La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L'Egitto ha una delle più lunghe storie di ogni Stato moderno, essendo stata continuamente abitata dal 10° millennio a.C. I suoi monumenti, come la piramide.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L'Egitto ha una delle più lunghe storie di ogni Stato moderno, essendo stata continuamente abitata dal 10° millennio a.C. I suoi monumenti, come la piramide."— Transcript della presentazione:

1

2 L'Egitto ha una delle più lunghe storie di ogni Stato moderno, essendo stata continuamente abitata dal 10° millennio a.C. I suoi monumenti, come la piramide di Giza e la Grande Sfinge, sono stati costruiti per la sua antica civiltà, che è stata una delle più avanzate del suo tempo. Le sue antiche rovine, come quelle di Menfi, Tebe, Karnak e la Valle dei Re, al di fuori di Luxor, sono un focus significativo di studi archeologici e di interesse popolare.

3 Per visitare Il Cairo avrete bisogno di almeno 4 giorni pieni. I singoli quartieri si visitano agevolmente a piedi, in quanto molto raccolti e sicuri per i turisti data la massiccia presenza di polizia turistica. Per muoversi invece da un quartiere all'altro e per visitare i siti archeologici, suggeriamo caldamente di servirsi dei taxi magari affittandone uno per l'intera giornata

4

5

6

7

8 Principale corso d'acqua dell'Egitto e il più importante fiume dell'Africa, il Nilo è alimentato da tre affluenti principali: il Nilo Bianco, che nasce dal lago Vittoria, lAtbara, il più piccolo, che si unisce al fiume in territorio sudanese, e il Nilo Azzurro, che ha origine dal lago Tana e che convoglia le piogge cadute nel lontano altopiano etiopico.

9

10

11

12 Il Cairo possiede centinaia di moschee; se vi proponete di visitarne soltanto una, optate per la Moschea El-Azhar, una delle istituzioni più venerabili del Cairo. Fu costruita nel 970 d.C. come moschea principale e centro di studi per la città appena fondata dai nuovi governanti nordafricani. Ad oltre un millennio, resta uno dei più importanti centri di teologia islamica, dove confluiscono ogni anno studenti musulmani da tutte le parti del mondo.

13

14

15

16 Abu Simbel (o anche Abu Simbal, Ebsambul e Isambul; in arabo: أبو سنبل o أبو سمبل), è un sito archeologico dell'Egitto. Si trova nel governatorato di Assuan, nell'Egitto meridionale, sulla riva occidentale del Lago Nasser, circa 280 km a Sud-Ovest di Assuan per via stradale. Il complesso archeologico di Abu Simbel è composto da due enormi templi in roccia ricavati dal fianco della montagna dal faraone Ramses II nel XIII secolo a.C., eretti per intimidire i vicini Nubiani e per commemorare la vittoria nella Battaglia di Kadesh. Il sito archeologico fu scoperto nel 1813 dallo svizzero Johann Ludwig Burckhardt ma quasi completamente ricoperto di sabbia, fu violato per la prima volta il 4 agosto 1817 dall'archeologo italiano Giovanni Battista Belzoni. Nel 1979 è stato riconosciuto come patrimonio dell'umanità dall'UNESCO..

17

18

19

20 Kôm Ombo è una piccola cittadina dell'Egitto posta sulla riva occidentale del Nilo. Si trova a circa quaranta km a nord di Assuan, nei pressi di una vasta pianura coltivata a canna da zucchero e granturco. Nei pressi della città moderna si trovano notevoli resti archeologici, fra cui in particolare il Tempio dedicato alle due divinità di Sobek ed Haroeris, una delle manifestazioni solari di Horo il Vecchio. Costruito strategicamente su di una collinetta, in arabo Kom, è poco distante dal fiume ma dal quale si gode un bel panorama sia sull'ansa del Nilo che sull'isola di El-Mansuriyah.

21

22

23 el-Karnak è un piccolo villaggio situato sulle sponde del Nilo a circa 2,5 km a nord di Luxor. I templi egizi sono la principale attrazione di el-Karnak al punto che, comunemente, al nome "Karnak" viene generalmente associato più il sito archeologico che non il villaggio. Il numero annuale di visitatori è secondo solo a quello della piramidi di Giza. Il complesso templare di Karnak è, di fatto, costituito da tre distinti recinti templari dedicati ad Amon, alla sua sposa divina Mut, ed al Dio locale Montu (dal corpo umano e dalla testa di falco).

24

25

26

27

28

29 Il Tempio di LUXOR è uno splendido capolavoro,nel quale quasi tutti i faraoni del Nuovo Regno vollero lasciare la propria impronta per l'eternità. Lingresso del tempio di Luxor si trovava a Nord ed era preceduto da un viale di sfingi criocefale, che furono sostituite dal faraone Nectanebo I con teste umane. Aveva un grande portale alto 24 metri e sul pilone erano state incise le gesta epiche del grande Ramesse II (la Battaglia di Quadesh) che combatte contro gli Ittiti. In origine lingresso aveva sei statue colossali del faraone (in origine quattro sedute e due in piedi) e due obelischi in granito. Oggi ne resta uno,a sinistra dell'entrata, poichè l'altro fu donato da Mohamed Alì ai Francesi e ora si trova in Place de la Concorde a Parigi. In cambio i Francesi donarono allEgitto un orologio che pare non abbia mai funzionato!

30

31

32 Quando gli antichi Greci le definirono una delle sette meraviglie del mondo, le tre grandi piramidi d'Egitto avevano già oltre venti secoli. Oggi, delle altre sei meraviglie elencate dai greci, rimane poco o nulla; ma le piramidi, vecchie di quasi cinquemila anni, continuano ad essere il monumento più celebrato della Terra.

33 La Grande Piramide di Giza, conosciuta anche come la Piramide di Cheope o la Piramide di Khufu, è la più antica e la più grande delle tre piramidi della necropoli di Giza, confinante con quello che oggi è El Giza, in Egitto. È la più antica delle sette meraviglie del mondo antico e l'unica a rimanere in gran parte intatta. Gli egittologi ritengono che la piramide sia stata costruita come tomba per il faraone Khufu (Cheope in Greco), IV dinastia, per un periodo da 10 a 20 anni, concludendosi attorno al 2560 a.C

34

35

36 La sfinge è una figura mitologica appartenente tanto alla mitologia greca quanto alla mitologia egizia. Viene raffigurata come un mostro con il corpo di un leone o cane e la testa umana (androsfinge), di falco (ieracosfinge) o di capra (criosfinge), dall'aspetto magnifico e imponente. La sfinge nella mitologia egizia è un monumento che veniva costruito vicino alle piramidi dei faraoni dai lavoratori egizi come simbolo protettivo, per augurare una serena vita nell'aldilà. Ha corpo canino (o leonino) e testa umana che, si crede, raffigurasse il faraone. La più famosa sfinge è quella costruita vicino alle piramidi dei faraoni Cheope, Chefren e Micerino a Giza, sobborgo del Cairo. Strabone riporta di aver visto varie sfingi nei suoi viaggi in Egitto.

37

38

39 Saqqara è una vasta necropoli situata in Egitto a 30 km a sud della città moderna del Cairo. Il monumento di maggior rilievo è la piramide a gradoni di Djoser, considerata la più antica tra le piramidi. La necropoli di Saqqara copre un'area di circa 7 × 1,5 km.

40

41

42

43

44 ALLA PROSSIMA! 3/28/2014


Scaricare ppt "L'Egitto ha una delle più lunghe storie di ogni Stato moderno, essendo stata continuamente abitata dal 10° millennio a.C. I suoi monumenti, come la piramide."

Presentazioni simili


Annunci Google