La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE PRESENTAZIONE NUOVA SCHEDA E CODICI INTERVENTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE PRESENTAZIONE NUOVA SCHEDA E CODICI INTERVENTO."— Transcript della presentazione:

1 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE PRESENTAZIONE NUOVA SCHEDA E CODICI INTERVENTO

2 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE

3 Coordinamento Il N°SCHEDA trasmesso dalla C.O., sarà composto da codice alfanumerico di cui i primi due numeri identificano la Centrale Operativa territoriale, due lettere e quattro cifre l'evento, dopo la barra la missione. Il codice è generato automaticamente da SOL (esempio 01 AA 0010 / 01). Il N° PAZIENTE, sarà raccolto dai MS e trascritto sulle schede cartacee, identifica il numero/i di paziente/i visti nellambito della missione per cui verrà compilata, per ogni singolo individuo soccorso una scheda (es. paziente 1 numerazione 01, paziente 2 numerazione 02, ecc).

4 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE La CITTADINANZA dovrà essere necessariamente raccolta per i pazienti non cittadini Italiani ma appartenenti alla Comunità Economica Europea così come il codice TEAM (Tessera Europea Assistenza Malattia), dato altrettanto obbligatorio in questo caso

5 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE Il CODICE EVENTO trasmesso dalla C.O. al MS sarà sempre formato da gravità, patologia presunta e luogo: la gravità sarà rappresentata sempre dal codice colore (B=bianco, V=verde, G=giallo, R=rosso); il codice di patologia presunta sarà identificato con due cifre, (cfr. separatore della scheda ambulanza Tabella A - classe patologia PRESUNTA), il luogo rimarrà codificato come nellattuale

6 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE

7 Coordinamento Il CODICE VALUTAZIONE ARRIVO, trasmesso alla C.O. dal MS manterrà le stesse caratteristiche del codice evento es: una lettera per la gravità B V G R N, due cifre per la patologia presunta (cfr. separatore della scheda ambulanza Tabella A - classe patologia PRESUNTA) e una lettera per il luogo

8 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE Il CODICE VALUTAZIONE PARTENZA sarà formato dal codice di gravità più il codice di patologia riscontrata codificata a sua volta con più cifre numeriche (cfr. separatore della scheda ambulanza Tabella B - patologia RISCONTRATA) e dal codice di luogo che non varia E inoltre necessario segnalare leventuale patologia secondaria facendo riferimento alla tabella B. La compilazione avverrà con il supporto della C.O. In analogia all'attuale a seguito di descrizione di segni e/o sintomi

9 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE

10 Coordinamento

11 Coordinamento

12 Coordinamento

13 Coordinamento

14 Coordinamento Il CODICE di RILASCIO si riferisce al codice assegnato al paziente nel momento di consegna al PS e/o termine missione e sarà quindi formato dal codice di gravità più il codice di patologia riscontrata e il codice di luogo

15 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE La DINAMICA RISCONTRATA è prevista solo in caso di trauma (cfr. separatore della scheda ambulanza Tabella C – Dinamica riscontrata) TRIAGE, è il numero progressivo assegnato dal PS al paziente se trasportato. Compilare tenendo l'allineamento a dx

16 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE

17 Coordinamento CODICE PROTOCOLLO, è prevista segnalazione in caso di riscontro di patologie per le quali è/sarà presente un protocollo specifico: ST = Stroke, BLU = Attivazione DAE, A = Allergia, Altro = futuri protocolli

18 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE CODICE di PATOLOGIA SPECIFICA: è il numero identificativo del paziente inserito in data base regionali di patologie specifiche linkati con gli applicativi 118 ( es. registro allergici); il codice può essere fornito dalla C.O. se il paziente è già stato identificato dalla Centrale, o può essere segnalato dal MS ove lequipaggio identifichi a sua volta un paziente censito. Compilare tenendo l'allineamento a dx.

19 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE Le PRESTAZIONI erogate saranno rilevate con la consultazione della apposita tabella (cfr. separatore della scheda ambulanza Tabella D – codici di prestazioni ). Si potranno rilevare anche le eventuali prestazioni secondarie effettuate.

20 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE

21 Coordinamento

22 Coordinamento Lo spazio per la VALUTAZIONE è stato predisposto in modo tale da segnalare in dettaglio unicamente le alterazioni dei parametri fisiologici. Il riscontro di parametri nella norma va indicato crociando il relativo quadratino nel box – SEDE – i segmenti anatomici sono utilizzabili sia per lapparato cutaneo, sia per quello muscolare che per quello scheletrico Il calcolo della percentuale di Burned Surface Area nel paziente ustionato, adulto e bambino è facilitato dalla presenza, nel separatore della scheda ambulanza, dello schema corporeo La sezione ECG prevede di indicare, una volta attivato il percorso regionale, lora di effettuazione dellECG, la avvenuta trasmissione del tracciato e la presenza di eventuali dispositivi intracardiaci rilevabili dalla documentazione del paziente o se riferiti nell ANAMNESI crociare No se il rilievo è negativo per allergie, per assunzione di farmaci, per pregresse malattie o se digiuno superiore a 8 ore per l'adulto e il bambino e 6 ore al di sotto dei 6 anni; segnalare nello spazio tratteggiato, al contrario, i dati di rilievo e per il pasto la non rilevabilità del dato Sono state introdotte le scale di valutazione del dolore NRS (Numerical Rating Scale) per ladulto e PRS (happy face Pain Rating Scale) per il bambino

23 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE

24 Coordinamento Vanno segnalati rispettivamente la non esigenza di effettuare manovre terapeutiche, il SUPPORTO PSICOLOGICO effettuato, la richiesta di squadre di supporto psicologico (SP) o di urgenza Psichiatrica (SUP) ove attive

25 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE TRATTAMENTO vanno indicati i trattamenti effettuati ed in caso di utilizzo del DAE, lora di erogazione del 1° shock, il numero totali degli shock erogati e l ora di recupero delle funzioni vitali

26 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE DIARIO CLINICO è possibile segnalare le modificazioni di alcuni parametri nel tempo La glicemia sarà tolta

27 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE CONSENSO va indicato ai sensi del D.lgs. 196/03 se il paziente ha esplicitato o meno il proprio consenso al trattamento, sia del trattamento che del trasporto

28 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE SEGNI EVIDENTI di MORTE vanno segnate le situazioni cliniche descritte nella scheda che saranno oggetto di confronto e formalizzazione con il medico di Centrale. Verrà tolta (forse) rigidità articolare

29 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE FIRMA va apposta la firma in aggiunta al il numero identificativo del VS 118 che ha compilato la scheda MSB

30 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE ESITO della missione: va indicato lesito finale della missione con la segnalazione del luogo fisico di trasporto del paziente che deve essere espresso per esteso nello spazio tratteggiato e la presenza sul posto di ev. altri Enti C.A.P. = Centro Assistenza Primaria (case della Salute) S.S. Privata = struttura privata (es. casa di riposo) R.V. = Randez Vous C.A. = Continuità Assistenziale (ADI) M.M.G. = Medico di Medicina Generale

31 Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE GRAZIE PER LATTENZIONE !!!!!


Scaricare ppt "Coordinamento MISERICORDIE PIEMONTE PRESENTAZIONE NUOVA SCHEDA E CODICI INTERVENTO."

Presentazioni simili


Annunci Google