La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCHEDA SOPRANNUMERARI Viggiù, 3 marzo 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCHEDA SOPRANNUMERARI Viggiù, 3 marzo 2009."— Transcript della presentazione:

1 INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCHEDA SOPRANNUMERARI Viggiù, 3 marzo 2009

2 PREMESSA - 1 La Scuola non era tenuta a questo incontro, ma ci è sembrato giusto proporlo perché riguarda buona parte del personale in servizio e, purtroppo, si tratta di un adempimento piuttosto complicato! Oggi forniamo solo una panoramica e una sintesi generale; per le varie casistiche e per eventuali dubbi consultare la documentazione presente in ogni plesso oppure il sito MIUR

3 PREMESSA - 2 I riferimenti normativi sono: - Il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulla Mobilità A.S. 2009/10 - lOrdinanza Ministeriale sulla Mobilità - Le Tabelle di Valutazione e relative note Tutti reperibili su:

4 PREMESSA - 3 File excel con programmi di calcolo predisposto dal DS Amore di Cantello e disponibile nella sezione Bacheca del sito della scuola (solo docenti) Altrimenti anche copia cartacea (ma in tal caso si dovrà compilare manualmente)

5 PREMESSA - 4 Quanto dichiarato va anche documentato, come? Per il servizio compilare lapposita Dichiarazione Per titoli ed esigenze di famiglia ricorrere ad autocertificazioni (tranne che per la documentazione medico-sanitaria) oppure fare riferimento agli atti già in possesso dellAmministrazione nel proprio Fascicolo Personale

6 PERSONALE DA NON INDIVIDUARE COME SOPRANNUMERARIO Il personale beneficiario delle precedenze previste per le seguenti categorie: disabili e gravi motivi di salute; personale portatore di disabilità e personale che ha bisogno di particolari cure continuative; assistenza al coniuge, al figlio, ed al genitore ( da parte del figlio unico in grado di prestare assistenza), al fratello o sorella convivente con linteressato/a ( nel caso in cui i genitori non possano provvedere allassistenza del figlio perché totalmente inabili o in caso di scomparsa dei genitori medesimi) in situazione di disabilità; personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli Enti Locali Non viene inserito nella graduatoria distituto per lidentificazione dei perdenti posto da trasferire dufficio, a meno che la contrazione di organico non sia tale da rendere strettamente necessario il loro coinvolgimento ( es. soppressione della scuola, ecc..). Per gli amministratori degli enti locali tale esclusione va applicata solo durante lesercizio del mandato amministrativo. Nel caso in cui la contrazione di organico sia tale da rendere necessario anche il coinvolgimento delle predette categorie, gli interessati saranno graduati tra loro sempre in base al punteggio della tabella. Cfr. CCNI Art. 7 punti I), III), V) e VII)

7 La scuola dovrà elaborare distinte graduatorie per: - docenti infanzia - docenti primaria - docenti sostegno infanzia - docenti sostegno primaria - docenti specialisti inglese primaria - docenti di religione - docenti di tutte le cattedre di scuola secondaria di 1° grado - assistenti amministrativi - collaboratori scolastici

8 ANZIANITÀ DI SERVIZIO ata-1 Per anni di servizio prestati in paesi in via di sviluppo il punteggio va raddoppiato Per piccole isole si intendono tutte le isole italiane tranne Sardegna e Sicilia Note (a) e (b) il servizio è riconosciuto anche al personale proveniente dagli EE.LL. che però a questo punto non deve conteggiare il punteggio di cui alla lettera C) Lettera E) da non compilare

9 ANZIANITÀ DI SERVIZIO ata-2 La nota (2) contiene lelenco dei servizi comunque valutabili (alcuni esempi: il servizio di assistente di scuola materna di cui alla L. 463/78; il servizio prestato in un profilo diverso per utilizzazione o assegnazione provvisoria; il servizio prestato presso gli asili nido comunali) Nota (f) si conteggiano a pieno titolo anche i congedi per maternità/paternità e parentali

10 ANZIANITÀ DI SERVIZIO ata-3 Lettera B nota (3) CALCOLO DEL SERVIZIO PRE-RUOLO: - primi 4 anni valutati interamente - dal quinto in poi invece vale 2/3 Esempio: 10 anni di preruolo 4 anni valutati interamente = 48 punti 6 anni valutati per 2/3 = 4 anni = 48 punti

11 TITOLI ata Lettera A) nota (9) Il punteggio di norma è riferito solo ai DSGA Vale però anche per il personale transitato dagli EE.LL. che abbia superato un concorso per il ruolo di appartenenza (idem per Lettera B) Lettera B) valida per tutti coloro che abbiano superato un concorso per un profilo superiore al ruolo di appartenenza

12 I ANZIANITÀ DI SERVIZIO-1 Osservazioni comuni ai punti A (anzianità di ruolo) e B (anzianità di pre-ruolo): In tutti i conteggi va escluso lanno in corso Per il servizio prestato in paesi in via di sviluppo il punteggio si raddoppia Per piccole isole si intendono tutte le isole tranne Sardegna e Sicilia Per poterlo valutare in un anno bisogna aver prestato servizio effettivo almeno per 180 gg. (sono esclusi i congedi per maternità/paternità e parentali) Per le medie lanzianità vale anche per classi di concorso precedenti diverse a patto che tra di esse sia possibile il passaggio di cattedra Per i docenti di sostegno per ogni anno prestato con il prescritto titolo di specializzazione il punteggio va raddoppiato purché si concorra sempre per posti della medesima tipologia (sostegno, scuole speciali, scuole ad indirizzo didattico differenziato, posti DOS) Per i docenti di scuola primaria per ogni anno di insegnamento in scuola UNICA (R.D. 577/1928) o scuola di montagna Legge 90/1957 il punteggio è raddoppiato Il servizio prestato nelle scuole paritarie non è valutabile (in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera)

13 I ANZIANITÀ DI SERVIZIO-2 PUNTO B (ANZIANITA PRE-RUOLO) I servizi pre-ruolo oltre i 4 anni vanno conteggiati nella proporzione di 2/3 (quindi 2 punti per anno anziché 3) Va conteggiata in questa sezione anche lanzianità di ruolo solo giuridica e non economica quando non è stato prestato alcun servizio

14 I ANZIANITÀ DI SERVIZIO-3 PUNTO C (CONTINUITA DI SERVIZIO) Lintroduzione dellorganico di circolo per la scuola primaria nel 1998/99 e per la scuola dellinfanzia dal 1999/2000 non interrompe la continuità (diverso il caso di un docente che abbia ottenuto il trasferimento da un plesso ad un altro – es. da Saltrio a Viggiù o viceversa – prima di tale data) 3 CONDIZIONI PER IL PUNTEGGIO DELLA CONTINUITÀ: 1) la titolarità nel tipo di posto/classe di concorso di attuale appartenenza; 2) la prestazione del servizio presso la scuola/plesso di titolarità. 3) La scuola di titolarità giuridica e quella di servizio continuativo devono coincidere

15 I ANZIANITÀ DI SERVIZIO-4 PUNTO C (CONTINUITA DI SERVIZIO) Casistica a parte per il personale trasferito dufficio nellultimo quinquennio (da consultare) Il punteggio va attribuito anche in tutti i casi in cui l assenza sia riconosciuta a tutti gli effetti come servizio validamente prestato (salute, gravidanza, puerperio, servizio militare, mandato politico, utilizzi, esoneri, comandi…) Il punteggio non spetta invece nel caso di assegnazione provvisoria o di trasferimento annuale (salvo che per i trasferiti dufficio per soprannumerarietà) Il caso di CO) si applica in alternativa a C e solo per coloro che abbiano prestato servizio nello stesso comune ma non nella stessa scuola in cui si è titolari PUNTO D il punteggio una-tantum di 10 p. va inserito manualmente

16 II ESIGENZE DI FAMIGLIA-1 Le esigenze di famiglia devono sussistere alla data di compilazione della scheda Solo per letà dei figli si considera il compimento del 6° e del 18° anno entro il 31/12/2009 Il punteggio riferito alla residenza è valido a condizione che i familiari vi risiedano effettivamente da 3 mesi (ossia da novembre 2008) fatto salvo il caso in cui si richieda il ricongiungimento al familiare trasferito per servizio Nellautocertificazione bisogna indicare la decorrenza della residenza. Il ricongiungimento al coniuge o ad altro familiare è valido quando questi è residente nel comune di titolarità del docente (per infanzia e primaria valgono anche i comuni di Clivio e Saltrio)

17 II ESIGENZE DI FAMIGLIA-2 La lettera d) (cura e assistenza) vale quando il comune coincide con quello di titolarità oppure è viciniore (qualora non v siano ivi sedi richiedibili). IL PUNTEGGIO È RICONOSCIUTO NEI SEGUENTI CASI: figlio, ovvero coniuge o genitore, ricoverati permanentemente in istituti di cura figlio, ovvero coniuge o genitore, bisognosi di cure continuative presso un istituto di cura tali da comportare la residenza nella sede dellistituto figlio tossicodipendente in programma terapeutico e/o socio-riabilitativo da attuare in strutture pubbliche o private che comporti la necessità di residenza nella sede della struttura oppure presso la residenza abituale con lassistenza del medico di fiducia

18 III TITOLI-1 I titoli valutabili sono quelli posseduti entro il 9 marzo 2009 I concorsi per posti di scuola dellinfanzia non sono valutabili per la scuola primaria I concorsi per personale educativo sono da considerari pari a quelli per la scuola primaria Non vanno conteggiati i concorsi riservati per il conseguimento dellabilitazione o dellidoneità allinsegnamento e neppure la partecipazione a concorsi ordinari ai soli fini dellabilitazione Vale invece per tutte le classi di concorso appartenenti allo stesso ambito disciplinare per il quale si è superato il concorso ordinario del 1999

19 III TITOLI-2 Non sono valutabili i titoli di Specializzazione per linsegnamento ad alunni H e neppure quelli rilasciati dalle SISS Il diploma di laurea in Scienze Motorie non dà diritto a punteggio ulteriore rispetto a quello ISEF Non si valuta il diploma di laurea in scienze della formazione primaria in quanto attualmente necessario per laccesso al ruolo di appartenenza I Corsi di Perfezionamento e i Master frequentati dopo il 2005/06 per dar luogo a punteggio devono essere di durata annuale con 1500 ore di impegno, con un riconoscimento di 60 CFU e con esame finale. I titoli di cui dalla lettera C alla lettera H sono valutabili fini ad un max. di 10 punti

20 QUESTA PRESENTAZIONE VERRÀ INSERITA NELLA SEZIONE BACHECA DEL SITO INTERNET DELLA SCUOLA


Scaricare ppt "INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCHEDA SOPRANNUMERARI Viggiù, 3 marzo 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google