La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

"ALTRIMENTI… SIAMO FRITTI…" POCKET SERVICE s.r.l. PAVIA Provincia di Pavia Assessorato alle Politiche Agricole, Faunistiche, Naturalistiche PAVIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: ""ALTRIMENTI… SIAMO FRITTI…" POCKET SERVICE s.r.l. PAVIA Provincia di Pavia Assessorato alle Politiche Agricole, Faunistiche, Naturalistiche PAVIA."— Transcript della presentazione:

1 "ALTRIMENTI… SIAMO FRITTI…" POCKET SERVICE s.r.l. PAVIA Provincia di Pavia Assessorato alle Politiche Agricole, Faunistiche, Naturalistiche PAVIA

2 OGGI...IL PROBLEMA 1. In un'epoca sempre più sofisticata anche i cosiddetti"rifiuti" cambiano e diventano elementi complessi da catalogare e gestire I rifiuti sono potenzialmente pericolosi e costosi nella loro gestione 3. strategie delle R

3 Strategia delle R 1. Responsabilità nell'acquisto 2. Riduzione del consumismo (meno imballaggi e sprechi) 3. Riciclare 4. Riusare 5. Raccolta differenziata 6. Ridurre

4 Rifiuti: da problema a risorsa e materia Un esempio: l'OLIO Ogni giorno vengono gettati nel lavandino tonnellate di olio! 1 L di olio rende non potabile circa 1 milione di litri di acqua 1 L di olio rende non potabile circa 1 milione di litri di acqua da 1 kg di olio usato si ricavano circa o,8 kg di lubrificante rigenerato da 1 kg di olio usato si ricavano circa o,8 kg di lubrificante rigenerato

5 OLIO:problema o risorsa? Oli Vegetali Esausti (oli per frittura e la conservazione degli alimenti) se disperso nel suolo impedisce o limita l'assunzione dei nutrimenti da parte della flora se disperso nel suolo impedisce o limita l'assunzione dei nutrimenti da parte della flora se disperso negli specchi d'acqua(falde acquifere) impedisce l'ossigenazione se disperso negli specchi d'acqua(falde acquifere) impedisce l'ossigenazione se scolato nello scarico domestico crea danni al sistema di depurazione (aumento dei costi- oltre un 1 per litro di olio versato) se scolato nello scarico domestico crea danni al sistema di depurazione (aumento dei costi- oltre un 1 per litro di olio versato)

6 Da cibo a sostanza pericolosa… Ecco perche raccogliere lolio vegetale! E una sostanza molto dannosa allambiente, se versato nel lavandino o nel wc di casa, nella pattumiera o nel giardino del vicino ecc. ecc. provoca inquinamento E una sostanza molto dannosa allambiente, se versato nel lavandino o nel wc di casa, nella pattumiera o nel giardino del vicino ecc. ecc. provoca inquinamento

7 Un problema…

8 Lo sapevate che… Il è un codice numerico di 6 cifre che identifica un determinato rifiuto in base al settore di attività, al processo produttivo di provenienza e alla categoria. Ciascuna coppia di numeri identifica (da sinistra a destra) : Il Codice CER(Catalogo Europeo dei Rifiuti) è un codice numerico di 6 cifre che identifica un determinato rifiuto in base al settore di attività, al processo produttivo di provenienza e alla categoria. Ciascuna coppia di numeri identifica (da sinistra a destra) : a) classe (settore di attività da cui deriva il rifiuto)- ; a) classe (settore di attività da cui deriva il rifiuto)- 20=rifiuto urbani, domestici, assimilabili; b) sottoclasse : processo produttivo di provenienza -01= frazioni oggetto di raccolta diff.; b) sottoclasse : processo produttivo di provenienza -01= frazioni oggetto di raccolta diff.; c) categoria : nome del rifiuto- c) categoria : nome del rifiuto- 25= oli e grassi commestibili.

9 A ciascuno il suo olio…prodotto

10 Un problema Se penetra nel sottosuolo… Lolio che penetra nel sottosuolo si deposita con un film sottilissimo attorno alle particelle di terra e forma così uno strato di sbarramento tra le particelle stesse, lacqua e le radici capillari delle piante,impedendo lassunzione delle sostanze nutritive. Lolio che penetra nel sottosuolo si deposita con un film sottilissimo attorno alle particelle di terra e forma così uno strato di sbarramento tra le particelle stesse, lacqua e le radici capillari delle piante,impedendo lassunzione delle sostanze nutritive.

11 Se viene a contatto con lacqua… Lacqua è senza dubbio la sostanza più comune e più diffusa nellambiente ed è inoltre una delle più importanti. Oltre ad essere utilizzata come fonte di vita per vegetali e animali, viene impiegata nelle fabbriche e nelle industrie. Lacqua è senza dubbio la sostanza più comune e più diffusa nellambiente ed è inoltre una delle più importanti. Oltre ad essere utilizzata come fonte di vita per vegetali e animali, viene impiegata nelle fabbriche e nelle industrie. Lacqua può però svolgere le sue numerose funzioni (diluire le sostanze, trasportare, ecc.) solo se rimane allinterno di un meccanismo naturale detto ciclo dellacqua. Lacqua può però svolgere le sue numerose funzioni (diluire le sostanze, trasportare, ecc.) solo se rimane allinterno di un meccanismo naturale detto ciclo dellacqua.

12 IL CICLO DELLACQUA Negli ambienti naturali lacqua viene continuamente utilizzata, purificata e riciclata.

13 INQUINAMENTO DELL'ACQUA Se lolio raggiunge lo specchio della falda freatica forma sopra lo stesso uno strato superficiale che si sposta con la falda verso valle; in tal modo può raggiungere pozzi di acqua potabile anche molto lontani, rendendoli inutilizzabili; infatti un litro dolio mescolato a un milione di litri dacqua basta per alterare il gusto in limiti incompatibili con la potabilità. Se lolio raggiunge lo specchio della falda freatica forma sopra lo stesso uno strato superficiale che si sposta con la falda verso valle; in tal modo può raggiungere pozzi di acqua potabile anche molto lontani, rendendoli inutilizzabili; infatti un litro dolio mescolato a un milione di litri dacqua basta per alterare il gusto in limiti incompatibili con la potabilità.

14 UNA MINACCIA PER LAMBIENTE Lolio che invece raggiunge gli specchi dacqua superficiali può formare una sottile pellicola impermeabile che impedisce lossigenazione e compromette flora e fauna. Lolio che invece raggiunge gli specchi dacqua superficiali può formare una sottile pellicola impermeabile che impedisce lossigenazione e compromette flora e fauna.

15 UNA MINACCIA PER LAMBIENTE PASSANDO DALLACQUA E impressionante sapere che un solo chilo di olio usato è sufficiente per coprire con questa pellicola una superficie di 1000 metri quadrati e rendere non potabile circa un milione di litri d'acqua, E impressionante sapere che un solo chilo di olio usato è sufficiente per coprire con questa pellicola una superficie di 1000 metri quadrati e rendere non potabile circa un milione di litri d'acqua, quantità sufficiente per il consumo di acqua di una persona per 14 anni quantità sufficiente per il consumo di acqua di una persona per 14 anni

16 Se gettato nel lavandino… Lolio disperso nella rete fognaria, anche laddove esistono impianti fognari adeguati, pregiudica il corretto funzionamento dei depuratori influenzando negativamente i trattamenti biologici e rendendoli più costosi. La presenza di oli nei depuratori viene risolta nella fase preliminare del trattamento attraverso la realizzazione di appositi disoleatori basati sul principio della flottazione, per separare gli oli e i grassi che galleggiano nel liquame. La depurazione di questi rifiuti ha, infatti, un costo rilevante: Per pretrattare 1 kg di olio usato sono necessari almeno 3 kWh Ogni kWh costa circa 0.15 Ogni kWh costa circa 0.15 Dunque per ogni kg di olio da depurare si spende circa 1.00 Dunque per ogni kg di olio da depurare si spende circa 1.00

17 Inoltre… e molto costoso contenere i danni una volta che lolio si trova nelle acque e molto costoso contenere i danni una volta che lolio si trova nelle acque

18 Una buona notizia! Può essere una risorsa! Ecco perche raccogliere lolio vegetale Lolio fritto e recuperabile al 100% Lolio fritto e recuperabile al 100%

19 UNA RISORSA… Recuperare questo rifiuto produce un notevole risparmio sotto diversi aspetti: Riutilizzo come materia prima Riutilizzo come materia prima Riduzione nei costi di manutenzione degli impianti di depurazione, gravemente danneggiati dalla sostanza viscosa che si forma nella condutture Riduzione nei costi di manutenzione degli impianti di depurazione, gravemente danneggiati dalla sostanza viscosa che si forma nella condutture

20 Una risorsa… Lolio alimentare esausto, dopo un processo di rigenerazione, diventa sostanza grezza e in relazione al grado di purezza e di trasparenza raggiunto è RICICLABILE come base per svariati prodotti Lolio alimentare esausto, dopo un processo di rigenerazione, diventa sostanza grezza e in relazione al grado di purezza e di trasparenza raggiunto è RICICLABILE come base per svariati prodotti

21 UNA RISORSA…

22 I biufuel devono rispettare dei criteri di sostenibilità: Assicurare una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra di almeno il 35% Le materie prime non devono provenire da terreni ricchi di biodiversità Le materie prime non devono provenire da terreni che presentano un elevato stock di carbonio(boschi, zone umide…)

23 1. Utilizzo di olio esausto filtrato e trattato al fine di ottenere energia elettrica e termica a bassissimo inquinamento Un altro esempio: La Cogenerazione

24 Lolio che fa la …differenza! Differenziare questo tipo di rifiuto incrementa e migliora la Raccolta Differenziata con conseguenti vantaggi economici e ambientali (protezione delle fognature e recupero di materia prima) Differenziare questo tipo di rifiuto incrementa e migliora la Raccolta Differenziata con conseguenti vantaggi economici e ambientali (protezione delle fognature e recupero di materia prima) Si adempie al Codice dellAmbiente(art.192 dlgs 152/2006)che vieta di gettare nel lavandino e nellambiente lolio usato. In particolare prescrive l' obbligo della raccolta, recupero e riciclaggio degli oli e grassi vegetali e animali esausti, classificati come rifiuti speciali non pericolosi - codice CER " Si adempie al Codice dellAmbiente(art.192 dlgs 152/2006)che vieta di gettare nel lavandino e nellambiente lolio usato. In particolare prescrive l' obbligo della raccolta, recupero e riciclaggio degli oli e grassi vegetali e animali esausti, classificati come rifiuti speciali non pericolosi - codice CER "

25 Come fare? ecco il progetto... la SCUOLA come fulcro: i bambini come portavoce dei rischi di una scorretta gestione la SCUOLA come fulcro: i bambini come portavoce dei rischi di una scorretta gestione verifica della possibilità di avere alternative andando a risparmiare in depurazione verifica della possibilità di avere alternative andando a risparmiare in depurazione olio come risorsa e materia per energia( olio lubrificante- x asfalti -biodisel-mastici, collanti, saponi- calore) olio come risorsa e materia per energia( olio lubrificante- x asfalti -biodisel-mastici, collanti, saponi- calore)

26 Obiettivi generali: l'opportunità 1. raggiungere > consapevolezza sui gravi rischi della dispersione di oli 2. promuovere comportamenti sostenibili 3. coinvolgere la cittadinanza per tutelare il territorio 4. contribuire ad incrementare la raccolta differenziata 5. contribuire a promuovere il pacchetto " " della politica energetica europea (20 % di riduzione della co - 20%di aumento dell'efficienza energetica riducendo i consumi- 20% di energia da fonti rinnovabili) ²

27 Obiettivi specifici 1. dare una buona informazione sui danni dell'olio buttato e i vantaggi di una corretta gestione 2. consapevolezza che i piccoli cambiamenti nella vita quotidiana di oggi possono garantire futuro migliore per il territorio e collettività 3. possibilità di effettuare " comportamenti individuali adeguati" (sperimentazione della raccolta corretta dell'olio) 4. volontà dei singoli di impegnarsi per ottenere vantaggi permanenti per la collettività e l'ambiente

28 AZIONI PRINCIPALI 1. Parte informativa 2. Parte operativa

29 Parte informativa 1. creare un pubblico attento e interessato alle problematiche ambientali 2. realizzazione di campagne informative e formative per raggiungere il maggior numero di famiglie 3. campagne informative differenziate x operatori e docenti del mondo della scuola; gli alunni delle scuole coinvolte; i genitori; i cittadini 4. Momenti di formazione rivolti a docenti ed operatori della scuola; famiglie degli alunni coinvolti; cittadini 5. istituzione di PREMI per gli alunni delle scuole coinvolte per stimolare nuovi approcci e soluzioni al problema del riutilizzo dell'olio esausto 6. incuriosire e creare attenzione nella popolazione per poter in futuro ampliare il coinvolgimento 7. eventi aperti per condividere e valorizzare il lavoro svolto

30 Parte operativa 1. soggetti beneficiari dal cambiamento: le famiglie del territorio all'interno della Provincia di Pavia --attraverso il canale della scuola primaria e secondaria di primo grado Effetto a cascata che integra processi già avviati di raccolta differenziata e riciclo

31 STRATEGIE D'INTERVENTO( attività dirette di formazione e concrete di riciclo) 1. Seminari di formazione (x docenti e famiglie) sui rischi e vantaggi (momenti di scambio e riflessione) 2. attività concrete di corretto smaltimento degli oli vegetali esausti(isole ecologiche presso le scuole aderenti il progetto) 3. incentivazione a comportamenti sostenibili mediante condivisione dei risultati ottenuti ( effetto cascata) 4. dati reali di cambiamento stabile

32 TEMPI 1. ottobre maggio incontri di formazione e informazione durante anno scolastico 3. azioni di raccolta a partire da ottobre la valutazione dell'andamento del progetto avverrà mediante questionari valutativi durante lo svolgimento delle diverse fasi

33 Momenti conclusivi(maggio 2013) Premiazione per la raccolta di olio con materiali didattici del valore: euro per la prima classificata per la seconda per la terza euro per le due classi che realizzeranno il miglior slogan e creazione della mascotte con storia animata 5. una delegazione di 200 alunni scelti tra i primi 5 istituti che a metà progetto avrà raccolto più olio, con i rispettivi docenti andranno in visita ad un impianto di rigenerazione di olio esausto

34 Il progetto è..RETE 1. Amministrazione Provinciale di Pavia 2. Fondazione Banca del Monte di Lombardia 3. Comuni della Provincia di Pavia 4. scuole primarie e secondarie di 1° 5. l'Ufficio Scolastico Regionale della Provincia di Pavia (promotore nelle scuole-crediti) 6. Associazioni ambientaliste (Italia Nostra- Legambiente) 7. Pocket Service s.n.c. ( distribuzione imbuti, isole dellolio e contenitori nelle scuole-raccolta e trasformazione oli esausti)

35 RIEPILOGO 1. Formazione/Informazione(formazione dei docenti- seminari per genitori- formazione degli alunni); cd e materiali didattici di supporto 2. Attività pratiche( azioni di riciclo olio nell'apposita isola in scuola-valutazione intermedia) 3. Eventi finali( concorso finale-campagna informativa per la popolazione non coinvolta- premiazione del concorso delle 10 scuole virtuose) -raccolta di nuove idee di gestione olio 4. Monitoraggio

36 Che materiale abbiamo a disposizione per agire? 1. Imbuto universale per la raccolta dell'olio vegetale esausto, munito di filtro per rimuovere le particelle di sporco 2. Bottiglia di plastica di recupero per contenere lolio esausto fino al punto di raccolta 3. Distribuzione e installazione dei contenitori (circa 20 L) a doppia camera con tessuto assorbente per raccolta olio 4. Isola dellolio

37 L'imbuto Ciascuno avrà un imbuto a cui aggiungerà una bottiglia di plastica di recupero per la raccolta.

38 Quali oli si possono raccogliere? Principali oli vegetali: Olio di arachidi Olio di arachidi Olio di arachidi Olio di arachidi Olio di ricino Olio di ricino Olio di ricino Olio di ricino Olio d'oliva Olio d'oliva Olio d'oliva Olio d'oliva Olio di palma Olio di palma Olio di palma Olio di palma Olio di cocco Olio di cocco Olio di cocco Olio di cocco Olio di sesamo Olio di sesamo Olio di sesamo Olio di sesamo Olio di girasole Olio di girasole

39 Principali oli vegetali: Olio dei sottoli Olio dei sottoli

40 Parte pratica: raccolta olio 1. si raccoglie l'olio(di oliva, di semi, di palma, oli per conservare alimenti, residui di cottura e frittura, grassi vegetali(margarina) NO animali (burro e strutto) 2. l'olio della cucina viene riversato mediante apposito imbuto in una bottiglia di plastica appositamente designata 3. raccolto a scuola nell'apposito contenitore per olio 4. no olio minerale(per la lubrificazione dei motori)

41 RACCOLTA Lazienda incaricata provvedera periodicamente, alla raccolta dell olio vegetale esausto direttamente nelle scuole Lazienda incaricata provvedera periodicamente, alla raccolta dell olio vegetale esausto direttamente nelle scuole

42 Lolio disperso inquina e Rompe lequilibrio ambientale

43 Raccolta oli vegetali esausti Progetto: Altrimenti siamo …. fritti Altrimenti siamo …. fritti


Scaricare ppt ""ALTRIMENTI… SIAMO FRITTI…" POCKET SERVICE s.r.l. PAVIA Provincia di Pavia Assessorato alle Politiche Agricole, Faunistiche, Naturalistiche PAVIA."

Presentazioni simili


Annunci Google