La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INDICE Premessa3 Presentazione5 Contesto socio-economico e culturale della scuola6 Organizzazione dellIstituto7 Dirigenza e uffici di segreteria Organigramma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INDICE Premessa3 Presentazione5 Contesto socio-economico e culturale della scuola6 Organizzazione dellIstituto7 Dirigenza e uffici di segreteria Organigramma."— Transcript della presentazione:

1

2 INDICE Premessa3 Presentazione5 Contesto socio-economico e culturale della scuola6 Organizzazione dellIstituto7 Dirigenza e uffici di segreteria Organigramma dellIstituto Struttura dellIstituto10 La scuola in … numeri Scuole dellInfanzia Scuole Primarie Scuola Secondaria di I° Grado Funzioni strumentali27 Progetti 40 Enti Finanziatori Progetti dIstituto Progetti Scuola dellInfanzia Progetti Scuola Primaria Progetti Scuola Secondaria di I° Grado Scelte Educative 73 Mission Finalità dellOfferta Formativa Finalità delle scuole dellIstituto Curricolo77 Organizzazione del curricolo Competenze trasversali Valutazione 81 Valutazione del comportamento Valutazione degli apprendimenti Indirizzi utili85 2

3 E il documento costitutivo dellidentità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche. La progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nellambito della loro Autonomia. (art.3 D.P.R.275/99) Che cosè: Cosa esplicita: Chi lo predispone: Viene redatto dal Collegio dei Docenti partendo dall'analisi dei bisogni e delle risorse del territorio e dall'attenta valutazione delle competenze professionali del personale scolastico. È adottato dal Consiglio d'Istituto. 3PREMESSA IL PIANO dellOFFERTA FORMATIVA (POF)

4 in attuazione della legge sull'Autonomia e della normativa vigente, nel rispetto delle Indicazioni Nazionali IL POF rappresenta: l'identità dell'istituto scolastico che lo elabora, sia sul piano didattico-educativo, sia sul piano organizzativo e gestionale; il risultato della pluriennale esperienza della scuola e dell'analisi dei bisogni educativi espressi dal contesto sociale, culturale ed economico, delle diverse esigenze formative degli alunni e delle attese espresse dalle famiglie; le scelte educative, didattiche, curricolari ed organizzative che permettono di promuovere lo sviluppo formativo di ogni alunno, sia nel processo di apprendimento, sia nelle scelte che orientano nella scuola e fuori di essa. Si ispira: ai principi affermati dalla Costituzione (art. 3, 33 e 34) e dalle Carte dei Diritti (Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo e Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia). È redatto: annuale: ogni anno la scuola rivede e rinnova il suo percorso di progettazione e approvazione. Esso sarà utile come documento di orientamento per le scelte delle famiglie che iscriveranno i loro figli nelle classi prime per lanno scolastico 2013/2014. Sarà pubblicato sul sito dellIstituto, e verrà messo a disposizione di tutti i genitori che ne richiedano copia. Ha durata: 4

5 PRESENTAZIONE LIstituto Comprensivo Statale di Loreto nasce con Decreto del Provveditore agli Studi di Ancona prot. n del 24 febbraio Esso comprende tre plessi di scuola dell Infanzia (Beniamino Gigli, F.lli Volpi e S. Francesco), tre plessi di scuola Primaria (Guglielmo Marconi, Giuseppe Verdi e Carlo Collodi) ed un plesso di scuola Secondaria di primo grado (Lorenzo Lotto) sede degli uffici di presidenza e segreteria. LIstituto rappresenta lunica realtà scolastica del Comune di Loreto e la diversa dislocazione dei plessi, centro e periferia, permette di soddisfare le esigenze di tutti i cittadini. Dal 20 luglio 2010 con il decreto n° del Direttore Generale dellUfficio Scolastico Regionale delle Marche, dott. Michele Calascibetta, in seguito a delibera del Consiglio dIstituto su proposta del Collegio Docenti del 29 giugno 2009, lIstituto Comprensivo di Loreto viene intitolato a Gianuario Solari (1763 – 1839). Il marchese Gianuario Solari è da annoverare tra i personaggi illustri della città di Loreto e tra i più importanti benefattori. Grazie al suo lascito a favore dei giovani loretani, è nata la Fondazione Solari, amministrata dal Comune, che assegna ogni anno numerose borse di studio a giovani loretani bisognosi e meritevoli. 5

6 CONTESTO SOCIO – ECONOMICO E CULTURALE DELLA SCUOLA storiche come in pochissimi altri angoli del mondo. Non sono remote le origini di questa città. In un elenco di chiese soggette al vescovo di Recanati,redatto nel 1249, di Loreto non si fa memoria, perché, stiamo parlando di un centro abitato generato dalla presenza di un Santuario. Per questa ragione, la storia di Loreto si intreccia lungo i secoli con le vicende del suo Santuario. La maggior parte della popolazione, è occupata nellartigianato o nelle attività commerciali collegate con la presenza del Santuario mariano. Numerose le piccole attività artigianali, alcune di articoli religiosi altre strettamente legate al territorio (lavorazione dellargento, strumenti musicali). I nuclei familiari in cui lavorano entrambi i genitori costituiscono la maggior parte della popolazione con ricadute importanti dal punto di vista della gestione del tempo da parte dei figli. Loreto è una splendida cittadina a Sud di Ancona, protesa verso l'Adriatico e fortificata dalla cinquecentesca cinta muraria. A chi passa lungo lautostrada, che collega Bologna al sud dItalia, Loreto, con il profilo inconfondibile del suo Santuario e la maestosità del Palazzo Apostolico, si impone subito col fascino delle cose belle, che suscitano curiosità e voglia di saperne di più su questa cittadina. La cittadina è posta su un colle a 127 metri di altezza, con circa abitanti, a due passi da un mare che è un incanto e in una regione dove ogni contrada, anche la più piccola, conserva tesori darte e memorie 6

7 ORGANIZZAZIONE DELLISTITUTO 7

8 Gli uffici di presidenza e segreteria si trovano nella sede della Scuola Secondaria di Primo Grado in via Bramante, 119. I servizi amministrativi e gestionali sono così organizzati: Gestione alunni Gestione personale Gestione risorse e patrimonio Gestione protocollo DIRIGENZA e UFFICI di SEGRETERIA orari di ricevimento Dirigente Prof.ssadal lunedì al sabato Scolastico Milena Brandonidalle alle su appuntamento D.S.G.A. Sig.raLunedì, martedì, Tiziana Maiolatesi mercoledì e venerdì dalle alle °Collaboratore Prof.ssadal lunedì al sabato Ornella Tafelli dalle alle su appuntamento 2°Collaboratore Ins.te Anna Maria Medeot Apparato 7 assistenti amministrativi Amministrativo 20 collaboratori scolatici Fiduciari Scuola Infanzia F.lli Volpi Ins.te F. Principi Gigli Ins.te G. Pieroni, San Francesco Ins.te M. Petroni Fiduciari Scuola Primaria Marconi Ins.te A.M.Medeot Collodi Ins.te M.C.Sorcenovo Verdi Ins.te C. Cingolani, 8

9 ORGANIGRAMMA DELLISTITUTO COMPRENSIVO LORETO DOCENTI CURRICOLARI COLLEGIO DOCENTI GIUNTA ESECUTIVA DIRIGENTE SCOLASTICO CONSIGLIO D'ISTITUTO STAFF ORGANIZZATIVO FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F REFERENTI SICUREZZA: R.S.S.P. 1 A.S.S.P. 7 R.L.S. 1 CONSIGLI DI CLASSE INTERCLASSE ED INTERSEZIONE DOCENTI COORDINATORE E SEGRETARIO RAPPRESENTANTI GENITORI COMMISSIONI COMITATO DI VALUTAZIONE REFERENTI PROGETTI RESPONSABILI LABORATORIO 9 STAFF DIRIGENZIALE: D.S.G.A. 1° COLLABORATORE 2° COLLABORATORE FIDUCIARI DI PLESSO

10 STRUTTURADELLISTITUTO 10

11 La realtà scolastica nellanno presenta dimensioni e caratteristiche molto rilevanti sintetizzate nel seguente prospetto: 84 alunni 3 sezioniScuola dellInfanzia F.lli Volpi 124 alunni 5 sezioniS. dellInfanzia S. Francesco 112 alunni 4 sezioni Scuola dellInfanzia Gigli 213 alunni 9 classi Scuola Primaria Verdi 132 alunni 6 classi Scuola Primaria Collodi 259 alunni12 classiScuola Primaria Marconi 396 alunni 17 classi Scuola Secondaria di 1° grado LA SCUOLA IN … NUMERI Totale 56 classi 1320 alunni 11

12 SCUOLA DELLINFANZIA F.LLI VOLPI La scuola è aperta dalle ore 8:00 alle ore 16:00, dal lunedì al venerdì E in funzione un servizio PRESCUOLA, gestito dal Comune, a carico delle famiglie, dalle ore 7:30 alle ore 8:00 SEZIONI N° 3 ALUNNI N° 84 DOCENTE FIDUCIARIO Principi Franca DOCENTI Sezione A (3 anni) Bompezzo C, Principi F. Sezione B (5 anni) Barbaccia N, Rosati A. M, Franceschetti C. (sostegno) Sezione C (4 anni) Castellani B., Tomassini S., Bombino M. (sostegno) ORARIO ORE 08:00 – 09:00 (ingresso). ORE 12:00 – 12:30 (prima uscita). ORE 13:00 – 14:00 (seconda uscita o eventuali rientri per alunni di 5 anni) ORE 15:30 – 16:00 (ultima uscita) via S. Francesco 12

13 SCUOLA DELLINFANZIA S. FRANCESCO via S. Francesco La scuola è aperta dalle ore 8:00 alle ore 16:00, dal lunedì al venerdì E in funzione un servizio PRESCUOLA, gestito dal Comune, a carico delle famiglie, dalle ore 7:30 alle ore 8:00. Nel plesso è presente un progetto di scuola aperta il pomeriggio in cui i bambini di 3 anni di S. Francesco e quelli di F.lli Volpi confluiscono in una sola sezione per garantire la frequenza per lintera giornata a chi ne abbia necessità. SEZIONI N°5 ALUNNI N° 124 DOCENTE FIDUCIARIO Pietroni Manuela DOCENTI Sezione A (4-5 anni) Menghini A., Pietroni M. Cittadini C. (sostegno) Sezione B (3 anni antimeridiana) Marchiani M. Sezione C (4 anni) Croia E., Marchiani A.R. Sezione D (4-5 anni) Orlandini G., Bonfitto V. Sturba S. e Cingolani F. (sostegno) Sezione E (3 anni antimeridiana) Pugnaloni S. Bonbino M. (sostegno) Ins.te di RELIGIONE Guardabassi P. (per tutte le sezioni) ORARIO ORE 08:00 – 09:00 (ingresso). ORE 12:00 – 12:30 (prima uscita). ORE 13:00 – 14:00 (seconda uscita o eventuali rientri per alunni di 5 anni) ORE 15:30 – 16:00 (ultima uscita) 13

14 SCUOLA DELLINFANZIA B. GIGLI La scuola è aperta dalle ore 8:00 alle ore 16:00, dal lunedì al venerdì E in funzione un servizio PRESCUOLA, gestito dal Comune, a carico delle famiglie, dalle ore 7:30 alle ore 8:00 Le insegnanti hanno ideato e presentato al Dirigente Scolastico e al Collegio Docenti un progetto di prolungamento pomeridiano per i bambini che hanno fratelli che frequentano la scuola primaria Verdi, pertanto per questi luscita è prevista entro le ore SEZIONI N° 4 ALUNNI N° 112 DOCENTE FIDUCIARIO Pieroni Gigliola DOCENTI Sezione A (5 anni ) Elisei C., Borri A. Sezione B (4 anni ) Serra C., Caminonni S. Sezione C (3 anni) Pieroni G., Del Popolo C. Sezione D (4-5 anni) Coccia A., Masotti R. Guardabassi P. (Religione su tutte le sezioni) Falà P. (sostegno nella sez. D) ORARIO ORE 08:00 – 09:00 (ingresso). ORE 12:15 – 12:30 (prima uscita). ORE 13:30 – 14:00 (seconda uscita o eventuali rientri per alunni di 5 anni) ORE 15:45 – 16:00 (ultima uscita) via Rampolla 14

15 La sezione Primavera, che accoglie bambini dai 2 ai 3 anni è ubicata presso la Scuola dellInfanzia S. Francesco (Plesso vecchio). Lorario di funzionamento è dalle 7,30 alle 13,30. La sezione è composta da 16 bambini assistiti da 2 educatrici e da 2 collaboratrici che dipendono dalla cooperativa sociale Il Faro di Macerata. Il servizio è gestito e finanziato dal Comune di Loreto e si propone le finalità di assistere i bambini di questa fascia di età e di avviare le prime forme di socializzazione in previsione del successivo inserimento alla Scuola dellInfanzia. Durante lanno scolastico vengono ideate e progettate varie esperienze e momenti di condivisione tra i bambini della sezione Primavera e i bambini della Scuola dellInfanzia. 15

16 SCUOLA PRIMARIA G.MARCONI CLASSI N° 12 ALUNNI N° 259 DOCENTE FIDUCIARIO Anna Maria Medeot TEMPO SCUOLA Classi Tempo normale (1ª- 2ª- 3ª- 4ª 27 h) dal lunedì al sabato: – rientro martedì : – Classi quinte (30 h) dal lunedì al sabato: – rientro martedì : – Classi Tempo Pieno (40 h) dal lunedì al venerdì: – PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE martedì: PROGRAMMAZIONE PER CLASSI ogni 2 mesi, una volta il martedì, una volta il PARALLELE mercoledì. via G. Marconi n°35 Il plesso fornisce un servizio pre-scuola dalle 7.30 alle 8.20 e un servizio mensa tutti i giorni fino alle h

17 INSEGNANTI SCUOLA PRIMARIA G. MARCONI cl. 1ªA t. 27 h STEFANELLI P. MATRICINI B. LEVANTESI M. SOCCI L. italiano – arte - musica – mensa matematica – scienze - inglese. storia – geografia - cittadinanza – motoria tecnologia religione cl. 1ªB t. 27 h STEFANELLI P. AMBROSINO T. SAMPAOLO M. LEVANTESI M. SOCCI L. italiano – arte + 2h compresenze matematica - scienze - motoria – musica inglese. storia – geografia – cittadinanza - mensa. tecnologia religione. cl. 1ªC t. pieno PIANGERELLI D. SAMPAOLO M. SOCCI L. FRONTONE P. italiano - arte - storia- geografia – cittadinanza - musica.-motoria - 3 mense matematica - inglese - scienze- 2 mense religione tecnologia cl. 2ªA t. 27 h ALTAMURA M. ISOLDA N. FRONTONE P. DI PINTO T italiano – arte – musica – tecnologia - storia geografia – cittadinanza – motoria - mensa attività alternativa + compresenze matematica - scienze inglese religione cl. 2ªB t. pieno NATALE A. ISOLDA N. ROMANO R. DI PINTO T. DE TROIA A.L italiano – storia – geografia - musica – motoria - arte – cittadinanza – tecnologia + 2 mense + 2h compresenza matematica scienze religione inglese 17

18 cl. 2ª C t. pieno DE TROIA A. L. ROMANO R. SOCCI L. italiano – storia – geografia - musica - arte inglese – cittadinanza – +2 mense matematica – scienze - motoria – tecnologia - +2h compresenza + 3 mense religione cl. 3ª A t. 27 h GUAZZARONI E. DELPIDIO S. SOCCI L. italiano – arte – musica –tecnologia – storia – geografia – cittadinanza - scienze + mensa + compresenza matematica - inglese religione cl. 3ªB t. pieno BIONDINI M. L. DELPIDIO S. SOCCI L. LEVANTESI M. italiano – arte – musica – storia – geografia – cittadinanza – tecnologia – motoria - 2 mense matematica – inglese - mensa religione scienze + 2 mense cl. 4ª A t. 27 h MEDEOT A. M. MATRICINI B. SOCCI L. italiano – arte – musica – storia – geografia – mensa – compresenze matematica – scienze – tecnologia – motoria - compresenza religione cl. 4ª B t. pieno BURINI G. FRONTONE P. SOCCI L. italiano – arte – musica – cittadinanza – tecnologia – storia – geografia – 3 mense matematica - scienze – inglese – motoria - 2 mense religione cl. 5ª A t. 30 h MENGASCINI I. SANFILIPPO G. LEVANTESI M. SOCCI L italiano – inglese – geografia – arte - scienze – motoria – musica - 2 mense + compresenza matematica storia religione cl. 5ª B t. 30 h TOMBOLINI E. MENGASCINI I. SANFILIPPO G. LEVANTESI M. SOCCI L. italiano - arte - musica – compresenza inglese matematica – scienze – geografia – motoria - tecnologia – mensa - compresenza mensa - compresenze religione 18

19 SCUOLA PRIMARIA G. VERDI via E. Rampolla CLASSI N° 9 ALUNNI N° 213 DOCENTE FIDUCIARIO Cinzia Cingolani TEMPO SCUOLA: 8.30 – dal lunedì al venerdì Orario pranzo: h.12,45 h. 13,15 – 14,25 dopomensa Ripresa delle lezioni pomeridiane h. 14,30 PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE : martedì Programmazione per classi parallele ogni 2 mesi,una volta il martedì una volta il mercoledì. Nel plesso è attivo il servizio di PRE-SCUOLA 7.30 – Cucina e mensa sono interne al plesso. 19

20 INSEGNANTI SCUOLA PRIMARIA G. VERDI cl. 1ªA DE GREGORIO P. CINGOLANI C. PICCININI M. R. SERVILI S. GAONI A. DI PINTO T. italiano – arte e immagine matematica - scienze - informatica storia – geografia – cittadinanza inglese (L2) religione cl. 1ªB PALUMBO E. CINGOLANI C. PICCININI M.R SERVILI S. DI PINTO T. italiano – arte e immagine – musica – motoria matematica - scienze - informatica storia – geografia – cittadinanza inglese religione. cl. 2ª ANTRILLI T TRAINI A. DI PINTO T. italiano – inglese – informatica – arte e immagine storia – geografia – scienze - matematica motoria – cittadinanza - tecnologia religione cl. 3ªA MACCARI R. SIMONETTI E. BIONDINI B. DI PINTO T. BUDINI E. matematica – scienze – motoria – geografia musica italiano – storia - cittadinanza – tecnologia arte e immagine (L2) religione sostegno cl. 3ªB BIONDINI B. MERCURI V. DI PINTO T. BUDINI E. italiano – inglese – arte e immagine musica - motoria matematica – scienze – storia – geografia tecnologia - cittadinanza religione sostegno 20

21 cl. 4ªA ALESI L. (H 11) ANTONIETTI A. PICCININI M.R. DI PINTO T. italiano - inglese matematica – scienze – geografia – cittadinanza – informatica – musica motoria storia religione cl. 4ªB PIGINI D. SERVILI S. DI PINTO T. italiano – arte e immagine – musica – storia geografia matematica – scienze – inglese - tecnologia motoria religione. cl. 5ªA AMICO M. GAONI A. DI PINTO T. matematica - scienze- geografia – musica informatica – motoria italiano – storia – arte e immagine – inglese cittadinanza religione cl. 5ªB DELIA D. BONIFAZI F. ANTRILLI T. DI PINTO T. italiano – storia – geografia –motoria arte e immagine – cittadinanza matematica – scienze – musica - informatica inglese religione 21

22 SCUOLA PRIMARIA C.COLLODI via Arno n° 1 CLASSI N° 6 ALUNNI N° 132 DOCENTE FIDUCIARIO Carla Sorcenovo TEMPO SCUOLA : 8.05 – (classi 27 ore) dal lunedì al sabato 8.05 – (classe 30 ore) rientro mercoledì – PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE : mercoledì Programmazione per classi parallele ogni 2 mesi,una volta il martedì una volta il mercoledì. Nel plesso è attivo il servizio di PRE-SCUOLA 7.25 – 8.00 La mensa è presso la Scuola Secondaria di primo grado. 22

23 INSEGNANTI SCUOLA PRIMARIA C. COLLODI cl. 1ªA h 27 QUADRI M. PIGLIACAMPO R. MOGETTI M. CORAZZI SUOR C. italiano - storia – geografia – arte e immagine – musica – tecnologia matematica - scienze – s. motorie inglese religione cl. 2ªA h 27 REGINI R. QUADRI M.. MOGETTI M. CORAZZI SUOR C. italiano – matematica – scienze - arte e immagine – musica – s. motorie – scienze - informatica storia – geografia – tecnologia inglese Religione. cl. 3ªA h 27 SELANDARI A. PIRANI P. MOGETTI M. CORAZZI SUOR C. italiano– arte e immagine – musica matematica - storia – geografia – scienze – s.motorie – tecnologia inglese religione cl. 3ªB h 27 SELANDARI A. PIRANI P. MOGETTI GAGLIARDI A. M.CORAZZI SUOR C. italiano – arte e immagine - musica tecnologia – s. motorie - scienze matematica - inglese storia – geografia religione cl. 4ªA h 27 SORCENOVO M. C. PIRANI P. PALLOTTINI P. MOGETTI M. GRACIOTTI R. italiano – inglese – arte e immagine tecnologia – s. motorie - storia matematica – scienze – storia – geografia religione inglese sostegno cl. 5ªA h 30 GAGLIARDI A. PIGLIACAMPO R. MOGETTI M. CORAZZI SUOR C. italiano - storia – geografia – arte e immagine – musica – matematica - scienze – s. motorie tecnologia inglese Religione 23

24 SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO L.. LOTTO CLASSI N° 17 ALUNNI N° 396 DOCENTE FIDUCIARIO Ornella Tafelli TEMPO SCUOLA: 8.00 – dal lunedì al sabato Nel plesso della S. Secondaria si trovano la Dirigenza e gli uffici di segreteria. via Bramante,119 24

25 DOCENTI SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO L.. LOTTO MATERIADOCENTICLASSI LETTERE DI STEFANO M.J. FALASCO L. FALCIONI M. C. MAGGINI P. MAGRINI P. MICHETTI C. PANUNZI L. POSSANZINI M. S. SANAPO R. A. SARACINI A. 1ª D - 3ª E 1ª C - 3ª C 1ª A - 3ª A 2ª B - 3ª B 2ª A - 2ª F 3ª D - 3ª F 1ª E- 2ª E - 2ª F - 2ª D - 2ª B 1ª A- 2ª D - 1ª C - 3ª F 1ª B - 2ª D 2ª C - 2ª E MATEMATICA E SCIENZE GRAZIANI PROCINO QUINTABÀ SAMPAOLESI STACCHIOTTI VIRGILI CORSO C CORSO E CORSO B 1ª A - 2ª F - 3ª F CORSO D 2ª A - 3ª A LINGUA INGLESE AGOSTINELLI M. FINORI E. PAVANATI V. CORSO B – F - 3ªD CORSO C - 1ªD - 2ªD CORSO A - E LINGUA FRANCESE BRIFFAUT P. PASQUINI S. CORSO B – A - 3ªC – 1ª E 2ªC - 3ªD - 3ª F 25

26 MATERIADOCENTICLASSI SPAGNOLO DINAMARCA O.1ª D - 1ª E (classi miste) 1ª B - 1ª C 2ª A - 2ª F 2ª B - 2ª D 2ª D - 2ª E EDUCAZIONE ARTISTICA ANGELETTI E. CAMILLETTI L. CAPORALETTI C. CORSO A-B-C CORSO E- 2ª F – 3ª D 3ª F – 1ª D - 2ªD EDUCAZIONE MUSICALE MONTANARI M. CINGOLANI QUERCETTI C. 1ªE - 2ªE - 1ªC - 2ªC - 2ªF 3ªE - 3ªC - 3ªF CORSI A-B-D SCIENZE MOTORIE BRIGNOCCOLO L. PACENTI S. CORSO B -D - F CORSO A -C- E TECNOLOGIA LONGHI A.M. PANGRAZI A. CORSO C – E – A CORSO B – D – F RELIGIONE MAGRINI E.CORSI A-B-C-D-E-F SOSTEGNO CASSANO S. MANDOLINI B. ORIANDA R. ESPOSITO SANSONE VANTAGGIATO G. 26

27 27

28 Le funzioni strumentali in relazione all incarico: Concordano con il Dirigente Scolastico, sulla base delle indicazioni fornite dal Collegio dei Docenti, gli obiettivi relativi allo specifico ambito; Raccolgono, esaminano e diffondono, materiali informativi ed operativi riferiti allambito di competenza; Partecipano ad incontri promossi da Istituzioni, Enti Locali, Associazioni, Reti di Scuole, su temi specifici; Sono referenti di un Progetto dIstituto relativo alla loro area. convocano autonomamente la commissione di riferimento registrano la presenza di componenti la commissione. compilano un sintetico verbale dei lavori e lo trasmettono al Dirigente; Monitorano il progetto in itinere Sono referenti di un Progetto dIstituto relativo alla loro area. convocano autonomamente la commissione di riferimento registrano la presenza di componenti la commissione. compilano un sintetico verbale dei lavori e lo trasmettono al Dirigente; Monitorano il progetto in itinere Propongono al Collegio e/o al Dirigente, iniziative, attività, progetti; Producono la Documentazione specifica richiesta dal Collegio e/o dal Dirigente; FUNZIONI STRUMENTALI AL POF 28

29 FUNZIONI STRUMENTALI Scuola Area 1 GESTIONE DEL POF Coordinamento Attività del POF Organizzazione e Gestione del POF Diffusione del POF Autoanalisi e valutazione di sistema Rapporti scuola-famiglia Gestione sito internet Area 2 INTERVENTI IN FAVORE DEI DOCENTI Coordinamento della formazione in servizio Produzione materiali didattici e documentazione Accoglienza dei nuovi colleghi Sostegno ai tirocinanti Sostegno e consulenza ai docenti per attività educativo-didattica Area 3 INTERVENTI IN FAVORE DEGLI ALUNNI Accoglienza, Continuità, Orientamento Ampliamento dellofferta formativa Educazione alla legalità Area 4 RAPPORTI CON IL TERRITORIO Raccordi col territorio Reti di scuole Progetti e concorsi proposti dallesterno (Italia ed Europa) POF Territorio 29

30 AREA - F.S. n. 1: Gestione del Piano dell Offerta Formativa 1.Elaborazione del documento conclusivo 2.Coordinamento delle attività del Piano 3.Documentarista e raccolta di materiali progettuali 4.Referenza della Commissione P.O.F. 5.Realizzazione di un opuscolo mini-POF FunzioneProf.ssa Sanapo Raffaela A. Strumentale: Commissione:Ins.ti Coccia A. Pugnaloni S. Maccari R. Falcioni M.C. 30

31 AREA 1 – F.S. n. 2 : Autovalutazione d istituto e Valutazione alunni AREA 1 – F.S. n. 2 : Autovalutazione d istituto e Valutazione alunni 1.Referenza progetto AU.MI e della commissione Qualità 2.Attuazione del monitoraggio degli indicatori dei fattori di qualità nel periodo settembre – dicembre 3.Attuazione del Progetto di Miglioramento 4.Valutazione didattica: predisposizione di prove, di griglie, di giudizi e raccolta di materiali; 5.Coordinamento delle Prove Invalsi della secondaria FunzioneProf.ssa Longhi A.M. Strumentale: Commissione:Ins.ti Tafelli O. Medeot A.M. Pietroni M. 31

32 AREA 1 - F.S. n. 3: Gestione Sito Internet 1.Aggiornamento del Sito Internet e cura dell immagine della scuola 2.Mantenimento e aggiornamento del sito con materiale dagli alunni e dai docenti e arricchimento del Sito di tutte le novità 3.Referenza della Commissione Sito Internet FunzioneIns.ti Matricini B. e Marchiani M. Strumentale: Commissione:Ins.ti Coccia A. Sorcenovo M.C. Di Pinto T. Saracini A. 32

33 AREA 2 – F.S. n.4 Interventi in favore dei docenti: Accoglienza e formazione insegnanti 1.Predisposizione delle attività di formazione dei docenti dei tre ordini di scuola 2.Sostegno e consulenza ai docenti per l attività educativo-didattica, con particolare riferimento a: attuali strategie di insegnamento- rendimento(gestione del gruppo-classe, ascolto attivo, apprendimento cooperativo,didattica metacognitiva, valutazione, … ) 3.Sostegno ai tirocinanti ed ai tutor delle docenti durante l anno di prova FunzioneIns.te Tombolini E. Strumentale: 33

34 AREA 2 – F.S. n. 5: Interventi in favore dei docenti: Produzione e gestione materiale didattico ed istituzionale DOCUMENTARISTA (raccolta di tutto il materiale di aggiornamento e formazione docente) 1.Produzione documenti richiesti dalle istituzioni 2.Raccolta di tutti i documenti e dei materiali di verifica prodotti dai docenti 3.Collaborazione con la FS dell area della valutazione per il monitoraggio del progetto AU.MI e per la Prova invalsi della scuola primaria 4.Collaborazione con la commissione per la stesura – modifica dei regolamenti e del Patto di corresponsabilità. FunzioneIns.ti Pigini D. Strumentale: Pieroni G. Pugnaloni S. 34

35 AREA 3 –F.S. n. 6 Interventi in favore degli alunni : Accoglienza, Continuita & Orientamento 1.Predisposizione dei relativi progetti 2.Organizzazione attività di accoglienza nelle classi iniziali 3.Predisposizione della documentazione 4.Stesura curricoli verticali di italiano, matematica, lingua e storia 5.Organizzazione giornate Orientamento FunzioneProf.sse Di Stefano M.J. (Continuità) Strumentale: E. Magrini (Orientamento) CommissioneIns.ti Borri A. Continuità: Gagliardi A. Gaoni A. Mengascini I. Orlandini G. Rosati A.M. Sampaolesi R. 35

36 AREA 3 - F.S. n. 7 Interventi in favore degli alunni : Alunni diversamente abili & DSA 1.Coordinamento delle attività dei docenti 2.Raccordo fra l Istituzione Scolastica Enti interessati Esperti 3.Referenza della Commissione H di Istituto 4.Cura dei rapporti con le famiglie degli alunni H & DSA 5.Disposizioni normative in merito Funzione Ins.ti: Esposito Sansone A. (Alunni H S.Secondaria) Strumentale: Graciotti R. (Alunni H S. Primaria e Infanzia) Castellani B. (Alunni DSA) CommissioneIns.ti: Altamura M. DSA: Gaoni A. Saracini A. Orianda R. Principi F. GRUPPO H:Prof. Esposito Sansone A. (referente S.Secondaria) Ins.te Graciotti R. (referente S. Primaria) Ins.te Cittadini C. (docente S. dell Infanzia) Prof.ssa Procino L. (docente curricolare) Sig.ra Belli L. (Assistente sociale – EE.LL.) Sig.ra Contenti M. (Assistente sociale – UMEE Castelfidardo) 36

37 AREA 3 –F.S. n. 8 Interventi in favore degli alunni : Intercultura, prevenzione, disagio, ed. alla salute AREA 3 –F.S. n. 8 Interventi in favore degli alunni : Intercultura, prevenzione, disagio, ed. alla salute 1.Referenza progetto intercultura e sua stesura, attuazione e monitoraggio 2.Organizzazione attività di L2 per tutti gli alunni comunitari ed extracomunitari 3.Referenza progetto educazione alla salute e progetto sostegno psicologico FunzioneProf.ssa Procino L. Strumentale: Commissione Ins.ti Barbaccia N. Intercultura ed Piccinini M.R. Ed alla salute: Vantaggiato G. 37

38 AREA 3 - F.S. n. 9 Intervento in favore degli alunni: Educazione alla legalità, progetto CCR 1.Referenza del progetto Educazione alla legalità dell Istituto Comprensivo. 2.Organizzazione ed attuazione del progetto CCR 3.Contatti con l Amministrazione Comunale 4.Simulazione Consiglio comunale 5.Promozione della materia Cittadinanza e Costituzione 38 FunzioneProf.ssa Falasco L. Strumentale: CommissioneIns.ti Pieroni G. Intercultura: Bonifazi C. Tombolini E. 38

39 AREA 4 - F.S. n. 10 Rapporti con il territorio 1.Coordinamento dei progetti e dei concorsi proposti dall esterno (Italia ed Europa) 2. Progetto in rete con altre scuole 3. Ricerca di sponsorizzazioni 4. Contatti istituzionali col territorio FunzioneProf.ssa Pavanati V. Strumentale: CommissioneIns.ti Biondini B. Croia E. Longhi A.M. Natale A. 39

40 I progetti costituiscono lampliamento dellofferta formativa. Sono caratterizzati dal fatto che si scelgono forme, metodi e linguaggi diversi da quelli normalmente adottati, al fine di approfondire, stimolare, motivare le capacità di apprendimento e la costruzione della personalità individuale. 40

41 NELLISTITUTO COMPRENSIVO OPERANO GRUPPI DI LAVORO CHE COLLABORANO ALLA STESURA E ALLATTUAZIONE DEI SEGUENTI PROGETTI: Progetto stesura POF dIstituto Progettazione e raccolta documenti per la Scuola dellInfanzia, S. Primaria e S. Secondaria di 1° Grado 1.Progetto Continuità 2.Progetto Orientamento 3.Progetto Migranti e diritti umani - Mappamondo 4.Progetto integrazione e recupero scolastico – ad opera di volontari 5.Progetto multilaboratoriale per alunni diversamente abili 6.Progetto in favore degli alunni DSA 7.Progetto Educazione alla Salute 8.Progetto Sostegno psicologico alunni, famiglie e docenti 9.Progetto recupero 10.Progetto allestimento Sito Internet 11.Progetto AU.MI Autovalutazione, Valutazione e Qualità 12.Progetto Formazione degli insegnanti 13.Progetto Ed. alla Cittadinanza e Costituzione - Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) Coloriamo il nostro futuro 14.Progetto Coro Vocincanto 15.Progetto Musica metodo Rusticucci 16.Progetto Sicurezza 17.Progetto visite e viaggi distruzione 18.Progetto approfondimento linguistico 19.Progetto Giochi matematici UNIBOCCONI 20.Concorso AVIS PROGETTI D ISTITUTO 41

42 ENTI FINANZIATORI ASSESSORATO ALLA P.I. - SERVIZI SOCIALI E VALORIZZAZIONE DELLISTITUTO DELLA FAMIGLIA (Franca Manzotti) ASSESSORATO ALLA INFORMATIZZAZIONE (Roberto Bruni) FONDAZIONE CASSA di RISPARMIO LORETO FONDAZIONE OPERE LAICHE CA. RI.LO. Le risorse economiche dellIstituto Comprensivo sono alimentate dai fondi provenienti dallo Stato, dagli Enti Locali, dai contributi delle famiglie, dalle imprese locali e dai privati. La Scuola, in particolare, riceve finanziamenti dai seguenti enti: Tali finanziamenti vengono utilizzati per: ACQUISTO DI MATERIALE DIDATTICO INFORMATIZZAZIONE DELLA SCUOLA SCAMBI CON LESTERO 42

43 Referenti del progetto Prof.sse: M.Jolanda Di Stefano F.S. Continuità Emanuela Magrini F.S. Orientamento 1- 2 PROGETTO CONTINUIT PROGETTO CONTINUIT Á E ORIENTAMENTO Progetto Accoglienza: favorire linserimento del bambino nella scuola dellinfanzia agevolare il passaggio dallinfanzia alla primaria e dalla Primaria alla Secondaria di 1° grado (Istituto Comprensivo) Progetto Scuola Aperta: apertura delle scuole all'utenza per illustrare l'offerta formativa e guidare alunni e genitori nelle scelte; partecipazione degli alunni delle quinte ad alcune lezioni con compagni delle prime medie visite ai plessi (Scuola Primaria e Secondaria di 1° Grado) Progetto Orientamento: attivazione di percorsi per favorire la conoscenza di sé, la capacità relazionale, la capacità di autovalutazione e autoregolazione incontri con i Docenti delle scuole superiori e visita agli istituti per una scelta consapevole (Scuola Secondaria di 1°Grado) 42

44 Il progetto intende affrontare e facilitare linserimento scolastico degli alunni stranieri nella prospettiva delleducazione interculturale della Scuola italiana attraverso un Protocollo di Accoglienza (MIUR, Linee guida per laccoglienza e lintegrazione degli alunni stranieri, febbraio 2006). FINALITÁ:- limitare il disagio iniziale degli alunni stranieri - favorire la reciproca accoglienza - promuovere il dialogo, lo scambio e la collaborazione tra scuola e famiglia - favorire lapprendimento delle competenze di base nelluso della lingua italiana - garantire in tempi brevi lacquisizione di abilità comunicative per orientarsi nelle relazioni sociali Referente del progetto: Prof.ssa Laura Procino PROGETTO MIGRANTI E DIRITTI UMANI MAPPAMONDO 3 4 PROGETTO INTEGRAZIONE E RECUPERO SCOLASTICO- VOLONTARI La Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto, in occasione del ventesimo anno di attività, ha messo in campo un'iniziativa, in collaborazione della Croce Rossa Italiana, sezione locale di Loreto, finalizzata allo sviluppo di una maggiore e migliore integrazione delle famiglie degli immigrati nel territorio di Loreto. FINALITÁ:- favorire lintegrazione - prevenire disagio, demotivazione e dispersione - fornire gli strumenti opportuni per favorire il successo formativo Referente del progetto: Prof.ssa Laura Procino 44

45 Progetto per lintegrazione scolastica degli alunni diversamente abili; ha lo scopo di predisporre percorsi didattici che siano: - articolati, attraverso una pluralità di approcci per il conseguimento di obiettivi comuni alla classe; - differenziati, attraverso attività di compensazione e di arricchimento; - integrativi, attraverso metodologie differenziate. PROGETTO MULTILABORATORIALE 5 FINALITÁ: - sviluppare le capacità espressive e comunicative di ciascuno -costruire percorsi conoscitivi personalizzati in base agli interessi, agli stili cognitivi, alle capacità di ogni singolo alunno -favorire la scoperta di abilità nuove e motivanti lapprendimento costruendo percorsi educativi alternativi Referente del progetto: Prof. Antonio Esposito Sansone PROGETTO in favore degli ALUNNI DSA 6 Referente del progetto: Ins.te Barbara Castellani Messa in atto, da parte della scuola, degli interventi educativo-didattici previsti dalla legge 170/2010 sui disturbi specifici dellapprendimento. FINALITÁ: -informare e sensibilizzare docenti e genitori riguardo alle problematiche relative ai DSA - individuare precocemente segnali e situazioni di rischio - favorire lindividuazione di alunni con dsa - favorire lutilizzo di metodologie e strategie specifiche fornendo materiali cartacei e software didattici utili 45

46 Educazione alla salute è promozione del pieno sviluppo della personalità, cioè promozione della piena realizzazione delle potenzialità dellintelligenza, dellaffettività, dellintegrazione sociale in modo da assicurare la pienezza della vita personale, lattivazione di tutta lumanità di cui ogni soggetto è ricco. FINALITÁ: - educare i giovani ad assumere comportamenti corretti - rafforzare lautostima - contribuire a prevenire il rischio di malattie gravi, linsorgere di depressioni e disturbi del comportamento - aiutare ad assumere comportamenti responsabili verso se stessi e gli altri contrastando anche la dipendenza da sostanze nocive. Referente del progetto: Prof.ssa Laura ProcinoPROGETTO EDUCAZIONE ALLA SALUTE 7 8 PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO ALUNNI, FAMIGLIE E DOCENTI Il progetto di servizio psicologico, attivato in collaborazione con il Comune di Loreto – Assessorato allIstruzione, ai Servizi Sociali e valorizzazione dellIstituto della famiglia, avrà la durata dellintero anno scolastico. Rivolto a Insegnanti, Studenti e Genitori, vedrà attivi i seguenti servizi/sportelli: 1.Sportello famiglia per genitori (Istituto Comprensivo) 2.Sportello studenti (scuola Secondaria) 3.Sportello docenti (Istituto Comprensivo) 4.Incontri con studenti su problematiche giovanili (scuola Secondaria) 5.Incontri con studenti su problematiche giovanili (scuola Primaria classi IV e V) 6.Seminari mensili con i genitori (Istituto Comprensivo) 7.Tavolo di discussione con i docenti (Istituto Comprensivo) Referente del progetto: Prof.ssa Laura Procino 46

47 FINALITÁ: - Favorire un buon inserimento nellambiente scolastico; - Sostenere la motivazione allapprendere; - Acquisire conoscenze e competenze in campi specifici; - Consolidare gli apprendimenti scolastici; - Sviluppare le capacità di collaborazione. Referente del progetto: Prof.ssa Ornella Tafelli PROGETTO RECUPERO 9 10 PROGETTO ALLESTIMENTO SITO INTERNET Referenti del progetto: Ins.ti Barbara Matricini e Monica Marchiani Il sito web della scuola permette di «riflettere lidentità dellIstituto, affiancarsi alle attività tradizionali per rafforzarle e nello stesso tempo garantire losservanza delle norme sulle applicazioni tecnologiche che ne innalzino la qualità». Lobiettivo primario dellimmissione in rete per ciascuna scuola è quello di garantire la visibilità delle attività realizzate allinterno dellistituto e di mettere in circolazione informazioni sui progetti didattici e di ricerca, materiali prodotti dagli studenti, attività sportive e ricreative, uscite didattiche e così via. 47

48 PROGETTO AU.MI AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE, QUALIT AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE, QUALIT Á PROGETTO FORMAZIONE INSEGNANTI FINALITÁ: - Avviare e/o consolidare la cultura e le pratiche autovalutative - Avviare percorsi operativi di riflessione sistematica sulla propria azione formativa - Mettere a punto un modello autovalutativo regionale - Implementare un sistema di rilevazione dati per le comparazioni a livello longitudinale (serie storica) o trasversale (confronto fra scuole) - Potenziare limpiego delle risorse on-line per le attività formative, la documentazione ed il confronto Referente del progetto: Prof.ssa Anna Maria Longhi Au. Mi.: la rete regionale per lautovalutazione scolastica e percorsi di formazione Le attività di formazione e di aggiornamento dei docenti hanno lo scopo di arricchire la loro professionalità in relazione allapprofondimento dei contenuti delle tematiche connesse con i cambiamenti determinati dallattuazione dellautonomia scolastica e dalluso ormai consolidato di nuovi strumenti di informazione che hanno contribuito a modificare lapproccio fra la funzione docente, gli studenti e il territorio. Le iniziative di formazione e di aggiornamento del personale docente, in una scuola attenta alle trasformazioni e pronta ad affrontare le problematiche del nostro tempo nella valorizzazione dei contenuti della tradizione, garantiscono la crescita professionale degli insegnanti inseriti nel contesto di tutti coloro che operano nella scuola, con lobiettivo di migliorare la qualità degli interventi didattici ed educativi a tutti i livelli. Referente del progetto: Ins.te Ester Tombolini 48

49 PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (CCR) PROGETTO CORO VOCINCANTO Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è un progetto molto ampio e complesso, che ha la finalità di Promuovere una coscienza civica nei ragazzi dai 10 ai 14 anni. Nasce dalla necessità di dare una risposta ai bisogni di ascolto, di dialogo e di partecipazione dei giovani e diventa nel contempo unottima opportunità per prevenire il disagio e per favorire lintegrazione delle diversità. FINALITÁ: - contribuire alla formazione educativa dei ragazzi - avvicinarli alle istituzioni come forma di partecipazione diretta con lassunzione specifica di responsabilità - favorire la partecipazione alla vita della comunità - far conoscere il funzionamento del Comune Referente del progetto: Prof.ssa Laura Falasco Il progetto musicale CORO VOCINCANTO dellIstituto Comprensivo di Loreto viene caldamente accolto, ormai da diversi anni, da alunni e famiglie. Ha lo scopo di promuovere leffettivo sviluppo di una sensibilità attiva nei confronti di far musica insieme, anche come strumento di prevenzione dei disagi connessi alla crescita. FINALITÁ: -favorire lo sviluppo della capacità di ascolto valorizzando il silenzio come base per una comunicazione efficace. -favorire lo sviluppo armonico della personalità attraverso la conoscenza e lutilizzo dei materiali sonori. -sollecitare, attraverso la pratica del canto corale, lo spirito di gruppo, la collaborazione ed il sostegno reciproco Referente del progetto: Ins.te Tiziana Antrilli 49

50 PROGETTO MUSICA (METODO RUSTICUCCI) PROGETTO SICUREZZA FINALITÀ: - creare e mantenere opportune condizioni di sicurezza allinterno dei locali scolastici, favorendo la conoscenza delle tematiche di protezione civile. - conoscenza di eventi calamitosi. - prevenzione di rischi e pericoli a scuola. - acquisizione di comportamenti adeguati. Referente del progetto: Prof.ssa Ornella Tafelli FINALITÁ: - percepire la realtà sonora nella sua complessità tramite la narrazione di storie; - distinguere le principali qualità sonore: timbro – altezza – intensità - durata; - prendere coscienza delle proprie capacità; - attivare procedure dascolto; - educare al ritmo; - apprendere la teoria musicale; - avviare la conoscenza di uno strumento musicale; - favorire lo sviluppo dellarticolazione delle dita. Referente del progetto: Prof.ssa Catia Quercetti 50

51 PROGETTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE PROGETTO APPROFONDIMENTO LINGUISTICO FINALITÁ: Il progetto si propone di offrire agli studenti occasioni di arricchimento culturale, di ampliamento e potenziamento delle competenze disciplinari, di crescita della personalità e della cittadinanza. Referente del progetto: Prof.ssa Ornella Tafelli FINALITÁ: -accrescere la motivazione allo studio della lingua Inglese con attività stimolanti e mirate ad un potenziamento di tipo pratico e funzionale. -potenziare labilità di speaking (produzione della lingua orale), listening (comprensione in lingua orale) e la competenza comunicativa in contesti per gli alunni motivanti e significativi; -permettere a tutti gli alunni di soddisfare appieno le loro curiosità inerenti le abitudini e la realtà sui paesi di lingua anglofona; Referente del progetto: Prof.ssa Virginia Pavanati 51

52 PROGETTO GIOCHI MATEMATICI UNIBOCCONI CONCORSO AVIS FINALITÁ: La matematica con le sue applicazioni assume importanza centrale nel mondo moderno e per questo ha un ruolo fondamentale nelleducazione, in particolare al livello della scuola primaria e secondaria, sia per la comprensione dei concetti sia per lo sviluppo del pensiero razionale. La matematica, tuttavia, è spesso poco amata dagli studenti, e quindi necessario avvicinare gli allievi a questa disciplina con curiosità e fantasia. Referente del progetto: Prof.ssa Laura Procino Il Progetto per la scuola e la cultura ha lo scopo di promuovere la cultura della donazione del sangue e di emocomponenti ed è rivolto ai ragazzi delle classi quinte della S. Primaria e ai ragazzi di terza media della S. Secondaria FINALITÁ: - promuovere relazioni interpersonali positive per educare alla socialità, allo star bene insieme e alla solidarietà verso i soggetti in difficoltà ed il prossimo in generale; - coinvolgere in modo attivo gli alunni delle scuole nellattività di promozione della donazione; - seguire i potenziali donatori sino alla maggiore età, con una serie di iniziative di sensibilizzazione Referente del progetto: Prof.ssa Laura Procino 19 52

53 PROGETTI SCUOLA DELLINFANZIA 53

54 PROGETTO ACCOGLIENZA 1 2 DESTINATARI: tutti gli alunni del primo anno di tutte le scuole dellInfanzia FINALITÁ: - stabilire relazioni positive con adulti e coetanei - scoprire e condividere le regole della convivenza - esplorare e conoscere il nuovo ambiente - acquisire quella serenità e quella sicurezza di sé che è la condizione che permette al bambino di crescere fuori e dentro la scuola Referente del progetto: Ins.te Monica Marchiani DESTINATARI: Alunni di anni della scuola dellinfanzia B.Gigli (sezioni A-B-D) Alunni di 4 anni della scuola dellinfanzia Volpi (esperto esterno Prof. Simonetti) FINALITÀ: - sviluppare la crescita caratteriale, le capacità relazionali, la corretta espressione delle proprie sensazioni - prendere coscienza del proprio corpo -sviluppare il senso ritmico e la coordinazione dei movimenti - manifestare alcune pulsioni interne (es: aggressività…) veicolandole in forme positive - stimolare allascolto e allattenzione - sviluppare il linguaggio vocale e gestuale; - potenziare la memoria; - percepire le caratteristiche di altezza, intensità, timbro; - imparare divertendosi; - acquisire capacità canore Referenti del progetto: Ins.ti Gigliola Pieroni – Sandra Pugnaloni PROGETTO PROPEDEUTICA E PRIMA EDUCAZIONE MUSICALE 54

55 3 PROGETTO MUSICA Crescere con la musica Crescere con la musica DESTINATARI: Alunni delle sezioni A e C della scuola S.Francesco (Metodo Rusticucci) FINALITÀ: - sviluppo armonico della personalità - imparare ad esprimersi su ciò che il bambino ha ascoltato e vissuto - distinguere i rumori e scoprirne la sorgente - abituarsi allascolto - educare lorecchio ai suoni e alla musica - essere in grado di collaborare con i coetanei e gli adulti - percepire le caratteristiche di altezza, intensità, timbro; - accettare le regole - riconoscere il ritmo dei suoni - imparare ad utilizzare il proprio soffio Referenti del progetto: Ins.ti Gigliola Pieroni – Sandra Pugnaloni PROGETTO ARTE IN GIOCO 4 DESTINATARI: tutti gli alunni di tutte le scuole dellInfanzia FINALITÁ: - acquisire atteggiamenti di sicurezza e fiducia nelle proprie capacità - motivazione al passaggio dalla curiosita alla ricerca - aprirsi alla scoperta - consolidare le capacità sensoriali-percettive-motorie-sociali-linguistiche- intellettive - acquisire competenze di abilità specifiche ai vari campi desperienza Referenti del progetto: Ins.te Manuela Pietroni (S. Francesco) Ins.te Nicoletta Barbaccia (F.lli Volpi) Ins. te Gigliola Pieroni (Gigli) 55

56 56 PROGETTO PSICOMOTRICITA PROGETTO PSICOMOTRICITA FAVOLANDO con la FANTASIA FAVOLANDO con la FANTASIA 5 DESTINATARI: tutti gli alunni di 3 anni di tutte le scuole dellInfanzia FINALITÁ: Il bambino ha bisogno di esperienze e significati che partano dal corpo e in cui si senta partecipe e ideatore; di situazioni da costruire,discutere,inventare; di momenti in cui si impara a rispettare norme e proposte. Si cercherà di aiutare il bambino nella sua crescita motoria,comportamentale,sociale,non dimenticando che ogni soggetto è unico e irripetibile e che,quindi potrebbe avere tempi di crescita e di assimilazioni differenti. Referenti del progetto: Ins.ti Gigliola Pieroni – Sandra Pugnaloni 6 DESTINATARI: Alunni di 5 anni della scuola dellinfanzia B.Gigli FINALITÀ: Il progetto intende promuovere una sensibilizzazione ed una apertura verso universi culturali e concettuali altri allo scopo di creare le basi per una società democratica ed interetnica. Il progetto tende pertanto ad alcune finalità essenziali: Arricchimento dello sviluppo cognitivo,in quanto si mette a disposizione dei bambini un altro strumento di organizzazione delle conoscenze favorendo la capacità metalinguistica e la flessibilità mentale Ampliamento delle possibilità comunicative,tramite lacquisizione di unaltra lingua oltre la lingua madre Referente del progetto: Ins.te Tiziana Antrilli PROGETTO INGLESE "ENJOY ENGLISH

57 57 FANNY ENGLISH DESTINATARI: Alunni di 5 anni della scuola dellinfanzia Volpi alunni di 4 – 5 anni della scuola dellInfanzia S. Francesco FINALITÀ: - di base di una seconda lingua utilizzando la pluralità di canali sollecitare e consolidare le competenze relazionali riflessive e metariflessive indispensabili alla comunicazione - contribuire a formare una più ricca visione del mondo - favorire lacquisizione degli strumenti necessari per un confronto diretto tra la propria cultura e le altre - favorire lacquisizione della lingua inglese attraverso lintroduzione di elementi senso-percettivi Referente del progetto: Prof.ssa Claudia Angelini 7 PROGETTO INGLESE PROGETTO PROLUNGAMENTO POMERIDIANO 8 DESTINATARI: tutti gli alunni della scuola dellInfanzia GIGLI FINALITÁ: - offrire ai genitori che hanno altri figli frequentanti la scuola primaria Verdi la possibilità di usufruire di un unico orario di uscita ( ore 16:30) - garantire maggiore sicurezza allesterno delledificio nellorario che intercorre tra luscita della scuola dellinfanzia Gigli e la scuola primaria Verdi Referente del progetto: Ins.te Gigliola Pieroni

58 58PROGETTO TEATRO per l INFANZIA TEATRO per l INFANZIA 9 DESTINATARI: Alunni delle sezioni A e D della scuola San Francesco Alunni di 5 anni della scuola Volpi FINALITÁ: Il teatro nella scuola dellinfanzia può avere compiti educativi e formativi importanti: non cè solo una semplice trasmissione di tecniche, piuttosto il loro indirizzo consapevole per imparare ad esprimersi e a comunicare. - accrescere la produzione spontanea in modo che il peso delle regole non blocchi le loro idee - sviluppare la capacità verbale del bambino - far acquisire la consapevolezza delle proprie capacità nel modulare la tonalità della voce - ampliare la capacità fonologica - rendere il bambino cooperativo -riconoscere lespressività mimica-facciale Referenti del progetto: Ins.ti Gigliola Pieroni – Sandra Pugnaloni 10 PROGETTO ED. alla SALUTE UN SORRISO A VENTI DENTI (Il progetto prevede lintervento di esperti odontoiatri) DESTINATARI: tutti gli alunni di 4 e 5 anni di tutte le scuole dellInfanzia FINALITÀ: spiegare le regole fondamentali per attuare una corretta igiene orale e trasmettere limportanza della prevenzione agli alunni delle scuole materne CLOWNTERAPIA (con lAssociazione Il baule dei sogni) DESTINATARI: tutti gli alunni di 4 e 5 anni di tutte le scuole dellInfanzia FINALITÀ: sensibilizzare il bambino circa limportanza che il ridere riveste sia per la psiche che per il corpo e riuscire attraverso il riso a liberare le paure del bambino. Referenti del progetto: Ins.ti Gigliola Pieroni – Sandra Pugnaloni

59 PROGETTI SCUOLA PRIMARIA 59

60 PROGETTO ACCOGLIENZA 1 2 DESTINATARI: Tutti gli alunni dei tre plessi FINALITÁ: - creare un clima relazionale positivo - controllare le proprie emozioni - prendere coscienza dei limiti/errori propri ed altrui Referente del progetto: Ins.te Cinzia Cingolani PROGETTO RECUPERO DESTINATARI: Tutti gli alunni dei tre plessi FINALITÁ: - favorire lapprendimento delle strumentalità di base - potenziare le conoscenze già acquisite - imparare la tecnica dello studio delle materie orali Referenti del progetto: Ins.te Cinzia Cingolani (S. Primaria Verdi) Ins.te Anna Maria Medeot (S. Primaria Marconi) Ins.te M.Carla Sorcenovo (S. Primaria Collodi) DESTINATARI: Tutti gli alunni delle classi V dei tre plessi FINALITÁ: Ci si propone di lavorare su attività a tema, scambiare idee, presentare le proprie nazioni e città. Il lavoro al progetto sarà un arricchimento non solo per gli alunni che ospiteranno e partiranno ma anche per le loro classi, che parteciperanno alla preparazione delle presentazioni e allospitalità in Italia. Referente del progetto: Prof.ssa Virginia Pavanati 3 PROGETTO SCAMBIO CULTURALE 60

61 PROGETTO ED. AMBIENTALE CURIOSANDO TRA I FUNGHI … SCOPRIAMO UN MONDO PIU PULITO CURIOSANDO TRA I FUNGHI … SCOPRIAMO UN MONDO PIU PULITO 5 6 DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Marconi FINALITÁ: Scoprire il Regno dei funghi…una realtà a volte poco visibile, ma spettacolare e variopinta, che rappresenta un elemento rilevante dellecosistema e che contribuisce allequilibrio e al benessere complessivo degli alberi e del sottobosco Referente del progetto: Ins.te Marisa Altamura PROGETTO LETTURA … CHE AVVENTURA!!! LETTURA … CHE AVVENTURA!!! DESTINATARI: classe II della S. Primaria Marconi FINALITÁ: - promuovereun atteggiamento positivo nei confronti della lettura - favorire latteggiamento affettivo ed emozionale del bambino al libro - fornire al bambino le competenze necessarie per realizzare un rapporto attivo-creativo e costruttivo con il libro - educare allascolto e alla comunicazione con gli altri - facilitare la sperimentazione di linguaggi diversi Referente del progetto: Ins.te Marisa Altamura 4 DESTINATARI: Sc Primarie Marconi e Collodi FINALITÁ: - percepire la realtà sonora nella sua complessità tramite la narrazione di storie; - distinguere le principali qualità sonore: timbro- altezza-intensità-durata; - prendere coscienza delle proprie capacità; - attivare procedure dascolto; - educare al ritmo; - apprendere la teoria musicale; - avviare la conoscenza di uno strumento musicale; - favorire lo sviluppo dellarticolazione delle dita. Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot PROGETTO MUSICA (Metodo Rusticucci) 61

62 PROGETTO AMICHEVOLANDIA 8 DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Marconi FINALITÁ: -favorire linserimento dei bambini attivando un processo formativo motivante, che consenta loro di acquisire stima e fiducia verso se stessi e verso gli altri - star bene ascuola in un clima sereno e stimolante di comunicazione, cooperazione e rispetto tra alunno e alunno, tra alunno e insegnante - promuovere lo sviluppo della personalità del bambino nel rispetto delle diversità individuali, sociali e culturali di ciascuno - prevenire le difficoltà e i disagi del passaggio tra i diversi livelli della scuola di base Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot 7 DESTINATARI: alunni delle classi IV A e IV B della S. Primaria Marconi FINALITÁ: - promuovere la comunicazione orale e scritta - sviluppare la capacità di espressione attraverso la rappresentazione di un brano letto e drammatizzato - stimolare al creatività e la fantasia - esercitare la memoria - mantenere lattenzione sul messaggio orale, avvalendosi del contesto e dei diversi linguaggi verbali e non (gestualità, mimica, tratti prosodici, immagine, grafica…) Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot PROGETTO LETTURA ANIMATA 62

63 9 PROGETTI ED. alla SALUTE alla SOLIDARIETA e all AFFETTIVITA alla SOLIDARIETA e all AFFETTIVITA Educazione alla salute è promozione del pieno sviluppo della personalità, cioè promozione della piena realizzazione delle potenzialità dellintelligenza, dellaffettività, dellintegrazione sociale in modo da assicurare la pienezza della vita personale, lattivazione di tutta lumanità di cui ogni soggetto è ricco. FINALITÀ: - riflettere sulle abitudini alimentari per favorire una crescita sana ed equilibrata - acquisire consapevolezza dellimportanza di sane abitudini alimentari per il raggiungimento del benessere psicologico - guidare gli alunni lungo un percorso che li conduca verso lacquisizione di un atteggiamento più consapevole e responsabile nei confronti dellalimentazione. -ridurre lincidenza delle patologie cariose e parondontali nella popolazione scolastica attraverso lacquisizione di corretti comportamenti di igiene orale - educare alla solidarietà quale momento formativo di estrema importanza per la crescita di ogni ragazzo -favorire nei bambini un maggior benessere psico-fisico e relazionale relativamente allo sviluppo sessuale ed affettivo Nellambito di tale macroprogetto, la cui referente è la F.S. prof.ssa Laura Procino, gli insegnanti delle scuole primarie hanno declinato i seguenti microprogetti: IMPARIAMO A MANGIARE IMPARIAMO A MANGIARE DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Collodi Referente del progetto: Ins.te M. Carla Sorcenovo SORVEGLIANZA ed ED. ALIMENTARE SORVEGLIANZA ed ED. ALIMENTARE DESTINATARI: classi quarte della S. Primaria Marconi Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot 63

64 DESTINATARI: classi quinte della S. Primaria Marconi Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot PICCOLO GRANDE AMORE PICCOLO GRANDE AMORE AIUTARE I BAMBINI AIUTARE I BAMBINI DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Collodi Referente del progetto: Ins.te Alfonsina Gagliardi NEL MONDO dell AMORE NEL MONDO dell AMORE DESTINATARI: classi quarte della S. Primaria Marconi Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot 64 UN SORRISO TI MIGLIORA UN SORRISO TI MIGLIORA DESTINATARI: classi terze della S. Primaria Marconi Referente del progetto: Ins.te Anna Maria Medeot

65 10 DESTINATARI: classe quarta della S. Primaria Collodi FINALITÁ: - valorizzare lalunno sia nella propria individualità che nella sua capacità di lavorare in gruppo. - stimolare il rispetto reciproco. - rafforzare la fiducia nelle proprie capacità Referente del progetto: Ins.te M.Carla Sorcenovo PROGETTO STICK GENERATION ARTISTI CON LA COLLA ARTISTI CON LA COLLA PROGETTO RAGAZZI DI CLASSE PROGETTO RAGAZZI DI CLASSE DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Collodi FINALITÁ: - sviluppare le capacità motorie, relazionali e cognitive per star bene con sé e con gli altri. - sviluppare lautostima e per promuovere il successo scolastico Referente del progetto: Ins.te Patrizia Pirani DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Collodi FINALITÁ: - motivare gli alunni al piacere della lettura - acquisire atteggiamenti positivi di ascolto dei brani letti dagli insegnanti - avviare alla lettura silenziosa - stimolare a una scrittura creativa Referente del progetto: Ins.te Mariella Quadri PROGETTO LETTURA ANIMATA IN BIBLIOTECA IN BIBLIOTECA 65 K

66 PROGETTO ARTISTI IN PIAZZA GIO MADONNARI GIO MADONNARI 13 DESTINATARI: classi terze, quarte e quinte della S. Primaria Collodi FINALITÁ: -sensibilizzare i bambini ad un momento di festa comunitario - favorire occasioni di incontro, di espressività personale attraverso lemulazione dellantica arte dei pittori di strada,intorno ad un tema ben definito. Referente del progetto: Ins.te M.Carla Sorcenovo 14 DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Collodi FINALITÁ: -interscambio di tutte le attivit à e degli elaborati tratti dai progetti attuati nel plesso. - sensibilizzare i bambini alla solidariet à e all accoglienza con la convinzione che l aiuto dato agli altri non dia sollievo soltanto a chi soffre, ma contribuisca anche al benessere dell intera comunit à Referente del progetto: Ins.te M.Carla Sorcenovo PROGETTO MOSTRA SPETTACOLO DI FINE ANNO:Patchwork PROGETTO UN TEMPO PIENO DI … IDEE UN TEMPO PIENO DI … IDEE 15 DESTINATARI: tutte le classi della S. Primaria Verdi FINALITÁ: La scuola intesa come principale agenzia educativa, dopo la famiglia, deve avere come scopo principale anche quello di formare i bambini di oggi, futuri cittadini di domani Referente del progetto: Ins.te Cinzia Cingolani 66

67 PROGETTI SCUOLA SECONDARIA 67

68 PROGETTO ED. alla SALUTE VOGLIO UNA VITA ESAGERATA 1 2 PROGETTO: CERTIFICAZIONE KET DESTINATARI: alunni delle classi terze FINALITÁ: - offrire uno spazio adeguato di ascolto e di confronto ai ragazzi che si trovano ad attraversare una fase particolarmente complessa del loro sviluppo; - aumentare la conoscenza relativa alle conseguenze a breve e a lungo termine dei comportamenti a rischio; - informare correttamente sugli effetti dellalcool; - favorire comportamenti responsabili; implementare lautonomia delle scelte; - attivare forme di partecipazione e di comunicazione assertive. Referente del progetto: Prof.ssa Laura Procino FINALITÁ: - accrescere la motivazione allo studio della lingua inglese con attività stimolanti e mirate ad un potenziamento di tipo pratico e funzionale. - conseguire una certificazione Referente del progetto: Prof.ssa Virginia Pavanati 68 Il progetto prevede una preparazione mirata al superamento dellesame di certificazione linguistica A2 Cambridge KET.

69 PROGETTO IN VIAGGIO CON ALICE IN VIAGGIO CON ALICE 3 4 PROGETTO RECUPERO ITALIANO e MATEMATICA DESTINATARI: alunni delle classi terze FINALITÁ: Coniugare, armonicamente e in solidarietà, diverse abilità e tradurre il tema dellinclusione sociale in forme concrete, attraverso la manipolazione e la creatività della ceramica. Referente del progetto: Prof.ssa Anna Maria Longhi DESTINATARI: alunni delle classi prime e seconde FINALITÀ: - favorire un buon inserimento nellambiente scolastico; - sostenere la motivazione allapprendere; - acquisire conoscenze e competenze in campi specifici; - contribuire alla formazione e sviluppo del senso civico; - consolidare gli apprendimenti scolastici; - sviluppare le capacità di collaborazione. - riconoscere e valorizzare le istanze comuni alle varie culture in quanto bisogni fondamentali di tutti gli uomini Referente del progetto: Prof.ssa Ornella Tafelli 69

70 PROGETTO LATINO 5 6 PROGETTO PATENTINO A SCUOLA DESTINATARI: alunni delle classi terze FINALITÀ: - dimostrare di aver acquisito comportamenti corretti e responsabili quali utenti della strada sia come pedoni sia come utenti di mezzi meccanici (bicicletta, ciclomotore) - saper individuare ed applicare le norme principali del nuovo codice della strada, in riferimento a situazioni concretamente considerate (reali o simulate) - saper riconoscere i valori della segnaletica stradale - conoscere per prevenire in modo da favorire la responsabilizzazione e i comportamenti corretti, aumentare la conoscenza del codice della strada e di tutte le regole della sicurezza stradale Referente del progetto: Prof. Andrea Pangrazi DESTINATARI: alunni delle classi terze Valorizzare lo studio e la comprensione del passato attraverso la lingua latina come mezzo per una migliore conoscenza del presente. FINALITÀ: - conoscere il latino significa comprendere non solo le proprie radici linguistiche, ma anche la lingua letteraria e i linguaggi settoriali della scienza e della tecnica che continuano ad attingere al latino; - favorire il rapporto di continuità didattica e formativa fra scuola media e scuola superiore; - sviluppare la capacità di osservazione e di analisi. Referente del progetto: Prof. Pietro Maggini 70

71 PROGETTO SCACCHI 7 8 PROGETTO GRUPPO SPORTIVO e GIOCHI STUDENTESCHI DESTINATARI: alunni della S. Secondaria FINALITÁ: - stimolare e accrescere la creativita, incrementare la capacita di pensiero e di pianicazione; - abilitare lo sviluppo di strategie, ma anche raorzare la sicurezza nel modo di affrontare i problemi (problem solving ). - rendere gli alunni in grado di arontare in modo adeguato sia i successi che gli insuccessi; - far acquisire agli alunni strumenti di autocontrollo e di autodisciplina e di promuovere rapporti interpersonali e sociali. Referente del progetto: Prof. Philippe Briffaut DESTINATARI: alunni di tutte le classi FINALITÀ: - promuove la partecipazione degli alunni alla pratica delle attività sportive con la convinzione che impegnarsi in uno sport può dare un contributo importante alla formazione della persona e del cittadino; -propone a tutti i ragazzi della scuola i giochi sportivi studenteschi, stimolando la massima partecipazione alle gare scolastiche distituto, come momento desperienza sportiva, di conoscenza di se stessi, di collaborazione e socializzazione, dinteriorizzazione dei valori dello sport; -offre ai ragazzi della scuola media la possibilità di apprendere e approfondire gratuitamente alcuni sport tramite le lezioni pomeridiane delle attività opzionali e le attività pomeridiane di avviamento alla pratica sportiva tenute dagli insegnanti di educazione fisica; Referente del progetto: Prof. Antonio Esposito Sansone 71

72 PROGETTO SCAMBI CULTURALI e STAGES LINGUISTICI 9 10 PROGETTO LETTRICE MADRELINGUA INGLESE Il progetto propone tre stage linguistici allestero: in Francia, Spagna e Gran Bretagna. DESTINATARI: alunni delle classi seconde e terze FINALITÁ: -creare negli alunni una curiosità verso le altre culture e sollecitare la loro capacità di apprezzamento e di confronto dei diversi stili di vita e delle diverse tradizioni. -sviluppare atteggiamenti interculturali, - gestire le relazioni interpersonali, - favorire e stimolare lapprendimento delle lingue e la capacità di comunicare in maniera fluente con un corso intensivo tenuto da madrelingua nel paese straniero prescelto, -arricchire il lessico e potenziare le capacità espressive ed espositive. Referente del progetto: Prof.ssa Virginia Pavanati DESTINATARI: alunni delle classi seconde FINALITÀ: Creare un ambiente di full immersion tramite la presenza dellinsegnante madrelingua, esperienza che favorisce un contatto reale non solo con la lingua straniera ma anche con una diversa cultura. Tale attività accresce la motivazione e stimola i ragazzi allo studio della lingua inglese. Referente del progetto: Prof.ssa Marisa Agostinelli 72

73 SCELTE EDUCATIVE 73

74 La Mission dell'Istituto Comprensivo Loreto è quella di una scuola con chiaro intento formativo, dove il rapporto tra istruzione ed educazione si concretizza nell'elaborazione di un percorso che si snoda lungo cinque assi formativi assi formativi: integrazione e prevenzione del disagio autonomia orientamentoMISSION DEL NOSTRO ISTITUTO continuità 74 competenze

75 Organizzare attività e laboratori Valutare in itinere per migliorare lintervento didattico Formare e aggiornare tutto il personale scolastico Favorire laccoglienza e facilitare linserimento Valorizzare la diversità Agevolare i rapporti interpersonali e rafforzare i processi comunicativi Offrire ogni possibile opportunità formativa Individuare strategie di interventi mirati Promuovere il benessere Progettare percorsi orientativi Collaborare con tutte le agenzie educative Consentire a ciascun allievo il pieno sviluppo della propria personalità Condividere con la famiglia il processo formativo FINALIT FINALIT ÁOFFERTAFORMATIVA dell ISTITUTO COMPRENSIVO 75

76 La finalità del primo ciclo dellistruzione è la promozione del pieno sviluppo della persona. La scuola, nel rispetto di quanto sancito dalla Costituzione, contribuisce a : elaborare il senso della propria esperienza; promuovere la pratica consapevole della cittadinanza; promuovere lacquisizione degli alfabeti di base attraverso lacquisizione dei linguaggi simbolici che costituiscono la struttura della nostra cultura; sostenere lalunno nella progressiva conquista della propria autonomia. FINALITA DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE La scuola dellinfanzia si rivolge a tutti i bambini dai 3 ai 6 anni di età; passando da iniziali forme di assistenza, è oggi un sistema pubblico integrato in evoluzione, che rispetta le scelte educative delle famiglie e realizza il diritto allistruzione. Per ogni bambino e bambina, la scuola dellinfanzia si pone la finalità di promuovere: Sviluppo dellidentità Sviluppo dellautonomia Sviluppo delle competenze Sviluppo della cittadinanza FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA 76

77 IL CURRICOLO 77

78 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO (Nota MIUR del 31/01/2008 prot. n°1296) Il curricolo della Scuola dellInfanzia si articola in: CAMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLA COMPETENZA VALUTAZIONE Il curricolo della Scuola dellInfanzia si articola in: CAMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLA COMPETENZA VALUTAZIONE Il curricolo della Scuola del I ciclo si articola in: DISCIPLINE E AREE DISCIPLINARI TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO VALUTAZIONE Il curricolo della Scuola del I ciclo si articola in: DISCIPLINE E AREE DISCIPLINARI TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO VALUTAZIONE Il curricolo si delinea con particolare attenzione alla continuità del percorso educativo dai 3 ai 14 anni. Ogni scuola predispone il curricolo, allinterno del Piano dellOfferta Formativa, nel rispetto delle finalità, dei traguardi per lo sviluppo delle competenze, degli obiettivi di apprendimento posti dalle Indicazioni. Il curricolo si articola attraverso i Campi di esperienza nella scuola dellInfanzia e attraverso le discipline nella scuola del primo ciclo. Particolare attenzione è riservata, come richiesto dalla C. M. 86/2010, alle tematiche legate aCittadinanza e Costituzione 78

79 Il processo formativo è articolato secondo le Indicazioni per il Curricolo (13/08/2007) Lalunno dotato di capacità/potenzialità sviluppa le competenze attraverso Le conoscenze Il sapere teorico Le abilità Le capacità di applicare le conoscenze COGNITIVE PRATICHE Nella scuola: ambiente di apprendimento Si costruisce IL CURRICOLO Costituito dalle DISCIPLINE Percorsi di apprendimento Articolate Obiettivi di apprendimento Traguardi per lo sviluppo delle competenze 79

80 ASSI CULTURALI ASSE DEI LINGUAGGI ASSE MATEMATICO ASSE SCIENTIFICO- TECNOLOGICO ASSE STORICO- SOCIALE ATTRAVERSOATTRAVERSO COMPETENZE TRASVERSALI Allegati n° 1 (ASSI CULTURALI) e n° 2 (COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA) del Documento tecnico di cui al D.M. 22 Agosto 2007 n° 139 Le COMPETENZE CHIAVE di cittadinanza che tutti gli studenti devono acquisire sono necessarie per la costruzione e il pieno sviluppo della loro persona, di corrette e significative relazioni con gli altri e di una positiva interazione con la realtà naturale e sociale. Ecco le competenze che tutti devono acquisire OGGI per entrare da protagonisti nella vita DOMANI: COMPETENZE CHIAVE 1. IMPARARE AD IMPARARE 2. PROGETTARE 3. COLLABORARE E PARTECIPARE 4. AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE 5. RISOLVERE PROBLEMI 6. INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI 7. ACQUISIRE ED INTERPRETARE LINFORMAZIONE 8. COMUNICARE 80

81 VALUTAZIONE 81

82 SCUOLA PRIMARIA Dallanno scolastico 2008 – 2009, nella Scuola Primaria la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite è espressa in decimi ed illustrata con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dallalunno. SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO Nella S. Secondaria di primo grado la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione degli apprendimenti delle competenze da essi acquisite è espressa in decimi. Sono ammessi allesame di Stato a conclusione del ciclo, gli studenti che hanno ottenuto un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline. SCUOLA DELLINFANZIA Nella scuola dellInfanzia i dati relativi agli alunni dellultimo anno sono riportati nel documento di passaggio alla scuola primaria VALUTAZIONE degli APPRENDIMENTI degli APPRENDIMENTI 82

83 RISPETTO DELLE REGOLE DI CONVIVENZA CIVILE Qualità del rapporto interpersonale verso tutte le componenti scolastiche e rispetto del ruolo Capacità di collaborazione propositiva e assunzione di responsabilità RISPETTO DELLE REGOLE DI CONVIVENZA CIVILE Qualità del rapporto interpersonale verso tutte le componenti scolastiche e rispetto del ruolo Capacità di collaborazione propositiva e assunzione di responsabilità INDICATORI RISPETTO DELLE REGOLE ORGANIZZATIVE Frequenza delle lezioni Puntualità nel rispetto dellorario scolastico Rispetto delle disposizioni varie, delle scadenze e delle consegne RISPETTO DELLE REGOLE ORGANIZZATIVE Frequenza delle lezioni Puntualità nel rispetto dellorario scolastico Rispetto delle disposizioni varie, delle scadenze e delle consegne RISPETTO DELLAMBIENTE SCOLASTICO Rispetto delledificio, dei beni e degli strumenti della scuola Rispetto della missione educativa e di istruzione della scuola RISPETTO DELLAMBIENTE SCOLASTICO Rispetto delledificio, dei beni e degli strumenti della scuola Rispetto della missione educativa e di istruzione della scuola COMPORTAMENTO 83

84 Non rispetta le regole; è istintivo e persiste nel mettere in atto comportamenti scorretti nei confronti dei compagni,dellambiente scolastico e del personale della scuola. Impedisce il regolare e sereno svolgimento delle attività didattiche riportando sanzioni disciplinari. A volte non rispetta le regole, lambiente scolastico e il personale della scuola; non si rapporta in modo corretto con i compagni. Frequentemente disturba il dialogo educativo Non sempre rispetta le regole, lambiente scolastico e il personale della scuola; collabora con i compagni solo se gli viene richiesto/ collabora solo con alcuni compagni. Di norma rispetta le regole, lambiente scolastico e il personale della scuola; è disponibile alla collaborazione con compagni. Rispetta le regole ed ha senso di responsabilità; collabora e partecipa in modo costruttivo allattività scolastica. Si distingue nel rispetto delle regole e nel senso di responsabilità. Collabora attivamente con gli insegnanti ed è da stimolo ai compagni. NOTA ILLUSTRATIVA VOTO VALUTAZIONE del COMPORTAMENTO 84

85 PER SAPERNE DI PIU PER SAPERNE DI PIU In copertina: Un progetto per il futuro, lasciamoci avvolgere e coinvolgere dalla cultura, realizzato dal grafico A. Pasquariello. 84


Scaricare ppt "INDICE Premessa3 Presentazione5 Contesto socio-economico e culturale della scuola6 Organizzazione dellIstituto7 Dirigenza e uffici di segreteria Organigramma."

Presentazioni simili


Annunci Google