La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sondrio, 14 - 15 Settembre 2007 Pentesilea …dal 1999 Associazione IOM Ascoli Piceno Onlus c/o DH Oncologia Ospedale Mazzoni Ascoli Piceno ZT 13 Associazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sondrio, 14 - 15 Settembre 2007 Pentesilea …dal 1999 Associazione IOM Ascoli Piceno Onlus c/o DH Oncologia Ospedale Mazzoni Ascoli Piceno ZT 13 Associazione."— Transcript della presentazione:

1 Sondrio, Settembre 2007 Pentesilea …dal 1999 Associazione IOM Ascoli Piceno Onlus c/o DH Oncologia Ospedale Mazzoni Ascoli Piceno ZT 13 Associazione IOM Ascoli Piceno Onlus

2 Sondrio Settembre 2007 Sondrio Settembre 2007 Spunti operativi Anno di inizio: 1999 Costo Annuo: Euro 5000 Target di finanziamento: Presidenza del Consiglio – Dipartimento Affari Sociali; Centro Servizi Volontariato Ascoli Piceno; IOM Cooperativa Ancona; Komen Italia Onlus; Commissione Pari Opportunità Provincia Ascoli Piceno Operatori coinvolti: Psicologo con funzioni di coordinatore; Insegnante di Yoga, Danza e Canto; Esperto di Teatroterapia Campo di intervento:malato, famiglia, società civile (educazione sanitaria), psico-oncologia (recupero psico-fisico)

3 Sondrio Settembre 2007 Sondrio Settembre 2007 Analisi del bisogno: LAssociazione opera da undici anni nellassistenza domiciliare gratuita ai malati oncologici. Da questa esperienza nel territorio è emerso che dopo lintervento operatorio, anche quando si riesce a sconfiggere la malattia, si entra in una fase altrettanto, se non più, delicata. Se di fronte alla diagnosi di cancro, allintervento chirurgico e alla successiva terapia oncologica il malato si trova a sospendere la propria esistenza per porla nelle mani di un sapere che gli sfugge e appartiene ad altri, la guarigione lo costringe a fronteggiare in prima persona le ferite che lhanno segnato nel corpo e nellanima. Da ciò nasce la necessità di un supporto professionale per il recupero psico-fisico delle donne operate di tumore e per il loro reinserimento nella vita quotidiana. La nostra esperienza ci ha portato a verificare che la scoperta delle risorse interiori diventa un sostegno concreto alle varie terapie mediche specifiche che la malattia porta ad affrontare. Dal nostro punto di vista sviluppare questa consapevolezza è determinante per il raggiungimento di quella famosa qualità della vita, attraverso lo sperimentare il qui ed ora. Questa evoluzione, che avviene incontro dopo incontro nel gruppo delle donne di PENTESILEA, porta al raggiungimento di una dimensione che va a veicolare un cambiamento culturale nei confronti della malattia oncologica, sia nei nuclei familiari che negli ambienti sociali. Ci siamo resi conto che questa è prevenzione.

4 Sondrio Settembre 2007 Sondrio Settembre 2007 Sintesi del progetto: Il Progetto si realizza con incontri settimanali di tre ore, da settembre a giugno. Laboratorio di Educazione allAscolto di Sé: utilizzando elementi provenienti dallo yoga, dalla danza, dal teatro e dal canto si risveglia la forza rigenerativa e guaritrice del corpo, forza che attinge dallintuizione che è elemento proprio della sfera femminile. Si parte dal rilassamento e dal respiro per creare una dimensione di silenzio interiore che porti ad ascoltare le proprie voci di dentro. Attraverso la musica, la voce e lutilizzo di oggetti, le donne elaborano un proprio linguaggio corporeo con il quale esprimere queste voci. Durante il percorso si tiene un diario di bordo individuale condiviso con il gruppo e alla fine si elabora un evento finale. Laboratorio di Teatroterapia: attraverso la messa in scena dei propri vissuti, allinterno di un gruppo, il teatro diventa lo strumento usato per creare un percorso verso il recupero della propria spontaneità, creatività, espressività; luogo in cui tutta la persona, corpo, voce, mente e spirito cerca e trova armonia. Le improvvisazioni, gli esercizi pre-espressivi, la scrittura, la pittura, la verbalizzazione delle esperienze, il canto, il gioco diventano modalità che migliorano la relazione comunicativa con se stessi e gli altri. La costruzione di una performance finale crea lulteriore emozione dellincontro con il pubblico. Laboratorio di Auto-aiuto: Si pone lobiettivo principale di aprire la strada al cambiamento attraverso un training incentrato sulla dimensione affettiva e sulla comunicazione. Il Laboratorio si sviluppa in tre fasi: A. Accoglienza – ascolto dei bisogni; B. Progettualità – Espressione dei desideri e delle motivazioni C. Affettività e riappropriazione di sé attraverso la relazione con laltro – rilettura degli eventi secondo unottica di cambiamento –rieducazione emotiva come prevenzione e stile di vita. La metodologia si avvale di test proiettivi, metodo del colloquio clinico, somministrazione di questionari, figure-stimolo, etc… Spazi di informazione medico-sanitaria: chirurgo, senologo, fisiatra, esperti di alimentazione naturale, di estetica (look good feel better) e medicina alternativa

5 Sondrio Settembre 2007 Sondrio Settembre 2007 Valutazione risultati Dallesperienza vissuta nellarco degli anni,abbiamo tratto una valutazione del lavoro svolto,attraverso unanalisi dei dati ottenuti somministrando un questionario finale. I dati più significativi riguardano: Un sostanziale cambiamento della visione del cancro e dellapproccio ad esso; Un miglioramento degli stati affettivi (maggiore serenità, equilibrio, conquista di una maggiore stima di sé); Una maggiore conoscenza di sé e delle proprie risorse; Una maggiore capacità di relazionarsi con gli altri e di comunicare; I rischi/difficoltà che abbiamo dovuto maggiormente controllare sono stati: Il rischio di dipendenza dal gruppo; La difficoltà di comunicazione con le altre Agenzie sul territorio (medici di medicina generale..)

6 Sondrio Settembre 2007 Sondrio Settembre 2007 Commenti A proposito di Idee, unIdea davvero straordinaria è stata quella di realizzare un Progetto che ci permettesse di incontrare altri gruppi come il nostro: è nato Da Sud a Nord – Una rete per sostenere le donne operate di tumore al seno, un Progetto esperienziale conclusosi con uno spettacolo teatrale Tutto per non aver mangiato i cavoletti di Bruxelles – Storie di donne fra Tumori e timori. Crediamo fortemente che questo Progetto abbia segnato un punto di arrivo nel percorso di Pentesilea ma, contemporaneamente, un punto di partenza, di apertura e di crescita.


Scaricare ppt "Sondrio, 14 - 15 Settembre 2007 Pentesilea …dal 1999 Associazione IOM Ascoli Piceno Onlus c/o DH Oncologia Ospedale Mazzoni Ascoli Piceno ZT 13 Associazione."

Presentazioni simili


Annunci Google