La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Arcidiocesi di Monreale Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Progetto per una rinnovata pastorale familiare in Parrocchia. 1 Ufficio diocesano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Arcidiocesi di Monreale Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Progetto per una rinnovata pastorale familiare in Parrocchia. 1 Ufficio diocesano."— Transcript della presentazione:

1 Arcidiocesi di Monreale Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Progetto per una rinnovata pastorale familiare in Parrocchia. 1 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

2 Premessa Il nostro Arcivescovo, nella sua terza lettera pastorale Battezzati in Cristo, ci siamo rivestiti di Cristo, al n.11, ha indicato la famiglia quale risorsa, «forza viva della costruzione cristiana della comunità ecclesiale», per un progetto di conversione pastorale autentica. 2 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

3 «E giunto il momento che esse (le famiglie) emergano in quanto tali dalla loro non significanza pastorale, iniziando dalle famiglie più nuove, quelle appena uscite dal loro cammino rinnovato di formazione al Matrimonio.» (11) 3 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

4 Questo Ufficio, accogliendo con entusiasmo le parole dellArcivescovo e trovando in esse un esplicito richiamo alla propria funzione di promozione della pastorale familiare a servizio della Diocesi, secondo quanto stabilito nel proprio Statuto, intende avviare un progetto per una rinnovata pastorale familiare in Parrocchia. 4 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

5 Per queste ragioni consapevoli che educare allAmore è un percorso che dura tutta la vita e interpella la sensibilità di ciascuno e la consapevolezza dellintera comunità credente; consapevoli anche che il percorso di formazione deve seguire la crescita e lo sviluppo di ciascun individuo; 5 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

6 consapevoli altresì che il progetto richiama nel tempo futuro la partecipazione e lintervento di altri uffici per una organica e più efficace programmazione, noi, quali membri dellUfficio di pastorale della famiglia, per limmediato futuro, ritagliamo il nostro progetto, nel rispetto del ruolo che ci è stato assegnato, allinterno di un percorso che riguarda primariamente le coppie di fidanzati. 6 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

7 Restiamo nella convinzione che in un futuro prossimo, tale iniziativa possa trovare punti di convergenza con altre realtà diocesane, al fine di garantire insieme, una continuità di percorso affinché lazione educativa e la formazione che ne scaturisce si trasformi in una mentalità e in uno stile di vita in grado di rimettere al centro della nostra vita, quale naturale fondamento, lAmore e nello specifico lAmore della famiglia generata dal sacramento del matrimonio. [omelia S.E. 6 ott. 2010]. 7 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

8 Altre considerazioni: I tempi nuovi, il calo dei sacerdoti e le urgenze pastorali esigono che si individuino laici che si rendano responsabili della vita della Chiesa e del suo servizio al mondo. In particolare sono necessarie coppie di sposi che, in forza del loro specifico ministero coniugale, assumano in prima persona, con l'aiuto dei sacerdoti, il compito di formare le nuove famiglie come «chiese domestiche». 8 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

9 Quali sono le finalità del progetto? Maturare famiglie disponibili a essere sale e lievito nella comunità. Le tappe: Entro breve tempo: Suscitare, in alcune parrocchie della nostra diocesi, un sentire comune riguardo la nuova proposta di preparazione dei fidanzati al matrimonio e alla famiglia. Maturare famiglie disponibili a essere sale e lievito nella comunità. Le tappe: Entro breve tempo: Suscitare, in alcune parrocchie della nostra diocesi, un sentire comune riguardo la nuova proposta di preparazione dei fidanzati al matrimonio e alla famiglia. 9 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

10 A medio termine: Avviare alla formazione coppie di sposi che sentono il desiderio di spendersi per animare in futuro i percorsi per fidanzati e gruppi famiglie della parrocchia. A medio termine: Avviare alla formazione coppie di sposi che sentono il desiderio di spendersi per animare in futuro i percorsi per fidanzati e gruppi famiglie della parrocchia. 10 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

11 A lungo termine: Lauspicio che nasca così una rete di coppie generose, formate e appassionate del dono ricevuto, a tal punto, da volerlo restituire ad altre coppie, nella propria parrocchia o anche presso Parrocchie limitrofe, per una diffusione a macchia dolio in tutta la Diocesi del processo di rinnovamento della pastorale familiare. A lungo termine: Lauspicio che nasca così una rete di coppie generose, formate e appassionate del dono ricevuto, a tal punto, da volerlo restituire ad altre coppie, nella propria parrocchia o anche presso Parrocchie limitrofe, per una diffusione a macchia dolio in tutta la Diocesi del processo di rinnovamento della pastorale familiare. 11 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

12 A chi si rivolge il progetto? Ai parroci e alle comunità parrocchiali. 12 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

13 Si può pensare a due parrocchie per ciascun vicariato, ma tale numero può essere più grande o inferiore perché legato alla disponibilità data: dai parroci dal numero degli operatori dellufficio da altre coppie di sposi, anche impegnate in associazioni o movimenti, che hanno fatto già esperienza di animazione nei percorsi di formazione per i fidanzati e/o di gruppi famiglie. 13 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

14 Come partecipa la comunità parrocchiale disponibile al progetto? 1.Accogliendo un gruppo di fidanzati il cui numero è compreso tra 6 e 12 coppie che manifestino lintenzione di sposarsi almeno 1 anno dopo linizio della frequenza del cammino di formazione. [se i tempi dichiarati sono più lunghi, si provvederà ad integrare il periodo che resta sino alla data del matrimonio, con altri incontri, da programmare, di accompagnamento e di consolidamento] 14 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

15 2. Identificando coppie di sposi della propria comunità che sappiano testimoniare con la loro vita il sacramento del matrimonio. 3. Individuando qualche coppia di sposi che intende intraprendere la formazione per diventare animatori negli anni futuri e che sono disponibili a fare esperienza sul campo partecipando agli incontri. 15 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

16 4.Proponendo a queste coppie una consapevolezza nuova, in grado di ravvivare la loro relazione e la fede/coscienza del sacramento ricevuto. 5. Precisiamo pure che è assolutamente indispensabile la partecipazione del presbitero (parroco o vice) al quale sono affidate alcune parti dellincontro, soprattutto quelle inerenti alla Parola, alla fede e ai sacramenti. 16 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

17 Quale contributo può dare lUfficio? Unazione di tutoraggio agli animatori dei percorsi già presenti in parrocchia, disponibili alla proposta di sperimentazione. La disponibilità dei membri dellUfficio a partecipare e/o accompagnare la comunità per un certo numero di incontri secondo le possibilità di ciascuno. 17 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

18 Da sottolineare che: Il contributo dellUfficio diocesano di pastorale familiare cesserà in quella Parrocchia quando la comunità sarà autonoma nella gestione di nuovi cammini di accompagnamento dei fidanzati e/o di gruppi famiglia. 18 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

19 Come avviare il progetto? Fare un elenco di nominativi dei parroci e delle coppie di sposi delle comunità parrocchiali che sono disponibili a mettersi in gioco. Coinvolgere le coppie di sposi che hanno frequentato negli anni passati la scuola di formazione diocesana. 19 Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

20 Interessare le coppie di sposi che fanno parte di associazioni o movimenti che già si occupano di percorsi formativi rivolti ai giovani e alle famiglie. Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

21 La nostra Chiesa accogliente Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

22 Penso, cari fratelli e sorelle, che a tutti sia noto ormai nella nostra Arcidiocesi il compito che si vuole che occupi oggi la famiglia nellattuale progetto di rinnovamento pastorale che la sta interessando. La famiglia è chiamata anzitutto a farsi consapevole del ruolo che le compete nella responsabilità pastorale e missionaria della comunità ecclesiale: Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

23 un ruolo, chiamiamolo pure ministero, che le deriva dal sacramento del matrimonio, troppo sconosciuto, ahimè, in questo ambito dei suoi effetti specifici. Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

24 Naturalmente si dovrà fare in modo, da parte della famiglia ma anche da parte dei responsabili della comunità ecclesiale, che questa ministerialità pastorale e missionaria non continui a rimanere un pio desiderio. Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico

25 Per quanto riguarda la famiglia è indispensabile che essa stessa si proponga di esercitare tale ministerialità, aprendosi al soffio dello Spirito di Dio, donandosi allaccoglienza della propria chiesa, accogliendone a sua volta le direttive e offrendo con generosità il proprio contributo di impegno intelligente e ispirato dallamore e allAmore. Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia Partinico


Scaricare ppt "Arcidiocesi di Monreale Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Progetto per una rinnovata pastorale familiare in Parrocchia. 1 Ufficio diocesano."

Presentazioni simili


Annunci Google