La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sperimentazione Servizi Cremona Progetti e Risultati Cremona, 14 settembre 2012 Daniele Crespi Responsabile Sviluppo Servizi Innovativi e CRS Lombardia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sperimentazione Servizi Cremona Progetti e Risultati Cremona, 14 settembre 2012 Daniele Crespi Responsabile Sviluppo Servizi Innovativi e CRS Lombardia."— Transcript della presentazione:

1 Sperimentazione Servizi Cremona Progetti e Risultati Cremona, 14 settembre 2012 Daniele Crespi Responsabile Sviluppo Servizi Innovativi e CRS Lombardia Informatica

2 Agenda 2 Il percorso Soluzioni/Partner/Sperimentatori Progetti/RisultatiConclusioni

3 3 Il percorso Delibera Sperimentazione Servizi in Banda Ultra Larga Avviso pubblico per la manifestazione di interesse di imprese ICT

4 Soluzioni/Partner/Sperimentatori 4 SoluzioneSolution PartnerEnte Sperimentatore Sanità DigitaleItaltel AO Cremona-Azienda Speciale Cremona Solidale Safety & SecurityItaltel Comune di Cremona-Comando dei vigili Giustizia Digitale Italtel Tribunale di Cremona-Azienda Speciale Cremona Solidale Social Care OneSysline/GPI Comune di Cremona-Settore Affari sociali Servizi di videoconf. e app Sharing Ericsson Comune di Cremona Decoder Ibrido BlobboxAemcom/Eldy Cittadini Scuola in Rete (Smart School)Telecom Liceo Scientifico Aselli-ITIS Torriani Comunità Virtuale per la scuola NextiraOne Sacra Famiglia srl Cloud Backup per la PASinergy AO Cremona-Azienda Speciale Cremona Solidale- Comune di Cremona

5 Sanità Digitale Telepresence per visite a distanza 5 Utilizzo della tecnologia Cisco Telepresence, strumento di videocomunicazione ad alta definizione che consente unesperienza di comunicazione molto vicina a quella de visu, per realizzare consulti specialistici a distanza. Soluzione Novembre Giugno 2012 A.O. Cremona Totale: 10 consulti (es. geriatria, dermatologia) Medici: efficace lo strumento ma resistenza culturale Pazienti: molto efficace il teleconsulto, ottima la qualità della comunicazione e buona la continuità del servizio

6 6 Un sistema di videosorveglianza intelligente che utilizza videocamere ad alta definizione. Le immagini registrate da queste videocamere vengono analizzate da un sistema centralizzato in grado di fornire segnalazioni di allarme in tempo reale. Soluzione Giugno 2012 – Settembre 2012 Videocamere Safety & Security Telecamere con elaborazione immagini Centro di Controllo presso la Polizia Municipale Intervento in real time in chiave preventiva Analisi post-evento a scopo investigativo

7 7 Utilizzo della tecnologia Cisco Telepresence, strumento di videocomunicazione ad alta definizione che consente unesperienza di comunicazione molto vicina a quella de visu, per realizzare una udienza a distanza. Soluzione Novembre Giugno 2012 Totale: 9 udienze Giudici: Ottima qualità video, partecipazione a distanza con effetto realistico Semplicità di collegamento LHD utile per rilevare il linguaggio del corpo ed eventuali lesioni Suggerimento: registrare la sessione online di telepresenza Giustizia Digitale Telepresence per colloqui a distanza Tribunale di Cremona

8 8 Utilizzo di Decoder evoluti (set-top-box) – distribuiti a 10 anziani e ai loro familiari da collegare alla TV per accedere a servizi interattivi attraverso il telecomando – e di un Contact Center a supporto. Linterfaccia comprende 3 tasti di scelta rapida: Video chiama, Telefono amico e Spesa a domicilio. Soluzione Novembre 2011 – Febbraio 2012 Utenti: Soddisfazione mediamente buona a livello di user interface Buona comprensione di quasi tutte le funzioni utilizzabili dal dispositivo Suggerimento: sostituire luso della tv con dispositivi mobili (es. tablet) Social Care One Social networking e life partecipation per anziani

9 9 Utilizzo di uno strumento di comunicazione multimediale per erogare servizi di videoconferenza e data&application sharing a beneficio del Comune (Servizi informatici e Politiche educative) e dei dirigenti scolastici, dove sono state installate 14 postazioni di lavoro. Soluzione Novembre Giugno 2012 Gli attori coinvolti (Comune di Cremona e AemCom) hanno dato una valutazione complessivamente positiva della soluzione. In particolare: affidabilità della piattaforma velocità del collegamento usabilità dello strumento Videoconference e Data application Sharing Piattaforma per condivisione dati e video comunicazione

10 10 Utilizzo di Decoder evoluti (set-top-box) distribuiti gratuitamente a 100 utenti di AEMcom per accedere ai servizi della PA usando uno strumento familiare quale la TV. Per contribuire alla riduzione del digital divide sui Decoder è stato installato anche Eldy (software rivolto agli anziani per agevolarli nell'utilizzo del computer, internet e dei servizi della PA). Soluzione Settembre 2011 – Giugno 2012 Gli utenti hanno riconosciuto le potenzialità del set-top-box soprattutto per laccesso ai servizi della PA, dando dei suggerimenti per migliorarlo dal punto di vista tecnico come laggiunta del supporto wi-fi. Decoder Ibrido Blobbox Servizi interattivi tramite decoder Blobbox per 100 cittadini

11 11 Adozione di Lavagne Interattive Multimediali (LIM), kit per videoconferenza e postazioni di lavoro per lo studente remoto. Soluzione Dicembre – Giugno 2012 Alunni e docenti del liceo scientifico Aselli hanno valutato positivamente la sperimentazione. In particolare: usabilità della LIM efficacia didattica dei contenuti erogati attraverso la LIM Scuola in Rete (Smart School) Piattaforma interattiva per una classe in rete

12 12 Utilizzo della piattaforma di Collaboration Microsoft Lync e ha come obiettivo principale promuovere un nuovo modello didattico utilizzando gli strumenti di web conferenza, audio/video Comunicazione, istant messaging, Lavagna Interattiva Multimediale. Soluzione Ottobre Giugno 2012 Comunità Virtuale Comunità Virtuale per la scuola Utenti (docenti/studenti): La piattaforma ha facilitato la comunicazione con docenti e alunni non presenti in istituto Alcuni strumenti hanno permesso di superare problemi di apprendimento di alcuni ragazzi con DSA 160 eventi di utilizzo della piattaforma

13 13 Soluzione di back up remoto dei dati dellEnte aderente (A.O. di Cremona) in un sito ad alta affidabilità. Il back up in cloud è un servizio sicuro e cifrato di back up dati: lEnte può archiviare in modalità sicura i propri dati in un sito alternativo e recuperarli in piena autonomia in qualsiasi momento. Soluzione Dicembre – Giugno 2012 A.O. di Cremona soddisfatta di: Usabilità/apprendibilità dellinterfaccia Disponibilità/sicurezza del dato Riduzione dello spazio occupato su disco Cloud Back up per EELL Servizio di back up sicuro A.O. Cremona

14 Conclusioni 14 Diffidenza culturale Importante la formazione finalizzata al cambiamento per far percepire le nuove tecnologie e i vantaggi derivanti dal loro utilizzo Necessità di banda ultra larga (oltre 20Mbit/s) in tutti gli ambiti individuati, perlomeno dal lato del fornitore del servizio Già oggi sono disponibili soluzioni che permettono di sfruttare la BUL e realizzare vera innovazione !

15 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Sperimentazione Servizi Cremona Progetti e Risultati Cremona, 14 settembre 2012 Daniele Crespi Responsabile Sviluppo Servizi Innovativi e CRS Lombardia."

Presentazioni simili


Annunci Google