La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Test your abilities food: domande e risposte Francesco Cadario, Ciro Pignatiello, Valentina Novara Clinica Pediatrica di Novara Direttore: Prof. Gianni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Test your abilities food: domande e risposte Francesco Cadario, Ciro Pignatiello, Valentina Novara Clinica Pediatrica di Novara Direttore: Prof. Gianni."— Transcript della presentazione:

1 Test your abilities food: domande e risposte Francesco Cadario, Ciro Pignatiello, Valentina Novara Clinica Pediatrica di Novara Direttore: Prof. Gianni Bona

2 Food, domanda 1 Quando ti siedi a tavola per pranzo: A: fai sempre la stressa dose di insulina B: cerchi di capire quanti CHO hai nel piatto C: fai sempre ununità in più per non sbagliare D: fai sempre ununità in meno per non sbagliare

3 Food, domanda 2 Ai pasti: A: fai linsulina quando vuoi tu B: arrivi affamato, mangi e poi fai linsulina C: provi la glicemia e se va bene fai linsulina e aspetti 10 minuti prima di mangiare D: provi la glicemia e se va bene fai linsulina necessaria per il pasto e mangi subito

4 Food, domanda 3 I carboidrati allinterno di un pasto: A: se posso li evito così non faccio insulina B: sono contenuti in pane, pasta, bistecca, verdura e frutta C: sono lunico nutriente importante D: devono essere sempre presenti

5 Food, domanda 4 Un esempio di pasto bilanciato: A: pasta al pomodoro, bistecca impanata, patatine fritte B: trancio di pizza con verdure, coca zero e budino C: bistecca ai ferri, verdure grigliate ed un frutto D: frittata, prosciutto e pomodori

6 Carboidrati: 50-60% dellapporto calorico Proteine: 15-20% Lipidi: 30%,di cui saturi: 7%, e Colesterolo: < 200 mg/die Fibre: 30 g /die, oppure 0,5 g/Kg/die Un pasto bilanciato

7 Fondamentalmente bene Carboidrati 52 % Proteine 16 % Lipidi 34 % 50% carboidrati 20% proteine 30% lipidi Noi in genere insegniamo il calcolo dei carboidrati Ma è valido solo se in un tuttinsieme equilibrato

8 Food, domanda 5 La glicemia due ore dopo il pasto: A: se è maggiore di 50 mg/dl rispetto a quella pre- pasto indica che il bolo fatto era corretto B: non va mai misurata perché i valori non sono attendibili C: deve essere inferiore o tuttal più uguale a quella pre-pasto D: deve sempre essere maggiore di 200 mg/dl

9 Food, domanda 6 Per colazione è giusto mangiare: A: brioche e succo di frutta B: latte e caffè, cereali ed un frutto C: solo una merendina D: yogurt con un biscotto

10 A colazione La colazione è essenziale: scegli latte o yogurt e aggiungi sempre cornflakes o biscotti o fette biscottate o pane per avere lenergia necessaria per affrontare la giornata 30 g di biscotti al burro: 2/3 carboidrati, 5 g lipidi

11 Food, domanda 7 Uno spuntino (metà mattina/pomeriggio): A: è corretto se è fatto con un pacchetto di cracker o 1 yogurt B: può essere composto da 30g di pane C: è importante perché previene lipoglicemia D: se contiene 15 grammi di CHO non richiede insulina

12 merendina + estatè patatine + coca cola panino prosciutto magro + acqua zuccheri g 44 quasi tutti semplici grassi g 6 zuccheri g 36 tutti semplici grassi g 8 Zuccheri g 30 complessi Grassi g 4 La merenda

13 Food, domanda 8 Cosa non può mai mancare a cena: A: il dolce B: la verdura C: un secondo piatto D: un primo piatto o in alternativa due panini

14 Food, domanda 9 Cosa fai se sei in ipoglicemia? (glicemia < 70 mg/dl) A: mi metto sdraiato sul divano e aspetto che mi passi B: mangio un paio di quadretti di cioccolata C: mangio un pacchetto di cracker D: bevo un succo di frutta o assumo dello zucchero

15 Food, domanda 10 Quando fai sport: A: non mangio nulla per non appesantirmi B: bevo un succo di frutta per darmi la carica C: mangio un piccolo panino prima di iniziare D: mangio non meno di tre merendine

16 Food, domanda 11 Da quando ho scoperto di avere il diabete: A: ho capito che intraprendere una dieta ferrea è la cosa più giusta da fare B: ho capito quanto delle buone abitudini alimentari facciano bene a tutta la mia famiglia C: mangio tutte le volte che ho fame, basta fare un po di insulina D: non vado alle feste di compleanno dei miei compagni di scuola così evito di mangiare dolci

17 Food, domanda 12 Il momento dei pasti per me: A: è uninutile perdita di tempo, preferisco fare uno spuntino veloce da solo B: non è mai fisso, mangio quando ho smesso di fare tutto il resto C: è un momento di sofferenza perché sono sempre a dieta D: è il momento in cui la mia famiglia si ritrova e si dedica del tempo di qualità

18 Decalogo alimentare Dose di insulina corretta: usa per definirla il rapporto insulina/carboidrati Può essere calcolata dividendo 500 per il numero di U di insulina giornaliere Es U boli di insulina ai pasti e 16 U di basale alla sera: 500/33 = 15

19 Il decalogo alimentare Quando fare insulina: aspetta 10 minuti se la glicemia è normale, oppure se la glicemia è alta

20 Il decalogo alimentare Composizione dei pasti: devono contenere carboidrati (CHO), proteine e lipidi, ma anche fibre per essere pasti completi e dare un prevedibile effetto sulla glicemia post prandiale; i carboidrati contenuti in pane, pasta, riso, mais, cereali e frutta rappresentano la fonte principale di energia da spendere nella giornata (50-60% delle calorie totali). I CHO sono la componente che meglio relaziona con laumento della glicemia dopo il pasto

21 Il decalogo alimentare i carboidrati semplici aumentano la glicemia in 15 minuti, quelli complessi in unora, le proteine in 4-5 ore e i grassi in 6-8 ore. Il consumo di tutti i nutrienti nello stesso pasto aumenta il senso di sazietà per più tempo e modula laumento della glicemia dopo i pasti.

22 Il decalogo alimentare Prova la glicemia due ore dopo il pasto: se il dosaggio di insulina è corretto la tua glicemia dovrebbe essere più alta di 50 mg/dl rispetto a quella pre-pasto. È più facile ottenere questo risultato con un pasto equilibrato (carboidrati, proteine, lipidi e fibre).

23 Il decalogo alimentare La colazione è essenziale: scegli latte o yogurt e aggiungi sempre cornflakes o biscotti o fette biscottate o pane per avere lenergia necessaria per affrontare la giornata 30 g di biscotti al burro: 2/3 carboidrati, 5 g lipidi

24 Il decalogo alimentare Fai due spuntini: a metà mattina e a merenda. Con 15-20g di CHO puoi non fare insulina. Scelta consigliata: 1 frutto, o 1 pacchetto di crackers, o un panino da 30g, o una barretta di cereali.

25 Il decalogo alimentare Ricorda sempre di assumere per cena un piatto ricco di carboidrati complessi come pasta o riso, in alternativa pane a sufficienza (almeno due michette): questo ti aiuterà a prevenire le ipoglicemie notturne.

26 Il decalogo alimentare Correggi lipoglicemia con i carboidrati a rapido assorbimento (zucchero, caramelle, succhi di frutta), ma ricordati di non eccedere per evitare la conseguente iperglicemia

27 Il decalogo alimentare Quando fai attività sportiva parti con uno spuntino con carboidrati complessi per mantenere stabile la glicemia

28 Il decalogo alimentare Cerca di mantenere stabile il tuo peso corporeo: non cambiare mai repentinamente il tuo stile di vita

29 Il decalogo alimentare Il buon cibo ti aiuta a vivere meglio: dedica ai pasti tempo e qualità


Scaricare ppt "Test your abilities food: domande e risposte Francesco Cadario, Ciro Pignatiello, Valentina Novara Clinica Pediatrica di Novara Direttore: Prof. Gianni."

Presentazioni simili


Annunci Google