La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le operazioni rilevanti ai fini IVA Cessioni di beni Prestazioni di servizi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le operazioni rilevanti ai fini IVA Cessioni di beni Prestazioni di servizi."— Transcript della presentazione:

1 Le operazioni rilevanti ai fini IVA Cessioni di beni Prestazioni di servizi

2 Le cessioni di beni Art. 2: Costituiscono cessioni di beni gli atti a titolo oneroso che importano trasferimento della proprietà ovvero costituzione o trasferimento di diritti reali di godimento su beni di ogni genere. –Parte attrattiva: Costituiscono inoltre cessioni di beni…… –Parte distrattiva: Non sono considerate cessioni di beni……

3 Segue cessioni di beni Ai fini dellimponibilità il bene ceduto può essere materiale, immateriale, mobile, immobile. Ma, per i beni immateriali: –In aderenza alle direttive comunitarie, le cessioni di beni immateriali quali invenzioni, brevetti, marchi, ecc. sono considerate prestazioni di servizi e non cessioni di beni, (trattate pertanto nel successivo articolo 3.)

4 Trasferimento della proprietà Acquisto derivativo-traslativo della proprietà, (inteso come potere di disposizione giuridica - alienazione o materiale-distruzione) Esclusi atti di acquisto a titolo originario (accessione, usucapione) nonché il comodato Sono rilevanti tutti gli atti giuridici (contratti, atti giurisdizionali-ad.es. vendita forzata a seguito di procedura esecutiva, sentenze costitutive-ad.es. in esecuzione di un preliminare) che comportano un trasferimento dietro corrispettivo Rilevanti anche atti di trasferimento coattivi: espropriazione per pubblico interesse, pubblica utilità Il pegno e lipoteca sono invece esclusi dallIva in quanto diritti reali di garanzia

5 Indennità di espropriazione Le somme corrisposte da un Comune per indennità di occupazione temporanea hanno natura risarcitoria, per cui sono da considerare fuori del campo di applicazione dellIVA, le somme corrisposte dallo stesso per indennità di espropriazione per p.u. di immobili di una società dichiarata fallita, per acquisizione di macchinari e attrezzature esistenti negli stessi immobili, sono da assoggettare regolarmente ad imposta (art. 13, secondo comma, lett.a) del D.P.R. n. 633 del 1972).

6 Operazioni assimilate alle cessioni di beni Vendita con riserva di proprietà: –il compratore acquista il diritto con il pagamento dellultima rata. –Leffetto della sospensione civilistica del trasferimento della proprietà a garanzia del pagamento integrale del prezzo, viene considerato irrilevante agli effetti delliva.

7 Segue operazioni assimilate alle cessioni di beni Vendite – Locazioni: Locazioni con clausola di trasferimento della proprietà vincolante per ambedue le parti. –Sono soggette ad iva per lintero valore del bene locato al momento in cui vengono poste in essere. –Conseguentemente, le successive quote saranno ovviamente escluse dalliva essendo parti di un corrispettivo già interamente assoggettato ad iva.

8 Cessioni gratuite Beni la cui produzione o scambio rientra nellattività propria dellimpresa: imponibilità assoluta. –Con eccezione per i "campioni di modico valore appositamente contrassegnati" (art.2 comma 3 lett.d), si pensi alle diciture "omaggio gratuito"). Esclusione, in quanto spesa generale a titolo promozionale che si correla al prezzo di cessione dei beni collocati sul mercato. Beni che non rientrano nellattività propria dellimpresa: imponibilità solo se il valore unitario del bene supera 25,82 Euro

9 Segue. Cessioni gratuite L'imponibilità delle cessioni gratuite serve ad evitare che un bene giunga al consumo detassato e consenta implicitamente la detrazione dell'eventuale imposta assolta sul suo acquisto. –(E esclusa limponibilità dei beni per i quali non è stata operata la detrazione al momento dellacquisto)

10 Campioni gratuiti Non sono considerate cessioni di beni quelle aventi ad oggetto campioni gratuiti appositamente contrassegnati. –I campioni gratuiti non devono essere necessariamente beni di dimensioni o di valore inferiori ai beni commercializzati dallimpresa, ma possono essere anche esemplari di detti beni. Attenzione: vi è sempre la rilevanza del modico valore. –Spetta allufficio fornire la prova che i campioni gratuiti sono stati ceduti da un soggetto senza lapposito contrassegno (art. 2, terzo comma, lett.d) del D.P.R. n. 633 del 1972).

11 Cessioni gratuite per beneficenza Le cessioni gratuite per beneficenza o a favore di sinistrati sono esenti dallIva ai sensi dellarticolo 10, se poste in essere nei confronti di enti pubblici, onlus, associazioni o fondazioni con finalità di assistenza e beneficenza. –NB: Trattandosi di cessioni esenti, queste non danno diritto ad operare la detrazione dellimposta assolta allatto dellacquisto. (Rinvio al pro – rata)

12 Cessioni di beni a titolo di sconto Esclusione dalla base imponibile Es. tredicesimo pezzo, cessione del premio a chi acquista una certa quantità di merce. Tali cessioni sono disciplinate dallart. 15 e non concorrono a formare la base imponibile delle cessioni a cui sono collegate

13

14 Autoconsumo Destinazione al consumo personale o familiare dellimprenditore e ad altre finalità estranee allesercizio dellimpresa (compresa la cessazione dellattività) Applicabile per le attività dimpresa, arti e professioni Rilevanza del solo autoconsumo esterno, senza distinzione tra beni che rientrano o meno nellattività propria dellimpresa

15 Segue autoconsumo I beni così ceduti, sono soggetti a autofatturazione, registrazione, liquidazione, dichiarazione e concorrono alla formazione del volume di affari. Per la determinazione della base imponibile, in assenza di corrispettivo, si fa ricorso al concetto di valore normale, così come definito dallarticolo 14 del D.P.R. n. 633/1972

16 Destinazione del bene ad uso personale Lautoconsumo imponibile ad IVA si configura solamente quando la destinazione del bene ad uso personale sia definitiva e non meramente temporanea (nella specie è stata esclusa la sussistenza di autoconsumo in caso di temporanea destinazione di un appartamento ad abitazione del costruttore) (Comm. trib. centr., Sez. XVI, 22/11/1989).

17 Segue: assegnazioni ai soci e associati Assegnazione a qualsiasi titolo, intesa come movimento di ricchezza tra organismo sociale e membri (trasferimento proprietà, divisione etc…) Con esclusione dei beni di cui al terzo comma: –aziende o rami di esse –azioni quote obbligazioni, etc…

18 Assegnazioni ai soci fatte a qualsiasi titolo Costituiscono cessioni di beni assoggettabili ad iva –le assegnazioni ai soci fatte a qualsiasi titolo da società di ogni tipo ed oggetto: rientrano nel campo di applicazione dellimposta non solo le assegnazioni consistenti nella distribuzione di somme ai soci che conservino tale qualità, ma anche quelle consistenti nellerogazione a favore di soci che cessino di far parte della società, essendo essenziale che lassegnazione avvenga a causa della qualità di socio (Art. 2, secondo comma,n.6 del D.P.R.26/10/1972, n. 633).

19 Le prestazioni di servizi Art. 3: Costituiscono prestazioni di servizi le prestazioni verso corrispettivo dipendenti da contratti dopera, appalto, trasporto, mandato, spedizione, agenzia, mediazione, deposito e in genere da obbligazioni di fare, di non fare, e di permettere quale ne sia la fonte. –Parte attrattiva: Costituiscono inoltre prestazioni di servizi, se effettuate verso corrispettivo: –Parte distrattiva: Non sono considerate prestazioni di servizi:

20 Contratti tipici contratto dopera appalto trasporto mandato spedizione agenzia mediazione deposito

21 Prestazioni di servizi segue Contratto dopera (art.2222 c.c.):un soggetto si obbliga a compiere verso corrispettivo unopera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio, senza vincolo di subordinazione (la materia può o meno essere fornita dal prestatore ma se assume carattere prevalente nel contratto si ha una vendita) Appalto (1665 c.c.):una parte si assume con lorganizzazione di mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di unopera dietro corrispettivo. (la materia è fornita dallappaltatore salvo patto contrario)

22 Segue: Prestazioni di servizi Mandato (1703 e ss.): con il quale una parte si obbliga a compiere uno o più atti giuridici nei confronti dellaltra (vedi schede commissione) Agenzia (1742 e ss.): con il quale una parte assume stabilmente lincarico di promuovere per conto dellaltra, verso retribuzione, la conclusione di contratti in una zona determinata (la onerosità cosituisce elemento essenziale) Mediazione (1754 c.c.): con il quale un mediatore mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare senza essere legato ad esse da rapporti di colaborazioneo rappresentanza

23 Trasporto e spedizione La differenza tra contratto di trasporto (1678 c.c) e contratto di spedizione (1737 c.c) consiste nel fatto che, mentre nel primo il vettore si obbliga ad eseguire il trasporto con i mezzi propri o anche a mezzo di altri, assumendo su di sé i rischi dellesecuzione, nel secondo, invece, lo spedizioniere si obbliga soltanto a concludere con altri, in nome e per conto di colui che gli ha dato lincarico, il trasporto. Il vettore esaurisce i suoi obblighi allorchè ha trasferito al luogo indicato le cose ricevute in consegna, salva la sua responsabilità per leventuale loro perdita. Lo spedizioniere esaurisce il suo compito con la conclusione del contratto di trasporto e risponde solo dellinadempimento dellobbligo di concluderlo.

24 Deposito e disposizione di chiusura Deposito (1766): con il quale una parte riceve dallaltra una cosa mobile con lobbligo di custodirla e di restituirla natura Elencazione dei contratti meramente esemplificativa, ampia disposizione di chiusura, qualsiasi obbligazione di fare, non fare o permettere dà luogo a una prestazione di servizi ai fini IVA.

25 Prestazioni generiche Nel suo insieme la definizione di prestazione generica assume carattere residuale, in aderenza a quanto contenuto nelle direttive comunitarie e comprende tutto ciò che non è cessione di bene per attrarre alla disciplina delliva ogni operazione economicamente rilevante

26 Locazioni, affitti, e simili Sono comprese tutte le concessioni in locazione, affitto, noleggio e simili di beni, siano essi mobili. Immobili o produttivi come lazienda

27 Affitto dazienda Il Ministero con Circolare n. 26 del 19/3/1985, ha precisato che il locatore, qualora affitti lunica azienda, perde lo status di soggetto passivo dimposta, con la conseguenza che loperazione è da assoggettare allimposta di registro, sicché i canoni sono fuori campo Iva per carenza del presupposto soggettivo

28 Affitto dazienda La perdita del requisito di soggettività ai fini Iva in seguito allaffitto dellazienda non può mai riguardare limprenditore con più aziende né le società, in considerazione del fatto che per le stesse opera la presunzione juris et de jure (assoluta) di attività imprenditoriale in base alla quale tutte le operazioni attive si considerano effettuate nellesercizio di impresa.

29 Leasing Contratto atipico posto in essere da una società intermediaria (non produttrice) che ha per oggetto beni strumentali ove è previsto che alla scadenza il conduttore possa esercitare il diritto di riscatto del bene. Il soggetto concedente è tenuto ad applicare liva, provvedendo allemissione della fattura, in corrispondenza di ognuno dei pagamenti periodici del canone

30 Lease-back Il lease-back è un operazione con la quale unimpresa industriale o commerciale vende un bene strumentale mobile o immobile ad unimpresa finanziaria che contestualmente lo concede in locazione finanziaria alla stessa impresa venditrice

31 Segue lease-back La società di leasing che acquista limmobile dallimpresa futura utilizzatrice può detrarre liva sul prezzo dacquisto del bene successivamente concesso in locazione finanziaria I canoni relativi alla conseguente locazione finanziaria sono soggetti ad iva con diritto a detrazione da parte dellimpresa prima cedente ora utilizzatrice del bene Leventuale riscatto del bene è anchesso unoperazione imponibile con diritto a detrazione

32 Cessioni di beni immateriali La fattispecie va distinta a seconda che la cessione abbia ad oggetto diritti di proprietà industriale ovvero diritti dautore in vista del diverso trattamento applicabile

33 Diritti di proprietà industriale Sono assimilate alle prestazioni di servizi le cessioni, le concessioni, licenze e simili, aventi ad oggetto il trasferimento della proprietà ovvero il solo diritto duso dei seguenti beni immateriali: –invenzioni industriali, processi, formule (e simili che possono costituire oggetto di brevetto), marchi, insegne, disegni ornamentali, modelli di utilità, ecc.

34 Cessione di diritto dautore Le cessioni dei diritti dautore e simili sono assimilate alle prestazioni di servizi. Si tratta in particolare dei diritti relativi a: opere di carattere creativo che appartengono alla letteratura, alla musica, alle arte figurative (sculture, pittura, disegno, fotografia), allarchitettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque sia il modo e la forma di espressione, che sono protette dalla legge sul diritto dautore

35 Somministrazione di alimenti e bevande Linserimento tra i servizi di tali prestazioni è stato dettato dallesigenza di eliminare i dubbi sulla loro qualificazione (se prestazioni di dare o di fare) Le vendite da asporto, invece, in quanto considerate cessioni di beni non rientrano tra le somministrazioni

36 Commercio elettronico di beni digitali Tutte le operazioni che si realizzano tramite via telematica sono da considerarsi sempre delle prestazioni di servizi a prescindere dai beni o dai servizi ceduti

37 Prestazioni gratuite imponibili Sono da assoggettare ad iva le prestazioni gratuite rese a terzi e quelle destinate al consumo personale o familiare dellimprenditore, purché si verifichino le seguenti condizioni: il valore unitario della prestazione sia superiore a 25,82 euro e che limposta sui relativi acquisti sia detraibile

38 Prestazioni gratuite non soggette ad imposta Sono fuori dal campo iva per esclusione: –Le prestazioni gratuite rese dai professionisti –Ma attenzione perché le professioni protette non ammettono prestazioni gratuite –Le somministrazioni gratuite nelle mense aziendali –Prestazioni pubblicitarie gratuite per fine educativo, culturale (c.d. pubblicità progresso) –Le prestazioni gratuite con imposta non detraibile


Scaricare ppt "Le operazioni rilevanti ai fini IVA Cessioni di beni Prestazioni di servizi."

Presentazioni simili


Annunci Google