La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I servizi telematici dell’Agenzia

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I servizi telematici dell’Agenzia"— Transcript della presentazione:

1 I servizi telematici dell’Agenzia
Abilitazione, firma elettronica e invio dei documenti Faenza, 24 febbraio 2006 – Renato Gobeo

2 Abilitazione al servizio Costituzione del deposito
Accesso a SISTer Preparazione e Invio del documento

3 Abilitazione al servizio

4 Abilitazione al servizio
IL MODULO L’abilitazione può essere richiesta dai tecnici iscritti agli ordini professionali nelle province per le quali il servizio è stato attivato. È necessario compilare il modulo per la richiesta di abilitazione e consegnarlo all’Ufficio Provinciale dell’Agenzia del Territorio

5 Abilitazione al servizio LA CONSEGNA DEL MATERIALE
Dopo aver effettuato l’abilitazione, l’Ufficio consegna all’utente il materiale necessario alla generazione della firma elettronica: Busta di Tipo “A” Busta di Tipo “B” Stampa dell’attestato di abilitazione CD con software di firma

6 Abilitazione al servizio
LE BUSTE Busta di Tipo “A” Contiene: La PASSWORD per ACCEDERE al sito SISTER (http://sister.agenziaterritorio.it) Il codice PIN (PIN code) per GENERARE la firma elettronica Il codice PIN (PIN code) per BLOCCARE la firma elettronica

7 Abilitazione al servizio
LE BUSTE Busta di Tipo “B” È necessaria unicamente per effettuare la GENERAZIONE o il BLOCCO della firma elettronica. Contiene il NOME UTENTE e la PASSWORD per stabilire un collegamento SICURO al sistema centrale di gestione delle chiavi rilasciate dall’Agenzia. Per maggiore semplicità, la firma elettronica può essere generata presso l’Ufficio Provinciale. In questo caso l’utilizzo della la busta “B” non è necessario

8 Abilitazione al servizio
IL SOFTWARE Ambiente Java: Serve unicamente da “base” per gli altri software, per cui è necessario solo installarlo Genera Ambiente: È il software che consente di creare, bloccare e replicare la firma elettronica Firma Verifica: È il software che consente di applicare la firma elettronica ai documenti DOCFA Docfa 3: La versione attualmente scaricabile dal sito dell’Agenzia del Territorio

9 Abilitazione al servizio
LA FIRMA ELETTRONICA La firma elettronica viene rilasciata dall’Agenzia del Territorio per il solo invio telematico dei documenti catastali. Non può essere utilizzata per altri scopi. È costituita dall’insieme di due codici numerici (chiavi), uno pubblico ed uno privato. Durante la fase di generazione, la chiave pubblica viene inviata al sistema centrale, mentre quella privata viene riversata su un floppy-disk che il professionista dovrà conservare in un luogo sicuro. Il floppy-disk che conserva la firma è duplicabile in numero illimitato, preferibilmente tramite il programma “Genera Ambiente”. Per maggior sicurezza l’utilizzo del floppy-disk è protetto da una password scelta dall’utente durante la fase di generazione. Presto sarà possibile utilizzare anche firme elettroniche rilasciate da altri soggetti certificatori autorizzati dal CNIPA(Centro Nazionale per Informatica nella Pubblica Amministrazione)

10 Abilitazione al servizio
LA FIRMA ELETTRONICA Per utilizzare il programma “Genera Ambiente” presso la sede del professionista, è necessario un collegamento esterno stabilito con un modem analogico o ISDN (non ADSL) mediante connessione di accesso remoto al numero , e con lo username e la password contenuti nella BUSTA DI TIPO “B” Non è possibile, per ragioni di sicurezza, effettuare questa operazione mediante collegamenti ad INTERNET di qualsiasi tipo. Per rendere più agevole questa operazione, è in fase di realizzazione un servizio di generazione della firma accessibile tramite INTERNET in modalità sicura (protocollo HTTPS) Sistema Centrale Studio Tecnico INTERNET

11 Abilitazione al servizio
LA FIRMA ELETTRONICA Sulla Busta “A” Sull’attestazione Sull’attestazione

12 Costituzione del deposito

13 Costituzione del deposito
L’invio telematico dei documenti è consentito solo se il professionista ha preventivamente costituito un deposito per il pagamento dei tributi. Tale modalità di pagamento è stata espressamente autorizzata con Provvedimento dell’Agenzia del (Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 73 del 30/03/2005) Il deposito ha la funzione di rendere disponibile all’ufficio provinciale la somma necessaria a saldare i tributi maturati al momento dell’introduzione in banca dati dei documenti inviati per via telematica. Il deposito si costituisce e si reintegra con versamenti effettuati mediante bollettino o bonifico sul c/c postale dell’Ufficio Provinciale.

14 Costituzione del deposito MODALITA’ DI VERSAMENTO
1. L’operazione di costituzione o reintegro del deposito può essere effettuata mediante: bollettino di c/c postale bonifico bancario

15 Costituzione del deposito
2. Una volta effettuata l’operazione, è necessario collegarsi a , accedere alla sezione Servizi – Gestione versamenti e registrare i dati del versamento. Per il bonifico è importante indicare il CRO rilasciato dalla banca, mentre per i bollettini è necessario riportare i dati secondo lo schema seguente:

16 Costituzione del deposito
TEMPI TECNICI DI ACCREDITO!! 3. L’Ufficio Provinciale effettua il riscontro della comunicazione di avvenuto versamento e provvede ad integrare il deposito disponibile del professionista

17 Costituzione del deposito
ANALISI SVANTAGGI VANTAGGI Attualmente il deposito deve essere costituito da ogni singolo professionista e per ogni singolo Ufficio Provinciale. Sono necessari diversi giorni lavorativi affinché la somma versata sia effettivamente disponibile per l’invio dei documenti. È necessario comunicare al sistema telematico gli estremi del versamento effettuato La possibilità di “slegare” il pagamento dall’evasione della pratica rende il sistema flessibile: nel caso di pratica rifiutata il deposito del professionista viene reintegrato. Il sistema rispetta le normative di Contabilità di Stato attualmente in vigore. L’utilizzo di un deposito consente di diminuire le transazioni monetarie.

18 Costituzione del deposito
SVILUPPI FUTURI È in fase di attivazione un portale dei pagamenti telematici predisposto dalle Poste Italiane che, interagendo con SISTER, renderà più agevoli e veloci le operazioni di reintegro del deposito ed amplierà la gamma dei mezzi di pagamento possibili Carte di credito ed altri mezzi

19 Costituzione del deposito
SVILUPPI FUTURI È allo studio la possibilità di creare un unico deposito a livello nazionale. In questa maniera il professionista potrà inviare documenti di aggiornamento presso qualsiasi ufficio provinciale sul territorio nazionale.

20 Costituzione del deposito
SVILUPPI FUTURI Sarà presto possibile l’invio dei documenti tramite soggetti delegati che si occuperanno anche dell’aspetto tributario. Ciò renderà possibile la creazione di “macro depositi” disponibili per una moltitudine di professionisti. SOGGETTO DELEGATO ALLA TRASMISSIONE

21


Scaricare ppt "I servizi telematici dell’Agenzia"

Presentazioni simili


Annunci Google