La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 1 CHE COSÈ LA SOCIOLOGIA?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 1 CHE COSÈ LA SOCIOLOGIA?"— Transcript della presentazione:

1 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 1 CHE COSÈ LA SOCIOLOGIA?

2 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 2 Contenuti della lezione: Tre domande sulla sociologia (cosè, a cosa serve, quando nasce) Modernità e Società

3 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 3 Parte I: tre domande sulla sociologia

4 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 4 Che cosè la sociologia? La SOCIOLOGIA è quella disciplina che studia con metodo scientifico le diverse forme di vita umana associata, allo scopo di costruire un sapere teorico, razionale e sistematico sulla società. Lambito di interessi della sociologia è molto vasto: dagli incontri casuali per strada ai processi sociali globali. Quanto consideriamo naturale, inevitabile, buono o vero può anche non essere tale e le caratteristiche date della nostra esistenza sono fortemente influenzate da fattori storici e sociali. Questo è linsegnamento fondamentale della sociologia.

5 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 5 Il lavoro di sociologo dipende dallimmaginazione sociologica [Charles Wright Mills 1959], ossia: la capacità di riflettere su se stessi liberi dalle abitudini familiari della vita quotidiana, al fine di guardare la realtà con occhi diversi. Pertanto il sociologo è colui che riesce a liberarsi dai condizionamenti della situazione personale collocando le cose in un contesto più vasto, rivelando anche il senso contro-intuitivo (R.K. Merton) dei fenomeni collettivi.

6 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 6 Lo studio del comportamento, in prospettiva sociologica, deve considerare molteplici fattori: - il valore simbolico; - le differenze socio-culturali; - le relazioni socio-economiche; - lo sviluppo storico-sociale; - gli stili di vita.

7 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 7 Il concetto di struttura sociale si riferisce al fatto che le attività umane non sono casuali, ma strutturate storicamente e che vi sono regolarità nei nostri comportamenti e nelle relazioni che intratteniamo. La struttura sociale non è una struttura fisica (es. un edificio), poiché le società umane sono continuamente ricostruite dai mattoni che le compongono: gli esseri umani. La strutturazione è un processo biunivoco: le nostre attività strutturano il mondo sociale il mondo sociale struttura le nostre attività

8 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 8 Il SISTEMA SOCIALE (o società in senso lato) è un insieme di individui legati da INTERAZIONI, RELAZIONI E RAPPORTI STRUTTURATI sulla base di una cultura comune.

9 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 9 1) Interazione sociale: il processo attraverso il quale agiamo e reagiamo nel rapporto con altri soggetti sociali. Può essere strutturata sulla base di un codice culturale (interazione sociale) oppure tecnico (ad esempio, il codice della strada che organizza la circolazione stradale)

10 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 10 2) Relazioni sociali: sono i legami che ci uniscono agli altri e ai gruppi. Possono essere: Primari Secondari Terziari

11 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 11 Relazioni primarie: fondate sulla reciprocità, il primato dellaffettività\emozionalità e sulla solidarietà; il legame primario comporta un investimento emozionale, cognitivo e temporale sulle persone in quanto singoli e sullesistenza del gruppo (ad esempio la famiglia è fondata, in primo luogo, su relazioni primarie). I rapporti primari fondano lidea di Comunità

12 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 12 Relazioni secondarie: relazioni sociali fondate sullinteresse, sulla razionalità, sulla volontà associativa. Il legame secondario comporta un investimento emotivo, cognitivo e di tempo sul raggiungimento dello scopo esterno che ci si è prefissati (ad esempio, i legami allinterno di unazienda).

13 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 13 Relazioni terziarie: network (o reti) centrati sullindividuo, i cui nodi sono costituiti da persone singole, organizzazioni, associazioni ecc., che si estende nello spazio (e non è legato al confine di un gruppo). I legami tra questi nodi possono essere forti (legame diretto e significativo tra due nodi) oppure deboli (legame indiretto tra due nodi, grazie allintermediazione di un terzo soggetto). Mentre le relazioni Primarie e Secondarie in quanto tali hanno bisogno di un luogo fisico, sociale e culturale per potere sistere, le relazioni terziarie non sono legate allidea di luogo ma di flusso.

14 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 14 Le relazioni terziarie (o reti sociali) si formano attraverso linterazione sociale nei diversi contesti in cui si muove lattore sociale (la Società è una rete di reti sociali). Oggi, sono sempre più legate allo scambio comunicativo mediato da mezzi tecnologici (come il computer) e, dunque, più complesse e attive. Le relazioni sociali terziarie possono costituire per lattore sociale un capitale sociale, cioè linsieme delle risorse relazionali che un soggetto può mobilitare per raggiungere i suoi fini. Alessandro Pizzorno, nei suoi studi sul Capitale sociale distingue: a)Capitale sociale di solidarietà: che deriva dallappartenenza ad un gruppo. b)Capitale sociale di reciprocità: che deriva dalle eterogenee relazioni sociali che un individuo possiede, al di là dei confini di gruppo.

15 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 15 3) Rapporti sociali: sono i legami di interdipendenza tra i grandi gruppi sociali (partiti, forze sindacali, classi sociali ecc.). Si fondano su un confronto di forze, capacità di influenza, risorse disponibili. Per questo sono detti anche Rapporti di forza

16 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 16 I concetti di struttura, sistema sociale, interazione, relazioni e rapporti sociali, sono i mattoni fondamentali dellanalisi sociologica; Le interazioni (sociali e tecniche) si svolgono e sono rese possibili in quanto radicate in un contesto di relazioni e rapporti sociali. Questultimi sono influenzati a loro volta dalle vicende delle interazioni.

17 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 17 A che cosa serve la sociologia? La sociologia ha numerose implicazioni pratiche per la nostra vita: - consapevolezza delle differenze culturali; - ricadute sul nostro modo di pensare\agire; - programmazione e valutazione delle politiche; - sviluppo del welfare state; - autocomprensione (di Sé e della propria collettività); - grammatica fondamentale delle altre scienze sociali

18 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 18 Quando nasce la sociologia? Lo studio sistematico del comportamento umano e della società prende avvio solo alla fine del XVIII secolo ed è favorito da tre rivoluzioni: - rivoluzione scientifica: si ricorre alla scienza per comprendere il mondo; - rivoluzione industriale: grandi trasformazioni socio- economiche accompagnano lo sviluppo di innovazioni tecnologiche; - rivoluzione francese (1789): segna il trionfo dei valori di libertà e uguaglianza.

19 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 19 Questi tre processi segnano laffermazione della MODERNITÀ (semanticamente la parola nasce nel medioevo ma culturalmente e socialmente essa si sviluppa in Europa a partire dal XVI secolo), definita da: dinamismo (elevato tasso di cambiamento); dominio della razionalità in ogni ambito; la centralità dellidea di progresso; individualismo. Lidea di Modernità si contrappone allidea di Tradizione

20 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 20 Dalla matrice della modernità si afferma lidea che il sistema sociale è auto-costruito dallazione degli uomini e delle forze sociali, quindi è oggetto di conoscenza ed intervento razionale (elemento costitutivo dellidea di modernità); Nasce la SOCIETÀ NAZIONAL-STATUALE come idea, progetto e forma sociale generale (modo di essere particolare del sistema sociale) DOMINANTE IL XIX E BUONA PARTE DEL XX SECOLO

21 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 21 La SOCIETÀ STAUAL-NAZIONALE è definita dalle seguenti caratteristice: 1.linsieme delle forme e dei processi socioculturali situati allintero dei confini dello Stato-nazione (che definisce anche lidentità collettiva condivisa degli appartenenti alla Nazione); 2.queste forme e processi sono definiti dal codice della razionalità e sono altamente differenziate (divisione sociale del lavoro); 3.primato delle relazioni secondarie su quelle primarie; centralità dei rapporti sociali tra forze produttive-economiche; INDUSTRIALIZZAZIONE e URBANIZZAZIONE. 4.dominio dei grandi apparati burocratici e distinzione élites\masse (ordine gerarchico fondato su criteri acquisitivi) 5.le forme e processi non sono casuali ma devono essere organizzati secondo unidea organicista di ordine: ciascun individuo e gruppo svolge un compito utile per il tutto;

22 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 22 I due principali assi problematici che pone la Società nazional- statuale, sono: 1.Assicurare lintegrazione (sociale e sistemica) delle sue parti nonostante il dinamismo della modernità (alto tasso di cambiamento), la crescente individualizzazione\differenziazione, la tendenza alla spersonalizzazione dei rapporti umani; 2.Gestire la forza dirompente dei processi di emancipazione\affermazione dei diritti dei Soggetti sociali (fondamentali sono le pratiche legate allo sviluppo della cittadinanza, delluguaglianza, delle libertà), conciliandoli con i processi di sviluppo della Tecnica e delleconomia (razionalità strumentale).

23 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 23 Nel corso del XIX e del XX secolo, linsieme di processi attraverso cui un sistema sociale si trasforma in direzione della costruzione di una società statual-nazionale, è stato definito MODERNIZZAZIONE. Questa, è: Segnata da profondi conflitti e cambiamenti a tutti i livelli; Attivata dallo Stato e dalle forze sociali (in primo luogo di produzione); Si fonda su un incontro\scontro tra lidea occidentale di modernità (in particolare quella dei paesi egemoni) e le culture locali.

24 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 24 Dalla fine degli anni 70 del XX secolo, si determinano una serie di cambiamenti strutturali tali da mettere in crisi lidea di sviluppo centrato sulla società nazional-statuale e sullindustrializzazione. Dalla fine degli anni 80 si parla di globalizzazione con riferimento a quei processi di sviluppo delle reti sociali, culturali, economiche e politiche transnazionali, che travalicano i confini ed il potere di controllo degli Stati. Viene ridefinita lidea stessa di modernizzazione e lordine delle problematiche che individui e sistemi sociali devono affrontare

25 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 25 Mentre la sociologia del XIX e di buona parte del XX secolo era quasi tutta incentrata sullo studio delle società statual-nazionali, oggi la sociologia si avvia sempre più ad essere post-nazionale cioè interessata allo studio delle dinamiche e degli effetti della globalizzazione, sugli attori sociali dei vari paesi del mondo e su questi stessi paesi.


Scaricare ppt "Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2006 Capitolo I. Che cosè la sociologia? 1 CHE COSÈ LA SOCIOLOGIA?"

Presentazioni simili


Annunci Google