La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 1 Prof. Riccardo Acernese Corso di Ragioneria generale e applicata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 1 Prof. Riccardo Acernese Corso di Ragioneria generale e applicata."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 1 Prof. Riccardo Acernese Corso di Ragioneria generale e applicata

2 Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese Pagina 2 Regole di base della contabilità Lezione n. 1

3 Contenuto didattico Pagina 3 Le operazioni di gestione Il sistema delle rilevazioni contabili Lo strumento principale per le rilevazioni contabili: il conto La rilevazione tra sistema del reddito e metodo della partita doppia Il funzionamento dei conti Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

4 Pagina 4 Le operazioni di gestione Il sistema delle operazioni che si svolgono nel corso della vita dellazienda diretta al raggiungimento dei fini verso i quali è orientata. GESTIONE Mondo esterno (MKT) Sistema informativo interno AZIENDA Sistema informativo esterno OPERAZIONI DI GESTIONE ESTERNA OPERAZIONI DI GESTIONE INTERNA Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

5 Pagina 5 Le operazioni di gestione Rilevare significa raccogliere una serie di elementi relativi ad una determinata operazione di gestione, allo scopo di darne una adeguata rappresentazione per poterle successivamente interpretarle. RILEVAZIONECONTABILE CONTABILITA Complesso delle operazioni o fatti di gestione Rilevazione contabile attraverso le scritture contabili Scritture contabili Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

6 Pagina 6 Il sistema delle rilevazioni contabili Scopo della contabilità Fornire informazioni sullandamento della gestione Gli obiettivi 1. Rilevare i fatti di gestione 2. Determinare i risultati che da essi conseguono 3. Interpretare gli accadimenti amministrativi e i loro risultati Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

7 Pagina 7 Il sistema delle rilevazioni contabili Il reddito dimpresa è la variazione (positiva o negativa) subita dal patrimonio dellazienda per effetto della gestione. Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

8 Pagina 8 Il sistema delle rilevazioni contabili Il patrimonio dellimpresa è linsieme coordinato dei beni economici che sono a disposizione dellazienda. Valore finale del patrimonio (Vf) Valore iniziale del patrimonio (Vi) Se Vf=Vi R=0 PAREGGIO Se Vf> Vi R>0 UTILE Se Vf

9 Pagina 9 Il sistema delle rilevazioni contabili Informazione interna Informazione esterna regolata dalla legge periodica consuntiva bilancio desercizio volontaria, non regolata dalla legge continua consuntiva/preventiva bilancio desercizio, budget, contabilità analitica, report… Laltro obiettivo della contabilità è di interpretare gli accadimenti amministrativi ed i loro risultati ed è possibile distinguere: Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

10 Pagina 10 Lo strumento principale per le rilevazioni contabili: il conto I conti possono assumere diverse forme grafiche. In particolare: Conti a sezioni divise Conti in forma scalare I valori di segno opposto sono inseriti in differenti colonne Rilevano tutte le grandezze monetarie distinte in base al loro segno in una colonna sola Conto X DARE AVERE Conto X DARE AVERE Conto Conto: insieme di valori, riguardanti un determinato oggetto (es. ricavi delle vendite). Il suo scopo è quantificare tale oggetto. Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

11 Pagina 11 Lo strumento principale per le rilevazioni contabili: il conto Le espressioni DARE e AVERE sono puramente convenzionali. Di conseguenza immettere un valore in una delle due sezioni assume un significato differente a seconda della natura del conto. La somma di tutti i valori iscritti in ciascuna sezione è detta totale. Esiste quindi un TOTALE DARE e un TOTALE AVERE Accendere (aprire) un conto Movimentare un conto Chiudere un conto Iscrivere un valore per la prima volta Inserire in esso successivamente alla sua apertura, uno o più dati in qualsiasi sezione Estinguere il conto, determinandone il saldo Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

12 Pagina 12 Lo strumento principale per le rilevazioni contabili: il conto Il saldo è la differenza tra il totale dei valori di una sezione e il totale di quella opposta. Il saldo si iscrive nella sezione in cui limposto è minore. ESEMPIO Conto X DARE AVERE Qual è il valore del saldo? 10 Dove andrà iscritto? Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

13 La rilevazione tra sistema del reddito e metodo della partita doppia Sistema contabile E un insieme di conti, tra loro coordinati avente lo scopo di rilevare un insieme di scritture riferite ad un oggetto. Esistono diversi sistemi contabili. Particolare rilevanza assumono tra questi quelli creati per la tenuta della contabilità generale. Il sistema attualmente maggiormente impiegato è quello del reddito. Sistema del reddito A seconda delle modalità con cui un sistema contabile è applicato si hanno diversimetodo contabili. Questi sono dei complessi di regole necessarie per la composizione delle scritture contabili. Pagina 13Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

14 La rilevazione tra sistema del reddito e metodo della partita doppia Il metodo contabile universalmente noto e accettato è quello della PARTITA DOPPIA I principi fondamentali del metodo della partita doppia sono: 1.Ogni fatto esterno di gestione è analizzato sotto un duplice aspetto: Numerario Economico Riguarda le forme di regolamento delle transazioni Consente di individuare le cause delle movimentazioni numerarie Entrate e uscite di liquidità Aumenti o diminuzioni di crediti o debiti. Costi e ricavi Variazioni di capitale Conti numerari Conti economici Pagina 14Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

15 La rilevazione tra sistema del reddito e metodo della partita doppia numeraria 2.I fatti amministrativi sono rilevati nel momento in cui hanno la loro manifestazione numeraria Sorge il credito Sorge il debito Avviene la variazione di liquidità modalità antitetica 3.Il funzionamento dei conti avviene in modalità antitetica Ad ogni variazione in DARE di un conto corrisponde una variazione in AVERE di uno o più conti e viceversa 4.Il valore complessivo delle registrazioni effettuate nella sezione DARE deve risultare identico a quello dellAVERE. Pagina 15Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

16 Il funzionamento dei conti CONTI NUMERARI Riguardano movimentazioni di cassa o di banca Registrano debiti o crediti Di cui è noto il verificarsi e lammontare Incerti nel verificarsi e nellammontare CERTI ASSIMILATI PRESUNTI Pagina 16Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

17 Il funzionamento dei conti CONTI ECONOMICI Riguardano variazioni del patrimonio netto Registrano costi e ricavi che incidono sul reddito dellesercizio in corso o di quelli futuri DI CAPITALE DI REDDITO Accesi a costi e ricavi desercizio Accesi a costi e ricavi sospesi Accesi a costi e ricavi pluriennali Pagina 17Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

18 Il funzionamento dei conti Il funzionamento antitetico dei conti è regolato come segue: Variazione numeraria attiva Variazione numeraria passiva Variazione economica positiva Variazione economica negativa ESEMPIO: Aumento di un credito Entrata di cassa ESEMPIO: Ricavo Aumento di capitale ESEMPIO: Accensione di un debito Uscita di cassa ESEMPIO: Costo Diminuzione di capitale DAREAVERE DARE Si contabilizza in: Pagina 18Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

19 Il funzionamento dei conti ESEMPIO 1: Limpresa vende merci, ricevendo a titolo di pagamento una cambiale di 300. Cosa origina loperazione? Variazione numeraria ATTIVA PASSIVA Data dal credito per cambiali attive Variazione economica POSITIVA NEGATIVA Data dal ricavo di vendita delle merci Pagina 19Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

20 Il funzionamento dei conti Quali movimentazioni si avranno nei conti di mastro? Conto Cambiali attive DARE AVERE 300 Conto Merci c/vendite DARE AVERE 300 Pagina 20Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

21 Il funzionamento dei conti ESEMPIO 2: Limpresa incassa la cambiale e riscuote il suo credito. Cosa origina loperazione? Variazione numeraria ATTIVA PASSIVA Variazione numeraria ATTIVA PASSIVA Variazione numeraria certa Variazione numeraria assimilata Pagina 21Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

22 Il funzionamento dei conti Quali movimentazioni si avranno nei conti di mastro? Conto Cambiali attive DARE AVERE 300 Conto Cassa DARE AVERE 300 Pagina 22Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

23 Il funzionamento dei conti ESEMPIO 3: Limpresa aumenta il proprio capitale sociale di 100, facendo entrare un nuovo socio che apporta un automezzo dello stesso valore. Cosa origina loperazione? Costo pluriennale Aumento di capitale sociale Variazione economica POSITIVA NEGATIVA Variazione economica POSITIVA NEGATIVA Pagina 23Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese

24 Il funzionamento dei conti Quali movimentazioni si avranno nei conti di mastro? Conto Automezzi DARE AVERE Conto Capitale Sociale DARE AVERE 100 Pagina 24Lezione 1Corso di Ragioneria generale e applicata Prof. Riccardo Acernese


Scaricare ppt "Lezione 1 Prof. Riccardo Acernese Corso di Ragioneria generale e applicata."

Presentazioni simili


Annunci Google