La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Prof Tolmino Corazzari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Prof Tolmino Corazzari."— Transcript della presentazione:

1 Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Prof Tolmino Corazzari

2 IMRT: Intensity modulated Radiation Therapy Forma Evoluta di Radioterapia conformazionale che aggiunge alla Conformazione Geometrica sul TARGET la Modulazione del Fascio Radiante. Forma Evoluta di Radioterapia conformazionale che aggiunge alla Conformazione Geometrica sul TARGET la Modulazione del Fascio Radiante.

3 Durante lerogazione del fascio, le lamelle si muovono interponendosi al fascio, sagomandolo opportunamente in modo da ottenere la distribuzione di dose desiderata, per il singolo campo. Ma come avviene la modulazione della radiazione?

4 Criterio applicativo IMRT: sfruttare le potenzialità della tecnica per ottenere soluzioni migliorative rispetto alle tecniche convenzionali soprattutto nei distretti capo-collo e pelvi

5 Vantaggi IMRT: Conformazione della dose a volumi con superfici concave Conformazione della dose a volumi con superfici concave Maggior risparmio dei tessuti sani circostanti Maggior risparmio dei tessuti sani circostanti Migliore uniformità della dose allinterno del target Migliore uniformità della dose allinterno del target Somministrazione simultanea di dosi differenziate su target multipli secondo la tecnica SMART (simultaneous modulated accelerated radiation therapy) Somministrazione simultanea di dosi differenziate su target multipli secondo la tecnica SMART (simultaneous modulated accelerated radiation therapy)

6 Il Problema Inverso in Radioterapia Lottimizzazione del piano di trattamento viene posto come Problema Inverso: – partendo da una distribuzione di dose considerata ottimale e clinicamente efficace, determinare i parametri di trattamento che forniscono tale distribuzione di dose nel paziente. Una tale impostazione individua matematicamente un problema inverso: – la ricerca delle soluzioni richiede lintroduzione di tecniche matematiche di ottimizzazione che dovranno realizzare linversione di matrici in presenza di vincoli prefissati. Per lIntensità Modulata ciò equivale a trovare la migliore configurazione dei fasci ed il loro relativo profilo di intensità di fluenza.

7 La IMRT riesce a CONFORMARE la dose a volumi con superfici concave, permettendo di salvaguardare i tessuti sani

8 Distribuzione di dose in %

9 Dalla simulazione 3D…a ciò che avviene nella realtà!

10 Molte sono state le problematiche che il reparto di RT si è trovato ad affrontare, tante le strategie per risolverle…

11 Soprattutto è stato necessario e fondamentale impostare un percorso formativo sinergico con diverse figure professionali (tecnici,infermieri,medici,fisici)

12 INIZIALMENTE: -C-C-C-Collaborazione al bisogno tra medici e tecnici della RT in MN in caso di difficoltà -C-C-C-Contatti per capire le reciproche esigenze e problematiche -A-A-A-Adeguare le tecnologie del reparto ad i nuovi trattamenti

13 -N-N-N-Necessità di raggiungere la massima precisione possibile nellesecuzione del trattamento - Utilizzo di adeguati sistemi di immobilizzazione - Potenziamento TC con mdc - Aggiornamento software (Varis 7.0) - Audit interni e programmi daggiornamento esterno - Incremento dellorganico - Aumento ore/lavoro macchina e individuazione di un turno dedicato a trattamenti complessi

14 Oggi: Uso di linee guida e procedure condivise. Uso di linee guida e procedure condivise. Collaborazione interdisciplinari. Collaborazione interdisciplinari. Confronto culturale che permette prestazioni professionali di qualità. Confronto culturale che permette prestazioni professionali di qualità. Essere professionisti competenti e consapevoli, al servizio della persona. Essere professionisti competenti e consapevoli, al servizio della persona.

15 INFINE: Percorso formativo strutturato Verifica, approfondimenti interdisciplinari con seminari e condivisione con tutto il personale dei due settori (RT,MN).

16 La continua evoluzione tecnologica ci porta sempre più ad allargare i nostri orizzonti professionali. L IMRT è una tecnica con notevoli potenzialità ma, tuttoggi, poco efficiente per la quantità di tempo e risorse che essa richiede, soprattutto nelle fasi di preparazione e controllo. si ritene che lobiettivo sia di raggiungere nellapplicazione della IMRT i massimi livelli di efficacia ed efficienza, attraverso la standardizzazione di ogni fase del processo e la stesura di procedure e linee guida.

17 UN DOVEROSO RINGRAZIAMENTO A TUTTO IL REPARTO DELLA RADIOTERAPIA DELL ARCISPEDALE S. MARIA NUOVA – DI REGGIO EMILIA, PER AVER FORNITO PARTE DEL LORO MATERIALE INERENTE LA NUOVA METODICA DA ME SCELTA COME ARGOMENTO DI TESI


Scaricare ppt "Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Prof Tolmino Corazzari."

Presentazioni simili


Annunci Google