La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Onde Il gruppo di ricerca Approccio metodologico Le scuole in rete Il progetto Gli autori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Onde Il gruppo di ricerca Approccio metodologico Le scuole in rete Il progetto Gli autori."— Transcript della presentazione:

1 Onde Il gruppo di ricerca Approccio metodologico Le scuole in rete Il progetto Gli autori

2 Patrizia Medici (*) : Scuola Secondaria Superiore di primo grado A. Stoppani di Lecco Patrizia Medici (*) : Scuola Secondaria Superiore di primo grado A. Stoppani di Lecco Elena Pini (*) : Scuola Secondaria Superiore di primo grado di Lierna (I.C.S. Mons.L. Vitali di Bellano) Elena Pini (*) : Scuola Secondaria Superiore di primo grado di Lierna (I.C.S. Mons.L. Vitali di Bellano) (*) docente di scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali Il percorso didattico Onde … è stato oggetto della tesi di specializzazione nellinsegnamento secondario di E. Pini ( Docente accogliente: Prof.ssa P. Medici; Supervisore: Prof.ssa P. Catalani; Relatore: Prof.ssa E. Giordano) A.A Il testo della presentazione è tratto dalla suddetta tesi (1) Il percorso didattico Onde … è stato oggetto della tesi di specializzazione nellinsegnamento secondario di E. Pini ( Docente accogliente: Prof.ssa P. Medici; Supervisore: Prof.ssa P. Catalani; Relatore: Prof.ssa E. Giordano) A.A Il testo della presentazione è tratto dalla suddetta tesi (1).

3 Il gruppo di ricerca Il lavoro è stato svolto all'interno di un progetto di ricerca- azione promosso dai ricercatori in didattica della fisica dell'Università di Milano-Bicocca, Dipartimento di Epistemologia ed Ermeneutica della Fisica Lunità di ricerca di Milano-Bicocca, coordinata da E. Giordano, ha realizzato allinterno del progetto Fisica per la Formazione Culturale (finanziato dal Miur ), in collaborazione con lUnità di Bologna, un sito per la formazione degli insegnanti sul tema Onde

4 Il progetto Il progetto è stato svolto nella classe 1^ G della Scuola Media Statale A. Stoppani di Lecco, nel periodo gennaio- aprile Il progetto è stato svolto nella classe 1^ G della Scuola Media Statale A. Stoppani di Lecco, nel periodo gennaio- aprile E un percorso didattico di introduzione ai fenomeni ondulatori, che mira a far comprendere il significato di tali fenomeni attraverso la partecipazione attiva degli alunni in attività sperimentali che utilizzino materiale di uso comune (corde, teli, molle, vasche d'acqua e altro materiale povero) per generare onde. E un percorso didattico di introduzione ai fenomeni ondulatori, che mira a far comprendere il significato di tali fenomeni attraverso la partecipazione attiva degli alunni in attività sperimentali che utilizzino materiale di uso comune (corde, teli, molle, vasche d'acqua e altro materiale povero) per generare onde. Il progetto dal titolo Onde nellacqua, nelle corde, nelle molle, nellaria…nel vuoto: dal gioco allinterpretazione dei fenomeni scientifici; il laboratorio come officina di apprendimento è stato finanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione e ha coinvolto una ventina di scuole, per la maggior parte appartenenti all'area di Milano e provincia Il progetto dal titolo Onde nellacqua, nelle corde, nelle molle, nellaria…nel vuoto: dal gioco allinterpretazione dei fenomeni scientifici; il laboratorio come officina di apprendimento è stato finanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione e ha coinvolto una ventina di scuole, per la maggior parte appartenenti all'area di Milano e provincia In ogni scuola media il progetto è stato realizzato nelle classi dei docenti partecipanti, prime, seconde o terze, con modalità adattate alla situazione disciplinare e cognitiva della classe. Pur mantenendo una coerenza di fondo nell'approccio metodologico e nell'uso di strumenti comuni, ogni classe ha seguito un progetto individuale che, per una scelta di metodo, doveva rimanere 'aperto' e flessibile a cambiamenti in itinere, in risposta a quanto emerso dai protagonisti del progetto stesso: gli alunni. (1) In ogni scuola media il progetto è stato realizzato nelle classi dei docenti partecipanti, prime, seconde o terze, con modalità adattate alla situazione disciplinare e cognitiva della classe. Pur mantenendo una coerenza di fondo nell'approccio metodologico e nell'uso di strumenti comuni, ogni classe ha seguito un progetto individuale che, per una scelta di metodo, doveva rimanere 'aperto' e flessibile a cambiamenti in itinere, in risposta a quanto emerso dai protagonisti del progetto stesso: gli alunni. (1)

5 Lapproccio metodologico Il percorso didattico, analogamente a quanto accade in un comune progetto di ricerca scientifica, offre possibilità di manipolazione di strumenti, di osservazione diretta, descrizione dei fenomeni osservati, raccolta dati e loro classificazione, formulazione di ipotesi e loro verifica sperimentale. Il percorso didattico, analogamente a quanto accade in un comune progetto di ricerca scientifica, offre possibilità di manipolazione di strumenti, di osservazione diretta, descrizione dei fenomeni osservati, raccolta dati e loro classificazione, formulazione di ipotesi e loro verifica sperimentale. Ciò che ha contraddistinto questo lavoro da una più tradizionale attività di laboratorio è il fatto di essere stato costruito dai ragazzi, dai loro spunti e interventi e soprattutto dalla loro voglia di capire e di saperne di più. Non si è quindi trattato di una serie di esperienze guidate, in cui il docente ha dato istruzioni su cosa fare, cosa osservare e infine sui contenuti 'da apprendere', ma di un lavoro esplorativo dei ragazzi, alla scoperta di significati nel fare, nell'agire, rivelando in ogni passo del cammino nuove connessioni logiche e nuovi aspetti rilevanti dello stesso fenomeno. Ciò che ha contraddistinto questo lavoro da una più tradizionale attività di laboratorio è il fatto di essere stato costruito dai ragazzi, dai loro spunti e interventi e soprattutto dalla loro voglia di capire e di saperne di più. Non si è quindi trattato di una serie di esperienze guidate, in cui il docente ha dato istruzioni su cosa fare, cosa osservare e infine sui contenuti 'da apprendere', ma di un lavoro esplorativo dei ragazzi, alla scoperta di significati nel fare, nell'agire, rivelando in ogni passo del cammino nuove connessioni logiche e nuovi aspetti rilevanti dello stesso fenomeno. I ragazzi sono stati i veri protagonisti del lavoro, in linea con un approccio costruttivista al processo di insegnamento-apprendimento; il ruolo dell'insegnante è stato semplicemente quello di assisterli nella scoperta di nuovi mondi, nel confronto di quanto emerso con conoscenze preesistenti e infine nella riorganizzazione delle conoscenze in una rete concettuale in cui di volta in volta si potessero generare più collegamenti. I ragazzi sono stati i veri protagonisti del lavoro, in linea con un approccio costruttivista al processo di insegnamento-apprendimento; il ruolo dell'insegnante è stato semplicemente quello di assisterli nella scoperta di nuovi mondi, nel confronto di quanto emerso con conoscenze preesistenti e infine nella riorganizzazione delle conoscenze in una rete concettuale in cui di volta in volta si potessero generare più collegamenti. I ragazzi sono inoltre stati messi in contatto, per via telematica, con una classe partecipante al progetto onde, in un gemellaggio atto a favorire la comunicazione tra scuole, il senso di appartenenza dei ragazzi ad un progetto più vasto, che consentisse anche spazi di scambio e socializzazione (1) I ragazzi sono inoltre stati messi in contatto, per via telematica, con una classe partecipante al progetto onde, in un gemellaggio atto a favorire la comunicazione tra scuole, il senso di appartenenza dei ragazzi ad un progetto più vasto, che consentisse anche spazi di scambio e socializzazione (1)..

6 Le scuole in rete Le classi partecipanti al progetto sono state messe in contatto, per via telematica, in un gemellaggio atto a favorire la comunicazione tra scuole, il senso di appartenenza dei ragazzi ad un progetto più vasto, che consentisse anche spazi di scambio e socializzazione. Le classi partecipanti al progetto sono state messe in contatto, per via telematica, in un gemellaggio atto a favorire la comunicazione tra scuole, il senso di appartenenza dei ragazzi ad un progetto più vasto, che consentisse anche spazi di scambio e socializzazione. Lo scambio di esperienze tra docenti partecipanti al progetto si è verificato sia attraverso incontri periodici, per preparare e concordare lavoro, tempi e ruoli e fare il punto della situazione, sia attraverso il collegamento telematico. Lo scambio di esperienze tra docenti partecipanti al progetto si è verificato sia attraverso incontri periodici, per preparare e concordare lavoro, tempi e ruoli e fare il punto della situazione, sia attraverso il collegamento telematico. E' stato inoltre istituito un sito, pctidifi.mi.infn.it/onde, recentemente reso accessibile anche allesterno e ancora in fase di revisione e completamento, per raccogliere i lavori, organizzarli e coordinarli. E' stato inoltre istituito un sito, pctidifi.mi.infn.it/onde, recentemente reso accessibile anche allesterno e ancora in fase di revisione e completamento, per raccogliere i lavori, organizzarli e coordinarli. Le classi hanno presentato il loro lavoro al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, nellambito della mostra Scienza Under 18, nella settimana del maggio 2003 Le classi hanno presentato il loro lavoro al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, nellambito della mostra Scienza Under 18, nella settimana del maggio 2003 (1).


Scaricare ppt "Onde Il gruppo di ricerca Approccio metodologico Le scuole in rete Il progetto Gli autori."

Presentazioni simili


Annunci Google