La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation LA FACILITAZIONE DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE NELLECONOMIA GLOBALE ( 2^ Riunione del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation LA FACILITAZIONE DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE NELLECONOMIA GLOBALE ( 2^ Riunione del."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation LA FACILITAZIONE DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE NELLECONOMIA GLOBALE ( 2^ Riunione del Gruppo di lavoro sui problemi degli operatori: Roma, 20 ottobre 2010 ) 1

2 DALLE PAROLE AI FATTI La crisi economica volge al termine e lItalia deve darsi gli strumenti per competere in uneconomia sempre più globalizzata. La crisi economica volge al termine e lItalia deve darsi gli strumenti per competere in uneconomia sempre più globalizzata. La facilitazione del commercio internazionale è la spinta di cui hanno bisogno le nostre imprese, specialmente le PMI. La facilitazione del commercio internazionale è la spinta di cui hanno bisogno le nostre imprese, specialmente le PMI. Senza questa spinta rischiamo il declino: le imprese non esportano, non crescono, non si internazionalizzano come potrebbero, ma ripiegano sulla delocalizzazione. Senza questa spinta rischiamo il declino: le imprese non esportano, non crescono, non si internazionalizzano come potrebbero, ma ripiegano sulla delocalizzazione. Insomma, …. E IL MOMENTO DI AGIRE Insomma, …. E IL MOMENTO DI AGIRE 2 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

3 IL SUPPLY CHAIN HEXAGON 3 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

4 I PASSI NECESSARI - 1 Lidea Lidea La ricerca del partner (p.es. tramite CCIAA, ICE, altro) La ricerca del partner (p.es. tramite CCIAA, ICE, altro) Il contatto (p.es. tramite CCIAA, ICE, altro) Il contatto (p.es. tramite CCIAA, ICE, altro) Lordine (lordine di acquisto) Lordine (lordine di acquisto) Preparare i beni o i servizi (lista dei contenuti e dei pesi-packing list) Preparare i beni o i servizi (lista dei contenuti e dei pesi-packing list) Prepararsi per la spedizione o fornitura (ricerca dello spedizioniere, del vettore, ecc.) Prepararsi per la spedizione o fornitura (ricerca dello spedizioniere, del vettore, ecc.) Le procedure di pagamento (ordine di acquisto, fattura, packing list, documento di trasporto, ecc) Le procedure di pagamento (ordine di acquisto, fattura, packing list, documento di trasporto, ecc) Le procedure finanziarie (ricerca di credito, elargizione di credito, ecc.) Le procedure finanziarie (ricerca di credito, elargizione di credito, ecc.) Lassicurazione (copertura assicurativa a B, M o L termine) Lassicurazione (copertura assicurativa a B, M o L termine) Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

5 I PASSI NECESSARI - 2 Lesportazione (fattura, certificato di origine, ecc.) Lesportazione (fattura, certificato di origine, ecc.) Il trasporto (booking, buono o ricevuta di imbarco, ecc.) Il trasporto (booking, buono o ricevuta di imbarco, ecc.) La documentazione necessaria (AWB-Air Way Bill, polizza carico, ecc.) La documentazione necessaria (AWB-Air Way Bill, polizza carico, ecc.) Le numerose procedure regolamentari (licenze imp-exp, certificazioni saniatarie, zoosanitarie, veterinarie, fitosanitarie, autorizzazioni varie, nulla osta, svincolo merci, ecc.) Le numerose procedure regolamentari (licenze imp-exp, certificazioni saniatarie, zoosanitarie, veterinarie, fitosanitarie, autorizzazioni varie, nulla osta, svincolo merci, ecc.) Ratio procedure sanitarie: tutelare la salute pubblica Ratio procedure sanitarie: tutelare la salute pubblica Ratio procedure doganali: assicurare entrate allerario Ratio procedure doganali: assicurare entrate allerario >> dallidea alla sua concretizzazione >> un percorso attraverso un numero esorbitante di documenti e soggetti competenti !!! (che supera di gran lunga i 78 documenti e i 18 tra Amministrazioni ed Enti vari coinvolti per la parte concernente le sole procedure doganali ) 5 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

6 IN MEDIO STAT VIRTUS Il necessario equilibrio tra controlli necessari e necessità di commerciare con lestero I passi sopra abbozzati sono tutti necessari? I passi sopra abbozzati sono tutti necessari? Certamente hanno una loro ragion dessere, ma occorre semplificare la vita agli operatori. Certamente hanno una loro ragion dessere, ma occorre semplificare la vita agli operatori. 6( L'URLO, dell'operatore )

7 Lagenda: una proposta operativa Un questionario per censire i problemi degli operatori Un questionario per censire i problemi degli operatori Individuazione dei testi di legge ai fini di una semplificazione normativa, regolamentare e burocratica Individuazione dei testi di legge ai fini di una semplificazione normativa, regolamentare e burocratica Segmentazione delle competenze e mancanza di coordinamento Segmentazione delle competenze e mancanza di coordinamento Disponibilità di organico e razionalizzazione delle risorse umane Disponibilità di organico e razionalizzazione delle risorse umane Carenze strutturali Carenze strutturali 7 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

8 GLI OBIETTIVI DI QUESTO G.L.P.O. A BREVISSIMO TERMINE: redigere una prima serie di Best Practices, da oggi a metà dicembre 2010, da sottoporre allattenzione del Ministro. A BREVISSIMO TERMINE: redigere una prima serie di Best Practices, da oggi a metà dicembre 2010, da sottoporre allattenzione del Ministro. A MEDIO-LUNGO TERMINE: raccogliere ulteriori suggerimenti per la semplificazione e facilitazione del commercio internazionale (al fine di traslare in chiave elettronica le fasi di cui si è detto in precedenza). Ciò per dotare lItalia di un suo International Trade Hub per spingere sullacceleratore delle esportazioni, della crescita e dellinternazionalizzazione delle nostre imprese. INSOMMA, E LORA DI A MEDIO-LUNGO TERMINE: raccogliere ulteriori suggerimenti per la semplificazione e facilitazione del commercio internazionale (al fine di traslare in chiave elettronica le fasi di cui si è detto in precedenza). Ciò per dotare lItalia di un suo International Trade Hub per spingere sullacceleratore delle esportazioni, della crescita e dellinternazionalizzazione delle nostre imprese. INSOMMA, E LORA DI Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

9 … accendere la miccia e partire !!! 9 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation

10 GRAZIE A TUTTI PER LATTENZIONE E BUON LAVORO Dipartimento per lImpresa e lInternazionalizzazione Direzione Generale per lInternazionalizzazione e la Promozione degli Scambi Task Force on Trade Facilitation Contact points: Claudio PADUA, Riccardo SCARPULLA Emilia BRUNI Daniela RICCI Telefoni: / 2467 / 2604 / 2497 SEMPROITALIA web site: 10 Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation


Scaricare ppt "Ministero dello Sviluppo Economico Task Force on Trade Facilitation LA FACILITAZIONE DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE NELLECONOMIA GLOBALE ( 2^ Riunione del."

Presentazioni simili


Annunci Google