La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara1 L'infermiere e l'ambiente: un rapporto ecosostenibile Infermieristica e ambiente:quale approccio formativo Loredana.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara1 L'infermiere e l'ambiente: un rapporto ecosostenibile Infermieristica e ambiente:quale approccio formativo Loredana."— Transcript della presentazione:

1 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara1 L'infermiere e l'ambiente: un rapporto ecosostenibile Infermieristica e ambiente:quale approccio formativo Loredana Gamberoni

2 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara2 I paradigmi dellInfermieristica Persona Persona Salute Salute Ambiente Ambiente Assistenza infermieristica Assistenza infermieristica

3 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara3 Lambiente è importante in quanto influenza il soddisfacimento dei bisogni delluomo Lambiente è la fonte principale dei fattori di influenzamento delle attività della vita, è il luogo dove luomo vive Lambiente nelle teorie, modelli, filosofie… L.J.Carpenito (1985) Lambiente può essere controllato da individui sani, e la malattia può influenzare questa capacità Ambiente: Inteso come contesto ambientale,è riferito alla totalità dellevento, situazione o particolare esperienza, in particolare il contesto fisico, ecologico,socio politico HENDERSON 1960 ROPER-LOGAN TIERNEY 1994 CANTARELLI 2004 LEININGER 1998 Ambiente :fattori esterni,le situazioni. Comprende lambiente fisico e quello ecologico,gli eventi della vita e le modalità del trattamento

4 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara4 HENDERSON 1960 Salute:equivale allindipendenza.capacità della persona di soddisfare i bisogni di vita quotidiana ROPER-LOGAN TIERNEY 1994 La salute riguarda la persona. Essa vive la salute come massima indipendenza possibile per intraprendere le attività di vita. Salute come dimensione della soggettività umana,che comporta capacità di adattamento ai problemi e alle difficoltà e asi cambiamenti LEININGER 1998 Salute:benessere culturalmente definito, che riflette le abitudini individuali a svolgere le attività di vita quotidiana CANTARELLI 2004 Salute:Misura della capacità della persona o di un gruppo di realizzare le proprie aspirazioni e soddisfare i propri bisogni e di adattarsi allambiente La salute nelle teorie, modelli, filosofie… L.J.CARPENITO (1984) Salute:stato dinamico in continuo movimento, è definita dal cliente,è espressione del livello ottimale di benessere. Il cliente ne ha la responsabilità

5 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara5 Lassistenza infermieristica nelle teorie, modelli, filosofie… HENDERSON 1960 Aiuto dato al paziente nella soddisfazione dei 14 bisogni per creare le condizioni affinchè possa recuperare lautosufficienza ROPER-LOGAN TIERNEY 1994 Assistere le persone a far fronte ai problemi relativi alle attività di vita e nel considerare tali problemi reali o potenziali CANTARELLI 2004 Comportamento osservabile per risolvere un bisogno specifico di assistenza infermieristica LEININGER 1998 Professione e disciplina umanistica e scientifica centrata su fenomeni e sui comportamenti di assistenza per assistere,supportare, facilitare le persone(i gruppi) a migliorare/mantenere la salute e far fronte alla morte L.J CARPENITO (1984) Il cliente vi accede quando ha bisogno di aiuto per migliorare, ripristinare o mantenere la salute. Riduce o elimina i fattori ambientali che possono compromettere le azioni di vita.

6 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara6

7 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara7 Da metà 900 FORMAZIONE CENTRATA SULLA TECNICA E SULLA MALATTIA Evoluzione della formazione infermieristica FORMAZIONE ORIENTATA DAI Problemi Prioritari Salute FORMAZIONE COMPLEMENTARE INFERMIERISTICA DI COMUNITÀ Al 2000

8 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara8 Da metà 800 INFERMIERA AIUTANTE DEL MEDICO PROFESSIONE CENTRATA SULLA TECNICA E SULLA MALATTIA Evoluzione della Professionalità infermieristica PROFESSIONE ORIENTATA ALLA SALUTE PROFESSIONE DELLE RELIGIOSE PROFESSIONE CHE VALORIZZA IL RAPPORTO ASSISTENTE- ASSISTITO- CONTESTO Al 2000

9 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara9 Professionalizzazione PER COMPITI CENTRATI SUL DISEASE PER OBIETTIVI CENTRATI SUL DISEASE MODELLI MISTI TRA DISEASE E ILLNESS Evoluzione dei modelli organizzativi OBIETTIVI CENTRATI SU DISEASE E ILLNESS PER COMPITI PRESA IN CURA PERSONA

10 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara10 Presupposti concettuali: dalla malattia ai vissuti di malattia Dagli anni 2000 DISEASE: concetto clinico- biologico, riferito ad anomalia patologica nel corpo Malato deresponsabilizzato che si affida ad esperti per la cura ILLNESS: esperienza umana del fenomeno malattia, dimensione soggettiva del vissuto Il soggetto è lunico esperto della sua malattia. Richiede di essere interpellato e ascoltato E responsabile di ciò che gli accade.

11 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara11 Lallungamento della speranza di vita ha comportato un aumento dei rischi di malattie non trasmissibili e se il morire in età avanzata è di per sé un vantaggio, è daltra parte essenziale ridurre le sofferenze e le incapacità associate ad una vita più lunga. Lallungamento della speranza di vita ha comportato un aumento dei rischi di malattie non trasmissibili e se il morire in età avanzata è di per sé un vantaggio, è daltra parte essenziale ridurre le sofferenze e le incapacità associate ad una vita più lunga. ( rapporto WHO 1999 ) Ed è anche su questo dato epidemiologico che la formazione oggi avviene secondo i Problemi Prioritari di Salute Problemi Prioritari di Salute Formazione infermieristica basata sui PPS

12 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara12 Formazione basata sui PPS FORMAZIONE ORIENTATA dai Problemi Prioritari Salute Significa che il sistema educativo rappresenta uno dei principali sistemi di sostegno del servizio e della politica sanitaria di un paese. Formazione basata sui PPS

13 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara13 I PPS utilizzati oggi per la formazione(derivanti dal quadro epidemiologico del paese Italia e dellEuropa sono: I PPS utilizzati oggi per la formazione(derivanti dal quadro epidemiologico del paese Italia e dellEuropa sono: Malattie cerebro- cardiovascolari(1 causa invalidità e seconda causa di morte in Italia e in Europa) Malattie cerebro- cardiovascolari(1 causa invalidità e seconda causa di morte in Italia e in Europa) Incidenti (stradali – 1 causa di morte in età giovanile-, domestici e sul lavoro) Incidenti (stradali – 1 causa di morte in età giovanile-, domestici e sul lavoro) Tumori(2 causa di morte ) Tumori(2 causa di morte ) Malattie respiratorie ( in aumento le BPCO,lasma e la TBC) Malattie respiratorie ( in aumento le BPCO,lasma e la TBC) Malattie endocrine:diabete(malattia ad alto interesse sociale per numerosità epidemiologica e clinica e per limpatto socio economico) Malattie endocrine:diabete(malattia ad alto interesse sociale per numerosità epidemiologica e clinica e per limpatto socio economico) Nefropatie Nefropatie Aids Aids Disagio psichico(secondo il WHO entro il 2020 i disturbi neuro psichiatrici interesseranno il16,4% delle popolazioni europee povere e fino al 25,4% delle popolazioni dei paesi industrializzati, superando le patologie cardiache ) Disagio psichico(secondo il WHO entro il 2020 i disturbi neuro psichiatrici interesseranno il16,4% delle popolazioni europee povere e fino al 25,4% delle popolazioni dei paesi industrializzati, superando le patologie cardiache ) Formazione basata sui PPS

14 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara14 Questo significa declinare nella formazione che: Questo significa declinare nella formazione che: Assistere è anche una responsabilità sociale Assistere è anche una responsabilità sociale Il campo di responsabilità infermieristica si colloca in un contesto più ampio,allincrocio di tre componenti: Il campo di responsabilità infermieristica si colloca in un contesto più ampio,allincrocio di tre componenti: 1. Ciò che concerne la persona 2. Ciò che concerne il suo problema di salute 3. Ciò che concerne la famiglia ed il suo ambiente Formazione basata sul profilo professionale ed impatto sociale della professione

15 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara15 Significa declinare nella formazione le funzioni quali: Significa declinare nella formazione le funzioni quali: EDUCAZIONE ALLA SALUTE, intesa come processo rivolto a persone,gruppi,organizzazioni, intere comunità,che si propone di aumentare la consapevolezza circa le cause ambientali,economiche e sociali di salute e di malattia. EDUCAZIONE ALLA SALUTE, intesa come processo rivolto a persone,gruppi,organizzazioni, intere comunità,che si propone di aumentare la consapevolezza circa le cause ambientali,economiche e sociali di salute e di malattia. Le attività di educazione alla salute rappresentano un mezzo potente per questo processo di consapevolezza. Le attività di educazione alla salute rappresentano un mezzo potente per questo processo di consapevolezza. Formazione basata sul profilo professionale ed impatto sociale della professione

16 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara16 Significa declinare nella formazione: Significa declinare nella formazione: Che lassistenza infermieristica si radica nel contesto sociale con un rapporto di reciprocità:ne è influenzata e condizionata, ma può avere un grande potenziale di impatto, ciò non solo per la natura e i risultati della sua azione- ma anche perché Che lassistenza infermieristica si radica nel contesto sociale con un rapporto di reciprocità:ne è influenzata e condizionata, ma può avere un grande potenziale di impatto, ciò non solo per la natura e i risultati della sua azione- ma anche perché una professione costruisce la sua immagine sociale a partire da ciò che essa fa una professione costruisce la sua immagine sociale a partire da ciò che essa fa ma anche per i valori su cui agisce e di cui si fa portatrice, ma anche per i valori su cui agisce e di cui si fa portatrice, per le relazioni che attiva, per le relazioni che attiva, per le tecnologie che utilizza, per le tecnologie che utilizza, per le forme istituzionali che instaura, per le forme istituzionali che instaura, per lorganizzazione del lavoro che ne risulta. per lorganizzazione del lavoro che ne risulta. Formazione basata sul profilo professionale ed impatto sociale della professione

17 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara17 La formazione generalista è più rivolta a preparare professionisti che operano sulle conseguenze dellinfluenza negativa dellambiente sulla salute delle persone. La formazione generalista è più rivolta a preparare professionisti che operano sulle conseguenze dellinfluenza negativa dellambiente sulla salute delle persone. La funzione preventiva e di educazione alla salute sono minoritarie oggi di fronte a quelle di diagnosi precoce ed educazione terapeutica, essendo lambito lavorativo degli infermieri italiani oggi rappresentato per il 95% da quello ospedaliero e domiciliare per lassistenza delle patologie croniche (solo in alcune regioni) La funzione preventiva e di educazione alla salute sono minoritarie oggi di fronte a quelle di diagnosi precoce ed educazione terapeutica, essendo lambito lavorativo degli infermieri italiani oggi rappresentato per il 95% da quello ospedaliero e domiciliare per lassistenza delle patologie croniche (solo in alcune regioni) Formazione complementare infermiere di comunità

18 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara18 Formazione complementare infermiere di comunità:il paradigma salute Il concetto che guida la formazione complementare è quello di salute globale e quindi indivisibile dal contesto di riferimento

19 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara19 Con una attenzione alla Con una attenzione alla salute ambientale salute ambientale che il WHO definisce come: che il WHO definisce come: Conseguenze sulla salute dinterazioni tra popolazione ed il complesso di fattori ambientali di origine naturale ed antropica. Formazione complementare infermiere di comunità:il paradigma ambiente

20 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara20 Determinanti di salute Determinanti di salute Indicatori di salute Indicatori di salute Le modalità di risposta comunitaria Le modalità di risposta comunitaria PPS della comunità PPS della comunità profili di comunità profili di comunità Determinanti sanitari e non sanitari(ambiente naturale e di vita) Determinanti sanitari e non sanitari(ambiente naturale e di vita) Indicatori sanitari e non sanitari di salute Indicatori sanitari e non sanitari di salute Il sistema di indicatori IAS(indicatori ambiente – salute)utilizzati dalla comunità Formazione complementare infermiere di comunità:paradigma salute

21 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara21 Cioè riconoscere che la qualità e le modificazioni delle matrici ambientali sono solo una parte dei determinanti non sanitari di salute MA ANCHE CHE i determinanti di altra natura sono di fondamentale importanza per poter effettuare valutazioni epidemiologiche, come ad esempio gli indicatori socio economici. Formazione complementare infermiere di comunità:paradigma salute

22 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara22 Formazione complementare infermiere di comunità Salute globale vuol dire avere consapevolezza che si è di fronte anche ad un aumento della globalizzazione dei rischi con possibilità di danni allintegrità individuale e collettiva. Si tratta di malattie e patologie sociali:recrudescenza di vecchie malattie, degrado ambientale e conseguenze sulla salute,guerra, che hanno caratteristiche comuni: Il danno colpisce le persone,le classi,le etnie in modo selettivo anche se non esclusivo in rapporto inverso al censo,allistruzione,al potere determinando e rafforzando condizioni di iniquità

23 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara23 Lo studio dei determinanti della salute è la base per conoscere e possibilmente modificare i fattori che influenzano l'insorgenza e l'evoluzione delle malattie. I determinanti della salute sono alcuni Immodificabili (sesso, genetica, età) alcuni Correggibili (sociali, ambientali, stili di vita, accesso ai servizi sanitari,reddito) Formazione complementare infermiere di comunità:paradigma ambiente

24 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara24 Stato di salute Fattori biologici Stili di vita Relazioni sociali e affettive Condizioni di vita e di lavoro Istruzione, casa, lavoro, alimentazione, ambiente, servizi sanitari Situazione socio-economica-culturale G. Dahlgren, M. Whitehead 1993

25 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara25 I diversi livelli di influenza sullo stato di salute sono strettamente correlati ed interagiscono fra loro. Es. Gli stili di vita sono fortemente legati al contesto familiare e sociale che a sua volta è condizionato dalle condizioni di vita e di lavoro. Non si può individuare un unico fattore in grado di condizionare lo stato di salute di una persona o di una comunità. I determinanti della salute (Assunti alla base dellInfermieristica di comunità)

26 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara26 I processi sociali interagiscono con quelli biologici e quindi con la salute secondo diversi percorsi. Esiste uninterazione costante fra unaprogrammazione biologica e i determinanti sociali in continuo divenire. I determinanti della salute (Assunti alla base dellInfermieristica di comunità)

27 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara27 Non esiste un fattore unico dominante che influenza a lungo termine la salute ma una serie di condizioni che influenzano la vulnerabilità dellindividuo e si legano progressivamente in una catena di vantaggi e svantaggi che si accumulano. I determinanti della salute (Assunti alla base dellInfermieristica di comunità)

28 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara28 Privazione assoluta Esiti di salute Privazione relativa contesto Assistenza sanitaria Posizione sociale nella vita adulta Stili di vita, stress, condizioni materiali Salute nella vita adulta Programmazione sociale Programmazione biologica Determinanti sociali nei primi anni di vita Salute nei primi anni di vita

29 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara29 Formazione complementare infermiere di comunità Si recupera il concetto dellessere IN salute piuttosto che AVERE salute,in quanto salute come frutto NON solo di operazioni economiche, ma di modalità esistenziali in cui si recupera il senso dei valori,dellagire responsabile e delle potenzialità legate ai processi conoscitivi e relazionali della persona. Si recupera il concetto dellessere IN salute piuttosto che AVERE salute,in quanto salute come frutto NON solo di operazioni economiche, ma di modalità esistenziali in cui si recupera il senso dei valori,dellagire responsabile e delle potenzialità legate ai processi conoscitivi e relazionali della persona.

30 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara30 Formazione complementare infermiere di comunità Una valutazione attenta dei bisogni di salute, può riportare a programmare interventi di cura, assistenza e di FORMAZIONE secondo modelli di efficacia, di appropriatezza e di qualità delle prestazioni. Una valutazione attenta dei bisogni di salute, può riportare a programmare interventi di cura, assistenza e di FORMAZIONE secondo modelli di efficacia, di appropriatezza e di qualità delle prestazioni. Centralità dellospedale VS rete dei servizi territoriali Centralità dellospedale VS rete dei servizi territoriali Medicina difensiva VS medicina promotiva Medicina difensiva VS medicina promotiva Intervento monoprofessionale VS intervento integrato non solo di tipo sanitario Intervento monoprofessionale VS intervento integrato non solo di tipo sanitario

31 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara31 Significa anche la visione della salute è vista in integrazione stretta con lambiente che solitamente si manifesta : Significa anche la visione della salute è vista in integrazione stretta con lambiente che solitamente si manifesta : Generalizzando eventi locali e localizzando conoscenze generali COMUNITÀ Generalizzando eventi locali e localizzando conoscenze generali COMUNITÀ Le conoscenze disponibili per soddisfare il livello generale e quello localeOPERATORI Le conoscenze disponibili per soddisfare il livello generale e quello localeOPERATORI I tempi di raggiungimento della consapevolezza del rischio e di decisione delle azioni da intraprendereDECISORI I tempi di raggiungimento della consapevolezza del rischio e di decisione delle azioni da intraprendereDECISORI Formazione complementare infermiere di comunità

32 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara32 Finalità dellinfermieristica comunitaria secondo lOMS Finalità dellinfermieristica comunitaria secondo lOMS E IL PROFESSIONISTA CHE: Aiuta le persone ad adattarsi alla malattia e alla disabilità cronica, trascorrendo gran parte del suo tempo al domicilio delle persone e con le loro famiglie, nella comunità, Aiuta le persone ad adattarsi alla malattia e alla disabilità cronica, trascorrendo gran parte del suo tempo al domicilio delle persone e con le loro famiglie, nella comunità, Consiglia sugli stili di vita e sui fattori comportamentali di rischio, Consiglia sugli stili di vita e sui fattori comportamentali di rischio, assiste le famiglie/la comunità in materia di salute. assiste le famiglie/la comunità in materia di salute. Formazione complementare infermiere di comunità

33 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara33 Formazione complementare infermiere di comunità per l OMS/Europa per l OMS/Europa Gli infermieri lavorano insieme e accanto alle famiglie: Gli infermieri lavorano insieme e accanto alle famiglie: Per ridurre i fattori di rischio per la salute Per ridurre i fattori di rischio per la salute Per mantenere la salute Per mantenere la salute Per rinforzare le capacità di far fronte e prendersi cura di se stessi Per rinforzare le capacità di far fronte e prendersi cura di se stessi

34 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara34 Formazione complementare infermiere di comunità Il consigliere regionale per linfermieristica europea dice Il consigliere regionale per linfermieristica europea dice Linfermiere ha un ruolo durante tutto il continuum assistenziale compresa la: Linfermiere ha un ruolo durante tutto il continuum assistenziale compresa la: PROMOZIONE DELLA SALUTE PROMOZIONE DELLA SALUTE PREVENZIONE MALATTIE PREVENZIONE MALATTIE RIABILITAZIONE RIABILITAZIONE ASSISTENZA AI MALATI E AI MORENTI ASSISTENZA AI MALATI E AI MORENTI I SOGGETTI dellassistenza non sono solo le famiglie, ma tutti i membri della COMUNITA I SOGGETTI dellassistenza non sono solo le famiglie, ma tutti i membri della COMUNITA

35 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara35 Teoria dei sistemi- della COMPLESSITA Teoria dei sistemi- della COMPLESSITA Teoria interazione- PARTNERSHIP-TEAM Teoria interazione- PARTNERSHIP-TEAM Teoria dello sviluppo- CONTINUUM VITA Teoria dello sviluppo- CONTINUUM VITA Teorie infermieristiche- alla base dell ASSISTENZA erogata Teorie infermieristiche- alla base dell ASSISTENZA erogata Infermiere di comunità quadro concettuale

36 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara36 Formazione complementare: Infermiere di comunità Problemi Prioritari di Salute della comunità: La persona, la famiglia, la comunità con: Stili di vita e comportamenti a rischio, Malattie infettive,malattie comunitarie, professionali, Disabilità e cronicità derivanti da incidenti, da malattie causati dallambiente inquinato ecc…

37 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara37 Formazione complementare infermiere di comunità I Domini principali della formazione in infermieristica comunitaria sono: prevenzione malattie con azioni su aria,acqua,cibo,malattie infettive, risposta nelle emergenze,radiazioni,sostanze chimiche,salute ambientale, Miglioramento della salute attraverso il miglioramento della quantità e qualità di vita, riduzione delle diseguaglianze,la tutela del lavoro,della casa,della famiglia, Efficacia della clinica e dellassistenza (Clinical Governance )

38 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara38 Vuol dire anche riconoscere che la globalizzazione dei rischi non è affrontata allo stesso modo (CONOSCENZA DELLE POLITICA SANITARIA ): Vuol dire anche riconoscere che la globalizzazione dei rischi non è affrontata allo stesso modo (CONOSCENZA DELLE POLITICA SANITARIA ): La salute,base e motore della moltiplicazione delle risorse umane,finalità della crescita economica è in molti casi analizzata nellottica dellofferta di servizi pubblici, delluniversalità delle cure,aspetti che diventano ostacolo in relazione alla finanza pubblica e allo sviluppo delle ricchezze. La salute,base e motore della moltiplicazione delle risorse umane,finalità della crescita economica è in molti casi analizzata nellottica dellofferta di servizi pubblici, delluniversalità delle cure,aspetti che diventano ostacolo in relazione alla finanza pubblica e allo sviluppo delle ricchezze. Formazione complementare infermiere di comunità

39 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara39 Formazione complementare infermiere di comunità Vuol dire avere conoscenze in economia sanitaria in quanto La crescita della spesa sanitaria è attribuita di norma a 4 fattori: La crescita della spesa sanitaria è attribuita di norma a 4 fattori: 1. Le dinamiche demografiche ed epidemiologiche(aumento non autosufficienza e cronicità) 2. Il progresso scientifico e tecnologico 3. La struttura dei costi di produzione 4. Ampliamento del concetto di salute e dei servizi correlati

40 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara40 Formazione complementare infermiere di comunità Per far fronte allaumento di spesa si tende a: Per far fronte allaumento di spesa si tende a: Diminuire i fondi e smantellare le attività di prevenzione e di cure primarie a favore di interventi iperspecialistizzati di natura diagnostica e curativa, che incontrano il sostegno di organismi finanziari a livello internazionale,il cui accesso è riservato a pochi. Diminuire i fondi e smantellare le attività di prevenzione e di cure primarie a favore di interventi iperspecialistizzati di natura diagnostica e curativa, che incontrano il sostegno di organismi finanziari a livello internazionale,il cui accesso è riservato a pochi. Mentre si è dimostrata lefficacia di attività di Mentre si è dimostrata lefficacia di attività di presa in carico delle persone (anche più efficiente e più economica) presa in carico delle persone (anche più efficiente e più economica)

41 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara41 ObiettiviProgramma Metodi di insegnamento Valutazione Analizzare: - i fattori sociali che influenzano la salute della comunità - le strategie di apprendimento nella comunità/ famiglia famiglia Il concetto di comunità come utente Concetti di salute pubblica SSN,SSR Il SAD Integrazione sociale Valutazione nella comunità PBL Casi reali Tirocinio Progetto di integrazione professionale Esempi del percorso formativo attuale dellInfermiere di comunità modulo 5:erogare assistenza

42 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara42 ObiettiviProgramma Metodi di apprendimento valutazione Riconoscere le peculiarità del lavoro in team multiprofessionali Tirocinio 40% Il lavoro in team Gestire il cambiamento La delega La supervisione clinica e il monitoraggio La consulenza Aspetti etici e legali Lavorare con le agenzie private Il volontariato Lambito sociale PBL Casi reali Role play Tirocinioprogetto Esempi del percorso formativo attuale dellInfermiere di comunità: modulo 6 lavoro in team

43 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara43 Prendere in carico significa seguire nel tempo Prendere in carico significa seguire nel tempo i problemi dei pazienti, garantire la continuità tra ospedale e territorio (continuità di assistenza e di informazione), farsi carico anche dei problemi emotivi e non solo di quelli clinici, fornire un riferimento continuo. i problemi dei pazienti, garantire la continuità tra ospedale e territorio (continuità di assistenza e di informazione), farsi carico anche dei problemi emotivi e non solo di quelli clinici, fornire un riferimento continuo. [Haggerty 2003] [Haggerty 2003] Studi sulla presa in carico

44 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara44 Studi sulla presa in carico Una recente metanalisi, su 18 sperimentazioni cliniche che comprendevano più di 3000 pazienti anziani con scompenso, dimostra che garantire la continuità dellassistenza riduce i nuovi ricoveri, migliora la qualità di vita, la sopravvivenza, senza aumentare i costi. Una recente metanalisi, su 18 sperimentazioni cliniche che comprendevano più di 3000 pazienti anziani con scompenso, dimostra che garantire la continuità dellassistenza riduce i nuovi ricoveri, migliora la qualità di vita, la sopravvivenza, senza aumentare i costi. La continuità dellassistenza consiste in una combinazione di visite a domicilio e contatti telefonici o in visite più frequenti in ambulatorio. La continuità dellassistenza consiste in una combinazione di visite a domicilio e contatti telefonici o in visite più frequenti in ambulatorio. [Phillips et al 2004] [Phillips et al 2004]

45 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara45 Studio per valutare un programma Studio per valutare un programma di riabilitazione precoce per IMA di riabilitazione precoce per IMA 2 gruppi di pazienti randomizzati: 2 gruppi di pazienti randomizzati: * ricevono la migliore assistenza di routine * ricevono la migliore assistenza di routine * Ricevono assistenza personalizzata che segue: * Ricevono assistenza personalizzata che segue: * visita dellinfermiere a domicilio * visita dellinfermiere a domicilio * visita nellambulatorio infermieristico * visita nellambulatorio infermieristico * intervento di counseling dellinfermiere * intervento di counseling dellinfermiere * programma settimanale di esercizio fisico * programma settimanale di esercizio fisico Risultati: a un anno dallinfarto: Risultati: a un anno dallinfarto: * il 32% di chi ha avuto assistenza personalizzata * il 32% di chi ha avuto assistenza personalizzata è stato ricoverato contro il 47% dellaltro gruppo è stato ricoverato contro il 47% dellaltro gruppo Efficacia della presa in carico (Bondestam e al 1995)

46 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara46 La presa in carico non prevede necessariamente contatti La presa in carico non prevede necessariamente contatti frequenti, ma un modello organizzato di assistenza che frequenti, ma un modello organizzato di assistenza che metta il paziente nella condizione di prendersi cura di sé metta il paziente nella condizione di prendersi cura di sé (informazione) e di sapere a chi rivolgersi sempre (informazione) e di sapere a chi rivolgersi sempre (disponibilità telefonica, visite a domicilio, telefonate…) (disponibilità telefonica, visite a domicilio, telefonate…) La presa in carico globale per anziani ospedalizzati riduce la La presa in carico globale per anziani ospedalizzati riduce la frequenza dei ricoveri e i costi [Naylor et al 2004] frequenza dei ricoveri e i costi [Naylor et al 2004] Luso della sola informazione riduce i ricoveri e i costi Luso della sola informazione riduce i ricoveri e i costi [Krumholz et al 2002] [Krumholz et al 2002] Studi sulla presa in carico

47 22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara47 L.Gamberoni,A.Lotti,G.Marmo,D.Massai,L.Saiani,L.Sass o, Linee guida per la formazione infermiersitica- Federazione IPASVI- Roma 2002 L.Sasso,L.Gamberoni,A.ferraresi, L.Tibaldi- Linfermiere di famiglia- McGraw-Hill 2005 A.Ferraresi, R.Gaiani,M.Manfredini- Educazione terapeutica- Carocci faber 2004 D.Tartaglini ( a cura di) -Linfermiere di comunità - Carocci faber 2006 (a cura di) G.Bissolo e L.Fazzi -Costruire lintegrazione socio sanitaria-Carocci faber 2005 A.Meleis –Theorethical Nursing,development and progress,Philadelphia,Lippincott e Co-1993 A.Meleis –Theorethical Nursing,development and progress,Philadelphia,Lippincott e Co-1993 Bibliografia


Scaricare ppt "22/02/2014Collegio IPASVI Ferrara1 L'infermiere e l'ambiente: un rapporto ecosostenibile Infermieristica e ambiente:quale approccio formativo Loredana."

Presentazioni simili


Annunci Google