La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il servizio di Counseling nel paziente HIV+ Tommaso Pollano Infermiere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il servizio di Counseling nel paziente HIV+ Tommaso Pollano Infermiere."— Transcript della presentazione:

1 Il servizio di Counseling nel paziente HIV+ Tommaso Pollano Infermiere

2 GRUPPO DEL PROGETTO T. Pollano, infermiere G. Ferrea, medico C. Dentone, medico S. Tita Farinella, medico I. De Macina, medico R. Ravera, psicologo A. Balestra, infermiere A. Riccio, infermiere

3 A.S.L. n. 1 Imperiese Marino Anfosso, Dirigente Infermieristico

4 IL PROGETTO U.O. di Malattie Infettive, Sanremo (IM) settembre 2010 – agosto 2011

5 LINEE GUIDA WHO Global Programme on AIDS – Source Book for HIV/AIDS Counseling Training (1995) e successivi aggiornamenti

6 OBIETTIVI DEL PROGETTO Valutare il grado di accettazione da parte del paziente della propria condizione di sieropositività

7 STRUMENTI DI VALUTAZIONE Test codificati per disturbi comportamentali e questionari sulla qualità della vita, correlati a parametri immunovirologici

8 COUNSELING PER L'HIV-AIDS Dialogo tra un cliente e un operatore finalizzato a mettere in grado il cliente stesso di reagire allo stress e di prendere decisioni autonome relativamente all'HIV.

9 SCOPI DEL COUNSELING Offrire supporto psicosociale Prevenire il rischio di trasmissione

10 11 pz (7 maschi 64%) in HAART Età media: 48.4 aa (r: 46-51) Coinfezione HCV: 8 (72%) Ex TD: 7 (64%) Anzianità infezione HIV: mediana 18 aa (r: 1-19) Backbone: 4 FTC/TDF 6 ABC/ 3TC e 1 RAL 3°farmaco: 10 pz (91%) PI

11 FASI PRELIMINARI 1) informazione dei pz. sull'esistenza del servizio 2) motivazione del pz. a rivolgersi al servizio

12 FASI OPERATIVE 3) primi incontri: visite mediche seguite da colloqui di counseling e somministrazione test 4) colloqui di counseling (informazione, supporto e prevenzione) 5) somministrazione test post-counseling

13 SUPPORTO Riunioni d'équipe Colloqui tra counselor e psicologo supervisore

14 TEST HADS (Hospital Anxiety and Depression Scale) BAI (Beck Anxiety Inventory) Scala Zung - Ansia Scala Zung – Depressione Qql (Questionario Qualità di Vita)

15 COLLOQUI DI COUNSELING 1) informazione 2) gestione delle reazioni emotive 3) problem setting 4) problem solving 5) incoraggiamento al cambiamento

16 Valutazione Pre-counselling (T0)Valutazione a 7 mesi (T7) HADS (Hospital Anxiety and Depression Scale) (r: 3-20) score mediano (sm) 10 HADS (Hospital Anxiety and Depression Scale) (r: 3-9) sm 7 B.A.I (Beck Anxiety Inventory) r(7-46) sm 29 B.A.I (Beck Anxiety Inventory) r(7-20) sm 15 Scala Zung (autovalutazione ansia) (r: 19-63) sm 48 Scala Zung (autovalutazione ansia) (r: ) sm 32 Scala Zung (autovalutazione depressione) (r:23-73) sm 60 Scala Zung (autovalutazione depressione) (r:23-54) sm 43 ISS – QoL 5 scale VAS (r 0-100) benessere fisico- rapporti sociali- benessere psicologico- vita sessuale- importanza terapia Valore 45 ISS – QoL 5 scale VAS (r 0-100) benessere fisico- rapporti sociali- benessere psicologico- vita sessuale- importanza terapia Valore 75

17 Parametri immunovirologici Valutazione Pre-counselling T0 Valutazione a 7 mesi T7 CD4+ 450/mmc (21%) r: CD4+ 440/mmc (20%) r: HIVRNA 40cp/ml, r: cp/ml HIVRNA 40cp/ml, r: cp/ml

18 I risultati dei test sono stati confermati da: maggiore aderenza terapeutica empowerment maggiore consapevolezza e accettazione soluzione di problematiche varie miglioramento delle competenze relazionali trasversali operatore-paziente.

19 CONCLUSIONI Il counseling ha apportato ai pazienti un manifesto miglioramento qualità di vita, della qualità di vita, integrazione psicosociale, dell'integrazione psicosociale, accettazione della propria condizione dell'accettazione della propria condizione

20 Grazie !


Scaricare ppt "Il servizio di Counseling nel paziente HIV+ Tommaso Pollano Infermiere."

Presentazioni simili


Annunci Google