La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Martedì, 29 settembre 2015 CORSO STATI UNITI, 23 CENTRO INCONTRI - SALA 300 CIOFS-FP PIEMONTE – Elisabetta Donato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Martedì, 29 settembre 2015 CORSO STATI UNITI, 23 CENTRO INCONTRI - SALA 300 CIOFS-FP PIEMONTE – Elisabetta Donato."— Transcript della presentazione:

1 Martedì, 29 settembre 2015 CORSO STATI UNITI, 23 CENTRO INCONTRI - SALA 300 CIOFS-FP PIEMONTE – Elisabetta Donato

2 Il progetto è stato realizzato dal partenariato costituito da: C.I.O.F.S.-FP PIEMONTE (capofila) Associazione CNOS-FAP PIEMONTE Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus Forcoop EN.A.I.P. Piemonte Forter Piemonte C.IA.C Conform Adecco Cittá Metropolitana di Torino – Centri per l’impiego.  Il progetto ha previsto un’azione sinergica tra il Partenariato e il Settore Standard Formativi e Orientamento Professionale della Direzione Coesione Sociale della Regione Piemonte.  Il progetto è stato realizzato tra gennaio e settembre 2015.

3  Il progetto è stato governato dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) costituito da uno o due rappresentanti per partner, coordinato dal Referente unico del progetto, espresso da CIOFS-FP Piemonte, capofila.  Il CTS ha svolto il ruolo di “cabina di regia” e ha permesso : o il confronto degli operatori delle diverse agenzie coinvolte (Agenzie Formative, Agenzie per il Lavoro, Servizi per il Lavoro e Regione Piemonte); o la copertura territoriale interessando il più ampio numero di enti di formazione, centri di orientamento, di CPI, di APL e di scuole nelle tre aree territoriali previste; o la pianificazione e organizzazione dei percorsi formativi e della sperimentazione dei servizi; o le valutazioni di problematiche riscontrate, accorgimenti e proposte migliorative; o il raccordo costante, puntuale e efficace con la Regione Piemonte.

4 PROGETTAZIONE CORSO «0» ETC 45 ETC 90 OAF SPERIMENTAZIONE LABORATORIO DI RESTITUZIONE: VALUTAZIONE RISULTATI

5 Nel corso “O” ci si è occupati di:  analisi critica della metodologia proposta nelle Linee Guida della Regione Piemonte (Determinazione dirigenziale n.666 del 30/10/2014);  definizione del progetto di dettaglio delle tre tipologie di percorsi formativi (corso per ETC da 90 ore, corso per ETC da 45 ore e corso per OAF-PC da 24 ore) sulla base dei profili;  l’approfondimento normativo (a livello europeo, nazionale e regionale);  la pianificazione e l’organizzazione delle successive edizioni dei corsi rivolti agli ETC e agli OAF-PC;  l’individuazione/selezione del gruppo docenti referenti del CTS per l’erogazione dei contenuti nelle edizioni successive.

6 Per la figura di ETC sono state realizzate due tipologie di percorsi:  Corso ETC 45 ore rivolto a operatori : o con provata esperienza nell’attività della certificazione delle competenze (Addetti alle Operazioni di Certificazione = senza prova in ingresso) o con provata esperienza in metodologie affini (Bilancio delle Competenze, Reconnaissance des Acquis, Servizi al Lavoro = prova in ingresso)  Corso ETC 90 ore: operatori con esperienza non specifica su sistema certificazione. Per la figura di OAF-PC è stata definita un solo corso della durata di 24 ore.

7 Complessivamente sono stati erogati in Regione Piemonte:  6 percorsi per ETC (edizioni da 45 ore)  2 percorsi per ETC (edizioni da 90 ore);  7 percorsi per OAF-PC (7 edizioni da 24 ore) per un totale di 322 persone formate: o 172 ETC o 150 OAF - PC

8 n. edTipologia percorso e durataSede del corso Luogo Numero di partecipanti 1ETC (45H) Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus Torino23 2ETC (45H) Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus Torino21 3ETC (45H) Associazione CNOS- FAP Regione PiemonteVercelli17 4ETC (45H) Associazione CNOS- FAP Regione PiemonteFossano16 5ETC (45H)ENAIP PiemonteNovara25 6ETC (45H) ENAIP Piemonte Torino25 Totale127

9 n. ed Tipologia percorso e durata Sede del corso Luogo Numero di partecipanti 1ETC (90H) CIOFS FP PiemonteTorino21 2ETC (90H) Forcoop Torino24 Totale45

10 n. ed Tipologia percorso e durata Sede del corso Luogo Numero di partecipanti 1OAF - PC CIOFS FP Piemonte Torino25 2OAF - PC CIOFS FP Piemonte Novara22 3OAF - PC Forter Torino24 4OAF - PC Forcoop Mondovì14 5OAF - PC Forcoop Torino23 6OAF - PC Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus Asti22 7OAF - PC Associazione CNOS- FAP Regione PiemonteTorino20 Totale150

11 I corsi hanno coinvolto complessivamente 86 strutture distribuite su tutto il territorio della Regione Piemonte, tra cui Agenzie Formative, Agenzie per il Lavoro, Provincie - Centri per l’Impiego - Scuole Secondarie di Seconda Grado. AGENZIE FORMATIVE66 AGENZIE PER IL LAVORO10 CENTRI PER L'IMPIEGO /PROVINCE 6 AL, AT, VC, VCO, BI, TO ISTITUTI SCOLASTICI4 86

12  Tempi della sperimentazione: maggio – luglio 2015 (con code a settembre).  Selezione degli utenti: o criteri per la selezione di target “privilegiati”; o motivazione, disponibilità e coerenza con i profili certificabili  Avvio della fase di informazione, accoglienza, primo filtro e presa in carico;  Monitoraggio e valutazione del servizio.

13 N° UTENTI PER CONDIZIONE OCCUPAZIONALE QUANTITÀ DISOCCUPATO83 INOCCUPATO4 OCCUPATO52 Totale complessivo139 n° UOMINI E DONNE QUANTITÀ F79 M60 Totale complessivo139

14 N° UTENTI PER AREA TERRITORIALE QUANTITÀ ALESSANDRIA/ASTI/CUNEO40 NOVARA/VERCELLI/BIELLA29 TORINO70 Totale complessivo139 N° UTENTI PER IDENTIFICAZIONE/CERTIFICAZIONE/VALIDAZIONE QUANTITÀ CERTIFICAZIONE48 IDENTIFICAZIONE7 VALIDAZIONE84 Totale complessivo139

15 FASCE DI ETA' Età < 4079 N° UTENTI PER IDENTIFICAZIONE/CERTIFICAZIONE/VALIDAZIONE PER AREA TERRITORIALE QUANTITÀ ALESSANDRIA/ASTI/CUNEO40 CERTIFICAZIONE23 IDENTIFICAZIONE1 VALIDAZIONE16 NOVARA/VERCELLI/BIELLA29 CERTIFICAZIONE7 IDENTIFICAZIONE2 VALIDAZIONE20 TORINO70 CERTIFICAZIONE18 IDENTIFICAZIONE4 VALIDAZIONE48 Totale complessivo139

16 ProfiloTotale COLLABORATORE DI CUCINA21 ADDETTO AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE15 Orientatore10 COLLABORATORE DI SALA BAR7 ADDETTO VENDITE6 ADDETTO MAGAZZINO E LOGISTICA5 ADDETTO ALLE LAVORAZIONI MECCANICHE5 ANIMATORE SERVIZI ALL'INFANZIA5 MANUTENTORE MECCATRONICO DI IMPIANTI AUTOMATIZZATI4 Tecnico ambiente energia sicurezza - Ecogestione, audit ambientale e sicurezza in azienda2 ADDETTO ALLE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO2 TECNICO SPECIALIZZATO IN MARKETING - VENDITE2 ADDETTO ALLA SISTEMAZIONE E MANUTENZIONE AREE VERDI2 ADDETTO ALLA SALDOCARPENTERIA2 Conduttore programmatore di macchine utensili a C.N2 ADDETTO PANIFICATORE PASTICCERE2 Collaboratore Polivalente Strutture Ricettive e Ristorative2 OPERATORE SPECIALIZZATO PROMOZIONE EVENTI2 TECNICO SPECIALIZZATO IN COMMERCIO INTERNAZIONALE2 OPERATORE SPECIALIZZATO PASTICCERIA2 TECNICO SPECIALIZZATO APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA2 Tecnico specializzato amministrazione per piccola e media impresa2 ADDETTO ALLA CONTABILITA'2 Tecnico elettrico1 Addetto elaborazione disegni con strumenti cad1 TECNICO AUDIO VIDEO DELLO SPETTACOLO1 OPERATORE SPECIALIZZATO FISCALE1 OPERATORE SPECIALIZZATO SERRAMENTISTA1 OPERATORE MECCANICO - COSTRUZIONI SU MU1 Artista di circo contemporaneo1 Tecnico specializzato in decorazione murale artistica: trompe l'oeil e affresco1 Ortofrutticoltura biologica1 ADDETTO AL MAGAZZINO E LOGISTICA1 ADDETTO BANCONIERE - MACELLERIA1 Operatore ai servizi di impresa ind. Accoglienza1 TECNICO SPECIALIZZATO IN AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE1 OPERAIO EDILE POLIVALENTE1 Attore1 Tecnico specializzato in contabilità aziendale1 Tecnico costruzione scenografie teatrali e cinematografiche1 Magazziniere1 TECNICO SPECIALIZZATO IN CONTABILITA' AZIENDALE1 DISEGNATORE PROGETTISTA CON SISTEMI CAD1 ADDETTO IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI1 Danzatore1 ADDETTO DI GELATERIA1 Coordinatore1 Tecnico specializzato in sistemi di gestione per la qualità1 TECNICO INFORMATICO1 Tecnico specializzato in approvvigionamenti e logistica1 Tecnico Informatico1 Operatore specializzato in paghe e contributi1 TECNICO IMPRESA EDILE1 Operatore di sala bar1 TECNICO SPECIALIZZATONELLE LAVORAZIONI CERAMICHE1 Operatore delle confezioni-sarto confezionista1 Totale complessivo139

17  I dati della sperimentazione sono molto positivi, superano persino le più rosee aspettative.  La preselezione è stata pianificata, curata e gestita nel minimo dettaglio: ha favorito la buona riuscita del progetto e limitato la possibilità di fallimento.  I beneficiari del progetto sono definibili “utenti avanzati dal punto di vista della consapevolezza” (di sé, dell’impegno, della disponibilità a partecipare, del mettersi in gioco).

18  La sperimentazione del processo di individuazione, validazione e certificazione delle competenze acquisite in contesti non formali e informali ha ricevuto un GIUDIZIO complessivo MOLTO POSITIVO da parte degli utenti e da parte degli operatori.  Gli utenti hanno valutato il servizio come un’opportunità importante da cogliere e uno strumento valido, concreto, fruibile per : o ottenere crediti formativi per accedere a percorsi formativi, o acquisire un titolo di studio per aumentare le opportunità per inserirsi/reinserirsi nel mondo del lavoro; o per dare maggiore valore alle proprie competenze;  Gli operatori hanno riportato una valutazione del sistema molto positiva (risultati concreti e riscontrabili nel breve periodo) e hanno aspettative molto alte rispetto alle prospettive future.

19  La sperimentazione ha permesso a un gruppo di lavoro eterogeneo composto da Agenzie Formative, Agenzie per il lavoro, Servizi Pubblici per il lavoro e Regione Piemonte di condividere linguaggio, logiche, prospettive di un servizio che si ritiene utile e al passo con i tempi.  Il lavoro di rete ha consolidato e strutturato rapporti professionali preesistenti che hanno rappresentato il valore aggiunto di questo progetto e che hanno garantito il raggiungimento dei risultati prefissati.

20  La mancanza di un sistema informativo di supporto ha appesantito il processo, incidendo sulla sostenibilità del servizio (in termini di fruibilità, flessibilità e costi).  In attesa di adeguamento, o in alternativa ad esso, si è proposto la possibilità di utilizzare strumenti informatici già conosciuti dagli operatori (es. dossier evidenze su Sistema Piemonte) oppure l’ottimizzazione degli strumenti “cartacei” proposti nelle Linee Guida (es. sostituzione del dossier delle esperienze con il CV Europass già in possesso dell’utente).

21  La fase di validazione richiede una maggiore riflessione critica in termini di attività da svolgere, meccanismi da delineare, figure da coinvolgere, tempistiche da definire e relativi costi perché rappresenta il cuore dell’intero sistema.  La complessità del processo è direttamente proporzionale alla complessità del profilo.  La sperimentazione ha messo in luce il ruolo dell’EM che dovrebbe essere maggiormente coinvolto, supportato e guidato nel processo.  Viene proposto di istituire a regia regionale una informazione/formazione (sussidi, tutorial, percorsi on line…) destinata a EM/F, EM/L.

22  Il sistema è correlato all’offerta formativa e alla distribuzione dei corsi e degli esami sul territorio regionale: o Il repertorio di profili professionali certificabili risulta attualmente circoscritto ai Profili Professionalizzanti Non normati del Repertorio regionale. Tale limite ha significato l’esclusione di alcuni utenti potenzialmente adatti e interessati alle attività con i quali non si è potuto procedere con la fase di sperimentazione. o Si sono registrati spostamenti di utenti e operatori sul territorio regionale (nella stessa provincia o anche fuori provincia) che hanno influito sulla sostenibilità economica delle attività (costi legati anche ai tempi stretti della sperimentazione)

23  Il servizio di certificazione è un servizio specialistico che non può essere sovrapposto o confuso con un percorso di orientamento.  Utenti che hanno bisogno di un supporto per definire meglio i propri obiettivi professionali devono essere rinviati a un servizio di orientamento/Bilancio delle Competenze specialistico.

24  Risulta necessario definire più precisamente il ruolo e l’operato delle APL e dei servizi pubblici al lavoro all’interno del processo: modalità di passaggio di utenti, EM, autonomia, attestati.  Le evidenze: necessario un significativo processo culturale da sviluppare in modo sinergico con il sistema della scuola, formazione e lavoro.  Revisione della durata dei percorsi per ETC: proposta una durata compresa tra le ore.  Proposta di uno standard minimo per i corsi interni alle agenzie per OAF-PC.

25  A regime il sistema dovrà essere sostenuto da una struttura di coordinamento che governi il processo e gli attori coinvolti.  Il sistema dovrebbe trovare una corretta collocazione all’interno della panoramica dei servizi formativi e del lavoro. I possibili ambiti di applicazione sono: o il modello della Formazione Continua Individuale: il cittadino può richiedere un voucher per accedere alle diverse fasi del processo in funzione di obiettivi personali; o progetti come Bando Occupati a Rischio, Disoccupati, Riattivo: possibilità di ampliare la tipologia dei servizi offerti agli utenti.

26  Con la revisione e l’ufficializzazione delle Linee Guida si rende necessaria una giornata di formazione/aggiornamento per tutti gli operatori, in particolare per coloro che hanno partecipato alle diverse edizioni dei corsi OAF-PC e ETC, ma che non hanno partecipato direttamente alla sperimentazione.


Scaricare ppt "Martedì, 29 settembre 2015 CORSO STATI UNITI, 23 CENTRO INCONTRI - SALA 300 CIOFS-FP PIEMONTE – Elisabetta Donato."

Presentazioni simili


Annunci Google