La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Maiale Mal Ridotto Un giorno un Maiale si stava divertendo nel fango, il Maiale si era sporcato moltissimo. Lestate finì e il Maiale non riuscì a giocare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Maiale Mal Ridotto Un giorno un Maiale si stava divertendo nel fango, il Maiale si era sporcato moltissimo. Lestate finì e il Maiale non riuscì a giocare."— Transcript della presentazione:

1

2 Il Maiale Mal Ridotto Un giorno un Maiale si stava divertendo nel fango, il Maiale si era sporcato moltissimo. Lestate finì e il Maiale non riuscì a giocare nel fango e non poté più sporcarsi. Il Maiale era nel porcile, guardava la neve e pensava: Quando finisce questa neve e torna lestate?. Il Maiale stava aspettando e i giorni passavano, il Maiale aspettava sempre. Un giorno il sole brillò nel cielo e il Maiale era felicissimo, però la neve non si scioglieva così facilmente perché ne era caduta tanta. Finalmente lestate tornò e il Maiale cominciò a giocare e a sporcarsi nel fango e visse felice e contento.

3 Il gatto e il topo Un giorno un topo sentì il profumo di formaggio e andò verso il profumo, un gatto gli fece: Miao! Miao! Il topo gli chiese: Chi sei? Cosa vuoi? Il gatto rispose: Sono io, il gatto cattivo! Ah, ah, ah! Il gatto cattivo! Aiutooooo!!!!!!! urlò il topo. E lo mangiò in un solo boccone. Il topo, mentre stava dentro la pancia del gatto, gli fece il solletico con la coda e uscì fuori. Da allora il topo visse felice. La morale è: non mangiare mai i deboli.

4 Il gallo e la volpe Un gallo molto potente aveva costruito un castello. Un giorno una volpe vide il castello e decise di rubarlo, allora entrò. Quando vide il gallo gli disse che il castello ormai era vecchio e bisognava distruggerlo. Ma il gallo gli rispose che aveva visto due guardie e la volpe scappò e non aveva venduto il castello. La morale è che bisogna comprarle le cose invece che rubarle.

5 La volpe e la lumaca Una volpe molto affamata, e un po assonnata, cercava una preda da mettere sotto i denti. Ad un certo punto vide una lumaca che faceva la guardia al palazzo del re del suo regno. La volpe cercò di acchiapparla una prima volta, ma non ci riuscì. Provò e riprovò ma non ci riuscì. La volpe ebbe unidea, cioè di fingere di essere sua amica, e dirle che il re le voleva chiedere una consulenza. Ma la lumaca non ci credette e le diede una botta sulla testa. La volpe dopo ore e se ne andò dicendo: Tanto non avevo molta fame, e quella lumaca secondo me non era neanche tanto buona!!!

6 Il leone perseverante In un giorno d estate un leone affamato, non riusciva a trovare del cibo. A un tratto vide un alce e tentò di mangiarla ma non ci riuscì. Quando stava per arrendersi vide un ippopotamo molto grasso e pensò:Meglio mangiare un ippopotamo grasso che un alce magra. Corse verso l ippopotamo, lo stava per assalire quando l ippopotamo saltò dentro lacqua e il leone s infuriò così tanto che diede un calcio per terra e fece un buco di 7 metri di profondità e un metro e mezzo di larghezza. Quando ritornò a casa sempre affamato, si mise a riposare. Il giorno seguente andò a caccia e trovò un antilope viva ma non riuscì a prenderla e ritentò più lontano. Vide un elefante e nuovamente non riuscì a prenderlo e cominciò a pensare che era un incapace anche essendo il re della foresta. Più tardi rivide l ippopotamo, stavolta però ci riuscì a mangiarlo. (non bisogna mai arrendersi)

7 Il cane e il topo alla ricerca di un padrone Un cane vide un topo e decise di prenderlo. Ma il topo lo pregò: In cambio di un pezzo di formaggio ti aiuterò a trovare un padrone. Il cane accettò e pochi giorni dopo andarono a cercare un padrone. Ma non cera nessuno disponibile e quando stavano per rinunciarci una vecchietta raccolse il cane e lo portò a casa sua. Il topo disse al cane: Vedi cane, collaborando si riesce a fare tutto. Da quel giorno ospitarono anche il topo nella casa. La vecchia si prende cura anche del topo e naturalmente diventarono amici per tutta la vita. Il cane e il topo giocavano con la loro pallina. La morale di questa storia è che collaborando si può fare tutto.

8 La giraffa e i 2 cuccioli di pantera Un giorno una giraffa camminava nella savana e vide dei cuccioli di pantera che si stavano litigando un pezzo di carne. Allora la giraffa andò là e disse: Cosa combinate? Lui mi ha rubato la carne. E stato lui!. Allora la giraffa tagliò a metà la carne e ne diede un pezzo ciascuno. La morale è: Non si deve mai litigare.

9 Gli uccelli litigiosi Linverno sta per andarsene e ogni uccello deve fare il nido. Cè un uccellino che vuole prenderlo già fatto, ma il proprietario del nido non glielo permette. E cosi inizia un litigio: -Tu mi stai rubando il mio nido!- -Non e vero, perche tu non lo usi!?- -Io uso tutto quello che mi appartiene e quindi molla il mio nido- -No- -E invece sì, e se non lo lasci ti butto giù dal mio ramo - -E allora precisiamo la cosa!- -Sono daccordo- -Allora questa notte ci dormo io e domani notte ci dormi tu, intesi!?- -Sì, intesi!- E così per tutta la primavera, lestate e lautunno divisero il nido. Non bisogna mai litigare, ma sempre trovare una soluzione pacifica ai problemi. SSSSSSSS S

10 La tartaruga in gara Cera una volta una tartaruga che voleva vincere la gara dellanno. La tartaruga si allenò per andare alla gara, e divenne velocissima. La tartaruga andò alla gara ma purtroppo perse perché non ce la faceva più. Aveva vinto unaltra tartaruga. Dopo un anno si rifece la gara. La tartaruga si era allenata tutti i giorni per tutto lanno. Si ricordò che cera la gara e, visto che era molto preparata, si presentò per una seconda volta. Vinse e diventò ricca.

11 LA CICALA E LA FORMICA Un giorno destate una vecchia cicala cantava allegramente sul ramo di un albero. Passò di lì una formica che stava raccogliendo del cibo per i suoi cuccioli. La cicala la prese in giro e incominciò a ridere, perché non si stava godendo lestate. Quando venne linverno la cicala morì di freddo, mentre la formica se ne stava al calduccio.

12 La zebra vanitosa Cera una zebra di nome Margherita. Essa viveva in una fattoria con altri animali, ma tutti la detestavano. Cera solo una papera che non la detestava affatto. La papera un giorno le disse: Cara Margherita non devi essere così vanitosa, se continuerai così perderai tutti gli amici. Ma lei non la ascoltò. La zebra perse tutti gli amici, allora, dopo aver mangiato, si rifugiò in una caverna a piangere. Dopo un po di giorni gli animali della fattoria andarono a cercare Margherita e la riportarono alla fattoria; mentre si incamminavano la consolavano. Arrivati alla fattoria gli altri animali la perdonarono per essere stata antipatica con tutti gli altri. Da quel giorno la zebra Margherita non fu più vanitosa. La morale di questa favola è che non devi essere vanitosa e se lo sei perdi gli amici.

13 Il corvo e pavone Linverno stava per arrivare. Il pavone si stava preparando ma il corvo non aveva pensato alla stagione fredda. Il corvo era furbo credendo di poter rubare tutto il cibo al pavone. Dopo qualche giorno il corvo vide il pavone e gli disse: Dove abiti? Il pavone gli disse lindirizzo, il corvo andò da lui e gli rubò qualche cosa da mangiare. Il pavone si accorse di essere stato derubato e disse al corvo: Hai visto qualcuno? No rispose il corvo. Per caso sei stato tu a rubarmi il cibo per linverno? No. Il giorno dopo il pavone restò in un nascondiglio, il corvo non si accorse della sua presenza e rubò altre cose. Ma il pavone gridò: Ti ho visto!! Sei tu il ladro!! Così il corvo se ne andò senza cibo.


Scaricare ppt "Il Maiale Mal Ridotto Un giorno un Maiale si stava divertendo nel fango, il Maiale si era sporcato moltissimo. Lestate finì e il Maiale non riuscì a giocare."

Presentazioni simili


Annunci Google