La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La relazione riabilitativa ed educativa come relazione di aiuto(la storia di Hess e Anna) Il Sapore dell'acqua(film olandese di Orlow Seunke- 1982) Griglia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La relazione riabilitativa ed educativa come relazione di aiuto(la storia di Hess e Anna) Il Sapore dell'acqua(film olandese di Orlow Seunke- 1982) Griglia."— Transcript della presentazione:

1 La relazione riabilitativa ed educativa come relazione di aiuto(la storia di Hess e Anna) Il Sapore dell'acqua(film olandese di Orlow Seunke- 1982) Griglia di analisi del film: 1- Descrizione del contesto: istituzioni, attori, figure professionali e contesti diversi 2- Analisi del caso: la storia di Anna, il suo profilo diagnostico e dinamico funzionale 3- l'atteggiamento di Hess: evoluzione 4- Hess ha una progetto riabilitativo ed educativo? Quale? 5- Descrivere la metodologia e gli strumenti usati da Hess nella relazione con Anna 6- Come si pone Hess e quali sono i risultati del suo intervento?

2 La relazione educativa e riabilitativa come relazione di aiuto La comunicazione: l'importanza del contatto (la pedagogia conduttiva di Andreas Peto – scuola di Budapest) per costruire lo spazio per comunicare. Il linguaggio delle emozioni e del corpo L'ascolto comprensivo (Carl Rogers) : sapere ascoltare per comprendere ed accompagnare- la tecnica fondamentale del decentramento (le tecniche di distanziamento a livello teatrale: Bertold Brecht) La terapia e la pedagogia dell'incontro: lo spazio relazionale è uno spazio dove l'altro può esistere ed esprimersi a modo suo (Franco Basaglia) La pedagogia delle mediazioni e della zona di sviluppo potenziale: (L.Vygotskij) Mediazioni, mediatori e facilitatori degli apprendimenti: lo spazio materiale, gli oggetti di vita quotidiana, il cibo, il mangiare, lavarsi, vestirsi, carte e colori, il giradischi, lo specchio, il cane, l'uscita, la prostituta, il mare La cura del corpo, l'immagine di sè, le autonomie personali, le abilità cognitive e psicomotorie L'acquisizione di competenze psico-sociali e dell'auto-consapevolezza

3 L'approccio della Modificabilità cognitiva strutturale di Reuven Feuerstein Pedagogia delle mediazione e apprendimento mediato Sviluppare il potenziale di apprendimento Apprendere ad apprendere Sviluppare nel soggetto con disabilità un sentimento di autosufficienza ed autostima Opere fondamentali: 1) The dynamic assestment of retarded performers 2) The learning potential assestment device 3) Istrumental enrichment. An intervention program or cognitive modificability Fornisce agi insegnanti degli utili strumenti di lavoro per il superamento delle carenze cognitive individuali Diagnosi del potenziale di apprendimento Programma di arricchimento strumentale Lesperienza dellapprendimento mediato (Piaget, Vygotskij, Bruner): la mediazione come modalità di interazione che produce la ristrutturazione cognitiva(una modalità di comunicazione positiva e mediata) Per educare o trasmettere nozioni, bisogna prima di tutto comunicare

4 La pedagogia della mediazione offre i mezzi necessari a sviluppare:lesperienza dellapprendimento mediato Lanalisi delle relazioni allinterno del sistema di funzionamento dellindividuo Lanalisi dei prerequisiti funzionali che permettono lassimilazione dinformazioni I criteri di mediazione che favoriscono le interazioni sviluppando le capacità di apprendimento e la dinamica della comunicazione Lanalisi degli strumenti per insegnare, imparare/o comunicare La capacità di creare i propri supporti di assimilazione o di comunicazione Limportanza de mediatori nel processo cognitivo di adattamento: unoccasione per il cambiamento e lo sviluppo delle autonomie Le mediazioni e il mediatore forniscono al bambino disabile degli schemi di apprendimento e dei modelli di comportamento

5 Il concetto di modificabilità cognitiva Fonti dispirazione teoria e metodologica: Jean Piaget e lepistemologia genetica, Lev Vygotskij e la relazione pensiero, funzioni psichiche superiori e linguaggio, Jerome Bruner, la metacognizione e le funzioni di simbolizzazione Lintelligenza è una entità plasmabile: Feuerstein lo dice anche per adulti e bambini cerebrolesi. La sua plasticità è dimostrata dalle sue evoluzioni; lattività mentale è suscettibile di modificazioni e di evoluzione, a tutte le età e in tutte le fasi del suo sviluppo Lazione delle mediazioni e dei mediatori/facilitatori può modificare la direzione dello sviluppo mentale

6 Il concetto di cambiamento strutturale Il funzionamento cognitivo autonomo: 1- un corretto orientamento nello spazio e nel tempo 2- un controllo del linguaggio 3- la maturazione delle abilità sociali 4- la capacità di progettare il proprio futuro 5- formare un individuo capace di imparare, di progettare e di fare. Il dispositivo di valutazione del potenziale di apprendimento: Valutare: 1) la modificabilità cognitiva 2) la possibilità di autoeducarsi Misurare la capacità di apprendere(educabilità cognitiva): - Autostima - Motivazione al cambiamento - Identificazione in un gruppo sociale - Conoscenza e riconoscimento degli altri - Comprensione ed identificazione delle regole di lavoro - Convivenza globalmente accettate e riconosciute

7 Il programma di arricchimento strumentale Piano di valutazione del potenziale di apprendimento Feuerstein critica i tests psicometrici che si occupano essenzialmente della prestazione mentre è fondamentale capire quali sono le competenze del soggetto La valutazione del potenziale di apprendimento offre un contributo interessante alla diagnosi aiutando le scelte del soggetto: 1- evidenziare in quali ambiti il soggetto esprime le sue abilità dominanti e quali funzioni cognitive ed operazioni mentali utilizza efficacemente 2- valutare la capacità di trasferire queste competenze a compiti che si presentano con altre modalità ma che implicano luso delle stesse funzioni cognitive 3- evidenziare le funzioni cognitive carenti e le operazioni metali poco utilizzate 4- evidenziare le condizioni ottimali 5- Notare in quale ambito si è verificato il cambiamento(input, elaborazione,ouput) 6- analizzare la natura del cambiamento osservato 7- fornire consigli pedagogici precisi e praticabili per sostenere il cambiamento

8 Lapproccio olistico e critico di Abraham Maslow: per una psicopedagogia umanistica Chi era A.Maslow? Maslow è nato nel 1908 a Brooklin(New-York), è il primogenito di una famiglia di 7 figli ; i genitori erano degli emigranti russi di origine ebraica Dopo gli studi di legge si laurea in psicologia e lavora nel laboratorio delletologo Harry Harrow che studia i comportamenti di attaccamento delle scimmie. Diventa ricercatore e poi docente alla Columbia University lavorando sui disturbi della sessualità. Al Brooklin college dove è nominato docente di psicologia incontra Alfred Adler, Erich Fromm e Karen Horney. Ne subisce linfluenza e allarga i suoi orizzonti culturali. Entra anche in contatto con gli psicologi della Gestalt. Tra il 1951 e il 1969 costruisce le basi di una psicologia umanistica critica sia verso la psicologia clinica di stretta osservanza freudiana che verso il comportamentismo. Muore nel 1970 in California dopo una lunga malattia. Opere principali:. Motivazione e personalità(1954). Verso una psicologia dellessere(1962).Psicologia della scienza(1966)

9 Approccio olistico, dinamico e globale senza dimenticare la specificità dellindividuo In generale lattività di molti psicologi americani si svolge come se la realtà fosse fissa e stabile e non già mutevole ed in sviluppo (come se fosse uno stato e non un processo) e come se fosse fatta di tanti pezzi aggiunti e non di componenti interconnesse e strutturate.(Motivazione e personalità) Attraverso lanalisi globale ed interconnessa dei bisogni e delle motivazioni della persona Maslow mette in discussione lapproccio classificatorio rigido e statico della diagnosi.

10 La teoria delle motivazioni e dei bisogni di Abraham Maslow Bisogni fisiologici, di sicurezza,di affetto, di appartenenza, di stima, di autorealizzazione

11 Apprendimenti e motivazioni In diversi lavori Abraham Maslow si propone di elaborare una nuova visione delle cose e una nuova concezione dell'uomo: occorre partire dai bisogni,della loro realizzazione e delle motivazioni che crea. Scrive Maslow: quando parliamo dei bisogni degli esseri umani, parliamo dell'essenza della loro vita L'approccio è quello globale: l'essere umano nella sua totalità ed il suo ambiente sociale Maslow dice che ogni progetto educativo, riabilitativo e di cura debba partire da un presupposto: il diritto a divenire pienamente umano cioè ad attualizzare tutti i possibili potenziali umani. Questo implica una compito delicato da parte dell'operatore cioè quello di cercare di scoprire il temperamento, la costituzione, l'inclinazione nascosta di ciascun individuo, in modo che egli possa svilupparsi liberamente secondo il suo stile individuale

12 Un esame psicologico della scienza: un metodo aperto Maslow invita ogni scienziato, ogni psicologo a prendere in considerazioni i limiti del proprio sapere: 1) un'interpretazione psicologica della scienza comincia con la constatazione che essa è una creazione umana e non già una cosa autonoma, non umana o a sé, che abbia sue proprie regole intrinseche. Le sue opinioni sono nei motivi umani, i suoi scopi sono scopi umani,essa è creata, rinnovata e mantenuta da esseri umani. Le sue leggi, la sua organizzazione, le sue articolazioni poggiano non solo sulla natura dell'uomo che effettua le scoperte scientifiche Ad ogni modo è adesso ben chiaro che non è più il caso di scindere ragione e animalità, giacché la ragione negli esseri umani è animalesca come il mangiare. L'impulso non è necessariamente in contrasto con la capacità di giudizio dato che la stessa intelligenza è impulso. Adesso comincia ad apparire sempre più chiaramente che negli esseri umani sani la razionalità e l'impulso sono sinergici e tendono fortemente a raggiungere conclusioni simili piuttosto che contrastanti.

13 La psicologia dello scienziato e del ricercatore secondo Maslow : cautela euristica Non c'è dubbio che lo studio della personalità degli scienziati è un aspetto fondamentale, anzi necessario dello studio della scienza La scienza è basata sui valori umani ed è essa stessa un sistema di valori La scienza è soltanto un mezzo di accedere alla conoscenza della realtà naturale, sociale e psicologica L'inevitabile insistenza sull'importanza della tecnica e i suoi congegni ha spesso come conseguenza la sottovalutazione del significato della vitalità e della validità del problema e della creatività in generale La sopravvalutazione dei mezzi tende a produrre una sopravvalutazione della quantificazione in maniera indiscriminata ed a farne un fine in sé Gli scienziati che sopravvalutano i mezzi, tendono, contro il loro esplicito volere, ad adattare i problemi alle tecniche e non le tecniche ai problemi La sopravvalutazione dei mezzi tende a dividere le scienze in rigidi scompartimenti, a costruire pareti divisorie fra di esse, relegandole in territori separati

14 L'individuo come totalità integrata Maslow parla dell'apprendimento come soddisfazione di un bisogno fondamentale: critica della teoria behavioristica dell'apprendimento: questa considera solo la manipolazione di mezzi in vista di fini non stabiliti, mentre la teoria dei bisogni fondamentali e delle motivazioni è una teoria dei fini e dei valori ultimi dell'organismo L'importanza delle tendenze, degli atteggiamenti e dei gusti nonché dei tratti caratteriali : concetto di apprendimento come mutamento dello sviluppo personale e formazione della struttura personale verso l'autorealizzazione Maslow parla del principio di autonomia personale

15 Critica del pensiero classificatorio e rubricato Classificare e rubricare. Un surrogato di conoscenza? -pensare per etichette -pensiero stereotipato -razionalizzazione -apprendimento riproduttivo Il paradosso metodologico: vedere solo quello che si è già messo Lastrazione, la generalizzazione non permette di vedere il carattere unico ed irrepetibile dellesperienza della singola persona

16 Guardare senza vedere: la rubricazione nella percezione La tendenza a percepire: 1-ciò che è familiare e fisso 2-ciò che è schematizzato ed astratto 3-ciò che è organizzato, strutturato e univalente anziché ciò che è caotico, disorganico ed ambiguo 4-ciò che ho o può avere un nome 5-ciò che ha significato 6-ciò che è convenzionale 7-ciò che si prevede Maslow precisa che lapprendimento non consiste solo di risposte stereotipate e neuro-muscolari ma anche di preferenze affettive (fatte di sentimenti, passioni e emozioni): lapprendimento dal punto di vista affettivo e culturale non è mai qualcosa di neutrale.

17 Come le abitudini e gli abiti mentali possono diventare delle gabbie? La rubricazione nel pensiero (un abito, una abitudine mentale) consiste in: 1.nellavere solo problemi stereotipati o nel non esser capace di percepirne di nuovi 2.nellavere in anticipo, per tutti i problemi della vita, delle soluzioni e risposte belle e fatte Il linguaggio e letichettare tutto: uno schermo che non fa vedere la realtà e lessere umano Per costruire un progetto educativo occorre comprendere la storia singola ed unica della persona; concetti diagnostici, strumenti di osservazione e tecniche di valutazione sono importanti e possono essere utili se si tiene conto delle indicazioni prudenti di Maslow.

18 La psicologia umanistica, la pedagogia e lidea del progetto di vita Maslow è uno de fondatori di quello che verrà chiamata Psicologia umanistica che sottolinea alcuni aspetti fondamentali dello sviluppo della personalità:. La dimensione sociale dello sviluppo psicologico: la strutturazione del sentimento sociale e di comunità (Alfred Adler e la psicologia individuale). La relazione tra sviluppo psicologico e differenza di genere(la critica di Karen Horney alle teorie di Freud). Limportanza ei fattori culturali nei conflitti intrapsichici (K.Horney). Limportanza del sentimento di sicurezza affettiva (K.Horney).Lascolto comprensivo e la convinzione che ogni persona è in grado di comprendere se stessa e di cambiare in modo costruttivo(Carl Rogers). Limportanza dellempatia nella relazione di aiuto:sapere ascoltare e sensibilità con attenzione per comprendere, mettere tra parentesi ogni giudizio di valore. La psicologia della Gestalt: limportanza dellesperienza percettiva, lidea che la persona coglie la totalità attraverso le emozioni. Aiutare la persona a prendere coscienza rispetto alle proprie emozioni desideri, bisogni repressi e agli stimoli ambientali, fisici e interpersonali. Lidea dello sfondo dal quale si distacca una figura da analizzare per comprendere.(Frederick Perls). Queste diverse correnti possono aiutare nellelaborazione di un metodo e di una pratica del progetto di vita: - limportanza dello sviluppo come ciclo di vita e dellapprendimento continuo(del continuo cambiamento nel tempo tra linfanzia e la vecchiaia) (Erik Erikson) - Limportanza della dimensione sociale ed affettiva nel processo di apprendimento - Limportanza dei fattori culturali: linguaggio, codici, usi e costumi, valori -. Limportanza della differenza di genere - Considerare la persona nella suo globalità e saperne cogliere le caratteristiche individuali - Lascolto comprensivo nella relazione di aiuto: educativa, riabilitativa, abilitativa o di cura - Fare leva sulle potenzialità e le capacità della persona


Scaricare ppt "La relazione riabilitativa ed educativa come relazione di aiuto(la storia di Hess e Anna) Il Sapore dell'acqua(film olandese di Orlow Seunke- 1982) Griglia."

Presentazioni simili


Annunci Google