La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Politica economica classica e socialismo scientifico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Politica economica classica e socialismo scientifico."— Transcript della presentazione:

1 Politica economica classica e socialismo scientifico

2 Economia politica classica -Smith -Ricardo -Malthus

3 Adam Smith Ricerche sulla natura e le cause della ricchezza delle Nazioni (1776) Lopera di Smith sancisce ufficialmente la fine di altri sistemi di pensiero economico (mercantilismo e fisiocrazia) Dal punto di vista strettamente economico, il sistema teorico di Smith ruota intorno al problema del lavoro Il lavoro è la vera fonte della ricchezza umana Il lavoro, se organizzato in un certo modo, è fattore di progresso per lintera società Il lavoro è la causa del valore dei beni

4 tendenza delluomo a trafficare, a barattare e a scambiare una cosa con unaltra DIVISIONE DEL LAVORO Il lavoratore si specializza aumentando la produttività Risparmio di tempo È più facile sostituire il lavoratore con la macchina

5 SPECIALIZZAZIONE DEL LAVORATORE Perdita dellautonomia (consegna ad altri della responsabilità di dare i mezzi necessari per vivere) Lo scambio diviene il fondamento del sistema sociale: gli uomini sono costretti a fare ricorso al MERCATO Il processo produttivo (investimento, ottenimento del prodotto) diviene più esteso nel tempo: nascono le anticipazioni produttive (il CAPITALE)

6 La società si sviluppa nella misura in cui riesce ad accumulare capitale Risparmio Investimento Lavoratori Produttivi Improduttivi

7 MALTHUS Saggio sulla popolazione (1798) la capacità naturale dell'uomo di riprodursi eccede in ogni momento la sua capacità di aumentare le disponibilità di cibo esistono alcuni ostacoli alla capacità di procreazione; questi possono essere di tipo preventivo o morale (ossia la dilazione del matrimonio, enfatizzato a partire dalla seconda edizione del 1803), o positivo (quali guerre, pestilenze, carestie) un eventuale innalzamento dei salari al di sopra del livello di sussistenza, nel breve periodo, farebbe aumentare le nascite, e la conseguente maggior offerta di lavoro riporterebbe i salari al livello precedente

8 RICARDO Principi delleconomia politica e delle imposte (1817) Secondo Ricardo, il compito delleconomia politica è quello di calcolare il saggio generale di profitto (rapporto tra prodotto ottenuto e capitale anticipato) TEORIA DEL VALORE-LAVORO: Prezzo di mercato = quantità di lavoro contenuta nella merce Contrasto strutturale tra capitale e lavoro salariato Laumento del profitto implica necessariamente una diminuzione del salario

9 KARL MARX Il socialismo scientifico Il socialismo scientifico di Marx ed Engels si distingueva dalle altre versioni, in quanto poggiava sulla riflessione che solamente lanalisi scientifica dei rapporti economici poteva consentire di elaborare un programma di azione rivoluzionaria del proletariato in lotta con la borghesia per lattuazione del socialismo. La teoria economica marxista si basa su due punti: Teoria del valore-lavoro Carattere storicamente limitato delle leggi economiche

10 La concezione materialistica della storia parte dal principio che la produzione e, con la produzione, lo scambio dei suoi prodotti sono la base di ogni ordinamento sociale; che, in ogni società che si presenta nella storia, la distribuzione dei prodotti, e con essa larticolazione della società in classi o ceti, si modella su ciò che si produce, sul modo come si produce e sul modo come si scambia ciò che si produce. Conseguentemente le cause ultime di ogni mutamento sociale e di ogni rivolgimento politico vanno ricercate non nella testa degli uomini, nella loro crescente conoscenza della verità eterna e delleterna giustizia, ma nei mutamenti del modo di produzione e di scambio; esse vanno ricercate non nella filosofia ma nelleconomia dellepoca che si considera. IL MATERIALISMO STORICO da Friedrich Engels LEVOLUZIONE DEL SOCIALISMO DALLUTOPIA ALLA SCIENZA

11 Le formazioni economico- sociali della storia Comunità primitiva Società asiatica Società antica Società feudale Società capitalistica Società socialista Uno spettro si aggira per l'Europa: lo spettro del comunismo. (dal Manifesto del partito comunista)

12 Manifesto del partito comunista (1848) Scritto da Marx e da Engels su incarico della Lega dei comunisti durante i moti del 1848 in Germania Ruota attorno a tre punti Analisi della funzione storica della borghesia Il concetto della storia come lotta di classe ed il rapporto tra proletari e comunisti La critica dei socialismi non-scientifici

13 I falsi socialismi Reazionario Conservatore o borghese (Proudhon) Critico- utopistico (Saint-Simon, Fourier, Owen) Feudale Piccolo- borghese Tedesco

14 Il capitale fine ultimo al quale mira quest'opera è di svelare la legge economica del movimento della società moderna (Prefazione di Marx al libro I) Critica delleconomia politica (1867) Merce Lavoro Plus-valore

15 Medioevo: i lavoratori possiedono la proprietà privata dei loro mezzi di produzione La proprietà dei prodotti è fondata sul lavoro del lavoratore Per mezzo del progresso tecnico i mezzi di produzione individuali diventano tali da poter essere usati solo da una collettività di uomini Divisione del lavoro Nascita della concezione dei prodotti come merci e nuova importanza del mercato Il lavoratore non è più padrone dei mezzi produttivi, che diventano sociali

16 Il lavoratore perde anche la proprietà del proprio prodotto, che va nelle mani del capitalista, il padrone dei mezzi di produzione Il modo di produzione viene sottoposto a questa forma di appropriazione malgrado ne elimini il presupposto Separazione tra mezzi di produzione e produttori, ridotti a non possedere altro che la forza-lavoro La contraddizione tra produzione sociale e appropriazione capitalistica si presenta come antagonismo tra proletariato e borghesia Lunico modo per superare questa contraddizione è di eliminare il modo di produzione capitalistico, conservando però la produzione sociale

17 La nascita della società comunista Rivoluzione del proletariato Dittatura del proletariato (fase transitoria tra capitalismo e comunismo) Comunismo (collettivizzazione dei mezzi di produzione e abolizione della proprietà privata) Al posto della società borghese, con le sue classi ed i suoi antagonismi di classe, subentra unassociazione nella quale il libero sviluppo di ciascuno è la condizione per il libero sviluppo di tutti. (dal Manifesto del partito comunista)

18 Bibliografia: Protagonisti e testi della filosofia, Nicola Abbagnano e Giovanni Fornero, Paravia Adam Smith e la nascita della scienza economica, Piero Barucci, Sansoni Gli economisti classici britannici e la politica economica. Da Malthus a Stuart Mill Manifesto del partito comunista, Marx e Engels, Editori Laterza Levoluzione del socialismo dallutopia alla scienza, F. Engels Il Capitale, Karl Marx, Newton Compton


Scaricare ppt "Politica economica classica e socialismo scientifico."

Presentazioni simili


Annunci Google