La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stato della conoscenza problema Amianto a Coordinamento Associazioni Ambientaliste Lido La attuale conoscenza dello stato dellarte di tale problematica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stato della conoscenza problema Amianto a Coordinamento Associazioni Ambientaliste Lido La attuale conoscenza dello stato dellarte di tale problematica."— Transcript della presentazione:

1

2 Stato della conoscenza problema Amianto a Coordinamento Associazioni Ambientaliste Lido La attuale conoscenza dello stato dellarte di tale problematica è data da : Informazione da Giornali, Colloqui informali, Analisi visive a distanza di Legge, La struttura commissariale sollecitata su tale argomento, anche con comunicazione scritta da parte di C.A.A.L., ad una fattiva discussione tecnica sui risultati analitici effettivi e relative responsabilità (sebbene ne abbia avuto lobbligo anche dalla C.N.A.D.A.) non ha ritenuto necessario onorare questo tipo di richiesta a fini collaborativi.

3 E perdita di tempo rifare la storia del giacimento _ 1 parte Ma è significativo quanto dichiarato l11 giugno 2010 Gazzettino: Nessuno prima che ci mettessimo a scavare sapeva della presenza di amianto nel sottosuolo, perciò porteremo a termine una grande operazione, a lavori conclusi, anche di risanamento e di riqualificazione ambientale. Quindi lobiettivo iniziale del progetto assume un nuovo ulteriore aspetto veramente interessante Le opere di intervento, ma ne siamo sicuri, hanno seguito con scrupolo le linee guida della Regione, e tutte le disposizioni di legge, ci invece lascia perplessi che prima dellintervento non sia stata fatta unindagine storica ambientale e una caratterizzazione specifica dellarea.

4 Gli interventi, con alterne vicende, anche economiche, hanno comportato movimentare circa m3 di sabbia con pezzi di amianto-cemento in discarica estero. Si trova strano che la classica tecnologia della cernita manuale e della vagliatura per tali interventi agladdetti ai lavori non garantisse la totale bonifica o meglio non sia stata sostenuta esplorando tutti i percorsi possibili. Si trova strano anche che le lastre di fibrocemento derivanti dalle capanne siano state sparse in unarea di m 2 per una profondità di circa 3,5 m e più. Sicuramente la ditta esecutrice, con la supervisione di SPISAL, per garantire Igiene Ambientale e Sicurezza del Lavoro ha effettato lanalisi delle fibre libere in aria contemporaneamente allanalisi del suolo. E perdita di tempo rifare la storia del giacimento _ 2 parte

5 OBIETTIVI DI BONIFICA Gli obiettivi di bonifica nel volume racchiuso in unarea di m 2 e profondo mediamente 3,5 m si dà per certo che siano stati raggiunti, dopo una spesa estremamente elevata di circa 16 Mil, per quanto riguarda i terreni le emissioni aereo-disperse le acque è chiedibile di conseguenza ad ISPESL / USL la restituzione del terreno ai fini legittimi ?

6 Convinti della buona esecuzione Non si può nemmeno pensare che un Ente Pubblico quando si parla di HE&S possa operare in maniera sconsiderata, pertanto, a scanso di equivoci, è fondamentale, perché il PalaBuco divenga una opportunità non solo per il Cinema e non sia invece un grande problema la richiesta : verificare se si sia ancora la presenza di pezzi di lastra, di sfridi dovuti a movimentazione terra e se le fibre libere siano al di sotto dei limiti consentiti dalla legge. chiedere a SPISAL / ULSS, effettuati, anche assieme, tali controlli, la certificazione e la restituzione delluso legittimo dellarea. Nel caso il fondo scavo avesse ancora delle problematiche localizzate si possano effettuare interventi mirati di cernita o con tecniche di incapsulamento con poliuree, di teli di tessuto non tessuto e riporto di terra certificata

7 D.M. 27 / 09 / 2010 TAB 1 ALL 2 Per evitare la dispersione di fibre, la zona di deposito deve essere coperta con materiale appropriato, quotidianamente e prima di ogni operazione di compattamento e, se i rifiuti non sono imballati,deve essere regolarmente irrigata. I materiali impiegati per copertura giornaliera devono avere consistenza plastica, in modo da adattarsi alla forma e ai volumi dei materiali da ricoprire e da costituire un'adeguata protezione contro la dispersione di fibre, con uno strato di terreno di almeno 20 cm di spessore. Nella destinazione d'uso dell'area dopo la chiusura devono essere prese misure adatte a impedire il contatto tra rifiuti e persone. Nella copertura finale dovrà essere operato il recupero a verde dell'area di discarica, che non dovrà essere interessata da opere di escavazione ancorché superficiale

8 Analisi e tecnica Le analisi di materiali in massa Il materiale contiene amianto? (analisi qualitativa ) qual è il tipo di amianto ? (analisi morfologica) quanto amianto contiene ? (analisi quantitativa - ponderale) Le tecniche di microscopia di utilizzo più comune sono: stereomicroscopia microscopia ottica a contrasto di fase (MOCF) microscopia elettronica a scansione (SEM) microscopia elettronica a trasmissione (TEM)

9 LIMITI DI LEGGE ITALIA AEREODISPERSE AMBIENTI DI LAVORO –(D.lgs. n. 81/2008) 0,1ff / cm 3 = 100 ff / l in caso di superamento vengo adottate le misure indicate nellart. 254 deld.lgs. n. 81/2008 AMBIENTI INDOOR, AMBIENTI DI VITA –(D. M. 6/9/94) INDICI DI CONTAMINAZIONE AMBIENTALE IN ATTO: 20 ff / l TECNICA MOCF 2 ff / l TECNICA SEM CRITERI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA RESTITUIBILITÀ UTILIZZO TECNICA SEM CONCENTRAZIONE MEDIA DI FIBRE AERODISPERSE NON SUPERIORE ALLE 2 ff / l Cautelativamente si considera un valore di 0,4 ff / l massimo

10 Ed il suolo inquinato da amianto ? Il decreto legislativo 152 / 06 stabilisce che lamianto non deve superare il limite di 1 g per ogni kg di suolo secco : Tale limite coincide con il limite di rilevabilità delle tecniche analitiche gravimetriche (FT--IR) e (DRX) SEM ( per Concentrazione da 1000 a ppm e 100 a 1000 analisi semiquantitativa ) Azione di controllo se la bonifica ha raggiunto gli obiettivi con la maggior spesa in Italia per una bonifica da cemento amianto.

11 Disponibili a collaborare per trovare la soluzione più consona per ottenere un Greenfield da un pessimo Brownfield chiacchierato e contestato

12 Brownfield definition Real property, the expansion, redevelopment, or reuse of which may be complicated by the presence or potential presence of a hazardous substance, pollutant, or contaminant Sito che è già stato usato dalluomo per scopi produttivi e che risulta essere unarea abbandonata, inutilizzata o sotto- utilizzata in cui lespansione o il recupero sono ostacolati da un inquinamento ambientale (US EPA)

13 Andamento fibre libere Posto lavoro Fonte Commissione Federale Coordinamento Salute Lavoratori Svizzera Valore media aria FB L / m 3 =

14 Interventi Significativi Bari Torre Quetta m 2 a terra e m 2 a mare per un totale di 1100 t MCA Bagnoli ex Eternit m 2 di cui area coperta : 7000 t a 2A, 250 t a 2 C e 220 t a termo distruzione plasma : Milano Sole 24 Ore m 2 coperto 6 km di isolamento tubi, 600 m canali di gronda, 630 m 3 amianto friabile :


Scaricare ppt "Stato della conoscenza problema Amianto a Coordinamento Associazioni Ambientaliste Lido La attuale conoscenza dello stato dellarte di tale problematica."

Presentazioni simili


Annunci Google