La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli ultimi giorni di vita PAI Dott. C. De Chirico Coordinatore Nucleo Aziendale di Cure Palliative ULSS 7 Dott.ssa G. Dei Tos Infermiera Esperta in Cure.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli ultimi giorni di vita PAI Dott. C. De Chirico Coordinatore Nucleo Aziendale di Cure Palliative ULSS 7 Dott.ssa G. Dei Tos Infermiera Esperta in Cure."— Transcript della presentazione:

1 Gli ultimi giorni di vita PAI Dott. C. De Chirico Coordinatore Nucleo Aziendale di Cure Palliative ULSS 7 Dott.ssa G. Dei Tos Infermiera Esperta in Cure Palliative ULSS 7 Corso Regionale Cure Palliative. Aspetti clinici

2 Cosa è utile fare? Cosa non è opportuno fare? 2

3 Assicurare una morte che conduca ad una morte serena il malato, e una serena elaborazione della perdita da parte dei familiari, significa “prendersi cura” del paziente ben prima degli ultimi giorni! 3 Primo: pensarci prima!!!

4 Le scelte terapeutiche vanno discusse e pianificate prima Conoscere i desideri del paziente aiuta la famiglia e gli operatori a prendere decisioni per il paziente in una fase di alto stress emotivo 4 Primo: pensarci prima!!!

5 Secondo: quando possiamo dire che si tratta di pochi giorni? Allettamento totale Astenia profonda con lunghi periodi di sonnolenza Rifiuto di cibo e liquidi Difficoltà di assumere terapia per os Disorientamento temporo-spaziale Comparsa di allucinazioni Consapevolezza …. 5

6 Terzo: criteri generali di comportamento Ricercare la migliore qualità di vita per il paziente e i familiari Evitare l’abbandono Garantire una morte serena o almeno sopportabile 6

7 Terzo: criteri generali di comportamento Rivedere la terapia farmacologica (tipo e via di somministrazione) Evitare gli interventi inutili Rivalutare frequentemente il malato Mantenere una comunicazione attenta, continua e franca Assicurare il supporto ai familiari Anticipare le possibili complicanze 7

8 Quarto: cacciare gli intrusi Quinto: attenzione al sintomo dolore Sesto: trattare la disidratazione? Settimo: trattare la dispnea ed il rantolo terminale 8

9 Ottavo: trattare la secchezza delle mucose orali Nono: trattare delirio e stato di agitazione Decimo: rispettare il bisogno spirituale 9

10 Accompagnamento alla morte Come operatori sanitari, per accompagnare una persona nel suo cammino al morire, è necessario distinguere la propria posizione personale dal vissuto del morente e dei suoi famigliari mantenendo un atteggiamento empatico e non di identificazione 10

11 Accompagnamento alla morte Scopo dell’assistenza, in questa fase, è quello di favorire l’accettazione serena della fine, il compimento di rapporti relazionali e di percorsi spirituali e religiosi. 11

12 Accompagnamento alla morte Offrire vicinanza ma non invadenza Farsi “guidare” dal morente e dai suoi cari 12

13 13 Bibliografia Cicely Saunders: Selected Writings , Oxford University press 2006 OMS: Controllo dei sintomi nella malattia terminale,Ginevra 1998 Cancian M. Lora Aprile P. : Cure palliative in medicina generale, Pacini editore 2005 Lelli G. : Sintomi “segnale” in oncologia clinica, Monduzzi editore 2005 Mercadante, Ripamonti : Medicina e cure palliative in oncologia, Masson 2004


Scaricare ppt "Gli ultimi giorni di vita PAI Dott. C. De Chirico Coordinatore Nucleo Aziendale di Cure Palliative ULSS 7 Dott.ssa G. Dei Tos Infermiera Esperta in Cure."

Presentazioni simili


Annunci Google