La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FARMACOECONOMIA E RISULTATI CLINICI DELLOSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE: STUDIO EPIDEMIOLOGICO NELLA ZONA TERRITORIALE N.1 DI PESARO Relatore: Chiar.mo Prof.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FARMACOECONOMIA E RISULTATI CLINICI DELLOSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE: STUDIO EPIDEMIOLOGICO NELLA ZONA TERRITORIALE N.1 DI PESARO Relatore: Chiar.mo Prof."— Transcript della presentazione:

1 FARMACOECONOMIA E RISULTATI CLINICI DELLOSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE: STUDIO EPIDEMIOLOGICO NELLA ZONA TERRITORIALE N.1 DI PESARO Relatore: Chiar.mo Prof. Giorgio Cantelli Forti Tesi di: Correlatore: Federica Casadei Dott. Luigi Patregnani Rimini, 7 dicembre 2006 Rimini, 7 dicembre 2006

2 Ossigenoterapia domiciliare a lungo termine (OLT) LOLT consiste nella somministrazione continuativa di ossigeno supplementare in quantità tale da riportare il contenuto di ossigeno nelle arterie a valori vicini alla norma (PaO 2 > 60 mmHg) in pazienti con insufficienza respiratoria cronica LOLT consiste nella somministrazione continuativa di ossigeno supplementare in quantità tale da riportare il contenuto di ossigeno nelle arterie a valori vicini alla norma (PaO 2 > 60 mmHg) in pazienti con insufficienza respiratoria cronica

3 OLT nellinsufficienza respiratoria cronica 1. BRONCOPNEUMOPATIA 1. BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO) CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO) 2. SINDROME POST-TBC 2. SINDROME POST-TBC 3. FIBROSI POLMONARE DIFFUSA 3. FIBROSI POLMONARE DIFFUSA 4. PNEUMOCONIOSI 4. PNEUMOCONIOSI 5. CIFOSCOLIOSI 5. CIFOSCOLIOSI 6. MALATTIE NEUROMUSCOLARI 6. MALATTIE NEUROMUSCOLARI 7. BRONCHIECTASIE 7. BRONCHIECTASIE 8. GRANULOMATOSI POLMONARI 8. GRANULOMATOSI POLMONARI 9. FIBROSI CISTICA 9. FIBROSI CISTICA 10. IPERTENSIONE POLMONARE SEVERA 10. IPERTENSIONE POLMONARE SEVERA

4 Nell insufficienza respiratoria cronica secondaria a BPCO, lOLT è in grado di aumentare la sopravvivenza

5 Scopo della tesi Valutazione dellinfluenza che possono avere sulla sopravvivenza di un gruppo di pazienti in OLT variabili quali: Valutazione dellinfluenza che possono avere sulla sopravvivenza di un gruppo di pazienti in OLT variabili quali: o - tipo di patologia o - modalità di somministrazione dellossigeno o - parametri clinici del paziente Valutazione delle modalità di dispensazione dellossigenoterapia in funzione della qualità del servizio e del contenimento dei costi Valutazione delle modalità di dispensazione dellossigenoterapia in funzione della qualità del servizio e del contenimento dei costi

6 SELEZIONE DEL GRUPPO DI STUDIO PARAMETRI GENERALI MASCHIFEMMINE Numero di pazienti Età al momento dellattivazione (Media ± D.S.) 72 ± 13 anni 76 ± 10 anni Periodo di utilizzo della terapia a giugno 2006 (Media ± D.S.) 46 ± 25 mesi 49 ± 26 mesi Valore di PaO 2 (Media ± D.S.) 53,3 ± 7,2 mmHg 51,3 ± 5 mmHg

7 Aderenza delle prescrizioni di OLT ai criteri di prescrivibilità ed alle Linee Guida Pazienti in ossigenoterapia Pazienti che hanno sospeso la terapia Pazienti deceduti PAZIENTI (%) PERIODO DI MONITORAGGIO (novembre 1995-giugno 2006)

8 Sopravvivenza cumulativa percentuale del gruppo di studio anni Sopravvivenza cumulativa (%)

9 carcinoma fibrosi totale BPCO altre Sopravvivenza cumulativa (%) 0123 anni Pazienti (%) carcinoma BPCO fibrosi altre TIPO DI PATOLOGIA

10 ore di somm.nella BPCO 18 ore di somm.nella BPCO anni Sopravvivenza cumulativa (%) Pazienti (%) < 18 ore 18 ore 18 < ore < ore NUMERO DI ORE GIORNALIERE DI SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA

11 Ipossiemia severa PaO 2 < 45 mmHg Ipossiemia moderata 45< PaO 2 <59,9 mmHg Ipossiemia lieve PaO 2 > 60 mmHg Sopravvivenza cumulativa (%) anni Pazienti (%) PaO 2 > 60 mmHg 45

12 Tecnicamente esistono tre modalità di erogazione dellossigenoterapia 1) Bombole di ossigeno gassoso 2) Ossigeno liquido 3) Concentratori

13 Modalità di dispensazione dellossigenoterapia nella Zona Territoriale n.1 di Pesaro in vigore fino dicembre 2005 SPECIALISTA PNEUMOLOGO MODULO PRESCRIZIONE OLT ASSISTITO ATTIVAZIONE DIRETTA DA PARTE DELLA ASL FARMACIA TERRITORIALE DITTA CON CUI PRENDE ACCORDI LA FARMACIA DITTA CONVENZIONATA CON LA ASL OLT AL DOMICILIO ASSISTITO

14 SPECIALISTA PNEUMOLOGO MODULO DI PRESCRIZIONE OLT ASSISTITO FARMACIA CONVENZIONATA (scelta dallassistito) DITTE FORNITRICI (aggiudicatarie dei Lotti) OLT AL DOMICILIO ASSISTITO CONTROLLO DEL FARMACISTA Modalità di dispensazione dellossigenoterapia in tutta la Regione Marche in vigore da gennaio 2006

15 O 2 liquido O 2 gassoso TOTALE ° trimestre ° trimestre 2006 Confronto spesa 1° trimestre 2005 /1° trimestre 2006 della Zona Territoriale n. 1 di Pesaro per la fornitura di ossigeno liquido e gassoso Euro -37% -47% -28%

16 SPESA 1° TRIMESTRE 2005 CODICEASUR/ZT MEDIA ASSISTITI O 2 LIQUIDO O 2 LIQUIDO O 2 GASSOSO TOTALE (in Euro) SPESA 1° TRIMESTRE 2006 CODICEASUR/ZT MEDIA ASSISTITI O 2 LIQUIDO O2 LIQUIDO O2 GASSOSO ONERI PER LA DISTRIBUZIONE TOTALE (in Euro)

17 Conclusioni LOLT prescritta in patologie diverse dalla BPCO non determina un aumento di sopravvivenza LOLT prescritta in patologie diverse dalla BPCO non determina un aumento di sopravvivenza Nei soggetti affetti da BPCO i vantaggi della OLT aumentano proporzionalmente al tempo di somministrazione giornaliera della terapia Nei soggetti affetti da BPCO i vantaggi della OLT aumentano proporzionalmente al tempo di somministrazione giornaliera della terapia Lossigenoterapia domiciliare determina un aumento di sopravvivenza in soggetti con ipossiemia lieve ma non in quelli con ipossiemia severa Lossigenoterapia domiciliare determina un aumento di sopravvivenza in soggetti con ipossiemia lieve ma non in quelli con ipossiemia severa Modificando le modalità di consegna dellossigenoterapia e lassistenza domiciliare offerta ai pazienti, è possibile ottenere un servizio di qualità contenendo i relativi costi Modificando le modalità di consegna dellossigenoterapia e lassistenza domiciliare offerta ai pazienti, è possibile ottenere un servizio di qualità contenendo i relativi costi

18 Sviluppi futuri


Scaricare ppt "FARMACOECONOMIA E RISULTATI CLINICI DELLOSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE: STUDIO EPIDEMIOLOGICO NELLA ZONA TERRITORIALE N.1 DI PESARO Relatore: Chiar.mo Prof."

Presentazioni simili


Annunci Google