La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

QUALITA DELLARIA IN PROVINCIA DI MESSINA. La Sicilia dal satellite.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "QUALITA DELLARIA IN PROVINCIA DI MESSINA. La Sicilia dal satellite."— Transcript della presentazione:

1 QUALITA DELLARIA IN PROVINCIA DI MESSINA

2 La Sicilia dal satellite

3 L'atmosfera terrestre La Terra è circondata da uno strato di aria che chiamiamo atmosfera. Si estende per oltre 560 chilometri dalla superficie, quello che possiamo vedere direttamente è quindi ciò che accade negli strati molto vicini al terreno. La vita sul nostro pianeta è dovuta alla presenza dell'atmosfera, dell'energia solare e del campo magnetico terrestre. L'atmosfera assorbe parte dell'energia del Sole, ricicla l'acqua ed altri elementi chimici e, congiuntamente alla forza elettromagnetica modera il clima. Inoltre ci protegge dalle radiazioni ad alta energia che arrivano dallo spazio. Con l'altezza, cambiano le caratteristiche di questo inviluppo di gas che ci circonda. Sono stati identificati quattro strati fondamentali, tenendo conto di parametri come le caratteristiche termiche (i cambiamenti nella temperatura), la composizione chimica, i moti e le densità.

4 LATMOSFERA

5 Troposfera La troposfera inizia dalla superficie terrestre e si estende fino a metri di altezza. E' questa la parte dell'atmosfera più densa. Salendo in questo strato, la temperatura scende da circa 17 a -52° C. Quasi tutti i fenomeni meteorologici avvengono in questa regione. La tropopausa separa la troposfera dallo strato successivo. Questi, congiuntamente, compongono la cosiddetta bassa atmosfera.

6 Stratosfera La stratosfera ha inizio appena al di sopra della troposfera e si estende in altezza per 50 chilometri. Rispetto alla troposfera, questa parte è più secca e meno densa. Qui, la temperatura cresce gradualmente fino a -3° C, a causa dell'assorbimento della radiazione ultravioletta. Si trova qui lo strato di ozono, che assorbe e diffonde la radiazione ultravioletta solare. Il 99 per cento dell'"aria" si trova nella troposfera e nella stratosfera. La stratopausa separa la stratosfera dallo strato successivo. radiazione ultravioletta

7 Mesosfera La mesosfera ha inizio poco sopra la stratosfera e si estende per 85 chimoletri di altezza. In questa regione, la temperatura scende, con l'aumentare dell'altudine, fino a -93°. Gli elementi chimici sono in uno stato di continua eccitazione, assorbendo constinuamente energia dal Sole. La mesopausa separa la mesosfera dallo strato seguente. Le regioni della stratosfera e della mesosfere, insieme alla stratopausa ed alla mesopausa, sono rientrano in quella che viene definita tecnicamente media atmosfera.

8 Termosfera La termosfera ha inizio appena al di sopra della mesosfera e si estende fino a 600 chilometri di altezza. La temperatura si innalza con l'altezza a causa del maggiore flusso di energia solare e può raggiungere 1,727° C. In questo strato, che fa parte di quella che viene definita alta atmosfera, le reazioni chimiche avvengono più ve velocemente che sulla Terra.In questo strato

9 Composizione dell'atmosfera terrestre L'atmosfera terrestre è composta principalmente da Azoto (N2, per il 78%), ossigeno (O2, 21%) ed Argon (Ar, 1%). Sono presenti anche una miriade di altri elementi e di composti estremamente reattivi, oltre al vapore acqueo (H2O, 0 - 7%) e l'Ozono (O, 0 - 0,01%) il gas la cui diminuzione, associata all'incremento del biossido di Carbonio (CO2, 0,01-0,1%) è responsabile dell'effetto serra.

10

11 Oltre l'atmosfera L'esosfera inizia alla sommità della termosfera e continua fino a dove si confonde con il gas interplanetario o si disperde nello spazio. I componenti primari di questa regione dell'atmosfera sono l'idrogeno e l'elio, presenti peraltro a densità estremamente basse.

12

13 Come si forma l'inquinamento Le attività umane emettono in atmosfera delle sostanze inquinanti che derivano principalmente dalla combustione e in generale dalle attività produttive, agricole ed abitative Gli inquinanti, in condizioni normali, si disperdono velocemente nellatmosfera ma, in alcuni casi, la capacità dellatmosfera stessa di diluire tali sostanze è minore della capacità emissiva del nostro territorio. In questi casi si genera un accumulo di inquinanti che possono avere concentrazioni pericolose per la nostra salute.

14 PRINCIPALI INQUINANTI ATMOSFERICI: BIOSSIDO DI ZOLFO: SO2, MONOSSIDO DI CARBONIO: CO, BIOSSIDO DI AZOTO: NO2, OZONO: O3, POLVERI TOTALI: PTS, PM10, BENZENE: C6H6, PIOMBO: Pb, BENZO (A) PIRENE: BaP

15 Le condizioni meteorologiche sono determinanti per il nascere degli episodi di inquinamento. Il periodo più critico è linverno perché, oltre allaumento delle fonti emissive, in tale stagione le condizioni meteorologiche sono molto stabili con piogge scarse, poco vento e presenza di alta pressione, condizioni che provocano il fenomeno dell inversione termica che rappresenta la situazione più favorevole allaccumulo di sostanze inquinanti in prossimità dei grandi centri urbani.

16

17 Molto spesso, soprattutto durante linverno, accade di avvertire temperature più elevate sui pendii collinari e montuosi rispetto alla pianura e al fondovalle; lo avranno certamente notato anche gli escursionisti meno attenti che, dopo essere partiti immersi nelle brume fredde e umide, ritrovano aria più tiepida e asciutta via via risalendo i versanti. Si tratta dellinversione termica, fenomeno che comporta un riscaldamento dellaria al salire della quota anziché un raffreddamento. Può verificarsi in prossimità del suolo oppure a quote più elevate nellatmosfera con meccanismi di formazione differenti. Linversione al suolo è riconoscibile visivamente per la formazione, soprattutto nella stagione autunnale-invernale, di uno strato di foschia, caligine o nebbia la cui persistenza è favorita dallassenza di movimenti verticali delle masse daria attraverso linversione; è questa la situazione più favorevole allaccumulo di sostanze inquinanti in prossimità dei grandi centri urbani.

18 Come si può intervenire? La valutazione della qualità dellaria nel territorio evidenzia non poche criticità legate alla presenza di inquinanti in atmosfera con forte rischio di superamento dei valori limite fissati per il biossido di azoto (NO2), lozono (O3) e il PM10. Innanzitutto per poter individuare quali provvedimenti mettere in campo per migliorare lo stato della qualità dellaria si deve conoscere quali sono le principali fonti di emissione degli inquinanti incriminati. La Regione Sicilia si è quindi impegnata nello sviluppo del censimento delle emissioni: strumento che consente di individuare quale sia la quantità dei principali inquinanti rilasciati in atmosfera dai diversi settori emissivi. Purtroppo non esistono strumenti e metodi per ripulire permanentemente laria. La strategia principale che possiamo mettere in campo è la prevenzione: ovvero evitare di immettere inquinanti in atmosfera. Occorre agire su tutte le sorgenti responsabili dellemissione di sostanze inquinanti, iniziando naturalmente da quelle che hanno le responsabilità maggiori. Ciò significa che il mondo dell'impresa dovrà adottare tecnologie di produzione sempre più pulite e rispettose dellambiente, che ci si dovrà impegnare a utilizzare sistemi di riscaldamento domestico sempre più efficienti.

19 ATMOSFERA E QUALITA' DELL'ARIA Le condizioni meteorologiche sono informazioni necessarie perché contribuiscono alla definizione di quello che è un fattore ambientale tanto sfruttato e sorvegliato come malato speciale. L'atmosfera può essere considerata come un organo del nostro corpo di cui si studia lo stato (meteorologia) e le malattie (inquinamento). Di fronte al problema odori e qualità dell'aria i cittadini si sono dimostrati quindi sempre più attenti alla problematica aria, senza però rinunciare al benessere generato da quei beni che, come l'automobile, semplificano la vita ma, irrimediabilmente, contribuiscono a peggiorare la qualità dell'aria che respiriamo.

20 Qualità dellaria Essa si riflette sulle condizioni di vita negli ecosistemi, migliore è la qualità dellaria, maggiori sono le possibilità di ottenere prodotti agricoli salubri e privi si sostanze nocive, ciò si riflette anche sulla qualità di vita degli animali e quindi i prodotti ottenuti da essi assumono dei profumi e dei sapori che è difficile imitare. Questa è la prerogativa del nostro territorio i Nebrodi, dove laria pulita è sinonimo di salute e benessere.

21 Suino Nero dei Nebrodi

22

23 IL CAVALLO SANFRATELLANO

24 I formaggi

25 I salami

26 Nocciole

27 Ricotta

28 Lago Maulazzo

29 IL BIVIERE

30 ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE I.S. CAPO DORLANDO


Scaricare ppt "QUALITA DELLARIA IN PROVINCIA DI MESSINA. La Sicilia dal satellite."

Presentazioni simili


Annunci Google