La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA1 CISL Scuola ASTI Corso di Formazione personale ATA Collaboratori Scolastici Assistenza di base alunni con disabilità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA1 CISL Scuola ASTI Corso di Formazione personale ATA Collaboratori Scolastici Assistenza di base alunni con disabilità"— Transcript della presentazione:

1 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA1 CISL Scuola ASTI Corso di Formazione personale ATA Collaboratori Scolastici Assistenza di base alunni con disabilità Normativa di riferimento Calcagno Franco

2 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA2 …rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e luguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana Art. 3 costituzione della Repubblica Italiana

3 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA3 Diritto allo studio art. 34 Diritto alla salute art. 32 Diritto all educazione art. 30 e 38 Diritto allassistenza e all avviamento professionale art. 38

4 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA4 …breve cennno storico… Da dove arriviamo e dove vogliamo andare… A storia dellintegrazione scolastica non è disgiunta dalla storia della scuola italiana. Dall esclusione allintegrazione: La prima legge organica per la scuola è del 1859 Regio Decreto n il cui obiettivo principale era di risolvere il problema dell analfabetismo. Il 74% della popolazione maschile e l84% della femminile era analfabeta. Gli alunni con disabilità erano esclusi dal percorso dell apprendimento.

5 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA5 Dobbiamo spettare il 1925 per avere una parvenza di attenzione ai disabili ma sempre per escludere: art. 5 del RD 653 il preside deve allontanare gli alunni che presentano malattie contagiose o ripugnanti…è ammesso ricorso a visita medica fiscale… Nel 1928 RD 577 art 230 : Si incaricano le facoltà mediche del regno di istituire studi relativi alla morfologia, alla fisiologia e psicologia delle varie costituzioni umane in rapporto alle anomalie della crescenza infantile. …vengono istituite le classi/scuole differenziali per anormali… Il messaggio della Montessori per unattenzione agli aspetti pedagogici e non solo sanitari è ancora lontano!!

6 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA CM 11771/12 Vengono istituite le scuole speciali in alternativa a quelle differenziate. Un piccolo passo per i docenti i quali possono insegnare nelle differenziate solo se provvisti di titolo di specializzazione. Non più quindi un ghetto in cui nascondere la diversità ma il seme dellattenzione verso il diverso a scuola. I collaboratori sono ancora e sempre…Bidelli… Nel 1962 la legge n art.12 istituisce le classi differenziate (non scuole…) che possono funzionare allinterno delle scuole comuni. Il passaggio fra le due tipologie di classi è sottoposto al giudizio di medici e pedogogisti. I collaboratori sono sempre …Bidelli…

7 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA7 Finalmente il 69 e la sua rivolta culturale…che mette sotto accusa le scelte segreganti in particolare il mondo escludente della scuole. Infatti nel 1971 la legge 30 marzo n. 118 inaugura la stagione della scuola includente, accogliente. La scuola muove i primi passi verso lintegrazione dell handicap. Il personale deve essere qualificato capace di lavorare in squadra con varie professionalità interdisciplinari: medici, psicologi, insegnanti. …i Bidelli iniziano a trasformarsi in collaboratori… Il processo è lungo e difficile e non ancora concluso.

8 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA8 Come integrare legge 517 del 4 agosto 1977 Flessibilità Insegnante specializzato Istituzione di momenti di sostegno anche allo scopo di realizzare interventi individualizzati in relazione alle esigenze degli alunni (…non solo di HC…) …stiamo andando v erso i collaboratori scolastici..ma i Bidelli resistono…

9 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA9 La collaborazione interistituzionale…la rete fra persone e istituzioni Non un semplice fatto economico anzi un momento importante di sinergia, di aiuto reciproco, di consulenza. Al centro lalunno con disagio o difficoltà dapprendimento. La scuola non è più un momento a se stante, isolata dal contesto sociale, entra a pieno titolo nella società vera, umana. Collegialità e integrazione di qualità attraverso la socializzazione. C.M. n settembre 1985

10 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA10 …e finalmente il 1992 la legge quadro n Una buonissima legge (senza troppe risorse…) che istituisce e rende concreta la colleggialità e lnteristituzionalità. GLIP: gruppo di lavoro Interistituzionale provinciale GLH. Gruppo di lavoro per lhandicap, istituito presso ogni scuola. DF Diagnosi funzionale Rilasciata da NPI (neuropsichiatria infantile ASL) PDF profilo dinamico funzionale redatto da NPI PEI piano educativo Individualizzato redatto dalla rete di docenti, famiglia e NPI. La legge 104 art. 13 descrive i compiti e le responsabilità della scuola e del mondo educativo, dei servizi di assistenza.

11 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA11 CCNL 1995 e intesa nel CCNL 2007 Obbligo per lassistenza di base: ausilio materiale nellaccesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, allinterno e nelluscita da esse, nonché nelluso dei servizi igienici e nella cura delligiene personale E diventano ulteriori e più complesse mansioni concernenti lassistenza agli alunni diversamente abili quando si concretizzano in una maggiorazione retributiva fissa per determinati soggetti che hanno seguito percorsi specifici di formazione.

12 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA12 Sito utile

13 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA13 ll problema dellassistenza di base è da collocarsi allinterno di un quadro normativo piuttosto complesso la cui interpretazione finora non era stata univoca creando confusione, comportamenti difformi e, soprattutto, disagi gravi agli alunni disabili ed alle loro famiglie. I punti di riferimento sono due: il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale della scuola e il passaggio del personale A.T.A. degli Enti Locali allo Stato determinato dall'art. 8 della legge 124/99.

14 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA14 Nella tabella A, allegata al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro 1998/2001 siglato il 26 maggio 1999, che definisce i profili professionali del personale A.T.A. si afferma, a proposito dei collaboratori scolastici, che essi devono fornire ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell'accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche e nell'uscita da esse e che possono svolgere assistenza agli alunni portatori di handicap all'interno delle strutture scolastiche, nell'uso dei servizi igienici e nella cura dell'igiene personale.tabella A Linterpretazione del termine possono ha sollevato numerose questioni. Lart. 32, comma 1 del contratto su citato chiariva come i compiti del personale A.T.A. sono costituiti a) dalle attività e mansioni espressamente previste dal profilo professionale di appartenenza; b) da funzioni aggiuntive che nellambito dei profili professionali comportano lassunzione di responsabilità ulteriori, per le quali si applicano le disposizioni di cui al successivo articolo 36.Lart. 32, comma 1

15 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA15 Lart. 36 Lart. 36 in questione precisava che tali responsabilità ulteriori saranno assegnate a tempo determinato e che per i collaboratori scolastici consistono in mansioni che richiedono particolare professionalità, come l'assistenza agli alunni portatori di handicap, il supporto all'attività amministrativa e didattica, la manutenzione di beni mobili e immobili, l'attività di pronto soccorso e primo intervento in caso di necessità.

16 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA16 Un chiarimento si è avuto con lintesa tra il Ministero della Pubblica Istruzione e l'Unione Province d'Italia, l'Associazione Nazionale Comuni d'Italia, l'Unione Nazionale Comunità e Enti Montani e le Organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL e SNALS sottoscritta il 12 settembre 2000.lintesa tra il Ministero della Pubblica Istruzione e l'Unione Province d'Italia, l'Associazione Nazionale Comuni d'Italia, l'Unione Nazionale Comunità e Enti Montani e le Organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL e SNALS sottoscritta il 12 settembre Tale intesa si è resa necessaria anche perché, come affermato nella premessa della stessa, dopo il passaggio del personale A.T.A. allo Stato, si sono verificate alcune difficoltà per la prosecuzione nell'erogazione dei servizi agli stessi livelli qualitativi e quantitativi e perché occorre precisare la corretta attribuzione delle competenze istituzionali e definire la possibilità di utilizzare il personale A.T.A., nel rispetto delle norme del C.C.N.L. del Comparto Scuola.

17 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA17 Un ulteriore passo in avanti è stato compiuto con la sottoscrizione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale della scuola relativo al secondo biennio economico avvenuta il 15 febbraio Nella tabella D viene modificato quanto previsto dalla tabella A del precedente contratto in relazione allassistenza degli alunni disabili: si afferma, infatti, che vanno comunque garantite, anche attraverso particolari forme di organizzazione del lavoro e limpiego di funzioni aggiuntive o lerogazione di specifici compensi, le attività di ausilio materiale agli alunni portatori di handicap per esigenze di particolare disagio e per le attività di cura alla persona ed ausilio materiale ai bambini e bambine della scuola materna nelluso dei servizi igienici e nella cura delligiene personale. Il servizio di assistenza di base deve quindi essere garantito in ogni caso dallistituzione scolastica e non può essere lasciato alla volontà dei collaboratori scolastici di svolgere o meno la funzione aggiuntiva.tabella D

18 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA18 Il testo normativo più importante, che delinea in modo lucido e preciso i compiti delle scuole e degli enti locali in tema di assistenza di base, è la nota n del 30 novembre 2001 del Ministero dellIstruzione, Dipartimento per i servizi nel territorio, Direzione generale per lorganizzazione dei servizi nel territorio.nota n del 30 novembre 2001 del Ministero dellIstruzione, Dipartimento per i servizi nel territorio, Direzione generale per lorganizzazione dei servizi nel territorio.

19 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA19 Lassistenza di base, che riguarda fondamentalmente la mobilità e la cura della persona, è di competenza della scuola. Lassistenza specialistica, che si qualifica come un secondo livello relativo a particolari deficit, è a carico dellente locale e devessere svolta con personale qualificato: a titolo di esempio vengono identificate, quali figure specialistiche, leducatore professionale, lassistente educativo, il traduttore del linguaggio dei segni o il personale paramedico e psico- sociale. In questo quadro sembra non esserci più posto per la figura generica dellassistente materiale: se lassistenza di base viene fornita dalla scuola, lente locale deve fornire adesso solo figure altamente qualificate in grado di prestare un servizio specifico e non un generico intervento assistenziale.

20 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA20 La presente nota, nell'obiettivo prioritario di assicurare il diritto allo studio dei soggetti disabili, intende fornire un quadro il più completo possibile della normativa e alcune indicazioni operative, al fine di dare garanzie agli alunni e alle loro famiglie, certezza al personale della scuola e ai dirigenti scolastici e, nello stesso tempo, finalizzare le iniziative di formazione previste per i collaboratori scolastici. Com'è noto, l'assistenza di base agli alunni disabili è parte fondamentale del processo di integrazione scolastica e la sua concreta attuazione contribuisce a realizzare il diritto allo studio costituzionalmente garantito. L'assistenza di base, di competenza della scuola, va intesa come il primo segmento della più articolata assistenza all'autonomia e alla comunicazione personale prevista dall'art.13, comma 3, della legge 104/92.

21 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA21 ART.47 - COMPITI DEL PERSONALE ATA CCNL (art.32 del CCNL ) 1. I compiti del personale A.T.A. sono costituiti: a) dalle attività e mansioni espressamente previste dallarea di appartenenza; b) da incarichi specifici che, nei limiti delle disponibilità e nellambito dei profili professionali, comportano lassunzione di responsabilità ulteriori, e dallo svolgimento di compiti di particolare responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del piano dellofferta formativa, come descritto dal piano delle attività. 2. La relativa attribuzione è effettuata dal dirigente scolastico, secondo le modalità e i criteri definiti dalla contrattazione distituto nellambito del piano delle attività. Le risorse utilizzabili, per le predette attività, a livello di ciascuna istituzione scolastica, sono quelle complessivamente spettanti, nell'anno scolastico , sulla base dell'applicazione dell art.50 del CCNI del art.50 del CCNI del Esse verranno particolarmente finalizzate per larea A per lassolvimento dei compiti legati allassistenza alla persona, allassistenza allhandicap e al pronto soccorso.

22 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA22

23 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA23

24 10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA24


Scaricare ppt "10 Maggio 2011Cisl Scuola Asti - Corso ATA1 CISL Scuola ASTI Corso di Formazione personale ATA Collaboratori Scolastici Assistenza di base alunni con disabilità"

Presentazioni simili


Annunci Google