La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il movimento è parte integrante dello sviluppo e favorisce una crescita corporea armonica, sia fisica sia psicologica aumenta agilità, resistenza e forza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il movimento è parte integrante dello sviluppo e favorisce una crescita corporea armonica, sia fisica sia psicologica aumenta agilità, resistenza e forza."— Transcript della presentazione:

1

2 Il movimento è parte integrante dello sviluppo e favorisce una crescita corporea armonica, sia fisica sia psicologica aumenta agilità, resistenza e forza muscolare aumenta agilità, resistenza e forza muscolare migliora l'autostima e il senso di benessere migliora l'autostima e il senso di benessere favorisce l'apprendimento e riduce l'ansia per le prestazioni scolastiche favorisce l'apprendimento e riduce l'ansia per le prestazioni scolastiche favorisce la socializzazione favorisce la socializzazione abitua al rispetto delle regole abitua al rispetto delle regole

3 La sedentarietà e leccessiva disponibilità di cibo predispongono ad obesità, dislipidemia ed insulinoresistenza La sedentarietà e leccessiva disponibilità di cibo predispongono ad obesità, dislipidemia ed insulinoresistenza Lattività motoria è un mezzo per prevenire molte malattie Lattività motoria è un mezzo per prevenire molte malattie

4 Lattività fisica regolare è un fattore protettivo per malattie cardiovascolari e diabete, sia in termini di mortalità che di morbilità riduce la pressione arteriosa e i valori dei trigliceridi nel sangue riduce la pressione arteriosa e i valori dei trigliceridi nel sangue aumenta il colesterolo HDL (colesterolo buono) aumenta il colesterolo HDL (colesterolo buono) migliora la tolleranza al glucosio migliora la tolleranza al glucosio

5 Il movimento non è solo pratica sportiva. È gioco, attività allaria aperta, corsa, passeggiata. Soprattutto a partire dai 6 anni, da quando comincia la scuola, il bambino può incorrere nel rischio della sedentarietà: Soprattutto a partire dai 6 anni, da quando comincia la scuola, il bambino può incorrere nel rischio della sedentarietà: le ore trascorse dietro il banco sommate al tempo necessario per lo svolgimento dei compiti a casa e al tempo trascorso davanti a televisione e computer possono condizionare il benessere e lequilibrio psicofisico le ore trascorse dietro il banco sommate al tempo necessario per lo svolgimento dei compiti a casa e al tempo trascorso davanti a televisione e computer possono condizionare il benessere e lequilibrio psicofisico

6 Secondo le Raccomandazioni dellOrganizzazione Mondiale della Sanità, al fine di migliorare le condizioni cardiorespiratorie, scheletriche e muscolari dei bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 17 anni e i loro indicatori di salute metabolici e cardiovascolari: Raccomandazioni occorre accumulare almeno 60 minuti di attività fisica al giorno occorre accumulare almeno 60 minuti di attività fisica al giorno se si supera lora giornaliera di esercizio fisico, lorganismo ne trarrà vantaggi in termini di benessere e salute se si supera lora giornaliera di esercizio fisico, lorganismo ne trarrà vantaggi in termini di benessere e salute la maggior parte dellesercizio fisico è bene che sia di tipo aerobico (quello che aumenta cioè la richiesta di ossigeno da parte dellorganismo) la maggior parte dellesercizio fisico è bene che sia di tipo aerobico (quello che aumenta cioè la richiesta di ossigeno da parte dellorganismo) attività di elevata intensità vanno praticate almeno 3 volte a settimana, incluse quelle che rafforzano muscoli e ossa (che possono essere svolte nellambito di giochi come corsa e salto). attività di elevata intensità vanno praticate almeno 3 volte a settimana, incluse quelle che rafforzano muscoli e ossa (che possono essere svolte nellambito di giochi come corsa e salto). ("Global Recommendations on Physical Activity for Health, WHO, 2004)

7 Klakk H, Andersen LB, Heidemann M, Møller NC, Wedderkopp N. Six physical education lessons a week can reduce cardiovascular risk in school children aged 6-13 years: A longitudinal study. (Scand JPublic Health, 2013) Lo svolgimento di 6 ore di attività fisica la settimana a scuola riduce il rischio di patologie cardiovascolari.

8 I dieci consigli degli esperti (Ministero della Salute, luglio 2013) Ricorda che il movimento è essenziale per prevenire molte patologie Ricorda che il movimento è essenziale per prevenire molte patologie Cerca di essere meno sedentario, infatti la sedentarietà predispone allobesità Cerca di essere meno sedentario, infatti la sedentarietà predispone allobesità Bambini e ragazzi devono potersi muovere sia a scuola sia nel tempo libero, meglio se allaria aperta Bambini e ragazzi devono potersi muovere sia a scuola sia nel tempo libero, meglio se allaria aperta Lesercizio fisico è fondamentale anche per gli anziani Lesercizio fisico è fondamentale anche per gli anziani Muoversi significa camminare, giocare, ballare andare in bici Muoversi significa camminare, giocare, ballare andare in bici

9 I dieci consigli degli esperti (Ministero della Salute, luglio 2013) Se possibile, vai al lavoro o a scuola a piedi Se puoi evita luso dellascensore e fai le scale Cerca di camminare almeno 30 minuti al giorno, tutti i giorni, a passo svelto Sfrutta ogni occasione per essere attivo (lavori domestici, giardinaggio, portare a spasso il cane, parcheggiare lauto più lontano) Pratica unattività sportiva almeno 2 volte a settimana (o in alternativa usa il fine settimana per passeggiare, andare in bici, nuotare, ballare…

10 Drop-out sportivo nell'adolescenza Nella fascia adolescenziale il 35% abbandona lattività sportiva Nella fascia adolescenziale il 35% abbandona lattività sportiva In particolare dati recenti mostrano un anticipo, nelletà tra 11 e 15 anni In particolare dati recenti mostrano un anticipo, nelletà tra 11 e 15 anni

11 Confronto 2001 – 2011 sui dati di diffusione della pratica sportiva continuativa per sesso ed età Tavolo nazionale governance dello sport

12 Indagine annuale Istat 2012 Aspetti della vita quotidiana I dati Istat aggiornati al 2012 rilevano un anticipo a 11 ANNI delletà in cui comincia il drop out Nel 2012 la fascia di età 6-10 anni è risultata la più attiva rispetto a tutte le altre: il 57% dei più piccoli praticano sport in maniera continuativa

13 Motivi del Drop-out sportivo nell'adolescenza eccessivo impegno richiesto dallo studio (56,5%) modalità di svolgimento dell'attività, rapporto con allenatori e compagni fare sport "è venuto a noia" (65,4%) fare sport "è venuto a noia" (65,4%)

14 Motivi Drop-out sportivo nell'adolescenza istruttori troppo esigenti (19,4%) istruttori troppo esigenti (19,4%) istruttori che non seguono (14,2%) istruttori che non seguono (14,2%) "troppa fatica" (24,4%) "troppa fatica" (24,4%) difficoltà a socializzare (28,7%) difficoltà a socializzare (28,7%) difficoltà legate al rapporto con "l'organizzazione" dell'attività praticata. necessità di rivedere il modello organizzativo delle Società Sportive.

15 Motivi Drop-out sportivo nell'adolescenza Le società sportive tendono allavviamento precoce allo sport agonistico con selezioni ed allenamenti intensivi Le società sportive tendono allavviamento precoce allo sport agonistico con selezioni ed allenamenti intensivi Chi è fuori dallattività agonistica si ritiene «fuori gioco» e quindi tende ad abbandonare tutti gli sport Chi è fuori dallattività agonistica si ritiene «fuori gioco» e quindi tende ad abbandonare tutti gli sport

16 Quante ore di attività fisica nei programmi scolastici? Educazione fisica obbligatoria, in tutti i curricula nazionali Educazione fisica obbligatoria, in tutti i curricula nazionali le ore minime dedicate variano sensibilmente da un paese allaltro le ore minime dedicate variano sensibilmente da un paese allaltro in alcune nazioni, questo limite non è fissato a livello centrale, ma demandato alle decisioni delle scuole in alcune nazioni, questo limite non è fissato a livello centrale, ma demandato alle decisioni delle scuole Scuole primarie: orario medio minimo raccomandato oscilla tra le 37 ore annuali in Irlanda e le 108 in Francia, Scuole primarie: orario medio minimo raccomandato oscilla tra le 37 ore annuali in Irlanda e le 108 in Francia, Scuole secondarie :in vetta alla classifica, Austria e ancora Francia (dalle 102 alle 108 ore di Educazione Fisica e Sportiva) Scuole secondarie :in vetta alla classifica, Austria e ancora Francia (dalle 102 alle 108 ore di Educazione Fisica e Sportiva) In Francia gli studenti del ciclo di istruzione secondaria obbligatoria dedicano alleducazione fisica il 15% dellorario complessivo In Francia gli studenti del ciclo di istruzione secondaria obbligatoria dedicano alleducazione fisica il 15% dellorario complessivo In Italia la percentuale scende al 7% (in media con la media Europea) e a valori più bassi in paesi come Irlanda, Spagna, Malta e Turchia. In Italia la percentuale scende al 7% (in media con la media Europea) e a valori più bassi in paesi come Irlanda, Spagna, Malta e Turchia.

17 Orario minimo assegnato alleducazione fisica, come percentuale dellorario totale nellistruzione primaria e nellistruzione secondaria obbligatoria di tipo generale a tempo pieno, 2011/12 Istruzione primaria (rosso) Istruzione primaria (rosso) Istruzione secondaria obbligatoria di tipo generale (grigio) Istruzione secondaria obbligatoria di tipo generale (grigio)

18 Confronto delle percentuali di sedentarietà in Italia e nellunione europea Tavolo nazionale governance dello sport

19 Abitudini e Stili di Vita degli Adolescenti (Indagine SIP 2012)

20 LINDAGINE Abitudini e stili di vita degli adolescenti Campione nazionale rappresentativo di 2081 studenti della terza media (1042 ragazzi – 1039 ragazze)

21 GENERAZIONE SEDUTA Oltre il 60% degli adolescenti, in periodo scolastico, trascorre ore al giorno seduto Oltre il 60% degli adolescenti, in periodo scolastico, trascorre ore al giorno seduto sono le ore trascorse in media davanti a uno schermo: TV e/o PC sono le ore trascorse in media davanti a uno schermo: TV e/o PC.

22 GENERAZIONE SEDUTA Dopo 4 anni di declino la TV torna ad esercitare un certo fascino: coloro che la guardano per più di 3 ore passano dal 15,3 al 17,3%. Dopo 4 anni di declino la TV torna ad esercitare un certo fascino: coloro che la guardano per più di 3 ore passano dal 15,3 al 17,3%. Due cattive abitudini (una di vecchia data, una recente): consumare i pasti guardando la TV e studiare rimanendo collegati via Internet con gli amici. Due cattive abitudini (una di vecchia data, una recente): consumare i pasti guardando la TV e studiare rimanendo collegati via Internet con gli amici.

23 GENERAZIONE SEDUTA Anche luso di Internet continua a crescere

24 GENERAZIONE SEDUTA Il 40% dei ragazzi, Il 40% dei ragazzi, il 44% delle ragazze il 44% delle ragazze oltre alle due ore di «educazione fisica» previste dallorario scolastico, non pratica alcuna attività sportiva o pratica sport per meno di due ore alla settimana. oltre alle due ore di «educazione fisica» previste dallorario scolastico, non pratica alcuna attività sportiva o pratica sport per meno di due ore alla settimana.

25 GENERAZIONE SEDUTA I grandi utenti di TV e Internet sono prevalentemente i poco o per nulla sportivi I grandi utenti di TV e Internet sono prevalentemente i poco o per nulla sportivi 4 ore di attività fisica alla settimana non compensano le 4 ore di computer (o TV) al giorno!! 4 ore di attività fisica alla settimana non compensano le 4 ore di computer (o TV) al giorno!!

26 GENERAZIONE SEDUTA Per il 43% lautomobile è il mezzo utilizzato più frequentemente per andare a scuola. TOTMaschiFemmine Mi accompagnano in auto 43,140,345,8 A piedi 33,633,933,3 Mezzi pubblici 16,215,516,9 Bicicletta o motorino 710,13,9

27 Uno stile di vita più attivo può essere raggiunto con: esercizio aerobico quotidiano (camminare, correre, andare in bicicletta, ecc.); esercizio aerobico quotidiano (camminare, correre, andare in bicicletta, ecc.); incremento dell'attività fisica nella routine quotidiana a casa o a lavoro, usando meno l'automobile o lascensore, dedicandosi ai lavori manuali, come il giardinaggio; incremento dell'attività fisica nella routine quotidiana a casa o a lavoro, usando meno l'automobile o lascensore, dedicandosi ai lavori manuali, come il giardinaggio; una maggiore partecipazione una maggiore partecipazione ad attività di ricreazione ad attività di ricreazione (danza, sport, etc). (danza, sport, etc).

28 La piramide dellattività fisica

29 Quando iniziare? E fondamentale: iniziare precocemente; iniziare precocemente; educare le famiglie (LO STILE DI VITA E UN PATRIMONIO DELLA FAMIGLIA); educare le famiglie (LO STILE DI VITA E UN PATRIMONIO DELLA FAMIGLIA); diversificare i programmi per gli adolescenti. diversificare i programmi per gli adolescenti.

30 In Italia il mondo della scuola non riesce a determinare un livello adeguato di pratica sportiva ( dati CONI ) numero minore di ore di attività fisica a scuola in rapporto alla media Europea numero minore di ore di attività fisica a scuola in rapporto alla media Europea non ci sono programmi adeguati non ci sono programmi adeguati mancanza di strutture sportive scolastiche mancanza di strutture sportive scolastiche occorrono 4 miliardi di euro per rimettere a norma tutte le palestre scolastiche. occorrono 4 miliardi di euro per rimettere a norma tutte le palestre scolastiche.

31 Messaggio SIP LA SFIDA DEI PEDIATRI è coinvolgere tutta la società nel contrasto alla sedentarietà LA SFIDA DEI PEDIATRI è coinvolgere tutta la società nel contrasto alla sedentarietà Lattività fisica e quella motoria devono essere percepite come fattori che migliorano la qualità della vita e la salute Lattività fisica e quella motoria devono essere percepite come fattori che migliorano la qualità della vita e la salute A lungo termine si riducono i costi sanitari A lungo termine si riducono i costi sanitari

32 proposte Garantire leffettivo svolgimento dellattività fisica prevista dal curriculum scolastico, intesa come momento educativo e formativo essenziale. Garantire leffettivo svolgimento dellattività fisica prevista dal curriculum scolastico, intesa come momento educativo e formativo essenziale. Incoraggiare la mobilità fisica autonoma e quotidiana dei bambini, anche attraverso iniziative con supporto istituzionale Incoraggiare la mobilità fisica autonoma e quotidiana dei bambini, anche attraverso iniziative con supporto istituzionale

33 Proposte Sviluppare piani, progetti e programmi urbanistici finalizzati a realizzare città a misura di bambino Sviluppare piani, progetti e programmi urbanistici finalizzati a realizzare città a misura di bambino Stimolare le società sportive a garantire e valorizzare l attività sportiva anche a livello non agonistico Stimolare le società sportive a garantire e valorizzare l attività sportiva anche a livello non agonistico Diffondere i contenuti della piramide dellattività motoria nelle scuole Diffondere i contenuti della piramide dellattività motoria nelle scuole

34 Eat less and exercise more - is it really enough to knock down the obesity pandemia? (Physiol Res. 2009) La risposta della SIP: It works


Scaricare ppt "Il movimento è parte integrante dello sviluppo e favorisce una crescita corporea armonica, sia fisica sia psicologica aumenta agilità, resistenza e forza."

Presentazioni simili


Annunci Google