La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Accordo con il Governo 23 luglio 2007: Protocollo su previdenza, lavoro e competitività per lequità e la crescita sostenibili Aspetti previdenziali Cgil.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Accordo con il Governo 23 luglio 2007: Protocollo su previdenza, lavoro e competitività per lequità e la crescita sostenibili Aspetti previdenziali Cgil."— Transcript della presentazione:

1 Accordo con il Governo 23 luglio 2007: Protocollo su previdenza, lavoro e competitività per lequità e la crescita sostenibili Aspetti previdenziali Cgil Lombardia, 17 settembre 2007

2 Il contesto Molti punti potranno essere giudicati solo dopo le traduzioni in norme e procedure Il Protocollo costituisce lesito momentaneo di un lungo processo sindacale e politico non concluso

3 Il contesto Quali i tempi di applicazione? Alcune misure subito, decreto extra-gettito sulle pensioni minime in Finanziaria: misure urgenti (lo scalone) e alcune meno conflittuali? (ad es: le misure sulla disoccupazione) Il resto, più problematico, dopo (ad es: MdL)

4 Il contesto Siamo partiti dal DPEF 2006 che prevedeva di intervenire su anzianità e coefficienti, che abbiamo contrastato unitariamente Memorandum e poi trattativa: maggioranza divisa e litigiosa, programma non del tutto condiviso?

5 Il contesto Attacchi al sindacato (alla Cgil), al suo ruolo prima ancora che alla sua linea Sindacato conservatore, Casta, vecchio Monti: spero che chiunque governi ponga fine alla concertazione e riduca la pervasività del sindacato

6 il contesto Accordo arriva dopo 5 anni di conflitti aspri, esalta il nostro ruolo confederale e si apprezza di più nel suo insieme: Luglio 93: tutela del potere dacquisto/forti vincoli di compatibilità; modello contrattuale/PdR 95: Dini. Modello pensionistico 97: pacchetto Treu/MdL; contrattazione territoriale

7 Il contesto Accordo 23 luglio 2007 interviene su : Pensionati, Giovani, Donne Sistema pensionistico e prestazioni Ammortizzatori Mercato del Lavoro Contrattazione/PdR

8 Il contesto Sia sullo scalone che sui coefficienti noi avevamo norme che avevano effetti differiti nel tempo ma erano contabilizzati subito in sede Ue. (es. DPEF 2006 csx) TPS e RGS: costi riforma scalone dentro gli equilibri del sistema pensionistico Cgil Cisl Uil: costi pensioni basse e giovani: no. Servono risorse aggiuntive

9 Il referendum Importante garantire la presenza nei luoghi di lavoro e territori (supporto alle Categorie e alle Camere del Lavoro) Articolazioni: pensionati, giovani (università?) Prendi la parola Come sul Tfr: le persone devono poter valutare e decidere. Orientare

10 Aumento pensioni basse Abbiamo resistito unitariamente allimpostazione iniziale del Governo: sostegno alla povertà Valorizzare lavoro e contributi versati reddito individuale e non familiare (donne) Tavolo di Concertazione. Carattere non contingente dellaccordo. Inveramento Accordo Amato (lo aspettavamo del 1992)

11 Aumento pensioni basse Dal 1/1/2008 le pensioni comprese da 3 a 5 volte il minimo (per il 2008 corrispondente alla fascia di pensione, in pagamento a dicembre 2007, da 1.308,42 a 2.180,70 euro lordi al mese) sarà rivalutato al 100% (oggi il 90%) beneficeranno della nuova rivalutazione: totalmente pensionate e pensionati parzialmente pensionate e pensionati

12 Aumento pensioni basse Dal 1/1/2008 i trattamenti di tipo assistenziale (pensioni sociali, assegni sociali, trattamenti agli invalidi civili, ciechi e sordomuti) aumentano fino a garantire un reddito individuale mensile complessivo di 580 euro (per il 2007 è invece 559,91) Beneficeranno dellincremento: pensionate e pensionati che già percepiscono tali prestazioni nuovi beneficiari: grazie allaumento del limite di reddito corrispondente per il 2008 a euro. Importo che negli anni successivi sarà riadeguato in misura pari allincremento dellimporto del trattamento minimo

13 Aumento pensioni basse A decorrere dallanno 2007, nella rata di ottobre, e dallanno 2008 in aggiunta alla rata di luglio sarà corrisposto un importo pari a: dipendenti autonomi Nel 2007 Dal 2008 Fino a 15 anniFino a 18 anni Oltre 15 fino a 25 anniOltre 18 fino a 28 anni Oltre 25 anniOltre 28 anni Scaglioni di anzianità contributiva Importo aggiuntivo annuo in euro Come si nota dalla tabella limporto varia a seconda dellanzianità contributiva della pensione o delle pensioni percepite dalla pensionata/pensionato

14 Aumento Pensioni basse Il Governo si impegna a riesaminare gli effetti dellattuale regime di cumulo tra redditi da lavoro e pensione al fine di incentivare la permanenza al lavoro e contrastare le forme di lavoro sommerso ed irregolare delle pensionate e dei pensionati

15 Giovani: Totalizzazioni Comunque cumulabili, anche se si raggiunge il diritto alla pensione in un singolo fondo Ridotto il periodo minimo da 6 a 3 anni Non ci basta: critica in particolare per i parasubordinati con il contributivo

16 Giovani: Riscatto Laurea Importo in 10 anni senza interessi (oggi in 5 con interessi) ed è deducibile Utile per il raggiungimento dei 40 anni

17 Giovani: Contributi Parasubordinati Aumento del 3% (dal 23,50% al 26,50%) per le lavoratrici e i lavoratori iscritti alla gestione separata INPS: un punto allanno a partire dal 1/1/2008 al fine di garantire una maggiore copertura pensionistica aumento dellaliquota contributiva dal 1/1/2008 di 1% per le pensionate e i pensionati iscritti alla gestione separata e per le lavoratrici e i lavoratori che oltre ad essere iscritti alla gestione separata sono iscritti anche presso altre gestioni pensionistiche: dal 16% al 17%

18 Giovani/Contributi Ammortizzatori Aumenta il periodo Aumenta il valore Vale per le pensioni (calcolato sul 100% non sul valore dellammortizzatore)

19 Donne Viene mantenuta la vecchiaia a 60 anni e non, come chiesto, a 62. Sono inoltre previsti interventi per incentivare loccupazione femminile: welfare (politiche di incentivi, sgravi contributivi, potenziamento degli strumenti previsti dallarticolo 9 della legge 53 del 2000, rafforzamento dei servizi allinfanzia e agli anziani non autosufficienti). Gli interventi saranno definiti con le parti sociali

20 Anzianità Lo scalone non cè più Le nostre aspettative erano superiori e ci siamo battuti per ottenere un risultato migliore Ci sono evidenti benefici (1/3 anni in -) Sul manuale ci sono gli esempi 40 anni puliti con le 4 finestre

21 Anzianità

22

23 Restano i 35 anni di contributi con 57 di età? Mobilità (5.000) e gia autorizzati alla volontaria ( entro 20/7/7) Usuranti

24 Anzianità/Usuranti Riconoscimento delle differenze Allargamento della platea Circolare Salvi + notturni (8/4/3 Art.1, l. d- e) + linee/catene + autisti mezzi pesanti Fino a 3 anni in meno (minimo 57 di età) Periodo usurante: metà (10 anni nel periodo transitorio)

25 Anzianità/Usuranti Bastano 5.000? Questa è la stima del Governo Previsione di spesa: 2,52 Mld Euro in 10 anni (2008/2017) Flessibilità, vasi comunicanti Diritto soggettivo (non solo legato cioè a disponibilità finanziarie)

26 Anzianità/scambio? Non cè scambio! Richiesta generazionale (scalone vs. coefficienti) di genere (aumento età donne) Scalone: interno al sistema Giovani e pensionati: risorse aggiuntive, non interne al sistema. TPS battuto

27 Vecchiaia/Finestre Qui cè stato scambio? Finestre anzianità da 2 a 4 (pre-Maroni) Finestre (4 anche lì) per vecchiaia: 3 mesi in più Bonino comunque ricorre alla Ue per infrazione…

28 Vecchiaia/Finestre Abbiamo chiesto che i 3 mesi in più venissero conteggiati (coerente con politiche di incentivazione al lavoro degli anziani) No perché: Nelle PA non andrebbero più in pensione Le imprese vogliono continuare ad avere mano libera per licenziare

29 Coefficienti Abbiamo sempre contestato la tesi che i coefficienti si dovessero automaticamente adeguare. Ma, scava scava, la Dini questo sosteneva e i Governi (sia di cdx che di csx) questo hanno comunicato alla Ue…

30 Coefficienti Si rinvia lapplicazione al 2010: entro il 2008 definiamo i nuovi parametri. Non cè automatismo! Non verranno applicati: non si possono toccare i coefficienti, cambiamo i parametri Superiamo il livello medio tra le aspettative di vita di uomini e donne

31 Coefficienti Quali sono i nuovi parametri? Grandezze macroeconomiche, demografiche, migratorie Aspettative di vita diverse tra settori di attività diversi (dati epidemiologici) Percorsi discontinui/precari: obiettivo 60%

32 Obiettivo 60% ? Non è il nostro obiettivo! Riguarda carriere discontinue, con stipendi bassi, che non raggiungono pensioni decenti neanche dopo 40 anni. Totalizzazioni, coperture figurative disoccupazione, maturazione periodi ammortizzatori, Solidarietà interna A quale età? Pro quota?

33 Immigrati Con la Dini dopo 5 anni ti potevi portare a casa i contributi. Con la Bossi Fini solo dopo 65 anni (riduzioni e correzioni) Ipotesi governo: 33% al lavoratore, 33% a politiche per lintegrazione, 33% a solidarietà…No alla solidarietà dei poveri verso i ricchi: 100% al lavoratore In assenza di convenzioni abbassare letà

34 Immigrati Nostro obiettivo: diritto alla pensione Estendere le convenzioni internazionali, come per gli italiani emigrati allestero Convenzione con le Filippine: ferma da 15 anni. Col Marocco pronta e ferma

35 INPS o INPU ? 0,09% norma tecnica RGS con effetto politico per noi inaccettabile Si a risparmi e sinergie, occhio allINPU (es Inpdap) Accorpamenti (Enpals e poi Ipsema) Sedi uniche, politiche integrate

36 Competitività/PdR Non interviene sul sistema della contrattazione. Vale laccordo del 23/7/93 Si occupa solo del 2° livello A chi si applica? A quelli che già lInps riconosce (salario variabile)

37 Competitività/PdR Estende quota salario di riferimento (3>5%) Dalla decontribuzione allo sgravio contributivo (immediata per il lavoratore) Rende il Pdr completamente utile ai fini del calcolo della pensione Defiscalizzazione: 150 milioni


Scaricare ppt "Accordo con il Governo 23 luglio 2007: Protocollo su previdenza, lavoro e competitività per lequità e la crescita sostenibili Aspetti previdenziali Cgil."

Presentazioni simili


Annunci Google