La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO COMPRENSIVO F.TEDESCO AV A.S. 2012-2013 NON SOLO LIM NON SOLO LIM DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE TECNOLOGIE DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO COMPRENSIVO F.TEDESCO AV A.S. 2012-2013 NON SOLO LIM NON SOLO LIM DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE TECNOLOGIE DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO COMPRENSIVO F.TEDESCO AV A.S NON SOLO LIM NON SOLO LIM DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE TECNOLOGIE DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE TECNOLOGIE ESPERTO : Testa Immacolata Tina Diana ESPERTO : Testa Immacolata Tina Diana Tutor : Rosato Maria Tutor : Rosato Maria GRUPPO DI LAVORO: De Angelis Maria, Ranaudo Anna, Testa Carmela, Festa Paola, GRUPPO DI LAVORO: De Angelis Maria, Ranaudo Anna, Testa Carmela, Festa Paola, Gianfrancesco Paolo, Spiniello Bruno, Petitto Maria, Petitto Giusy. Gianfrancesco Paolo, Spiniello Bruno, Petitto Maria, Petitto Giusy. 1

2 LA GUARDIA DI FINANZA E LA LEGALITA LA GUARDIA DI FINANZA E LA LEGALITA LA COOP E I SUOI PROGETTI LA COOP E I SUOI PROGETTI IL CONI E I GIOCHI MOTORI IL CONI E I GIOCHI MOTORI LASL E IL PROGETTO ASSO LASL E IL PROGETTO ASSO LO STORICO A. MASSARO E LE ORIGINI DEL BORGO LO STORICO A. MASSARO E LE ORIGINI DEL BORGO

3 POLIZIA TRIBUTARIA Si interessa dell evasione fiscale, cioè di chi non paga le tasse. POLIZIA ECONOMICA Intercetta ed arresta i fabbricatori di banconote e monete false POLIZIA GIUDIZIARIA Persegue gli spacciatori di droga, chi ricicla denaro sporco, chi si organizza in associazioni contro la legge PUBBLICA SICUREZZA UNITA' CINOFILE BASCHI VERDI Attività antiterrorismo e controlli aeroportuali NELLE SCUOLE PER AIUTARCI A: CRESCERE NEL RISPETTO DELLE REGOLE. CONOSCERE I NOSTRI DIRITTI E DOVERI. DIVENTARE CITTADINI ONESTI E RESPONSABILI.

4

5

6 Oggi, 20 marzo 2012, ci siamo recati alla scuola media per conoscere meglio le Oggi, 20 marzo 2012, ci siamo recati alla scuola media per conoscere meglio le origini e la storia del nostro borgo. origini e la storia del nostro borgo. La Preside ci ha detto che è importante conoscere le proprie origini, il proprio passato, La Preside ci ha detto che è importante conoscere le proprie origini, il proprio passato, perché solo cosi si può diventare cittadini attenti e responsabili e per questo ha perché solo cosi si può diventare cittadini attenti e responsabili e per questo ha organizzato un incontro con lo storico professore Andrea Massaro, uno studioso che organizzato un incontro con lo storico professore Andrea Massaro, uno studioso che ci ha parlato di Borgo Ferrovia. ci ha parlato di Borgo Ferrovia. Ci ha detto che Borgo Ferrovia è sorta circa un decennio dopo l Unità d Italia Ci ha detto che Borgo Ferrovia è sorta circa un decennio dopo l Unità d Italia quando, verso la fine dell 800, in tutto il Regno si ritenne importante la costruzione quando, verso la fine dell 800, in tutto il Regno si ritenne importante la costruzione di strade ferrate. di strade ferrate. Prima i mezzi di trasporto erano carri trainati da cavalli e lo scambio commerciale era Prima i mezzi di trasporto erano carri trainati da cavalli e lo scambio commerciale era molto lento. molto lento. Poi finalmente arrivò la ferrovia. Poi finalmente arrivò la ferrovia. Nel 1902 le strade di via Francesco Tedesco erano molto trafficate. Nel 1902 le strade di via Francesco Tedesco erano molto trafficate. In un antico documento si legge che ogni giorno transitavano almeno 700 carretti e In un antico documento si legge che ogni giorno transitavano almeno 700 carretti e 80 carrozze partivano dalla Puglia per andare verso Napoli e Salerno. 80 carrozze partivano dalla Puglia per andare verso Napoli e Salerno. Tutto questo movimento di mezzi, merci e uomini, fece sì che il Borgo intorno alla Tutto questo movimento di mezzi, merci e uomini, fece sì che il Borgo intorno alla stazione, diventasse un luogo pieno di vita e di attività commerciali. stazione, diventasse un luogo pieno di vita e di attività commerciali. I viandanti e i commercianti, si fermavano per mangiare, riposare, far rifocillare gli I viandanti e i commercianti, si fermavano per mangiare, riposare, far rifocillare gli animali. animali. Il signor Muscetta, nel libro : Memorie di un commerciante, racconta che Il signor Muscetta, nel libro : Memorie di un commerciante, racconta che aspettava le persone, fino a tarda ora, davanti alla stazione e le accompagnava nella aspettava le persone, fino a tarda ora, davanti alla stazione e le accompagnava nella sua locanda per farle ristorare. sua locanda per farle ristorare. Questo era per lui un sacrificio, lavorava molto, ma, in compenso, ebbe la possibilità Questo era per lui un sacrificio, lavorava molto, ma, in compenso, ebbe la possibilità di crescere economicamente ed espandere la sua attività che, in seguito, divenne il di crescere economicamente ed espandere la sua attività che, in seguito, divenne il coloniale più famoso di Avellino. coloniale più famoso di Avellino.

7 In poco tempo il borgo cominciò ad espandersi: sorsero locande, trattorie, alberghi, negozi commerciali..… Gli artigiani, come bottai, sediolai, maniscalchi, fabbri, aprirono le loro botteghe lungo le strade di via Francesco Tedesco. Il Comune fece costruire altre case popolari per i ferrovieri trasferiti ad Avellino, per consentire loro di risiedere vicino al posto di lavoro. Man mano che gli anni passavano, il rione cresceva e, naturalmente, aveva bisogno di servizi. Nel 1912 la piccola chiesetta di Borgo Ferrovia venne elevata a parrocchia, per poter celebrare matrimoni,battesimi, funerali. Anche durante le due guerre mondiali la ferrovia è stata molto utilizzata dai militari che andavano e tornavano dal fronte. Negli anni 70, quando la squadra di calcio di Avellino era in serie A, si organizzavano tante trasferte per i tifosi che sostenevano la loro squadra e la stazione era sempre più piena di vita e allegria. Il quartiere continuava a crescere, nacquero molti servizi per i cittadini: la biblioteca, la scuola, lufficio postale, poi la banca. La vecchia chiesetta era ormai troppo piccola per ospitare tutti i fedeli, cosi nacque la chiesa attuale, che divenne famosa in tutta Italia perché lartista Ettore De Concilis realizzò il murale della Pace, allora molto criticato, ma oggi considerato un capolavoro della pittura religiosa popolare. Vi sono raffigurati tanti personaggi famosi del 900, tra cui Papa Giovanni XXXIII e Pio XII, uomini politici come Togliatti,Kennedy, Fidel Castro, Mao Tse Tung e tanti artisti e persone comuni. Questanno si celebrerà il centenario della nostra chiesa.

8

9 Oggi, 15 marzo 2012, alle 10.20, siamo andati in un altra classe per un incontro con la dottoressa Rita, che ha parlato del progetto ideato dalla COOP: DIRITTI IN GIOCO. Abbiamo discusso sul significato delle parole diritti e doveri, poi ne abbiamo elencati tanti e ognuno di noi esprimeva la propria opinione. Abbiamo discusso sul diritto al gioco, alla libertà, al lavoro, alla felicità, allascolto, alla sicurezza, alla pace ecc... Grazie alle spiegazioni e agli interventi della professoressa, ho imparato altre cose sulla Costituzione. Ho capito, inoltre, che tutti noi abbiamo il diritto di vivere felici e senza problemi, ma abbiamo anche il dovere di rispettare i nostri simili. Quindi ognuno di noi ha diritto alla propria libertà, ma deve avere rispetto per quella degli altri

10

11 Il CONI,anche questanno, come lanno scorso,ha coinvolto la nostra scuola in un bellissimo progetto: ALFABETIZZAZIONE MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA. Noi della classe V, ogni martedì e mercoledì, per unora, andiamo in palestra. Oltre a fare tanta attività fisica, ci divertiamo molto perché facciamo giochi, percorsi, salti con la corda, lanci con la palla…Ma, come dice la nostra maestra Carmela, impariamo anche a rispettare le regole ed i compagni. E bello questo progetto e ci aiuta a stare in forma, perché ci muoviamo, corriamo, ed acquisiamo nuove competenze motorie. Per tutto ciò dobbiamo ringraziare la nostra istruttrice Aurelia, tanto paziente, e la nostra Preside, che ha aderito con entusiasmo all iniziativa. Poiché a questo progetto hanno aderito molte scuole di Avellino, il 9 giugno, al campo Coni, ci sarà una bellissima manifestazione: eseguiremo i percorsi motori per cui ci siamo allenati e mostreremo i risultati ottenuti, cioè che siamo diventati più agili,più sciolti e scattanti, ma anche più concentrati, paziente e rispettosi delle regole.

12 LASL,in collaborazione con i docenti dellUniversità Federico II di Napoli, nellambito del progetto di ricerca:Ristorazione scolastica, stili di vita e salute, ha coinvolto il nostro istituto, ed in particolare noi alunni della classe V,in unindagine relativa alle nostre abitudini alimentari. Abbiamo cominciato il percorso già da un po di tempo e, come prima cosa, abbiamo riportato su una tabella il nostro peso e laltezza. A marzo siamo andati alla scuola media, dove ci aspettavano due dottori per controllare peso, altezza e misura della circonferenza vita ma anche per rilevare il battito cardiaco e la pressione arteriosa. Già da tempo, quasi ogni giorno, per merenda, a scuola, mangiamo la frutta, ma stiamo anche cercando di cambiare le nostre abitudini alimentari, sforzandoci di mangiare più frutta e verdura, sia a pranzo che a cena. Il 20 aprile sono venute due dottoresse dellUniversità di Napoli per sottoporci un questionario: oltre a chiedere notizie sulle abitudini alimentari delle nostre famiglie, ci hanno chiesto se eravamo soddisfatti del nostro aspetto fisico, se ci piaceva mangiare a mensa, se e quante volte al giorno mangiamo frutta e verdura. Poi cè stata una bella discussione e abbiamo capito che questo progetto è SALUTARE perchè ci consiglia di mangiare alimenti ricchi di vitamine, fibre, sali minerali….. Se mangeremo in questo modo, faremo più attività fisica e useremo meno videogiochi e televisione, cresceremo sani ed eviteremo di ammalarci. Le abitudini alimentari che acquisiamo da bambini, saranno i nostri comportamenti alimentari da adulti.

13 ESPERIENZE INDIMENTICABILI DI SINERGIA INTERISTITUZIONALE: LA CENTRALITA DELLA SCUOLA NEL TERRITORIO PER PROMUOVERE IL SUCCESSO FORMATIVO NELLA PROSPETTIVA DELLA COMPETITIVITA SOCIALE.


Scaricare ppt "ISTITUTO COMPRENSIVO F.TEDESCO AV A.S. 2012-2013 NON SOLO LIM NON SOLO LIM DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE TECNOLOGIE DIDATTICA PERSONALIZZATA E NUOVE."

Presentazioni simili


Annunci Google