La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli Organi di Senso. Nel corpo vi sono cellule, chiamate recettori, specializzate nel ricevere gli stimoli. Esse sono in gran parte raggruppate in organi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli Organi di Senso. Nel corpo vi sono cellule, chiamate recettori, specializzate nel ricevere gli stimoli. Esse sono in gran parte raggruppate in organi."— Transcript della presentazione:

1 Gli Organi di Senso

2 Nel corpo vi sono cellule, chiamate recettori, specializzate nel ricevere gli stimoli. Esse sono in gran parte raggruppate in organi detti organi di senso.

3 Gli Organi di Senso Ogni ricettore è in grado di rispondere ad un solo stimolo per il quale è specializzato. Fotoricettori, specializzati per gli stimoli luminosi, chemorecettori, per gli stimoli gustativi e olfattivi, meccanoricettori per gli stimoli meccanici e termoricettori per il caldo e il freddo. Le ventose del polpo sono rivestite di numerosi chemorecettori

4 Gli Organi di Senso I nostri sensi sono cinque: La Vista LOlfatto LUdito Il Gusto Il Tatto

5 Locchio: la vista La vista è affidata agli occhi, che sono alloggiati nelle orbite del cranio. Nell'occhio si distinguono il bulbo oculare, il vero e proprio organo di senso, e alcuni organi accessori, con funzione protettiva.

6 Le palpebre sono due sottili pieghe della pelle rivestite internamente da una membrana, la congiuntiva. Esse proteggono gli occhi dalla luce troppo intensa e con il loro battito distendono il liquido lacrimale, prodotto dalle ghiandole lacrimali, che li mantiene umidi e puliti. Locchio: la vista Gli Organi Accessori

7 Le ciglia sono i peli allineati lungo il margine libero delle palpebre e servono a filtrare la luce e a trattenere la polvere. Locchio: la vista Gli Organi Accessori

8 Le sopracciglia sono i peli disposti lungo l'orlo superiore dell'orbita e servono a impedire che il sudore della fronte penetri nell'occhio e produca irritazione. Locchio: la vista Gli Organi Accessori

9 Il bulbo oculare ha la forma di una sfera con il diametro di circa 2,5 cm. Si muove in tutte le direzioni grazie a sei muscoli inseriti sulla sua superficie. Locchio: la vista Il Bulbo Oculare

10 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare La parte esterna del bulbo oculare è formata da tre membrane: la sclerotica, la coroide e la retina.

11 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare La sclerotica (o sclera), corrisponde al "bianco dell'occhio". Nella parte anteriore diviene trasparente e convessa e forma la cornea, che funziona da lente convergente.

12 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare La coroide, di colore nero, si trova al di sotto della sclerotica. Anch'essa si modifica nella parte anteriore, dove, in corrispondenza della cornea, forma l'iride, un anello muscolare con varie colorazioni

13 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare Al centro dell'iride c'è la pupilla, un foro regolabile per il passaggio dei raggi luminosi.

14 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare La rètina, la membrana più interna, è formata da vari strati di cellule. Lo strato più importante contiene le cellule sensibili alla luce, i fotorecettori (i coni e i bastoncelli): questi si collegano alle fibre del nervo ottico che invia al cervello le informazioni visive.

15 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare Dietro l'iride si trova il cristallino, una piccola lente biconvessa, trasparente, che consente di "mettere a fuoco" gli oggetti secondo la distanza a cui si trovano.

16 Locchio: la vista Il Bulbo Oculare Umor acqueo, cristallino e umor vitreo costituiscono un sistema perfettamente trasparente di lenti che per la loro composizione e per la possibilità del cristallino di modificare la propria curvatura ottimizzano la visione nelle diverse situazioni.

17 Locchio: la vista Come funziona locchio 1. La pupilla regola la quantità di luce in ingresso. 2. L'umor acqueo e l'umor vitreo "concentrano limmagine rimpicciolita sulla retina con il contributo del cristallino, che la mette a fuoco modificando la propria curvatura e, essendo una lente, la rovescia. 3. Il sistema nervoso raddrizza l'immagine.

18 Come funziona Video Come funziona Video

19 Lorecchio: ludito L'udito ci consente di percepire i suoni, cioè le onde sonore generate dalla vibrazione di un corpo e trasmesse attraverso l'aria. L'orecchio contiene i recettori per captare i suoni e i recettori per l'equilibrio.

20 Lorecchio: ludito Nell'orecchio possiamo distinguere tre parti: Orecchio esterno Orecchio interno Orecchio medio

21 Lorecchio esterno raccoglie e trasmette i suoni ed è formato da: il padiglione auricolare, che ha la funzione di raccogliere e convogliare i suoni verso il condotto uditivo esterno; Lorecchio: ludito

22 Lorecchio esterno raccoglie e trasmette i suoni ed è formato da: Lorecchio: ludito il condotto uditivo esterno, un canale che termina con il timpano, una membrana elastica che vibra quando viene raggiunta dalle onde sonore e le trasmette all'orecchio medio.

23 Lorecchio medio: Lorecchio medio è formato dalla cassa timpanica che comunica con la faringe mediante la tromba di Eustachio, che ha la funzione di equilibrare la pressione che laria esercita sul timpano. Lorecchio: ludito

24 Lorecchio medio contiene gli ossicini: Staffa, incudine e martello, sono tre ossicini che comunicano con lorecchio interno per mezzo della finestra ovale. Lorecchio: ludito

25 Lorecchio interno: E formato da dei canali semicircolari e da piccole cavità piene di un liquido: lendolinfa. Lorecchio: ludito La chiocciola è un canale avvolto a spirale dove risiede lorgano delludito, lorgano del Corti.

26 Come funziona lorecchio: Il suono, attraverso il condotto uditivo arriva alla membrana del timpano. Le vibrazioni, attraverso i tre ossicini, vengono amplificate e arrivano allorecchio interno dove lorgano del Corti le trasforma in impulsi nervosi. Il cervello analizza ed elabora i segnali ricevuti. Lorecchio: ludito

27 Come funziona Video

28 La percezione degli odori (cioè il senso dell'olfatto) è affidata a un gruppo di chemorecettori, le cellule olfattive, situate nel naso Il naso: lolfatto

29 La lingue: il gusto Il naso è l'organo dell'olfatto. Nella parte superiore della cavità nasale si trova l'epitelio olfattivo, formato da cellule olfattive che terminano con ciglia libere e immerse in uno strato di muco.

30 Il naso: lolfatto Le molecole odorose si sciolgono nello strato di muco e vengono a contatto con i recettori olfattivi che inviano, attraverso il nervo olfattivo, le informazioni al cervello che le legge e interpreta.

31 Come funziona Video

32 La lingua: il gusto La percezione dei sapori è affidata all'organo del gusto, formato da speciali chemorecettori, le cellule gustative, raggruppate in particolari protuberanze della lingua, le papille gustative.

33 La lingua: il gusto Le papille rendono la lingua ruvida al tatto e sono collegate tramite i nervi al cervello, al quale inviano le informazioni ricevute sul cibo che stiamo mangiando. Papille della lingua al microscopio

34 La lingua: il gusto Si possono classificare differenti tipi di papille gustative, distribuite in modo diseguale lungo la superficie della lingua, che rispondono con maggiore o minore intensità ai diversi stimoli; ci sono dunque zone della lingua che sono più sensibili a un determinato gusto.

35 La lingua: il gusto

36 Come funziona Video

37 La pelle: il tatto La sensibilità tattile, termica e dolorifica è affidata a particolari recettori cutanei, distribuiti nella pelle delle varie parti del corpo.

38 La pelle: il tatto Nell'uomo i recettori tattili (corpuscoli di Meissner e di Merkel) sono presenti in gran numero nelle dita e nelle labbra, mentre sono relativamente rari nel tronco. Le fibre sensoriali portano ai centri nervosi gli impulsi dei recettori tattili e pressori che poi arriveranno fino al cervello per la loro interpretazione. La pelle: il tatto Nell'uomo i recettori tattili (corpuscoli di Meissner e di Merkel) sono presenti in gran numero nelle dita e nelle labbra, mentre sono relativamente rari nel tronco.

39 Unillusione ottica è una qualsiasi illusione che inganna l'apparato visivo umano, facendogli percepire qualcosa che non è presente o facendogli percepire in modo scorretto qualcosa che nella realtà si presenta diversamente. Appendice Le illusioni ottiche

40 Le linee grigie dellimmagine sono parallele? Appendice Le illusioni ottiche

41 Sono parallele. La sfasatura dei quadrati nell'immagine ci dà una sensazione di irregolarità delle linee Appendice Le illusioni ottiche

42 Quale dei cerchi arancione è più grande? Appendice

43 Tutti e tre i cerchi hanno lo stesso diametro! Appendice Le illusioni ottiche

44 Un cubo impossibile Appendice

45 Le illusioni ottiche Quale dei due segmenti arancioni è più lungo? Appendice

46 Le illusioni ottiche Qual è il prolungamento del segmento Z? Appendice

47 Le illusioni ottiche Appendice

48 Le illusioni ottiche Vecchia o giovane? Appendice

49 Le illusioni ottiche Anziani o messicani? Appendice

50 Le illusioni ottiche Se guardi con attenzione l'immagine avrai l'illusione di percepire all'interno dei cerchi bianchi dei punti più scuri. Appendice

51 Le illusioni ottiche Fissa l'immagine centrale e muovi la testa avanti e indietro. Avrai la sensazione che i cerchi siano in movimento. Appendice

52 Fine


Scaricare ppt "Gli Organi di Senso. Nel corpo vi sono cellule, chiamate recettori, specializzate nel ricevere gli stimoli. Esse sono in gran parte raggruppate in organi."

Presentazioni simili


Annunci Google