La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Andreina petrucci Step 1 - Conoscere i prestiti dallitaliano alle altre lingue.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Andreina petrucci Step 1 - Conoscere i prestiti dallitaliano alle altre lingue."— Transcript della presentazione:

1 andreina petrucci Step 1 - Conoscere i prestiti dallitaliano alle altre lingue

2 andreina petrucci ATTIVITA 1 Il formatore chiede ai corsisti di elencare il maggior numero di prestiti dallitaliano alle altre lingue. Si riflette e si discute sulla tipologia e sulla provenienza dei prestiti individuati. Si riflette anche su un fenomeno interessante e forse meno evidente, cioè su come lintroduzione di prestiti dallinglese stia modificando la grammatica della lingua italiana (e di tutte altre lingue romanze) introducendo composti come estratto conto (sost + sost) o espressioni come ragazza palestrata. ( Lo sviluppo della competenza semantico- lessicale nella classe plurilingue, Materiali Poseidon, percorso S1-P4, di Cariani, Ducati, Leone) Si raccolgono su di un cartellone le parole individuate e si procede con la presentazione. (diapositive 18-23)

3 andreina petrucci Step 2 -Saper individuare allinterno di testi italiani i prestiti dalle altre lingue; -Costruire campi semantici -Usare il dizionario (anche etimologico)

4 andreina petrucci ATTIVITA 2.1 Il formatore sottopone ai corsisti alcuni testi nei quali individuare i prestiti che dovranno poi essere raggruppati per campi semantici. La competenza lessicale, infatti si basa anche su operazioni mentali che emergono quando il parlante riesce a collegare un vocabolo con il referente (quella è una sedia), a darne una definizione (una sedia è …) o a metterlo in relazione con altri termini all'interno della rete semantica (sedia, poltrona, panca ecc.). (Insegnare e apprendere il lessico in italiano, Materiali Poseidon, S1-P1, di Paola Leone) Si può anche prevedere di svolgere lattività a gruppi per lingue diverse per mettere poi a confronto il lavoro dei vari gruppi. Si potranno utilizzare dizionari cartacei e/o elettronici, anche per cercare letimologia. Si chiederà se i docenti ritengono interessante un esercizio di questo genere per i loro studenti.

5 andreina petrucci ATTIVITA 2.2 A questo punto si propongono vari esercizi (poesie, articoli di giornale, elenchi di parole) per far riflettere i corsisti sullingente utilizzo di parole straniere nella lingua italiana, chiedendo alla fine se si ritengono utili attività di questo tipo per migliorare la competenza semantico-lessicale degli apprendenti. Si chiederà anche di pensare ad altri esercizi finalizzati a ciò.

6 andreina petrucci Nelle seguenti poesie, sottolinea tutti i nomi comuni che ti sembrano stranieri, poi cercane il significato e lorigine sul vocabolario Savie coccinelle all'ora dei tè guardano tristi il piatto di bignè. (Andrea Molesini, da Tarme d'estate, Mondadori) Un pollo su un pullman in viaggio per Baden avvolto in un loden si sente nell'Eden; sua moglie, col rimmel, gli fuma le Camel. (Toti Scialoja) Due oche di Ostenda in guanti e mutande pedalano in tandem all'ombra dei dolmen e in meno di un amen imboccano un tunnel. (Toti Scialoja, da Una vespa! Che spavento, Einaudi)

7 andreina petrucci I giornali usano molte parole straniere, soprattutto quando parlano di economia e di moda. Nellarticolo che segue si potrà far riflettere sulle parole straniere presenti e sulla loro appartenenza ad un campo semantico; far riscrivere il testo sostituendo, con laiuto del vocabolario, le parole straniere con parole o espressioni italiane, chiedendo alla fine quale versione si preferisce.

8 andreina petrucci PIU CHIC MENO CHOC Suggestioni più che diktat. A Parigi la settimana del prét-à-porter autunno-inverno non ha imposto un codice unico, ma un pot-pourri di tendenze. Gli stilisti (con l'eccezione di Alexander McQueen che ha organizzato uno show a base di effetti speciali, kimono antichi e principesse tibetane in corsetto) sono stufi di stupire, preferiscono far venir voglia di comprare. Nella sfilata di Jean Paul Gaultier le mannequins erano state trasformate in adorabili mini dolls: pagliaccetto di rigore e,per andare alle merende chic, vestitone a balze e le maniche a palloncino. Un altro défilé aveva il sapore di un gioco di prestigio: si tira su uno spago e le gonne si trasformano in air-bags. Gli abiti di chiffon della collezione Ungaro cascavano lungo la silhouette come fossero impalpabili. Non si portano a pelle ma con un paio di panta-collants. La griffe che maggiormente rispetta la tradizione parigina di eleganza rimane Hermes. Martin Margiela, da anni designer della Maison, ha puntato sulle cappe di cammello, le bluse nere con la schiena nuda, i pantaloni morbidi per una donna impeccabile che non ha nessun bisogno di stupire. LEspresso, 27/3/2003, adattamento

9 andreina petrucci Leggi il seguente testo, poi riscrivilo sul quaderno, sostituendo le parole straniere con le corrispondenti parole italiane che trovi, in disordine, al fondo Week End Cominciava un week-end speciale per me e la band: dovevamo infatti fare una performance in un pub, durante una jam-session, per la prima volta il training era stato abbastanza lungo. Il nostro look? Io vestivo in jeans e t-shirt, molto casual, il bassista aveva invece un'aria parti­colarmente snob, con la camicia comprata nella boutique più in della città, il papillon e il pul­lover beige; il chitarrista in stile un po' naif, sembrava un teen-ager; il batterista e il tastieri­sta, stavano chiacchierando con il barman in attesa del whisky. Il bassista e io rimanemmo soli e, avvertendo una certa fame, o meglio" voglia di qualcosa di buono", facemmo l'autostop e ci caricò una spider che ci lasciò davanti al Romagna center, il più grosso discount della zona. Ci inoltrammo nel supermarket e trovammo hamburger. hot, dog, popcorn, chips con ketchup, chewing-gum. champagne, roastbeef, dessert di tutti i tipi. crème caramel ecc. maglietta gruppo musicale gomma da masticare esibizione arrosto ingenuo e istintivo abbigliamento pantaloni di tela blu birreria disinvolto e sportivo farfallino spumante raffinato negozio alla moda budino maglione polpette barista salsicce acquavite auto scoperta salsa di pomodoro mercato centro commerciale fine settimana supermercato mais ragazzo patatine nocciola chiaro lavoro preparatorio dolci richiesta di un passaggio in auto improvvisazione di musica jazz (da Povero Pinocchio, Comici)

10 andreina petrucci GIOCARE CON LE PAROLE La riflessione sui prestiti può esser fatta anche con attività ludiche che i docenti proporranno ai loro alunni: 1) Formate delle squadre e datevi un tempo per elencare il maggior numero di parole straniere che si usano parlando italiano. -Usate il vocabolario per controllare la grafia. -Vince la squadra che ne ha trovate di più. 2) Formate delle squadre. -Ciascuna ha a disposizione un giornale dal quale ricavare le parole straniere. -Vince la squadra che, nel tempo dato, ne ha raccolte di più.

11 andreina petrucci GIOCARE CON LE PAROLE INGLESI Dividetevi in gruppi e fate la traduzione delle seguenti 60 parole straniere spesso usate in italiano. Potete usare il vocabolario. Vince il gruppo che finisce più in fretta 1)Black-out 2)Bluff 3)Body 4)Break 5)Camping 6)Clown 7)Comfort 8)Computer 9)Corner 10)Detective 11)Disc-jockey 12)Fan 13)Flirt 14)Foot-ball 15)footing 16) Game 17) Hostess 18) Humour 19) make-up 20) Manager 21) Partner 22) Plaid 23) Play 24) Relax 25) skate-board 26) Star 27) Stop 28) Stress 29) Test 30) Western

12 andreina petrucci GIOCARE CON LE PAROLE FRANCESI 1)Gilet 2)Papillon 3)Coupé 4)Garage 5)Paté 6)Crepe 7)Champagne 8)Bouquet 9)Boutique 10)Tailleur 11)Démodé 12)Applique 13)Bidonville 14)Bricolage 15)champignon 16) Chef 17) Coiffeur 18) Croissant 19) Dossier 20) Élite 21) Equipe 22) Festival 23) Frappé 24) Pan carré 25) Récital 26) Souvenir 27) Gaffe 28) Tournéè 29) Vedette 30) Défilé


Scaricare ppt "Andreina petrucci Step 1 - Conoscere i prestiti dallitaliano alle altre lingue."

Presentazioni simili


Annunci Google