La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Aspetti psicologici e relazionali del dolore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Aspetti psicologici e relazionali del dolore."— Transcript della presentazione:

1 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Aspetti psicologici e relazionali del dolore

2 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Definizione di dolore Esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole, associata ad un danno tissutale, in atto o potenziale, ovvero descritta nei termini di tale danno Esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole, associata ad un danno tissutale, in atto o potenziale, ovvero descritta nei termini di tale danno Vissuto soggettivo Vissuto soggettivo Multidimensionalità Multidimensionalità

3 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Conseguenze del dolore Modifica della personalità Modifica della personalità Adattamento dello stile di vita Adattamento dello stile di vita Diminuzione della qualità della vita Diminuzione della qualità della vita Mutamenti relazionali Mutamenti relazionali Inabilità lavorativa Inabilità lavorativa Modifica degli interessi Modifica degli interessi

4 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Complessità dellesperienza dolorosa Interconnessione tra Interconnessione tra Corpo e psiche Malato – famiglia e curanti Malattia e contesto socio-culturale Sofferenza globale per il paziente e per coloro che gli stanno vicino Sofferenza globale per il paziente e per coloro che gli stanno vicino

5 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Interconnessione tra dolore e sofferenza psicologica Sofferenza psicologica : paura della dipendenza, dellhandicap, della morte Sofferenza psicologica : paura della dipendenza, dellhandicap, della morte Significati attribuiti al Dolore Significati attribuiti al Dolore

6 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Circolo vizioso

7 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Dolore e ansia o depressione Dolore acuto Paura del dolore Ansia anticipatoria Reazione ansiosa Trattamenti medici inefficaci Mancato riconoscimento della legittimità a lamentarsi Dolore cronico Degradazione sociale professionale psicologica Reazione depressiva

8 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Percezione del dolore componente discriminativa componente discriminativa la capacità delle vie del dolore di trasmettere informazioni spaziali e temporali sullo stimolo doloroso componente cognitiva componente cognitiva lesperienza del dolore viene modificata dai significati che ad essa vengono attribuiti componente affettiva componente affettiva lo stimolo doloroso è accomunato a vissuti emotivi

9 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Descrizione del dolore localizzazione localizzazione qualità qualità intensità intensità frequenza frequenza disturbo emozionale disturbo emozionale disagio funzionale fisico o cognitivo disagio funzionale fisico o cognitivo

10 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza La valutazione del dolore anamnesi medica anamnesi medica esame fisico esame fisico anamnesi del dolore anamnesi del dolore descrizione del dolore (localizzazione, qualità, intensità, frequenza, disturbi consecutivi) descrizione del dolore (localizzazione, qualità, intensità, frequenza, disturbi consecutivi) esame neurologico esame neurologico esame psicosociale esame psicosociale

11 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Importanza del monitoraggio intensità intensità sollievo sollievo impatto sullumore, le capacità cognitive, le attività impatto sullumore, le capacità cognitive, le attività effetti collaterali effetti collaterali compliance compliance

12 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Esame psicosociale Come reagisce al dolore? (pensieri, sentimenti, comportamento) Come reagisce al dolore? (pensieri, sentimenti, comportamento) Pensa che il dolore sia controllato? Pensa che il dolore sia controllato? Quale comprensione ha il paziente del suo dolore e della sua malattia? Quale comprensione ha il paziente del suo dolore e della sua malattia? Si sente sufficientemente occupato? (si occupa dei suoi bisogni, ha delle attività) Si sente sufficientemente occupato? (si occupa dei suoi bisogni, ha delle attività) Quali sono le altre sue preoccupazioni? (spirituali, familiari, finanziarie) Quali sono le altre sue preoccupazioni? (spirituali, familiari, finanziarie)

13 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Sintomi legati allansia tensione e nervosismo tensione e nervosismo paura paura pensieri preoccupanti pensieri preoccupanti incapacità a rilassarsi incapacità a rilassarsi tensione allo stomaco tensione allo stomaco incapacità di star fermo incapacità di star fermo crisi di panico crisi di panico

14 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Ansia-pensieri sono in grave pericolo sono in grave pericolo non ci si può fidare di nessuno non ci si può fidare di nessuno bisogna essere sempre attenti, possono accadere cose terribili bisogna essere sempre attenti, possono accadere cose terribili

15 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Sintomi di depressione Incapacità di provare piacere Incapacità di provare piacere Incapacità di ridere, divertirsi Incapacità di ridere, divertirsi Mancanza di buon umore Mancanza di buon umore Rallentamento psico-motorio Rallentamento psico-motorio Disinteresse per il proprio aspetto fisico Disinteresse per il proprio aspetto fisico Pessimismo Pessimismo

16 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Depressione-pensieri sono un fallito sono un fallito mi accadono solo disgrazie mi accadono solo disgrazie non si può fare nulla, non cè nessun avvenire, sono condannato non si può fare nulla, non cè nessun avvenire, sono condannato

17 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Riconoscere il dolore Livello verbale dialogo vocalizzazioni gemiti lamenti Livello non verbale mimica tensione muscolare e rigidità protezione di parti del corpo attività-inattività pianto

18 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Tipo di dolore ACUTO espressione diretta e visibile espressione diretta e visibile rilevabile tramite losservazione del comportamento verbale e analogico rilevabile tramite losservazione del comportamento verbale e analogico più facilmente individuabile più facilmente individuabileCRONICO espressione bloccata dolore mascherato espressione bloccata dolore mascherato comportamento verbale, analogico e livello di attività non più congruenti con lintensità del dolore comportamento verbale, analogico e livello di attività non più congruenti con lintensità del dolore difficile da riconoscere e da credere difficile da riconoscere e da credere

19 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Accogliere il dolore favorire la verbalizzazione aumenta la soglia di tolleranza favorire la verbalizzazione aumenta la soglia di tolleranza ascolto attivo senza pensare di dover dare soluzioni immediate ascolto attivo senza pensare di dover dare soluzioni immediate evitare di fuggire o di delegare lascolto evitare di fuggire o di delegare lascolto se la comunicazione verbale tra paziente, familiari o curanti viene impedita il corpo inizia a parlare col linguaggio del dolore incontrollabile se la comunicazione verbale tra paziente, familiari o curanti viene impedita il corpo inizia a parlare col linguaggio del dolore incontrollabile

20 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Dare senso al dolore Comprendere il vissuto globale dellesperienza (perdita, handicap, prova di coraggio, sentirsi prigioniero, ingiustizia) Comprendere il vissuto globale dellesperienza (perdita, handicap, prova di coraggio, sentirsi prigioniero, ingiustizia) Ascoltare le preoccupazioni rispetto ad un futuro incerto Ascoltare le preoccupazioni rispetto ad un futuro incerto Permettere lespressione delle emozioni Permettere lespressione delle emozioni (paura, tristezza, ansia, rabbia, collera, delusione)

21 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Come fare? Credere il paziente quando esprime dolore Credere il paziente quando esprime dolore Non entrare in simmetria che blocca la comunicazione e le possibilità di aiuto Non entrare in simmetria che blocca la comunicazione e le possibilità di aiuto Non banalizzare, non negare, non sdrammatizzare prematuramente la preoccupazione legata al dolore Non banalizzare, non negare, non sdrammatizzare prematuramente la preoccupazione legata al dolore

22 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Cosa fare e perché? Favorire una comunicazione aperta col paziente e i suoi familiari Favorire una comunicazione aperta col paziente e i suoi familiari Lincertezza e linsicurezza rispetto al risultato atteso rendono difficile il confronto col dolore e ne diminuiscono la soglia di tolleranza Lincertezza e linsicurezza rispetto al risultato atteso rendono difficile il confronto col dolore e ne diminuiscono la soglia di tolleranza Il disaccordo tra i curanti aumenta lansia e lincomprensione (circolo vizioso) Il disaccordo tra i curanti aumenta lansia e lincomprensione (circolo vizioso)

23 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Collaborazione tra paziente, famiglia e curanti BUONA COLLABORAZIONE facilita lo scambio delle informazioni facilita lo scambio delle informazioni migliora il monitoraggio delle terapie migliora il monitoraggio delle terapie permette lespressione dei bisogni permette lespressione dei bisogni CATTIVA COLLABORAZIONE solitudine solitudine difficile adesione ai trattamenti difficile adesione ai trattamenti chiusura, ritiro relazionale, cronicizzazione chiusura, ritiro relazionale, cronicizzazione

24 GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Approccio psicologico al trattamento del dolore Cura di supporto psicologico generale Cura di supporto psicologico generale Terapie di rilassamento Terapie di rilassamento Terapie diversionali Terapie diversionali Terapie psicologiche (tecniche di controllo dello stress, terapie cognitive, psicoterapia di supporto) Terapie psicologiche (tecniche di controllo dello stress, terapie cognitive, psicoterapia di supporto) Psicofarmaci ( ansiolitici, antidepressivi, neurolettici) Psicofarmaci ( ansiolitici, antidepressivi, neurolettici)


Scaricare ppt "GIOVANNA CALANDRA -Psicologia in oncologia e cure palliative - AUSL di Pioacenza Aspetti psicologici e relazionali del dolore."

Presentazioni simili


Annunci Google