La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli obblighi di legge relativi al rischio di capovolgimento nei trattori agricoli e forestali Ing. Leonardo Vita INAIL - DTS – VIII U.F.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli obblighi di legge relativi al rischio di capovolgimento nei trattori agricoli e forestali Ing. Leonardo Vita INAIL - DTS – VIII U.F."— Transcript della presentazione:

1 Gli obblighi di legge relativi al rischio di capovolgimento nei trattori agricoli e forestali Ing. Leonardo Vita INAIL - DTS – VIII U.F.

2 ,7 milioni di vecchi trattori da adeguare con telaio di protezione Infortunio mortale senza telaio di protezione [130 morti/anno in media] Riduzione del rischio Linee Guida Ispesl Soluzione Tecnica Progettazione, sviluppo e verifica presso il centro ISPESL di Monteporzio di strutture di protezione per vecchi trattori Produzione di 39 schede di progetto per 39 modelli di vecchi trattori tra i più diffusi in Italia Rischio di capovolgimento

3 Le condizioni di stabilità dei trattori agricoli o forestali e i necessari adempimenti corrispondenti sono state nel tempo definite in relazione allapplicazione dei precetti di cui: allarticolo 182 del DPR 547/55 alle Circolari MLPS n. 201 del , n. 209 del alla Circolare MLPS n. 49 del ai DPR n. 212 del , n. 296 del ai Decreti del Ministero dei Trasporti del e del al D.Lgs. 359/99 alla Circolare del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali n. 11 del alla Circolare del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali n. 3 del alla Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del Principali riferimenti legislativi

4 Art. 182 Posti di manovra. I posti di manovra dei mezzi ed apparecchi di sollevamento e di trasporto devono: a)potersi raggiungere senza pericolo; b)essere costruiti o difesi in modo da consentire l'esecuzione delle manovre, i movimenti e la sosta, in condizioni di sicurezza; c)permettere la perfetta visibilità di tutta la zona di azione del mezzo. Qualora per particolari condizioni di impianto o di ambiente, non sia possibile controllare dal posto di manovra tutta la zona di azione del mezzo, deve essere predisposto un servizio di segnalazioni svolto con lavoratori incaricati. TITOLO V - MEZZI ED APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO, DI TRASPORTO E DI IMMAGAZZINAMENTO D.P.R. 547/55 Art. 182 Posti di manovra

5 Con tali circolari, che facevano seguito ad altre precedentemente emanate (circ. n. 179 del 17 aprile 1972 e n. 193 del 13 ottobre 1972), il Ministero del Lavoro richiamava lobbligo di installazione dei telai di protezione sui trattori di nuova immissione sul mercato alla data del 1 gennaio 1974 che presentavano le seguenti caratteristiche costruttive: trattori a due assi; montati su ruote; con carreggiata minima superiore a millimetri (carreggiata minima misurata al centro dei pneumatici); peso superiore ad 800 chilogrammi in ordine di marcia. Erano pertanto esclusi dal campo di applicazione i trattori cingolati e i cosiddetti trattori a carreggiata stretta Circolari MLPS n. 201 del e n. 209 del Riferimenti legislativi

6 Con tale circolare sono state fornite prescrizioni tecniche che si applicavano a tutti i trattori agricoli a ruote con esclusione di quelli rientranti nella disciplina prevista dalla legge dell'8 agosto 1977, n. 572, concernente il recepimento nell'ordinamento nazionale delle direttive comunitarie in materia di omologazione di trattori agricoli o forestali. Pertanto anche i trattori a ruote immatricolati prima del 1° gennaio 1974 dovevano essere muniti di struttura di protezione in caso di capovolgimento. Circolare MLPS n. 49 del Riferimenti legislativi

7 Dal punto di vista tecnico tale circolare distingueva i trattori in due fasce di cui indicava le caratteristiche tecniche comuni e specifiche che dovevano essere possedute dai telai di protezione: 1.Caratteristiche comuni Acciaio di qualità non inferiore allo FE 42 C; Ancoraggio al ponte posteriore o al corpo del trattore Collegamenti realizzati a mezzo di mensole o piastre e bulloni, questultimi unificati da Ø 16 mm Luce massima in altezza di 900 mm dal piano superiore del sedile Circolare MLPS n. 49 del

8

9 2.Caratteristiche specifiche Per trattori con peso superiore a 2,5 tonnellate e carreggiata minima superiore a 1000 mm le dimesioni dei profilati del telaio non devono essere inferiori a mm 120 x 100 x 5 e lo spessore minimo delle mensole e delle piastre non inferiori a 20 mm; Per trattori con peso inferiore a 2,5 tonnellate e carreggiata minima superiore a 1000 mm le dimesioni dei profilati del telaio non devono essere inferiori a mm 80 x 50 x 5 e lo spessore minimo delle mensole e delle piastre non inferiori a 15 mm Circolare MLPS n. 49 del

10 Per una terza fascia residuale di trattori non fu tecnicamente possibile individuare requisiti univoci, validi nella totalità dei casi, essendovi compresa una grande varietà di macchine, anche di piccole dimensioni, snodate e destinate ad impieghi particolari. Per queste altre era richiamata la necessità di valutare caso per caso la possibilità di conseguire un sufficiente grado di sicurezza adottando strutture del tipo di quelle definite per le altre fasce. In questa terza fascia erano inclusi i trattori a carreggiata stretta Circolare MLPS n. 49 del

11 Norme di attuazione relative alla omologazione perziale CEE dei tipi di trattori agricoli o forestali a ruote per quanto corcerne alcuni dispositivi e caratteristiche Allegato 9 – prescrizioni concernenti I dispositivi di protezione in caso di capovolgimento (prova dinamica) DPR n. 212 del

12 Norme di attuazione relative alla omologazione perziale CEE dei tipi di trattori agricoli o forestali a ruote per quanto corcerne alcuni dispositivi e caratteristiche Allegato 3 – Dispositivi di protezione in caso di capovolgimento (prove statiche) DPR n. 296 del

13 Norme di attuazione relative alla omologazione perziale CEE dei tipi di trattori agricoli o forestali a ruote per quanto corcerne alcuni dispositivi e caratteristiche Allegato 2 – Dispositivi di protezione, del tipo a due montanti posteriori, in caso di capovolgimento dei trattori agricoli a carreggiata stretta Decreto del Ministero dei Trasporti del

14 Norme di attuazione relative alla omologazione perziale CEE dei tipi di trattori agricoli o forestali a ruote per quanto corcerne alcuni dispositivi e caratteristiche Allegato 5 – Dispositivi di protezione in caso di capovolgimento dei trattori agricoli a carreggiata stretta montati anteriormente Decreto del Ministero dei Trasporti del

15 Il datore di lavoro adegua ai requisiti di cui all'allegato XV, entro il 30 giugno 2001, (tale termine, con Legge 1° marzo 2002, n. 39 art. 20, è stato differito al 5 dicembre 2002 limitatamente alle attrezzature individuate ai punti 1.3 e 1.4 dellallegato XV del D. Lgs. 359/99) le attrezzature di lavoro indicate nel predetto allegato, già messe a disposizione dei lavoratori alla data del 5 dicembre 1998 e non soggette a norme nazionali di attuazione di direttive comunitarie concernenti disposizioni di carattere costruttivo, allorchè esiste per l'attrezzatura di lavoro considerata un rischio corrispondente D. Lgs. 4 agosto 1999, n. 359 Attuazione della direttiva 95/63/CE che modifica la direttiva 89/655/CEE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e salute per l'uso di attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori (G.U. 19 ottobre 1999, n. 246) D. Lgs. 4 agosto 1999, n. 359

16 Allegato XV Prescrizioni supplementari applicabili alle attrezzature di lavoro specifiche 1.3. Le attrezzature di lavoro mobili con lavoratore o lavoratori a bordo devono limitare, nelle condizioni di utilizzazione reali, i rischi derivanti da un ribaltamento dell'attrezzatura di lavoro: a) mediante una struttura di protezione che impedisca all'attrezzatura di ribaltarsi di più di un quarto di giro, b) ovvero mediante una struttura che garantisca uno spazio sufficiente attorno al lavoratore o ai lavoratori trasportati a bordo qualora il movimento possa continuare oltre un quarto di giro, c)ovvero da qualsiasi altro dispositivo di portata equivalente. …omissis Se sussiste il pericolo che il lavoratore trasportato a bordo, in caso di ribaltamento, rimanga schiacciato tra parti dell'attrezzatura di lavoro e il suolo, deve essere installato un sistema di ritenzione del lavoratore o dei lavoratori trasportati. D. Lgs. 4 agosto 1999, n. 359

17 Riferimenti legislativi Oggetto: Requisiti di sicurezza dei trattori agricoli rispetto al rischio di ribaltamento. Con la Circolare n° 11 del 13 marzo 2005 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è definitivamente intervenuto per chiarire alcuni aspetti, relativi alla disciplina e alluso dei trattori agricoli e forestali. Di fatto con tale circolare il ministero richiama lobbligo in capo ai fabbricanti di costruire e commercializzare trattori (a cingoli e a ruote) dotati dei sistemi di protezione del posto di guida, vale a dire telai, abbinati a sedili muniti di cinture di sicurezza, intese come sistema per trattenere il lavoratore allinterno del volume di sicurezza garantito dal telaio Circolare del Min. del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 11 del

18 Riferimenti legislativi Oggetto: Requisiti di sicurezza dei trattori agricoli o forestali - Applicazione di dispositivi di protezione per il conducente in caso di ribaltamento. Con la presente circolare il Ministero del Lavoro comunica che le indicazioni fornite nella linea guida ISPESL Adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti minimi di sicurezza per luso delle attrezzature di lavoro previsti al punto 1.3 dellallegato XV del D.Lgs. n. 359/99 sezione concernenteInstallazione dei dispositivi di protezione in caso di ribaltamento nei trattori agricoli o forestali - in quanto rappresentano laggiornamento dello stato dellarte - possano: costituire il necessario complemento del contenuto tecnico della circolare 49/81 per le tipologie nella stessa non considerate e, a far data dalla presente, sostituire, per quelle nella stessa prese in esame, le soluzioni a suo tempo prospettate. Circolare del Min. del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 3 del

19 Riferimenti legislativi Circolare del Min. delle Infrastrutture e dei Trasporti del Oggetto: Adempimenti previsti per la circolazione stradale a seguito di installazione di strutture di protezione contro il rischio di capovolgimento dei trattori agricoli. Con la presente circolare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti comunica che ai fini degli adempimenti previsti per la circolazione stradale, è stata riconosciuta una procedura semplificata, la quale non prevede l'aggiornamento della carta di circolazione dei trattori agricoli o forestali, che adottano i criteri di adeguamento ai requisiti di sicurezza delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte II dell'Allegato V del D.Lgs. n. 81/2008 Tale procedura è contenuta nella Linea Guida INAIL Adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti minimi di sicurezza per luso delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte II dell'Allegato V al D.Lgs. n. 81/2008

20 Si riportano di seguito alcuni riferimenti temporali in termini di adeguamento di trattori agricoli o forestali allatto dellimmissione sul mercato mediante struttura di protezione in caso di capovolgimento: 1974 – trattori a ruote a carreggiata standard fine anni 80 (1989) inizio anni 90 – trattori a ruote a carreggiata stretta metà anni 90 – trattori a cingoli Riferimenti temporali

21 Circolare n. 44 del Min. del Lavoro e delle Politiche Sociali del Oggetto: Problematiche di sicurezza delle macchine agricole semoventi – requisiti di sicurezza delle motoagricole. Con la presente circolare il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali richiama lattenzione degli utilizzatori di motoagricole già in servizio e non dotate di dispositivi di protezione in caso di capovolgimento che sussiste a loro carico lobbligo di adeguamento ai requisiti di sicurezza delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte II dell'Allegato V del D.Lgs. n. 81/2008. A tal fine possono essere impiegate le indicazioni tecniche presenti nella linea guida INAIL Adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti minimi di sicurezza per luso delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte II dell'Allegato V al D.Lgs. n. 81/2008 Lavori completati

22 ACCORDO 22 febbraio 2012 Individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori in attuazione dellart. 73, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni. La data di pubblicazione in gazzetta ufficiale è il 12/03/2012 Laccordo entra in vigore 12 mesi dopo la pubblicazione in gazzetta ufficiale Tra le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una formazione specifica alla lettera f) è riportato il trattore agricolo e forestale (allegato VIII) I lavoratori che alla data di entrata in vigore dellaccordo sono incaricati delluso delle attrezzature in esso riportate devono effettuare i corsi entro 24 mesi dalla sua entrata in vigore

23 Allegato VIII Requisiti minimi dei corsi di formazione teorico – pratico per i lavoratori addetti alla conduzione di trattori agricoli o forestali (8 – 13 ore) Modulo giuridico – normativo (1 ora) Modulo tecnico (2 ore) Verifica intermedia Modulo pratico per trattori a ruote (5 ore) Verifica finale

24 Allegato VIII Requisiti minimi dei corsi di formazione teorico – pratico per i lavoratori addetti alla conduzione di trattori agricoli o forestali (8 – 13 ore) Modulo giuridico – normativo (1 ora) Modulo tecnico (2 ore) Verifica intermedia Modulo pratico per trattori a cingoli (5 ore) Verifica finale

25 Allegato VIII Verifica intermedia Consiste in un questionario a risposta multipla riguardo agli argomenti dei due moduli teorici. La prova si intende superata se almeno il 70% delle risposte è corretto. Il superamento della prova consente il passaggio ai moduli pratici specifici. Il mancato superamento comporta la ripetizione dei moduli teorici. Verifica finale Consiste nellesecuzione di almeno due prove pratiche previste dal modulo stesso per i trattori a ruote e due per i trattori a cingoli. Il mancato superamento comporta la ripetizione del modulo pratico. Lesito positivo delle verifiche unitamente ad una presenza pari al 90% del monte ore consente il rilascio dellattestato di abilitazione.

26 Moduli teorici Modulo giuridico - normativo Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alluso delle attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo e responsabilità delloperatore (D.Lgs. 81/08). Modulo tecnico Categorie di trattori Componenti principali (struttura portante, organi di trasmissione, ecc.) Dispositivi di comando e di sicurezza (identificazione e funzionamento) Controlli pre-utilizzo (visivi e funzionali) DPI (protezione udito, vie respiratorie, contatto da prodotti antiparassitari) Modalità duso in sicurezza e rischi (capovolgimento, avviamento/spostamento, ecc.)

27 Modulo pratico Componenti principali (struttura portante, organi di trasmissione, ecc.) Dispositivi di comando e di sicurezza (identificazione e funzionamento) Controlli pre-utilizzo (visivi e funzionali) Pianificazione delle operazioni in campo (pendenze, ostacoli, condizioni del terreno) Esercitazioni pratiche (tecniche di guida e gestione delle situazioni di pericolo) Guida su terreno in piano senza attrezzature accoppiamento attrezzature portate e semiportate con rimorchio ad uno o due assi in condizioni di carico laterale – anteriore – posteriore Guida in campo senza attrezzature con rimorchio ad uno o due assi dotato di dispositivo di frenatura in condizioni di carico laterale – anteriore – posteriore Messa a riposo del trattore

28 Il possesso dellabilitazione secondo quanto previsto dallallegato VIII esonera nellambito dei lavori agricoli e forestali nel caso di installazione di attrezzature di lavoro sul trattore per elevare o sollevare carichi, scavare, livellare, livellare-asportare, dal possesso di altre abilitazioni previste dallaccordo stesso. Attrezzature diverse

29 Alla data di entrata in vigore dellaccordo sono riconosciuti i corsi già effettuati che soddisfino i seguenti requisiti: Durata non inferiore - Modulo teorico - Modulo pratico - Verifica finale di apprendimento Durata inferiore - Modulo teorico - Modulo pratico - Verifica finale di apprendimento aggiornamento entro 24 mesi dallentrata in vigore dellaccordo Durata qualsiasi - Modulo teorico - Modulo pratico - Senza Verifica finale dellapprendimento aggiornamento entro 24 mesi dallentrata in vigore dellaccordo con verifica finale dellapprendimento Formazione pregressa

30 Esperienza di lavoro I lavoratori del settore agricolo che alla data di entrata in vigore dellaccordo sono in possesso di esperienza documentata almeno pari a 2 anni sono soggetti al corso di aggiornamento da effettuarsi entro 5 anni dalla data di pubblicazione del medesimo accordo.

31 Labilitazione deve essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio dellattestato di abilitazione previa verifica della partecipazione ad un corso di aggiornamento. Il corso di aggiornamento ha durata minima di 4 ore di cui almeno 3 ore relative agli argomenti dei moduli pratici. Validità ed aggiornamento


Scaricare ppt "Gli obblighi di legge relativi al rischio di capovolgimento nei trattori agricoli e forestali Ing. Leonardo Vita INAIL - DTS – VIII U.F."

Presentazioni simili


Annunci Google