La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ospedale S.Anna di C.Monti Ospedale S. Anna di Castelnovo né Monti Contesto Attività Riorganizzazioni 30 Ottobre 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ospedale S.Anna di C.Monti Ospedale S. Anna di Castelnovo né Monti Contesto Attività Riorganizzazioni 30 Ottobre 2013."— Transcript della presentazione:

1 Ospedale S.Anna di C.Monti Ospedale S. Anna di Castelnovo né Monti Contesto Attività Riorganizzazioni 30 Ottobre 2013

2 Popolazione residente per genere e distretto nel 2012 Ospedale S.Anna di C.Monti DistrettoMaschiFemmineTotale Montecchio Emilia Reggio Emilia Guastalla Correggio Scandiano Castelnovo ne' M.* Totale * 6,4% della popolazione della provincia, 11,1% se si esclude il Distretto di RE

3 Variazione % della popolazione in Emilia-Romagna e in Provincia di Reggio Emilia ( 2012 vs 2003) Ospedale S.Anna di C.Monti

4 I cittadini del distretto di CNM vanno in ospedale più degli altri? Quanto incide letà avanzata della popolazione? ) Proporzione anziani per classi di età nei Distretti della Provincia di RE e in Emilia-Romagna (2012) Ospedale S.Anna di C.Monti

5 I cittadini del distretto di CNM vanno in ospedale più degli altri? Quanto incide letà avanzata della popolazione? Tassi di ospedalizzazione standardizzato per età *1000 residenti nella Provincia di Reggio Emilia. Distribuzione per Distretto di residenza e regime di ricovero (2012) ) Ospedale S.Anna di C.Monti

6 Per chi lavora il S. Anna? Da dove provengono i pazienti che si ricoverano allospedale di CNM? Nel ,20% dei ricoverati residenti in Provincia (dato più elevato del Presidio Ospedaliero) Ospedale S.Anna di C.Monti

7 Per chi lavora il S. Anna? Da dove provengono i pazienti che si ricoverano allospedale di CNM? Percentuale di ricoverati residenti nel Distretto Anni Ospedale S.Anna di C.Monti

8 Dove vanno a ricoverarsi i residenti nel distretto di CNM? OSPEDALIZZAZIONE PER STRUTTURA anno I residenti di CNM accedono allASMN in misura minore di tutti gli altri distretti, ad esclusione di Guastalla Ospedale S.Anna di C.Monti

9 Dove vanno a ricoverarsi i residenti nel distretto di CNM? In sintesi La percentuale di ricovero a CNM dei residenti è la più elevata degli ospedali del presidio ospedaliero Lospedale di CNM è la prima sede di ricovero per i residenti nel distretto - La mobilità passiva fuori provincia è tra le più basse in assoluto in provincia, leggermente inferiore rispetto a Reggio Emilia (13,6% vs. 13,83%) Ospedale S.Anna di C.Monti

10 La dotazione di Posti Letto U.O*P.L. O*DH*U.O**P.L. O**DH** Chirurgia + Ortopedia 276 Cardio. 150 Ost-Gine 62 UTIC 30 Pediatria 41 Rianimaz. 20 Medicina 354 Totale P.L. ASMN 200 Lungodeg. 180 Emodialisi 9 Tot PL. AUSL. 9013Totale pl S.Anna * AUSL ** ASMN

11 Dotazione di Posto Letto rispetto alla popolazione residente Ospedale S.Anna di C.Monti 123 Posti Letto - si tratta del 14% della dotazione complessiva del Presidio Ospedaliero provinciale (738 PL al 31/12/2012) - la dotazione per mille residenti è di gran lunga la più alta di tutta la provincia OspedaleGuastallaCorreggioScandianoMontecchioCNMPresidio PL / 1000 residenti 2,772,671,552,203,592,40

12 Principali dati di attività dellospedale 2012 Ricoveri (escluso attività ASMN) di cui: 44% per intervento (DRG) chirurgico di cui 208 con DRG chirurgico di urologia (+35 rispetto al 2011) 363 interventi di cataratta e 71 tunnel carpale in regime ambulatoriale accessi PS con un 11,8% di ricoveri e 1,3% di pazienti inseriti in O.B.I. 425 interventi di automedica (emergenza territoriale) 192 parti *( 7% del totale nel presidio - il numero parti nel presidio è aumentato del 9,1 % vs 2011) esami endoscopici (EDGS + colonscopie) esami radiologici: di cui RMN (+ 255 vs 2011) e mammografie di screening ( vs 2011) sedute dialitiche Ospedale S.Anna di C.Monti

13 Dati di Attività 2012 Strutture afferenti ASMN Ospedale S.Anna di C.Monti UU. OO.Cardiologia + Riabilitazione Cardiologica 15 Posti Letto Laboratorio Analisi UTIC + Terapia Intensiva Rianimatoria 5 Posti Letto Prestazioni Ambulatoriali esterni Prestazioni Ambulatoriali Interni Ricoveri595 di cui 401 di Riabilitazione 272 di cui 45 di Terapia Intensiva Rianimatoria

14 Quali funzioni sono presenti presso il S. Anna? Presenta un service mix di strutture e funzioni superiore agli altri ospedali provinciali ad esclusione di Guastalla e agli altri ospedali di comunità montana della Regione (Pavullo, Borgotaro, Porretta) E dotato di funzioni ospedaliere normalmente non presenti in ospedali di queste dimensioni (anestesia H24, rianimazione, UTIC, degenza pediatrica) Sono state attivate funzioni specialistiche non presenti in altre sedi e di riferimento provinciale (urologia, ORL e oculistica infantile, neurochirurgia, riabilitazione cardiologica) Ospedale S.Anna di C.Monti

15 Criticità Ospedale S.Anna di C.Monti Difficoltà a reclutare professionisti per alcune discipline in relazione alla generale scarsità di mercato ed al ridotto appeal della struttura per i non residenti in loco, turnover (ad es. pediatri, anestesisti, ortopedici, fisiatri, ginecologi…) Difficile mantenimento della clinical competence dei professionisti in relazione alla scarsa numerosità della casistica (ad esempio ostetricia) E provato che vi è relazione tra volumi di attività e qualità degli esiti Quali soluzioni per garantire QUALITA E SICUREZZA ?

16 Ospedale S.Anna di C.Monti Necessità di mantenere il S. Anna saldamente ancorato e integrato nella rete ospedaliera provinciale valorizzando tutte le possibili sinergie in primo luogo con ASMN: anestesia H24, rianimazione, cardiologia, UTIC, ginecologia e ostetricia, urologia, neurochirurgia del rachide, ORL pediatrica, consulenze specialistiche (ematologia, oncologia ecc..) ma anche con le altre strutture ospedaliere del PRESIDIO PROVINCIALE: Radiologia (guardia e PACS), endoscopia digestiva (screening), oculistica, riabilitazione ecc. AUTOSUFFICIENZA NON PERCORRIBILE DIVERSIFICAZIONE DELLE AFFERENZE GESTIONALI E FUNZIONALI

17 Si confermano e si realizzano i principi di programmazione del PAL/2004 Reti integrate (tra ospedali e con il territorio, cooperazione non competizione, centralità dei percorsi dei pazienti) Livello primario dei servizi diffuso e modello hub & spoke (livello regionale e livello provinciale, es. rete cardiologica, fibrinolisi ictus, rete perinatale..) Mobilità dei professionisti Cooperazione e Competenze distintive ASMN : Hub provinciale Correggio: riabilitazione Guastalla:chirurgia oncologica polispecialistica e urgenza Montecchio: uroginecologia e pavimento pelvico Scandiano:ortopedia arto superiore C.Monti: Ospedale della Montagna

18 Ospedale S.Anna di C.Monti Strutture a gestione AUSL: Unità Internistica Multidisciplinare Strutture a gestione AUSL Strutture a gestione ASMN Strutture a gestione mista ASMN e AUSL MEDICINAPUNTO PRIMO INTERVENTO CARDIOLOGIAUROLOGIA DAY HOSPITAL ONCOLOGICO DIAGNOSTICA PER IMMAGINI LABORATORIO ANALISI CHIRURGIA GENERALE LUNGODEGENZAOCULISTICAANESTESIA RIANIMAZIONE ORTOPEDIA TRAUMATOLOGIA DIABETOLOGIARECUPERO RIEDUCAZIONE FUNZIONALE OSTETRICIA GINECOLOGIA ENDOSCOPIA DIGESTIVA PEDIATRIA EMODIALISI*

19

20 ……………………………………………………

21 RIORGANIZZAZIONI 2013: caratteristiche comuni Personale medico dipendente AUSL comandato funzionalmente ad ASMN Posti vacanti personale medico trasferiti e ricoperti da ASMN Personale del comparto in carico AUSL Costi del personale e dei fattori di produzione a carico AUSL Produzione in carico AUSL

22 Ospedale S.Anna di C.Monti RIORGANIZZAZIONI 2013: Obiettivi integrazione con i professionisti di ASMN necessarie a garantire qualità e sicurezza della assistenza acquisizione e mantenimento delle competenze dei professionisti presso ASMN appropriatezza e continuità dei percorsi diagnostico terapeutici assistenziali della casistica trattabile nel setting assistenziale di Castelnovo né Monti

23 Urologia Costituzione di una nuova struttura semplice di Urologia Castelnovo Monti (2012), afferente alla Soc di Urologia ASMN. Questultima garantisce la continuità del Servizio Obiettivo: garantire lattività chirurgica urologica erogabile in sicurezza nel setting assistenziale di Castelnovo Monti e attività ambulatoriale Ospedale S.Anna di C.Monti

24 Ostetricia e Ginecologia Evoluzione del modello organizzativo Costituzione di una nuova struttura complessa denominata Struttura Complessa di Ostetricia e Ginecologia preposta alla gestione dei punti nascita e relativi percorsi nellambito dellAzienda Ospedaliera di Reggio Emilia e dellOspedale S. Anna di Castelnovo ne Monti afferente al Dipartimento ostetrico ginecologico pediatrico di ASMN Avvio nuova struttura - 1 Settembre 2013 Ospedale S.Anna di C.Monti

25 Ostetricia e Ginecologia Risultati attesi Assistenza al punto nascita per gravidanze fisiologiche attentamente selezionate Mantenimento in loco dellattività chirurgica ginecologica di base e sviluppo dei percorsi di integrazione per la centralizzazione di quella a più elevata complessità Garanzia dellassistenza consultoriale territoriale Ospedale S.Anna di C.Monti

26 Pediatria e Assistenza Neonatale-2013 Attribuzione ad ASMN della assistenza al punto nascita e attività pediatriche Istituzione Struttura Semplice Dipartimentale di Pediatria c/o Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico ASMN Attribuzione al Dipartimento Cure Primarie di C. Monti attività Pediatria di Comunità: un Medico in integrazione con i PLS, garantendo Pronte Disponibilità a supporto del Punto Nascita Attivazione 1 Maggio 2013 Ospedale S.Anna di C.Monti

27 Pediatria e Assistenza Neonatale - Risultati attesi Sinergie ed integrazioni necessarie a garantire qualità e sicurezza della assistenza Acquisizione e mantenimento delle competenze dei professionisti Appropriatezza e continuità dei percorsi diagnostico terapeutici assistenziali (punto nascita, degenza ordinaria, DH, OBI pediatrico) Supporto al punto nascita grazie alla attivazione del Servizio di Trasporto di Emergenza Neonatale(STEN) Ospedale S.Anna di C.Monti

28 1 settembre 2013 STEN migliora qualità e sicurezza della assistenza neonatale e la collaborazione tra centro hub e spoke SERVIZIO DI TRASPORTO EMERGENZA NEONATALE STEN

29 Chirurgia Generale Mantenimento della Struttura Operativa Complessa (istituita nel 2011) con afferenza al Dipartimento Chirurgia Generale e Specialistica di ASMN Comando funzionale ad ASMN del personale medico in ruolo a Castelnovo Monti, attribuzione dei posti di dirigente medico via via privi di copertura, reclutamento garantito da ASMN e oneri a carico del bilancio dellAzienda USL. Attivazione 15 settembre 2013 Ospedale S.Anna di C.Monti

30 Chirurgia Generale Risultati attesi Centralizzazione della casistica chirurgica più complessa e delle urgenze non gestibili in sicurezza nel setting assistenziale di C.Monti Attivazione di percorsi appropriati per il trattamento della patologia neoplastica mammaria (Breast Unit) Assicurazione in loco del trattamento delle urgenze chirurgiche, garantendo la casistica chirurgica programmata erogabile in sicurezza Possibile incremento della casistica indirizzando casi programmati dal centro hub per ridurre i tempi di attesa Ospedale S.Anna di C.Monti

31 Ortopedia Traumatologia-2013 Trasformazione della SOC in SOS e successiva afferenza della stessa alla SOC di Ortopedia Traumatologia di ASMN Comando funzionale dei medici in ruolo e attribuzione dei posti di medico via via privi di copertura, con reclutamento garantito da ASMN e oneri a carico del bilancio dellAUSL Dal 1 Luglio fase intermedia con assegnazione di funzioni vicarie Attivazione 15 Settembre 2013 Ospedale S.Anna di C.Monti

32 Ortopedia Traumatologia- Risultati attesi - Garanzia del trattamento in sede delle urgenze di traumatologia meno complessa - Trattamento di casistica programmata ortopedica erogabile in sicurezza, eventualmente implementandone la numerosità con lafferenza di casi selezionati dal centro hub, per ridurre i tempi di attesa -Centralizzazione della casistica traumatologica complessa e delle urgenze non gestibili in sicurezza nel setting assistenziale di C.Monti Ospedale S.Anna di C.Monti

33

34 RIORGANIZZAZIONI DEL PRESIDIO AUSL Dipartimento Internistico di Area Sud Montana (U.I.M.D. Scandiano, Montecchio, Castelnovo né Monti) RISULTATI ATTESI : INTEGRAZIONI E SINERGIE in particolare con la struttura Semplice dipartimentale di Medicina respiratoria Progetto Ventiloterapia Area Critica polivalente in collaborazione tra Medicina e Cardiologia e Rianimazione (ASMN): high carearea ad alta attività assistenziale di ospedale Integrazioni attività pneumologiche ambulatoriali

35 COSTI -I costi diretti dellospedale S. Anna sono stati nel 2012 di euro pari al 15,7% dei costi diretti del Presidio - Vanno aggiunti i rimborsi ad ASMN per le funzioni a gestione diretta o mista (vedi contratto di fornitura) -Negli ultimi 5 anni investimenti in attrezzature pari a euro - Gli investimenti edilizi e strutturali degli ultimi anni ammontano a di euro Ospedale S.Anna di C.Monti

36

37 Lavori di Ristrutturazione Importo complessivo dei lavori per lappalto di adeguamento alle norme di accreditamento (ultima tranche): Restano da eseguire lavori per per la ristrutturazione del piano 2°: Poliambulatori, Endoscopia, Sala Chirurgia Ambulatoriale I lavori, sospesi per le problematiche economico finanziarie con avvicendamento di ORION con SITECO, sono ripresi il 13/03/2013 La consegna della Endoscopia e Sala Chirurgia Ambulatoriale è prevista a Marzo 2014, la fine dei lavori prevista per lestate 2014

38 Ospedale S.Anna di C.Monti Grazie per lattenzione 30 ottobre 2013


Scaricare ppt "Ospedale S.Anna di C.Monti Ospedale S. Anna di Castelnovo né Monti Contesto Attività Riorganizzazioni 30 Ottobre 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google