La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COME SI IMPARA LITALIANO L2 Le tappe dellinterlingua.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COME SI IMPARA LITALIANO L2 Le tappe dellinterlingua."— Transcript della presentazione:

1 COME SI IMPARA LITALIANO L2 Le tappe dellinterlingua

2 Lingue di mezzo La necessità, in fase iniziale, di dover comunicare con poche parole mette in risalto: -Il lessico di uso più ricorrente -I verbi connessi ad azioni ripetute -Le formule per regolare le interazioni più frequenti Omissioni comuni alla fase iniziale: -Articoli e preposizioni -Copula e ausiliari -Indicatori morfologici in generale

3 Linterlingua: Selinker(1972) Lapprendente è un soggetto attivo che formula ipotesi sulla lingua darrivo Costruisce sistemi provvisori e fluidi con gli elementi disponibili Linterlingua è una forma ridotta della lingua standard e si colloca in un continuum tra L1 e L2

4 Condizioni per levoluzione dellinterlingua Disponibilità di input comprensibili Vicinanza comunicativa nei confronti dei parlanti nativi Motivazione dellapprendente

5 Motivazioni dei blocchi e fossilizzazione Fattori psicologici Fattori sociali Fattori individuali Compito peculiare dellinsegnamento dellitaliano L2: rimuovere i blocchi parziali o totali,mantenere aperto e dinamico lapprendimento favorendo il passaggio da uno stadio di interlingua ad un altro.

6 Variabili che influenzano levoluzione dellinterlingua Fattori individuali Fattori universali linguistici Caratteristiche strutturali e tipologiche della L2 Caratteristiche strutturali e tipologiche della L1

7 Linfluenza della lingua materna Il meccanismo che regola linfluenza del sistema di origine si chiama transfer. Non si tratta della semplice transizione da un sistema linguistico ad un altro poiché: -Si tratta di influenze di vario genere e non esclusivamente di trasferimento di strutture da una lingua allaltra -Può verificarsi transfer anche da altre lingue precedentemente apprese e non solo dalla lingua materna -Il trasfer è comunque uno dei processi che contribuiscono a dare forma allinterlingua. Il meccanismo di transfer è più attivo se si percepisce una certa similarità tra le lingue e una ridotta distanza tipologica Il transfer sembra seguire una scala che va dalla fonologia al lessico alla sintassi alla morfologia. Il transfer è più presente nella produzione spontanea che in quella guidata Il transfer è più forte negli adulti che nei bambini, più negli apprendenti iniziali che in quelli avanzati.

8 Le fasi dellinterlingua Indipendentemente dalla L1 si notano nelle produzioni in L2 sequenze di apprendimento costanti e ricorrenti. Vedovelli (2000) ha individuate tre fasi principali di interlingua: -Prebasica -Basica -postbasica

9 La fase prebasica Lapprendente tende ad usare parole chiave la modalità comunicativa è pragmatica Ricorre spesso alla deissi Si aiuta con cenni, gesti, linguaggio del corpo Gli enunciati sono organizzati intorno alle parole chiave e lorganizzazione della frase è di tipo nominale Il lessico definisce anche la dimensione temporale morfologia è assente o casuale La sintassi è rudimentale: prima si pone ciò che è già noto (topic) poi linformazione nuova (focus)

10 Fase basica Si comincia a sviluppare la morfologia Strategie lessicali per rendere la morfologia (tanti per il plurale, avverbi per la temporalità) I verbi non sono flessi Se una regola è stata appresa si stende a sovraestenderla Uso della paratassi, con la comparsa delle prime forme di ipotassi (temporali, causali)

11 Fase postbasica La lingua tende ad avvicinarsi alle varietà native colloquiali La morfologia è flessa La strutturazione verbale finita Vi sono continue conquiste a livello morfologico e lessicale


Scaricare ppt "COME SI IMPARA LITALIANO L2 Le tappe dellinterlingua."

Presentazioni simili


Annunci Google