La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEGGE DEL 13 LUGLIO 2015, N 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEGGE DEL 13 LUGLIO 2015, N 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti."— Transcript della presentazione:

1 LEGGE DEL 13 LUGLIO 2015, N 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti

2 AUTONOMIA SCOLASTICA Centralità della scuola Innalzamento livelli di istruzione, potenziamento dei saperi e delle competenze Scuola laboratorio permanente di ricerca sperimentazione innovazione partecipazione educazione Diritto allo studio Contrastare le diseguaglianze Prevenire l’abbandono e la dispersione Pari opportunità successo formativo ed istruzione permanente

3 OBIETTIVI PRIORITARI Valorizzazione competenze linguistiche, anche L2 (anche CLIL) ed italiano L 2 Potenziamento competenze matematico-logiche scientifiche Potenziamento competenze espressive (arte, musica, cinema, media Sviluppo competenze cittadinanza attiva, responsabile, solidale, inclusiva, Sviluppo competenze di rispetto ambientale Potenziamento discipline motorie Sviluppo competenze digitali

4 strategie - metodi Metodologie laboratoriali ed attività di laboratorio Metodo cooperativo Percorsi individualizzati e personalizzati Scuola aperta il pomeriggio Scuola aperta al territorio Scuola aperta al pomeriggio Valorizzazione del merito degli alunni Sistema di orientamento

5 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DELL ’ OFFERTA FORMATIVA TEMPI Da redigere entro il mese di ottobre precedente al triennio di riferimento. Rivisto ogni anno entro ottobre Redatto dal Collegio docenti sulla base degli indirizzi del DS ed approvato dal CI Pubblicato nel portale unico

6 POF 3 TERMINI DI RIFERIMENTO Finalità istituzionali Rapporto di autovalutazione (RAV ) Esigenze degli studenti Esigenze del contesto

7 POF 3 CONTENUTI PIANO DI MIGLIORAMENTO Progettazione curricolare, extra curricolare, educativa, organizzativa Educazione alla parità tra i sessi, prevenzione violenza di genere e discriminazioni PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Piano di formazione triennale del personale; Primo soccorso studenti scuola secondaria

8 POF 3 CARATTERISTICHE Collegialità valorizzazione della comunità scolastica + libertà di insegnamento Flessibilità: articolazione modulare del monte ore annuale di ciascuna disciplina Utilizzo quota disponibile (20%) Potenziamento tempo scuola Programmazione plurisettimanale e flessibile dell’orario del curricolo Articolazione del gruppo classe Efficienza ed efficacia Miglior utilizzo delle risorse e delle strutture Tecnologie innovative Coordinamento con il contesto territoriale

9 POF 3 BISOGNO DI RISORSE comuni e di sostegno di potenziamento di personale ata di infrastrutture di mezzi

10 ORGANICO DELL ’ AUTONOMIA Dotazione funzionale alle esigenze didattiche, organizzative, progettuali come emergenti dal piano triennale; posti comuni, di sostegno, di potenziamento Insegnanti: Attività di insegnamento, potenziamento, sostegno, organizzazione, progettazione, coordinamento (10%) Fabbisogno posti, attrezzature, infrastrutture

11 DOCENTI FLESSIBILITA’ VERTICALE: docenti inglese, musica, motoria utilizzati in altri gradi di istruzione previa formazione (piano nazionale di formazione) Utilizzo organico autonomia anche per sostituzioni verticali (fino a 10 giorni)

12 DOCENTI Piano straordinario di assunzione Titolarità albi territoriali (docenti neo assunti + docenti in mobilità/esubero) Formazione, obbligatoria, permanente e strutturale: - Piano triennale della scuola - Piano nazionale scuola digitale - Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo Valorizzazione del merito (decreto)

13 COMITATO DI VALUTAZIONE FUNZIONI Parere conferma in ruolo (Decreto Ministero) Definizione criteri di valutazione del merito COMPOSIZIONE Due docenti (collegio docenti) Un docente + due genitori (consiglio d’istituto) Un docente o dirigente esterno (ufficio scolastico) Tutor (per valutazione periodo di prova)

14 VALUTAZIONE DEI DOCENTI criteri Qualità dell’insegnamento Contributo miglioramento I. S. Successo formativo/scolastico studenti Potenziamento competenze (risultati) Innovazione didattica/metodologica (risultati) Diffusione buone pratiche Responsabilità assunte nel coordinamento


Scaricare ppt "LEGGE DEL 13 LUGLIO 2015, N 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti."

Presentazioni simili


Annunci Google