La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Epidemiologia Della Sepsi Dott Paolo Magri UO Medicina Area Critica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Epidemiologia Della Sepsi Dott Paolo Magri UO Medicina Area Critica."— Transcript della presentazione:

1 Epidemiologia Della Sepsi Dott Paolo Magri UO Medicina Area Critica

2 Di cosa parliamo quando parliamo di SEPSI……. DEFINIZIONI

3 DEFINIZIONE Nel corso degli anni internisti, infettivologi,intensivisti hanno usato diverse terminologie per indicare situazioni cliniche simili e spesso sovrapponibili A complicare il quadro.esistono patologie non infettive che simulano il quadro di sepsi Definizione complessa basata su dati clinici con la variabilità che li contraddistingue e non si basa su elementi standardizzati Malgrado lelevato impatto clinico e sociale Fino agli anni 90 non vi è stata uniformità nella definizione

4 American College Of Chest Physicians E dalla Society Of Critical Care Medicine (ACCP/SCCM) 1991/2003

5 INFEZIONE Evento legato allingresso e alla colonizzazione da parte di micro organismi di sedi dellospite normalmente sterili. La risposta infiammatoria che ne consegue realizza una condizione di malattia localizzata o sistemica con danno cellulare o tissutale. BATTERIEMIA Batteri presenti nel sangue (evidenziati da emocultura); SETTICEMIA E sinonimo di batteriemia, ma spesso viene utilizzato per indicare condizioni clinicamente più gravi. Presenza di microorganismi o delle loro tossine nel sangue

6 Definizione di S.I.R.S e SEPSI Consensus Conference American college of chest Physicians and society of Critical Care Medicine Risposta infiammatoria sistemica a insulti non specifici,caratterizzata dalla presenza di 2 dei seguenti criteri: Temperatura 38 o C or 36 o C Freq. Card. 90 batt/min Freq. resp. 20/min paCO2 < 32mmhg Leucociti 12,000/mm 3 o 4,000/mm 3 o >10% neutrofili immaturi SIRS = Systemic Inflammatory Response Syndrome SIRS secondaria a un processo infettivo accertato o presunto Sepsis SIRS Infection Trauma/pancreatiti ecc Severe Sepsis Adapted from: Bone RC, et al. Chest 1992;101:1644 Opal SM, et al. Crit Care Med 2000;28:S81

7 Definizione di Sepsi severa e Shock settico Consensus Conference American college of chest Physicians and society of Critical Care Medicine Bone et al. Chest 1992;101:1644; Wheeler and Bernard. N Engl J Med 1999;340:207 Sepsis SIRS Infection/ Trauma Severe Sepsis Sepsi con 1 segni di danno organo Cardiovascolare (Ipotensione refrattaria) Renale Respiratorio Epatico Ematologico Sist Nervoso Centrale Acidosi Metabolica Shock

8 Shock settico Ipotensione secondaria a sepsi (Pa < 90 mmHg o 40 mmHg inferiore alla pressione abituale del paziente) che non risponde alla riespansione di liquidi e che si associa a disfunzione dorgano (sepsi severa). La possibilità di correggere lipotensione farmacologicamente (sostanze inotrope o vasopressorie) non esclude la diagnosi di shock settico

9 MOF/MODS Multi organ failure/multi organ disfunction syndrome Alterata funzione di 2 o più organi in paziente critico. Incapacità a mantenere lomeostasi senza interventi. SHOCK SETTICO REFRATTARIO Shock settico che persiste da almeno unora e che non risponde alla somministrazione di liquidi e vasopressori

10 SEPSI = NO!! Batteriemia Setticemia

11 Sebbene i termini di sepsi, batteriemia,e setticemia siano stati usati come sinonimi,oggi è noto che allincirca 1/3 dei Pz affetti da sepsi evidenzia costantemente : emocolture sterili,in misura variabile e in ordine decrescente dalla sepsi allo shock settico assenza di isolamenti microbiologici Impossibilità di identificazione di un sito di infezione definita Ranges et all Iama 95;273(2):117 – 23 Vincent Crit Care Med 97; 25(2):372 – 4 Angus et all Crit. Care. Med 2001;29(7):

12

13 Bone et al. Chest 1992;101:1644 Relazione fra Infezione, SIRS, Sepsi, Sepsi severa e Shock settico SIRS INFEZIONE PANCREATITE USTIONI TRAUMA ALTRO SEPSI SEVERA SHOCK SETTICO

14 Epidemiologia

15 Valutazione problematica in rapporto alla disomogeneità dei criteri adottati per la definizione Prevalenza indagini riferentisi alla realtà U.S.A e ai reparti di terapia intensiva

16 Sepsi Severa Dimissioni ospedaliere da H di 7 stati ( 25% popolazione degli USA ) Stimati >750,000 nuovi casi di sepsi severa/anno negli USA 300 casi / abitanti rappresentano tra 2.1 e 4.3 % di tutti i ricoveri e 11% dei ricoveri in ICU Linde-Zwirble WT, et al.Crit Care Med 1999;27 (suppl):A33

17 SEPSI SEVERACHFCancro§ AIDS National Center for Health Statistics, §American Cancer Society, *American Heart Association Angus DC et al. Crit Care Med. 2001;29:

18 EPIDEMIOLOGIA DELLA SEPSI Martin et al, NEJM

19 Incremento annuale nella incidenza di sepsi di 8.7 % Martin e Al. NEJM 2003; 348; 16:1546

20 Per età

21 Epidemiologia : aumento incidenza Maggiore sensibilizzazione sul problema sepsi con conseguente affinamento diagnostico Invecchiamento della popolazione Maggior sopravvivenza di pazienti con patologie croniche debilitanti Aumento del ricorso ai dispositivi intravascolari (CVC per infusione di farmaci nutrizione parenterale,emodialisi, plasmaferesi, infusione Cateterismo vescicale Maggiore indicazione alla terapia immunosoppressiva

22

23 Mortalità in Italia

24

25

26 Da 500 a 1000 Americani muoiono ogni giorno per sepsi Angus DC et al. Crit Care Med. 2001;29: Sands KE et al. JAMA. 1997;278: §Zeni F et al. Crit Care Med. 1997; organo =21% > 4 organi = 76%

27 Mortalità Septic Shock 53-63% 20-53% Severe Sepsis 300, % Sepsi 400,000 Incidenza Balk, R.A. Crit Care Clin 2000;337:52 La mortalità aumenta in corso di Shock settico Approssimativamente 200,000 patienti di cui 70,000 patienti di tipo medico hanno uno shock settico annualmente

28 La sepsi è la più frequente causa di morte non correlata a patologia coronarica Del Nogare Am.J.Med 91

29 Mortalità USA 10 causa di morte Rischio di decesso 1° anno successivo la dimissione perdurando aumentato per tutti i 5 anni successivi

30 MORTALITA PER SEPSI Sorgenti infezione multiple Apache 11 2 o più fallimenti dorgano : aumento della mortalità del 15 %– 20% ogni organo in più coinvolto HERBERT et all CHEST 93 Ipotermia Bassi valori di ph con elevati valori di lattati (ACIDOSI LATTICA) Batteriemia da gram neg Trombocitopenia severa Terapia inadeguata GARAU Cli Micib infect 99 Malattia rapidamente evolutiva sottostante Patologia epatica/cardiovascolare PRECOCE < 3ggSECONDARIA Rangel – Frausato Jama 95 (2) :

31 Fattori prognosticamente sfavorevoli Età avanzata Comorbidità Batteriemia Alto grado di isogravità Shock settico Sepsi severa Neutropenia severa Trattamento intempestivo e inadeguato

32 Incidenza di sepsi nei vari reparti

33 Sepi nei reparti

34 Epidemiologia della SEPSI nelle U.T. I 9%Casistica Centri Francesi Brun – Buisson Jama %Studio Multicentrico Italiano Salvo e coll 95 AJCCM 95 11%Realtà globale U.S.A Angius e coll AJCCM %8 università USASands e coll Jama 97 21%Studio Multicentrico Internazionale Alberti e coll AJCCM 2002

35 Sepsi mediche: –Meningococcica –Pneumococcica –VAP –CVC relata –IVU Sepsi chirurgiche: –Infezioni intra addominali –Colangiti /colecistiti –Infezioni post operatorie

36 Distribuzione degli episodi di sepsi per settimane di ricovero Gruppo Operativo CIO A.S.O. S.G. Battista di Torino

37 PATOGENI RESPONSABILI

38

39 Patogeni responsabili

40

41 Classificazione:

42 Etiologia in rapporto alla tipologia della sepsi

43 Sedi di infezione

44 Sedi di Infezione Nessuna sede di infezione correla con loutcome Marissa M et all Phil J Microbiol Infect disease 2000ct

45 CONCLUDENDO

46 Table 2. Selected antibacterial, anti- inflammatory, and immunomodulati ng adjunctive therapies investigated in patients with severe sepsis and septic shock Type of therapy Target (s) Agent s Neutralisation of microbial toxins Endoto xinAnti- endotoxin antibodies, anti- lipid A antibodies, lipopolysaccharid e analogues, lipopolysaccharid e removal Non-specific anti- inflammatory Systemic Inflammatory Response Syndrome (SIRS) Risposta infiammatoria sistemica a numerosi stimoli clinici di severa intensità identificata dalla presenza di 2 o più delle seguenti condizioni Temperatura corporea > 38°C o < 36°C Frequenza cardiaca > 90 batt/min Frequenza respiratoria > 20 atti resp/min o PaCO 2 < 32 mmHg Conta Bianchi > 12000/mm 3, 10 % cellule immature (iposegmentate) in circolo

47 SEPSI E una risposta infiammatoria sistemica che riconosce uneziologia infettiva. Le manifestazioni cliniche della sepsi sono le stesse della SIRS. La identificazione di una sepsi prevede il riconoscimento di un nesso causale diretto fra le manifestazioni sistemiche ed il processo infettivo.

48 SEPSI SEVERA Sepsi associata a uno o più segni di disfunzione dorgano lontano/i dalla sede/i di infezione

49 SHOCK SETTICO Ipotensione secondaria a sepsi (Pa < 90 mmHg o 40 mmHg inferiore alla pressione abituale del paziente) che non risponde alla riespansione di liquidi e che si associa a disfunzione dorgano (sepsi severa). La possibilità di correggere lipotensione farmacologicamente (sostanze inotrope o vasopressorie) non esclude la diagnosi di shock settico

50 MOF/MODS Multi organ failure/multi organ disfunction syndrome Alterata funzione di 2 o più organi in paziente critico. Incapacità a mantenere lomeostasi senza interventi. SHOCK SETTICO REFRATTARIO Shock settico che persiste da almeno unora e che non risponde alla somministrazione di liquidi e vasopressori

51 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Epidemiologia Della Sepsi Dott Paolo Magri UO Medicina Area Critica."

Presentazioni simili


Annunci Google