La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Sovvenzione Globale Spinner – Azione 1 Economia della Conoscenza Presentazione del terzo bando Azione 1 SPINNER Debora Facchini Responsabile Spinner.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Sovvenzione Globale Spinner – Azione 1 Economia della Conoscenza Presentazione del terzo bando Azione 1 SPINNER Debora Facchini Responsabile Spinner."— Transcript della presentazione:

1 La Sovvenzione Globale Spinner – Azione 1 Economia della Conoscenza Presentazione del terzo bando Azione 1 SPINNER Debora Facchini Responsabile Spinner Point Università di Bologna e Enti di Ricerca (CNR, ENEA) ADI, 18 dicembre 2003 Sovvenzione globale FSE Obiettivo 3 Regione Emilia-Romagna Misura D.3 Sviluppo e consolidamento dellimprenditorialità con priorità ai nuovi bacini dimpiego Misura D.4 Miglioramento delle risorse umane nel settore della ricerca e sviluppo tecnologico Programma Operativo Emilia-Romagna Ob. 3 – 2000/2006 (DELIBERA N DEL 31/07/2000)

2 Il quadro generale di intervento Sovvenzione globale Prima Sovvenzione globale FSE in Europa POR Ob : M isura D3 Sviluppo e consolidamento dellimprenditorialità con priorità a nuovi bacini di impiego M isura D4 Miglioramento delle Risorse umane nel settore della Ricerca e dello Sviluppo tecnologico Durata Sovvenzione Globale: dal 18/09/2000 al 31/12/2006

3 Il Consorzio Consorzio SPINNER – Servizi per la Promozione dellINNovazione e la Ricerca ASTER – Scienza Tecnologia Impresa S. cons. p. A. FONDAZIONE ALMA MATER SVILUPPO ITALIA SpA

4 Linee strategiche di intervento AZIONE 1 – Economia della conoscenza Azione 2 - Prototipo di supporto al Ricambio Generazionale Azione 3 - Prototipo di iniziative di Emersione e regolarizzazione delle forze lavoro favorendo lo start-up di attività di lavoro autonomo

5 Obiettivo strategico di intervento AZIONE 1 Economia della Conoscenza Obiettivi strategico è la Valorizzazione delle risorse umane provenienti dal mondo della R&D sia pubblica che privata Lintervento è rivolto alla persona ed allaccrescimento delle sue competenze, in modo tale da sostenere la transizione al lavoro dei giovani ad alta scolarità e generare impatti positivi su qualificate possibilità di impiego Spinner intende inoltre offrire un Contributo al rafforzamento delle relazioni tra il mondo della conoscenza con quello produttivo, con i principali attori istituzionali e le forze sociali della nostra regione al fine di sostenere percorsi di innovazione sia dal punto di vista economico che sociale

6 Sulla base del rinnovo della Convenzione con la Regione Emilia Romagna per il prossimo triennio di attività, si è proceduto immediatamente a dare attuazione alla SG Spinner mediante il: Lancio del Terzo Bando per la concessione delle agevolazioni finanziarie Spinner sullAzione 1 Economia della Conoscenza Pubblicato sul BUR Emilia-Romagna in data 2 luglio 2003 Il bando rimarrà aperto in permanenza per i prossimi 12 mesi, si chiude quindi il 2 luglio Lancio Spinner prossimo triennio

7 Sulla base del rinnovo della Convenzione con la Regione Emilia Romagna per il prossimo triennio di attività, si è proceduto immediatamente a dare attuazione alla SG Spinner mediante il: Lancio del Terzo Bando Lancio del Terzo Bando per la concessione delle agevolazioni finanziarie Spinner sullAzione 1 Economia della Conoscenza Pubblicato sul BUR Emilia-Romagna in data 2 luglio 2003 Il bando rimarrà aperto in permanenza per i prossimi 12 mesi, si chiude quindi il 2 luglio Lancio Spinner prossimo triennio

8 PARTE A1 Persone con Idee Imprenditoriali Innovative e ad alto contenuto di conoscenza I nuovi Destinatari delle agevolazioni Spinner PARTE B Persone con Progetti di Ricerca Industriale e/o di Sviluppo precompetitivo secondo la definizione della 297/99 Miur Persone con Piani di Trasferimento Tecnologico PARTE A2 Persone che abbiano realizzato compiutamente un PIP approvato da Spinner – Il nuovo impianto di Aftercare Spinner è finalizzato al supporto dello start-up imprenditoriale, affiancando la costituenda compagine sociale nella risoluzione delle principali criticità della fase di avvio della nuova iniziativa ed intendendo accelerare lo sviluppo ed il consolidamento dei gruppi più dinamici. Gli interventi di formazione/assistenza tecnica si orienteranno verso i temi del marketing, della politica commerciale, della produzione, dellamministrazione e del controllo di gestione, della gestione delle risorse umane.

9 Obiettivi dellAzione 1 Valorizzazione economico-sociale dei risultati delle attività di R&D IMPRENDITORIALITA INNOVATIVA IMPRENDITORIALITA INNOVATIVA - Sostegno allattività di definizione di un progetto di impresa o la realizzazione di specifici pacchetti di lavoro allinterno di un progetto già avviato di nuova impresa (spin-off accademici e tecnologici, knowledge based firms) TRASFERIMENTO TECNOLOGICO E DI COMPETENZE TRASFERIMENTO TECNOLOGICO E DI COMPETENZE - Sostegno alla mobilita del ricercatore o linserimento del giovane laureando/laureato in iniziative di innovazione presso imprese ed istituzioni locali.

10 Parte B del bando Ricerca Industriale Ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, utili per la messa a punto di nuovi prodotti, processi produttivi o servizi per conseguire un notevole miglioramento dei prodotti/processi produttivi o servizi esistenti Sviluppo Precompetitivo Concretizzazione dei risultati delle attività di ricerca industriale in un piano, un progetto o un disegno relativo a prodotti processi produttivi o servizi nuovi, modificati, migliorati, siano essi destinati alla vendita o allutilizzazione compresa la realizzazione di un prototipo non idoneo a fini commerciali progetti pilota, progetti di dimostrazione iniziale, ecc.) Trasferimento Tecnologico Trasferimento di tecnologia o di conoscenze pratiche tra organizzazioni (mediante accordi di licenza o commercializzazione, accordi di sviluppo congiunto, formazione o scambio del personale)

11 Persone occupate o inoccupate o disoccupate, con particolare riferimento alle seguenti tipologie: A chi si rivolge Laureandi Laureati Dottorandi e dottori di ricerca Possessori di titoli di formazione post laurea Assegnisti e Ricercatori Docenti universitari Tecnici di laboratori Addetti uffici R&D

12 Che Cosa Offre Spinner –seconda fase Il sistema di aiuti alla persona si compone di un pacchetto integrato di: 1.orientamento e assistenza alla presentazione dei progetti da parte dei potenziali beneficiari 2.agevolazioni finanziarie 3.formazione avanzata in aula e formazione a distanza sui temi dellimprenditorialità e del project management 4.tutoraggio allo sviluppo di percorsi di imprenditorialità innovativa; 5.tutoraggio scientifico e tecnologico allo sviluppo di progetti di innovazione 6.assistenza tecnica alla realizzazione del Piano di Intervento Personalizzato.

13 1) BORSE DI RICERCA per Idee Imprenditoriali Innovative e Progetti di R&S, sviluppo precompetitivo e Trasferimento Tecnologico Le Agevolazioni finanziarie Piano di Intervento Personalizzato per persone inoccupate o disoccupate che intendono operare per un periodo annuale (o frazioni) allinterno di un Piano di Intervento Personalizzato approvato 2) INCENTIVI economici finalizzati a consentire : partecipazione ad eventi volti ad aumentare le conoscenze tecniche e di mercato relative al progetto (ad es. corsi di formazione specialistica, convegni, fiere, ecc.) partecipazione ad incontri finalizzati alla realizzazione di partnership produttive, commerciali, finanziarie, tecnologiche (ad es. road show finanziari, incontri per accordi di joint venture, ecc.) visite ad aziende concorrenti per effettuare analisi di benchmarking 3) Agevolazioni per lacquisto di SERVIZI SPECIALISTICI Indagini di mercato Assistenza al Business planning Pianificazione economico-finanziaria Assistenza al Fund raising Assistenza alla redazione di progetti di finanza agevolata Assistenza alla Brevettazione e per la tutela della Proprietà intellettuale Assistenza alla Legale e giuridico-contrattuale Fund raising Assistenza tecnico-brevettuale Organizzazione aziendale e qualità Budgeting, controllo e finanza aziendale Strategie commerciali e Mraketing

14 BORSE DI RICERCA BORSE DI RICERCA per Idee Imprenditoriali Innovative: agevolazioni destinate a persone interessate a sviluppare idee imprenditoriali innovative ad alto contenuto di conoscenza per Progetti di R&S, sviluppo precompetitivo e Trasferimento Tecnologico: 1) progetti in cui sono coinvolti da un lato uno o più Dipartimenti/Istituti universitari o degli enti/centri di ricerca e dallaltro una impresa/ente; 2) progetti che fanno capo ad una sola impresa, in particolare allArea R&S; 3) progetti che fanno capo a più imprese collegate, integrate verticalmente od orizzontalmente, con o senza la presenza di uno o più Dipartimenti/Istituti universitari o degli enti/centri di ricerca. Le Agevolazioni finanziarie

15 TipologiaBorsa di RicercaIncentivo Economico Agevolazione Servizi Idee Impresa Innovativa massimale per singolo gruppo imprenditoriale per una durata max. di 12 mesi massimale per singolo gruppo imprenditoriale per una durata max. di 6 mesi TipologiaBorsa di RicercaIncentivo Economico Agevolazione Servizi R&S e sviluppo precompetitivo mese2.600 Durata max. 12 mesi Trasferimento Tecnologico mese2.600 Nuovi massimali delle agevolazioni finanziarie Durata max. 12 mesi Idee Impresa Aftercare mese

16 Gli strumenti attivati 7 sportelli su 10 sedi territoriali di informazione, orientamento e consulenza da parte di personale specializzato Area Romagna c/o Agenzia Polo Ceramico - Faenza IL Sito WEB: La Rete degli Spinner Point CATALOGO degli Esperti per lofferta dei Servizi Specialistici Spinner Strumento informativo per reperire le competenze necessarie a fornire i servizi spinner.

17 Come accedere a Spinner scheda anagrafica 1.Redazione di una scheda anagrafica del richiedente format standard – scheda Progetto 2.Presentazione dellidea progettuale, secondo un format standard – scheda Progetto 3.Relazione di accompagnamento del Tutor Scientifico c/o la Rete territoriale di sportelli Spinner con la consulenza di personale specializzato oppure on-line: a)Elaborazione assistita del Piano di Intervento Personalizzato per la richiesta delle agevolazioni b)Invio/consegna della domanda c/o Rete Spinner Point

18 Le modalità di VALUTAZIONE delle Domande Valutazione Interna – Nucleo per una pre- istruttoria tecnica delle domande Delibera di approvazione - Consiglio Direttivo del Consorzio Spinner Ammesso alle agevolazioni Non ammesso Con riserva di ammissibilità Invio degli esiti periodici di Valutazione allAssessorato regionale competente Secondo i criteri esplicitati nel bando

19 Le modalità di VALUTAZIONE delle Domande Criteri di valutazione Per Idee Imprenditoriali: identificazione delle problematiche connesse allo sviluppo del progetto, soluzioni atte a rimuovere tali problemi; identificazione dei punti di forza dellapplicazione di mercato rispetto a tecnologie già esistenti e tecnologie innovative alternative; possibili applicazioni di mercato in termini di prodotti e servizi offerti, clienti e destinatari serviti, benefici e vantaggi promessi; attendibilità, coerenza e congruità quantitativa e qualitativa del piano di attività proposto e delle agevolazioni richieste con lidea imprenditoriale e le motivazioni del proponente; adeguatezza delle competenze professionali (tecnico-scientifiche) e manageriali del proponente rispetto al piano presentato; innovatività del progetto rispetto al contesto socio-economico di riferimento. prioritari presenza della componente femminile nella composizione del gruppo proponente; sfruttamento di un brevetto e/o invenzione alla base delliniziativa imprenditoriale (già presente o previsto); lattività di impresa si configura come spin-off da ricerca o da impresa; presenza nella potenziale compagine sociale di partners industriali e/o di servizi; localizzazione prevista per la nuova impresa in Emilia Romagna.

20 Le modalità di VALUTAZIONE delle Domande Criteri di valutazione After Care: identificazione della missione aziendale e della tipologia di prodotti/servizi offerti; identificazione del mercato di riferimento e dei potenziali clienti e previsioni di sviluppo; descrizione della compagine sociale; identificazione dei vantaggi e delle strategie competitive; identificazione della strategia commerciale e di marketing; presenza di uno schema economico-finanziario.

21 Le modalità di VALUTAZIONE delle Domande Criteri di valutazione Per R&S, SP, TT: qualità tecnico-scientifica e sul grado di innovazione del progetto; impatto industriale e/o socio-economico; modalità gestionali e organizzative del progetto; conoscenze, le competenze del candidato, e ladeguatezza del ruolo da svolgere allinterno del progetto; qualità progettuale nel suo complesso; innovatività del progetto rispetto al contesto socio-economico di riferimento. prioritari pari opportunità; attivazione o consolidamento in ambito regionale di collaborazioni e partenariati scienza-mondo produttivo con particolare riferimento a soggetti ubicati in Emilia-Romagna; inter/multidisciplinarietà delle tematiche oggetto delle attività di ricerca industriale e delle competenze dei soggetti coinvolti; attività di ricerca e sviluppo atta a generare nel breve periodo la creazione di nuova impresa; definizione delle modalità di protezione e sfruttamento delle conoscenze del know- how e dei risultati conseguiti nel progetto; esistenza o possibilità di attivare una rete di collaborazione a livello nazionale ed internazionale.

22 Modalità di erogazione delle agevolazioni BORSA DI RICERCA: 30% allassegnazione 40% a metà percorso 30% a fine percorso INCENTIVI ECONOMICI Alla presentazione della richiesta di rimborso comprovata dalle ricevute SERVIZI SPECIALISTICI Alla presentazione della fattura emessa dal consulente e del relativo time report del servizio prestato

23 Timing della valutazione Le sessioni di valutazione saranno periodiche e si è previsto che siano almeno trimestrali Prima sessione: 15 ottobre 2003 Seconda sessione: 15 gennaio 2004 Si prevede di mantenere il carattere di rapidità del processo valutativo, garantendo in media 45 gg tra la presentazione della domanda e la pubblicazione degli esiti di valutazione nonché per gli ammessi la firma dellatto di assegnazione delle agevolazioni concesse

24 Domande valutate/approvate Per tipo di intervento Esito valutazione 1° e 2° bando 1° annualità

25 Proponenti in Emilia-Romagna Destinatari proponenti nell'azione Spinner Idee dImpresa, Progetti di Trasferimento Tecnologico, Premi di Laurea

26 Destinatari beneficiari nell'azione Spinner Idee dImpresa, Progetti di Trasferimento Tecnologico, Premi di Laurea Beneficiari

27 Beneficiari coinvolti nell'azione Spinner Per settore Idee dImpresa

28 Progetti di Trasferimento Tecnologico Beneficiari coinvolti nell'azione Spinner Per settore

29 Idee dImpresa e Trasferimento Tecnologico Beneficiari coinvolti nell'azione Spinner Per area territoriale (Spinner Point)

30 Agevolazioni Finanziarie - Bologna SPINNER POINTIMPORTI RICHIESTI %IMPORTI APPROVATI % UNIBO Bologna ,0030, ,0129,42 Area Romagna ,6911, ,0110,78 Totale UniBO ,442, ,0040,20 ENTI DI RICERCA CNR , ,38 ENEA , ,33 Totale ER ,7417, ,7117,62

31 Spinner Point di Bologna Presso Università degli Studi di Bologna Via Zamboni, 32 – Bologna Tel Debora Facchini Cecilia Maini Stefania Greco Contatti Spinner Point Bologna

32 Contatti Spinner Point Enti di Ricerca Spinner Point Enti di Ricerca presso Area di Ricerca CNR Via Gobetti, 101 – Bologna Tel Debora Facchini - Fioravante Di Palma presso Centro ricerche ENEA Via Don Fiammelli, Bologna Tel Debora Facchini – Giulia Tassi


Scaricare ppt "La Sovvenzione Globale Spinner – Azione 1 Economia della Conoscenza Presentazione del terzo bando Azione 1 SPINNER Debora Facchini Responsabile Spinner."

Presentazioni simili


Annunci Google