La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CATENA DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO NEL CREDITO ALL ESPORTAZIONE R. Ascari, CFO Roma, 17 ottobre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CATENA DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO NEL CREDITO ALL ESPORTAZIONE R. Ascari, CFO Roma, 17 ottobre."— Transcript della presentazione:

1 LA CATENA DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO NEL CREDITO ALL ESPORTAZIONE R. Ascari, CFO Roma, 17 ottobre

2 2 Contenuti Premessa: lobiettivo del seminario Il passato: strumento di politica economica Il trend in atto Alcuni cambiamenti nei prodotti / procedure Come cambia il business di SACE Il ciclo del rischio nellexport credit Rischio sovrano e rischio di controparte: la fine del Sovereign ceiling? Conclusione: il processo decisionale

3 3 Premessa: Lobiettivo del Seminario 1.Cosa non é: un seminario sui rischi in generale (del credito, di mercato,…) un seminario sullAnalisi dei Bilanci 2.Cosa é: il credito allesportazione a medio-lungo termine nei paesi non-OCSEun seminario su come SACE analizza i rischi nel suo segmento di core business: il credito allesportazione a medio-lungo termine nei paesi non-OCSE

4 4 Premessa: Lobiettivo del Seminario Quale é lobiettivo: diffondere la conoscenza sul modo di operare di Sace in una fase in cui il business é in profonda evoluzione Il rischio è funzione della durata e del rating di partenza Anni % default

5 5 Il passato: strumento di politica economica LOGICA Promuovere le esportazioni in presenza di vincoli di bilanci di pagamenti Promuovere loccupazione Supporto strategico al commercio estero per: entrare in nuovi mercati supportare nuovi operatori CONSEGUENZE Il credito allesportazione implica un sussidio misurato da: premi inferiori alle perdite attese breakeven < ROE IMPLICAZIONI Il sussidio pubblico è circoscritto a : Società con sede nel territorio nazionale Produzione locale (fino ad una certa soglia) CONCETTO DI ESPORTAZIONE NAZIONALE

6 6 Il trend in atto 4 Operatori di mercato1 Supportare le esportazioni nazionali ad ogni costo (il vecchio approccio) 3 Supportare gli interessi nazionali con un progressivo miglioramento dellutile aziendale2 Supportare le esportazioni nazionali a break-even (lapproccio di Knaepen) livello di potenziale perdita Livello di controllo amministrativo alto basso

7 7 Alcuni cambiamenti nei prodotti/procedure 1.Richieste di certificati di esportazione (contenuto non domestico) 2.Sede dellesportatore (aziende delocalizzate) 3.Percentuale e combinazione della copertura (maggiore competitività e trasparenza dei prodotti) 4.Legame diretto tra il contratto commerciale e la garanzia/finanziamento (flessibilità dello strumento) 5.Rapporto con lacquirente piuttosto che con lesportatore (presenza internazionale) 6.Pricing (to risk) e Portfolio Management 7.Trasparenza dei bilanci della Società (evitare distorsioni del mercato)

8 8 Come cambia il business di SACE PRIMA ADESSO Prevalentemente Stati Sovrani (Full Faith & Credit) 1.Debitori finali Prevalentemente soggetti privati: Sub-sovereing Banche Corporate Asset-based Project Financing 2.Lo strumento e la concorrenza Prestito bancario (in una situazione di Financial Repression) Prestito bancario ma in un mercato dei capitali sempre più sofisticato: dal prestito al Bond dallExport Credit al General Purpose Borrowing dal rapporto con il Supplier a quello con il Buyer

9 9 Come cambia il business di SACE PRIMA ADESSO Tutti i mercati in via di sviluppo 3.I mercati Limiti alloperatività nei paesi meno sviluppati (HIPC e altri paesi con limiti IMF) Forte concorrenza nei maggiori paesi emergenti (Asia) Concentrazione nei paesi in evoluzione e politicamente instabili (Iran), e su grossi progetti

10 10 Come cambia il business di SACE PRIMA ADESSO Il rischio paese 4. Il focus dellanalisi Il rischio di controparte Strumento di Analisi Strumento di Monitoraggio Working Group OCSE: Le categorie di rischio Poche decine di posizioni a rischio Revisione delle categorie OCSE Centinaia di posizioni a rischio Variazione dei rating delle controparti Profilo di rimborso dei crediti Realizzazione dei progetti (fase di costruzione) Analisi delle singole controparti e delle singole operazioni Team specialistici (Asset-based, Project Financing) Analisi di bilancio Sistemi di rating esterno/interno

11 11 Come cambia il business di SACE PRIMA ADESSO Paris Club per ristrutturazioni Accordi fuori Paris Club 5.Default e recuperi Paris Club per rimborsi (Federazione Russa, Perù) Ristrutturazione di progetto e di controparte Recuperi privati stragiudiziali e azioni legali 6.Premi e level playing field Working Group OCSE e Minimum Premium Rate (MPR) Necessità di differenziare il pricing per il livello di rischio della controparte

12 12 Il ciclo del rischio dellExport Credit Sempre meno normative 1.Le policy paese Variabili 2.I rischi di sistema Variabili Esposizione (plafond) Durata (breve e medio-lungo termine) Tipologie di controparti (sovrano, bancario, corporate) Eventuali garanzie (sconti sul premio e internazionalizzazione del rischio) Vecchie crisi di bilancia dei pagamenti e nuove crisi: il collegamento tra macro e micro Effetti di evoluzioni macroeconomiche sui bilanci (mismatch valutari, in durate, esposizioni sui titoli pubblici)

13 13 Il ciclo del rischio dellexport credit 3. I rischi di controparte: 3. I rischi di controparte: le diverse tipologie di rischio (sub-sovereign, banche, grandi e piccole corporate, asset-based, no recourse) Variabili: le fonti informative ed i criteri di scoring/rating 4. Rischi non - finanziari 4. Rischi non - finanziari: la reputazione e la responsabilità sociale lambiente 5. Il calcolo del Premio: 5. Il calcolo del Premio: dal MPR al pricing-to-risk aggiustato al ribasso 6. La gestione del rischio 6. La gestione del rischio le garanzie sono una Contingent liability con in portafoglio rischio del credito in portafoglio: rischio del credito (la variazione del rating è levento binario: default/non default) e rischio di cambio rischio di cambio (doppia probabilità)

14 14 Rischio sovrano e rischio di controparte: la fine del Sovereign celing?

15 15 Conclusione: il processo decisionale 1. La policy paese: Loperazione è assicurabile alla luce della policy paese? Verifica dellatteggiamento assicurativo 2. La controparte: 2. La controparte: Quale è il risultato della valutazione? Il rating di controparte. 3. Il premio: C 3. Il premio: Calcolato sulla base del rating.

16 16 Conclusione: il processo decisionale 4. La transazione: A 4. La transazione: Altre forme di rischio: qualità dellesportatore rischio documentale incidenza della fornitura sulla grandezze aziendali 5. La % di copertura: 5. La % di copertura: Dal 100% al 50%: qualità della controparte; incidenza della fornitura; disponibilità e trasparenza dei dati condizioni di monitoraggio 6 Laccantonamento: 6 Laccantonamento: Funzione rating e modello VAR


Scaricare ppt "LA CATENA DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO NEL CREDITO ALL ESPORTAZIONE R. Ascari, CFO Roma, 17 ottobre."

Presentazioni simili


Annunci Google