La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P.O.F. 2012/13. –diffusa e responsabile richiesta educativa alla scuola; –creazione e sviluppo di condizioni motivanti allo studio e alla cultura; –carenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P.O.F. 2012/13. –diffusa e responsabile richiesta educativa alla scuola; –creazione e sviluppo di condizioni motivanti allo studio e alla cultura; –carenza."— Transcript della presentazione:

1 P.O.F. 2012/13

2

3 –diffusa e responsabile richiesta educativa alla scuola; –creazione e sviluppo di condizioni motivanti allo studio e alla cultura; –carenza nella comprensione e nelluso delle diverse forme di comunicazione; –pratica passiva dei modelli proposti dai mass-media; –competenze indispensabili per una corretta lettura ed interpretazione delle vicende umane nel tempo e nello spazio; –consapevolezza del sé e delle scelte; –esigenza di una migliore conoscenza delle strutture socio- economiche; –senso di appartenenza e partecipazione ai processi sociali; –acquisizione di modelli di flessibilità funzionali a gestire possibili processi di trasformazione socio-economica della realtà locale; –acquisizione di buone competenze linguistiche relative a diverse lingue comunitarie; –censimento, conoscenza, conversione e valorizzazione del patrimonio urbanistico; –rilancio modelli associativi di tipo culturale, teatrale e di diversificazione sportiva; –conoscenza e valorizzazione dei soggetti territoriali di solidarietà; –conoscenza della diversità etnica, culturale e linguistica e motivazione alla possibile e civile convivenza integrata (riferibile alla discreta presenza di aggregati di comunitari); –rispetto e convivenza di regole comuni e religioni diverse; finalità e bisogni

4 la geografia della nostra scuola Dagala infanzia e primaria Bongiardo infanzia e primaria v.Moro presidenza - servizi amministrativi secondaria di 1° v.Volta Primaria Badia infanzia v.Nuova infanzia e primaria Maria Vergine Infanzia strutture

5 lispirazione del P.O.F. 2012/13 gli orti di pace Il P.O.F è incentrato sul progetto Orti di Pace; in particolare lorto come metafora della vita della persona umana: nascita, cura, crescita, sviluppo, frutto. Ogni plesso avrà il suo orto da coltivare, da curare, da proteggere e dal quale raccogliere frutti. La vision

6 Il Coordinamento Orti di pace in Sicilia si pone quale organismo di raccordo tra realtà che operano sul territorio siciliano nell'ambito dellistruzione, della formazione, della riabilitazione, ricorrendo a pratiche di coltura di piante e alberi collocabili nel contesto delle biotecnologie e del bioregionalismo. Attivando forme di cooperazione tra Università, Scuola, Enti di assistenza, Istituti di ricerca, Centri di recupero e riabilitazione, Impresa sociale, intende promuovere e sostenere interventi condivisi finalizzati alla diffusione di comportamenti eco- sostenibili e alla valorizzazione di tecnologie ecocompatibili. la scuola aderirà al coordinamento regionale Orti di pace in Sicilia la vision

7 primo ciclo 1 - Monoennio di raccordo con la scuola secondaria di 2° grado scuola secondaria di 1° grado II anno del biennio scuola secondaria di 1° grado I anno del biennio scuola secondaria di 1° grado in Raccordo con la scuola primaria II anno del II biennio scuola primaria in raccordo con la scuola secondaria di 1° grado scuola Primaria I anno del II biennio scuola primaria II anno del I biennio scuola primaria I anno del I biennio scuola primaria I anno della scuola primaria in raccordo con la scuola dellInfanzia III anno della scuola dellInfanzia in raccordo con il monoennio della scuola primaria scuola dellinfanzia II anno della scuola dellInfanzia I anno della scuola dellInfanzia IL NUOVO SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE organizzazione si lavorerà per progettare un curricolo verticale

8 organizzazione CONSIGLI DI CLASSE, INTERSEZIONE, INTERCLASSE COLLEGIO DOCENTI Formato da: Docenti e Dirigente Scolastico; delibera in materia di funzionamento didattico CONSIGLIO DISTITUTO Commissioni di lavoro Dipartimenti disciplinari 1° Linguistico - Letterario 2° Matematico – Scientifico – tecnologico 3° Linguaggi verbali e non verbali 4°Ins.differenziato ed integrazione scolastica Incontri periodici collegiali: Consiglio di Intersezione Consiglio di Interclasse. Consiglio di classe. Collegio Docenti. Consiglio di Istituto. G.L.H.I. - G.L.H.O Comitato di valutazione. Dipartimenti. ORGANI COLLEGIALI E ORGANIZZAZIONE DELLISTITUZIONE SCOLASTICA lavora per Commissioni valutazione formativa

9 finalità e obiettivi rendere lalunno cosciente della realtà sociale in cui vive per ampliare i propri orizzonti al fine di operare scelte più consapevoli. pertanto, consapevole del valore storico culturale del patrimonio locale si prefigge di: il nostro Istituto vuole caratterizzarsi er la condivisione di un progetto educativo che delinei liter formativo verticalizzato dellalunno dal suo ingresso nella scuola dellInfanzia al completamento degli studi secondari di 1° grado FINALITA GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO OBIETTIVI riduzione della dispersione scolastica e promozione del successo formativo Incremento delle attività di accoglienza e di orientamento Promozione della formazione del personale docente per favorire il processo di crescita professionale

10 attività secondaria di 1° PROGETTO Orto di pace CLASSI PRIME Realizzazione di Erbari e di un libro con capitoli dedicati alle piante: medicamentose, aromatiche, officinali… Alimentazione e esercizio fisico L organizzazione agricola nel Medioevo LItalia e i prodotti tipici Prodotti tipici di altri paesi in particolare del Mediterraneo Progettazione e realizzazione degli ORTI Il Paesaggio sonoroPiante e Toponimi Attività per le classi prime Dal seme alla tavola

11 PROGETTO Orto di pace CLASSI SECONDE La stagionalità della frutta e delle verdure. Colazioni a scuola: messa a confronto fra le varie culture dellEuropa Ed ambientale, alla salute e alimentare trasversale a tutte le discipline Prodotti delle diverse aree europee Riconoscere sapori, realizzare ricette, allestire degustazioni.. Attività per le classi seconde Alla scoperta di saperi e sapori attività secondaria di 1°

12 Attività per le classi terze Intercultura - Noi e gli altri PROGETTO Orto di pace CLASSI TERZE Musiche e suoni del Mediterraneo La natura nellArte Le biodiversità, le coltivazioni biologiche Linquinamento agricolo Indagine statistica e mappatura degli orti nel comune. Studio prodotti e piante tipiche della macchia mediterranea Paesi del Mediterraneo e cultura a confronto Strumenti di lavoro impiegati nella costruzione degli orti e tecniche agricole. Gli alberi significativi: Il Castagno dei 100 cavalli Lalbero di Falcone e i principi della legalità Lalbero dei giusti e la shoa Parchi e giardini a confronto: giardini inglesi,… attività secondaria di 1°

13 ampliamento dellofferta formativa scuola dellinfanzia attività formative LORTO DI PACE PROGETTI CURRICOLARI orario antimeridiano LOrto a Santa Venerina (LOrto di Pace) Solidarietà Unesco Unicef Accoglienza-Continuità-Orientamento PROGETTI AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA orario pomeridiano Lettura/Teatro Lingua Straniera INIZIATIVE DI FORMAZIONE PERMANENTE PER GLI ADULTI DEL TERRITORIO S.VENERINA FRA STORIA, LETTERATURA, ARTE, TRADIZIONI (4^ edizione)

14 ampliamento dellofferta formativa scuola primaria attività formative PROGETTI CURRICOLARI orario antimeridiano LOrto a Santa Venerina (LOrto di Pace) Solidarietà Unesco Unicef Baby Consiglio Comunale Accoglienza-Continuità-Orientamento PROGETTI AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA orario pomeridiano Recupero e Potenziamento Lingue Straniere:Trinity Francese Lettori madre lingua Progetto Biblioteca /Lettura / Teatro Musica: pratica corale INIZIATIVE DI FORMAZIONE PERMANENTE PER GLI ADULTI DEL TERRITORIO S.VENERINA FRA STORIA, LETTERATURA, ARTE, TRADIZIONI (4^ edizione)

15 ampliamento dellofferta formativa scuola secondaria di 1° attività formative PROGETTI CURRICULARI orario anti meridiano LOrto a Santa Venerina (LOrto di Pace) Solidarietà Unesco Unicef Baby Consiglio Comunale Accoglienza-Continuità-Orientamento (Progetto Minerva solo per le classi terze ) Beni Culturali Visite guidate ambientali e/o riferite alle progettazioni PROGETTI AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA orario pomeridiano Legalità Laboratorio di Teatro a scuola Progetto Biblioteca Progetto Lettura Giornalino Lingue Straniere: Trinity – Dele Francese Tedesco Recupero e Potenziamento Centro Sportivo Studentesco INIZIATIVE DI FORMAZIONE PERMANENTE PER GLI ADULTI DEL TERRITORIO S.VENERINA FRA STORIA, LETTERATURA, ARTE, TRADIZIONI (4^ edizione)

16 gite distruzione attività formative Le visite guidate e viaggi distruzione si configurano come esperienze di apprendimento e di crescita della personalità, ed integrano il processo formativo di ogni singolo alunno. Pertanto il percorso educativo-didattico privilegerà la conoscenza storico-artistico-artigianale del territorio e dellambiente circostante.

17 GITE DISTRUZIONE E VISITE GUIDATE destinazioneclassi durata SCUOLA INFANZIA Mezza giornata SCUOLA PRIMARIA I Mezza giornata II Mezza giornata III Mezza giornata IV - V Mezza giornata Tutte le classi Mezza giornata III – IV - V Intera giornata attività formative

18 SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO Timpa di Acireale, Fattoria didattica, museo siciliano (zafferana, Castagno dei cento cavalli, teatro I Mezza giornata Taormina – Isola Bella – Gole Alcantara Intera giornata I percorsi dellolio e dellaTimpa, orto botanico, Castagno dei cento cavalli, museo siciliano (Zafferana), teatro in lingua straniera II Mezza giornata Taormina – Isola Bella – Gole Alcantara – Forza dAgrò Intera giornata Napoli e costiera Amalfitana Più giorni Sentiero natura (vulcani), museo dello sbarco, teatro massimo Belllini, teatro in lingua straniera III Mezza giornata Taormina – Isola Bella – Gole Alcantara – Forza dAgrò Intera giornata Dublino, Edinburgo Più giorni GITE DISTRUZIONE E VISITE GUIDATE destinazioneclassi durata

19 rapporti con il territorio RAPPORTI CON IL TERRITORIO RAPPORTI CON LENTE LOCALE Servizio trasporto alunni Servizio trasporti per visite guidate Arricchimento materiale didattico Sostegno dellequipe psico-pedagogica Servizio assistenza igienico-sanitaria RAPPORTI CON ALTRI SOGGETTI DEL TERRITORIO Accordi con associazioni sportive e culturali del territorio Accordi con le Parrocchie Accordi con lEquipe socio-psico-pedagogica e sanitaria Reti Scuole, Proloco. Rappresentanti del mondo dellArtigianato, dellImpresa e del Credito.

20 valutazione la verifica degli apprendimenti disciplinari, con prove orali o scritte o grafiche o informatiche, concordate o no, la cui valutazione viene espressa in coerenza e nel rispetto dei criteri che stabiliscono una corrispondenza tra voto decimale e livelli di prestazione secondo i parametri di conoscenze, abilità, rielaborazione e/o autonomia, cura e utilizzo del linguaggio specifico; la valutazione formativa che terrà conto dei processi evolutivi e di maturazione raggiunti dallo studente (situazione di partenza, progressione degli apprendimenti, autonomia, partecipazione, continuità e puntualità nel lavoro) I criteri essenziali per una valutazione di qualità sono: la finalità formativa; la validità, lattendibilità, laccuratezza, la trasparenza e lequità; la coerenza con gli obiettivi di apprendimento previsti dai piani di studio; la considerazione sia dei processi di apprendimento sia dei loro esiti; il rigore metodologico nelle procedure; la valenza informativa. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI E DELLE COMPETENZE INVALSI anche per la.s. 2012/13 avverrà la rilevazione degli apprendimenti per le classi II, V primaria e I secondaria di 1°; Infine, la prova nazionale per la III secondaria di 1° (esame di licenza)

21 valutazione Monitoraggio dellefficienza e dellefficacia organizzativa. Monitoraggio delle attività di apprendimento. Monitoraggio del gradimento dellutenza. Riscontri di successo formativo. Monitoraggio della percezione del sistema scuola da parte dei soggetti coprotagonisti del territorio. LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA


Scaricare ppt "P.O.F. 2012/13. –diffusa e responsabile richiesta educativa alla scuola; –creazione e sviluppo di condizioni motivanti allo studio e alla cultura; –carenza."

Presentazioni simili


Annunci Google