La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dove possiamo ancora migliorare Claudia Venturelli S.C. Microbiologia-Virologia Policlinico - Modena.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dove possiamo ancora migliorare Claudia Venturelli S.C. Microbiologia-Virologia Policlinico - Modena."— Transcript della presentazione:

1 Dove possiamo ancora migliorare Claudia Venturelli S.C. Microbiologia-Virologia Policlinico - Modena

2

3

4 MRSA KPC VRE MDR

5

6 Primi 10 microrganismi causa di sepsi isolati da Emocolture nel Policlinico 1°sem 2012

7 Trend MRSA Emocolture Policlinico

8 Trend ESBL Escherichia coli Emocolture Policlinico

9 Trend R carbapenemi Pseudomonas aeruginosa Emocolture Policlinico

10 Trend KPC Klebsiella pneumoniae Emocolture Policlinico

11 Sepsi da KPC : distribuzione casi Emocolture Policlinico 1°sem 2012

12 Trend VRE Emocolture Policlinico

13 % I/R Gram-Negativi 1°sem 2012 : Emocolture Policlinico Non esiste un antibiotico per Gram-negativi che utilizzato in terapia empirica possa garantire una copertura del 100%

14

15

16

17 Obiettivi 1. RICERCA ED ERADICAZIONE DELLAGENTE INFETTIVO 2. IDENTIFICAZIONE DELLA PROBABILE FONTE D INFEZIONE: Respiratoria Addominale Cutanea Vie urinarie SNC Protesi e cateteri

18

19 La terapia antibiotica Il regime antimicrobico iniziale deve sempre essere rivalutato dopo ore sulla base dei dati microbiologici e clinici, con lo scopo di impiegare antibiotici a spettro pi ù stretto per limitare lo sviluppo di resistenze, ridurre la tossicità, ridurre i costi. (DE-ESCALATION)

20

21

22 Emocolture: diagramma di flusso Paziente settico Esecuzione dei prelievi Invio al laboratorio Incubazione delle bottiglie Emocoltura positiva Semina su terreno Crescita su piastra Identificazione ed antibiogramma Risultato diagnostico Colorazione di Gram Mediamente 72 ore Mediamente 48 h prima del risultato diagnostico

23 Importanza del Gram e comunicazione tempestiva dellesito delle emocolture positive

24

25 Si cercherà in particolare di ottimizzare e velocizzare le procedure di indagini microbiologiche: infatti, solo migliorando la tempestività di tali procedure si potrà consentire, da un lato, limpostazione di una terapia empirica, dallaltro si renderanno precocemente disponibili i risultati di test di sensibilità sullisolato, che permetteranno ai Colleghi dei Reparti di impostare tempestivamente una terapia eziologia mirata. Tutto ciò appare tanto più importante in relazione al sempre più frequente fenomeno della multiresistenza batterica: lopportunità del tempestivo adeguamento dellantibioticoterapia sulla scorta dei dati della sensibilità in vitro risulta essenziale nellevento sepsi

26 Miglioramenti attuati (1) Identificazione ed antibiogramma: per emocolture anticipo nellesecuzione dellidentificazione/antibiogramma a partire dalla crescita nel pomeriggio con disponibilità dei risultati al mattino recupero di 1 gg nella refertazione refertazione dellantibiogramma a fine pomeriggio o comunicazione telefonica dei risultati parzialmente disponibili, per casi mirati La disponibilità del turno di 1 tecnico solo fino alle ore 16 ne limita lestensione a tutti i campioni positivi

27 Emocolture: miglioramento organizzativo Paziente settico Esecuzione dei prelievi Invio al laboratorio Incubazione delle bottiglie Emocoltura positiva Semina su terreno Crescita su piastra Identificazione ed antibiogramma Risultato diagnostico Colorazione di Gram Per casi mirati 48 ore Mediamente 24 h prima del risultato diagnostico

28 Miglioramenti attuati (2)

29 1. Disponibilità ad accettare ed incubare le emocolture 24H/24 e 7gg/7 Adeguamento alle raccomandazioni delle LG per ottimizzare la sensibilità del metodo e per ridurre i tempi di rilevamento della eventuale positività Problematiche aperte: impedimenti logistici e di personale a collocare lincubatore alle Urgenze del lab.Centralizzato Sistema informatico obsoleto per una gestione dell accettazione semplice e rapida, che contemporaneamente garantisca la rintracciabilità di tutte le fasi del percorso pre-analitico Miglioramenti progettati NON ancora attuati (1)

30 Emocolture: Impatto dell Accettazione e dellinizio Incubazione

31

32 Aggiornamento tecnologico: sostituzione del metodo didentificazione biochimica con il sistema Maldi-toff (a parità di costi) -Significativa riduzione dei tempi d identificazione di batteri e miceti da colonia e da emocoltura da 6-15 ore a 15 minuti (colonia) e 1 h (emocoltura) -Possibilità di identificare specie fungine in 15 min anziché 20 gg e con sequenziatore -Creazione di Data-base epidemiologico in tempo reale per la correlazione degli isolati -Promettenti applicazioni, al momento in fase di studio, per il rilevamento rapido di alcune resistenze emergenti agli antibiotici Problematiche aperte: Iter avviato due anni fa per lacquisizione….. Ora pratica da 5 mesi gestita dall Ingegneria clinica e della Direzione acquisti (gara di Baggiovara) Miglioramenti progettati NON ancora attuati (2)

33

34 Workflow : differenza tra identificazione biochimica e Maldi

35

36 Studi per la determinazione rapida delle Carbapenemasi con Maldi-Toff

37 Emocolture : workflow con Maldi-toff

38

39

40

41

42

43

44 Miglioramenti in fase di progetto Sostituzione dellattuale sistema informatico e aggiornamento della modalità di presa in carico dei campioni e di gestione della refertazione

45 Miglioramenti auspicabili Organizzativi: ampliamento dellorario di accettazione e refertazione Tecnologici: applicazione di metodiche di biologia molecolare per la ricerca di DNA batterico e fungino da sangue e da campioni sterili Informatico: disponibilità in T reale degli esiti microbiologici e dei dati epidemiologici di resistenza dellOsservatorio Microbiologico al momento della scelta della terapia antibiotica empirica

46

47

48 Investendo risorse in Microbiologia si potrebbero ridurre i costi del consumo degli antibiotici

49 Ancor oggi i tempi necessari per giungere alla identificazione del patogeno e al rilevamento delle relative resistenze, implicano una terapia antibiotica empirica ad ampio spettro basata sullepidemiologia del reparto e sui fattori di rischio del paziente. Raggiungere lobiettivo è possibile, mediante nuove tecnologie, automazione e test rapidi in grado di migliorare il flusso di lavoro provvedendo nello stesso tempo a mantenere lalta qualità dei risultati

50

51

52

53

54

55 La sfida

56 Nomenclatore Elenco prestazioni per Pazienti interni ed esterni Microbiologia S.Orsola perché Loro si e Noi no ??

57 Orari di apertura di altri laboratori: esempio Microbiologia S.Orsola-Bologna

58

59


Scaricare ppt "Dove possiamo ancora migliorare Claudia Venturelli S.C. Microbiologia-Virologia Policlinico - Modena."

Presentazioni simili


Annunci Google