelle consonanti fricative.

23 In base al luogo di articolazione distinguiamo: [ts]: affricata alveolare sorda dellitaliano azione [t ʒ ]: affricata alveolare sonora dellitaliano zio [t ʃ ]: affricata postalveolare sorda dellitaliano cena [d ʒ ]: affricata postalveolare sonora dellitaliano gente

24 CONSONANTI NASALI Durante tutta la produzione del fono, la corrente daria passa attraverso la cavità rinovelare. Nella cavità orale passa solo una minima quantità daria in fase di metastasi.

25 In base al luogo di articolazione distinguiamo: [m]: nasale bilabiale [n]: nasale alveolare [ ɱ ]: nasale labiodentale dellitaliano inverno [ ɲ ]: nasale palatale dellitaliano gnomo [ ɳ ]: nasale velare dellitaliano àncora

26 CONSONANTI LATERALI Si articolano bloccando solo in parte laria contro la volta palatina o contro gli alveoli. Laria continua a passare ai lati della lingua. In base al luogo di articolazione distinguiamo: [l]: laterale alveolare dellitaliano luna [ ʎ ]: laterale palatale dellitaliano luglio

27 CONSONANTI VIBRANTI Per tutta la loro durata, sono caratterizzate da ununica o da più aperture e chiusure rapide del diaframma. In base al luogo di articolazione distinguiamo: [r]: vibrante alveolare [R]: vibrante uvulare del francese rien

28


Scaricare ppt "LAPPARATO DI FONAZIONE Lapparato di fonazione si divide in cinque parti: 1. La gabbia toracica; 2. La laringe; 3. La cavità faringale; 4. La cavità nasale;"

Presentazioni simili


Annunci Google