La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE IPOTESI DI NESSUNO Può essere il vento. La pagina in bianco. Può essere. Può essere colui che viene cancellato dalla pioggia. Ora ricordo un uomo cieco.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE IPOTESI DI NESSUNO Può essere il vento. La pagina in bianco. Può essere. Può essere colui che viene cancellato dalla pioggia. Ora ricordo un uomo cieco."— Transcript della presentazione:

1

2 LE IPOTESI DI NESSUNO Può essere il vento. La pagina in bianco. Può essere. Può essere colui che viene cancellato dalla pioggia. Ora ricordo un uomo cieco un dolce pomeriggio. Vagava solo nella neve con un sorriso di beatitudine e un bastone tanto bianco quanto i fiocchi. Passò accanto a me senza vedermi. Io ero il suo Nessuno. un fantasma in quel regno luminoso. Può succedere che siamo i ciechi di Nessuno. sincronizzato

3 Nessuno forse è il vento che apre le finestre con colpi senza armonia per farci parlare nella lingua del sogno. Può essere uno che lasciò per sempre il suo cappotto scordato sulla gruccia del caffè, un cappotto come una bandiera del vuoto che scompare un giorno, come il suo padrone. Può essere colui che non è mai stato. colui che non sarà mai, colui che si stancò di essere stato. Forse sarà nel paese degli scomparsi l'unico apparso che chiamiamo fantasma, quello che fa scricchiolare le scale nella notte o fa cadere un tegame in cucina, quello che sposta le posate che poi non troviamo più, il ladro delle lontananze.

4 Può essere il viaggiatore di sè stesso, il nomade di sè stesso. Ha fatto diversi mestieri fuori tempo: trascina carte nella via solitaria, porta giornali arretrati da una parte all'altra della città, porta un odore da fuori le mura nel suo centro, strappa le locandine del cinema di ieri, fa partire i treni soltanto con il suono di una campana. Può essere il vento. La pagina in bianco. Può essere…

5 Nessuno!!! Un ultimo furore: disegnò col suo pennello una porta nell'aria e sbattendola passò dall'altra parte. Un'altra versione dice che disegnò una rivoltella e con essa si sparò nel ventre. Ma prima, prevedendo le lunghe notti dell'uomo assediato dall'inverno, decise di riempire i nostri muri con molte immagini del sole, per aiutarci ad abitare il labirinto.

6 Ipotesi… Nessuno dipinse campi di grano e il fiore del pane iniziò a profumare nelle cantine deserte!!!

7 Vivo in un battito del tempo. Da bambino odiavo il suono monocorde del tempo a casa di mio padre, il coro dei suoi orologi a muro che ripetevano la stessa musica. E dunque allora, cosa s'è fatto il tempo di mio padre, la sua feroce orologeria implacabile? Io invidiavo da bambino il paesano che dava l'ora quando s'indorava il giorno, quando sull'albero cambiavano le luci.

8 Adesso amo il rintocco dell'orologio, lo scampanio delle mie ore. In ognuna di esse cresce il passato, di cui sono popolato. Non tutti vivono la stessa ora, lo stesso divenire. L'anziana che oggi si lasciò nel mio ufficio il suo orologio, il pilota d'aereo che misura il tempo nel manuale dei suoi voli.

9 La notte registra le ore con lentezza da sogno e coprendo gli orologi non si riesce a fermare il tempo. Esiste qualcos'altro che scorra più del tempo? Solo le ipotesi di nessuno e tutto per ricominciare il nuovo giorno… By, Salvatore


Scaricare ppt "LE IPOTESI DI NESSUNO Può essere il vento. La pagina in bianco. Può essere. Può essere colui che viene cancellato dalla pioggia. Ora ricordo un uomo cieco."

Presentazioni simili


Annunci Google