La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La partecipazione pubblica e il Patto per lacqua Nadia Chinaglia – D. G. Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Regione Lombardia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La partecipazione pubblica e il Patto per lacqua Nadia Chinaglia – D. G. Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Regione Lombardia."— Transcript della presentazione:

1 La partecipazione pubblica e il Patto per lacqua Nadia Chinaglia – D. G. Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Regione Lombardia

2 Preambolo 14 Il successo della presente direttiva dipende da una stretta collaborazione e da unazione coerente a livello locale, della Comunità e degli Stati membri, oltre che dallinformazione, dalla consultazione e dalla partecipazione dellopinione pubblica, compresi gli utenti.

3 Preambolo 46 Per garantire la partecipazione del pubblico, compresi gli utenti dellacqua, nel processo di elaborazione ed aggiornamento dei piani di gestione dei bacini idrografici, è necessario fornire informazioni adeguate sulle misure previste e riferire in merito ai progressi della loro attuazione in modo da coinvolgere il pubblico prima di adottare le decisioni definitive e le misure necessarie

4 Informazione e consultazione pubblica - art.14 Gli Stati membri promuovono la partecipazione attiva di tutte le parti interessate allattuazione della presente direttiva, in particolare allelaborazione, al riesame e allaggiornamento dei piani di gestione dei bacini idrografici(…)

5 la direttiva richiede che venga garantito laccesso alle informazioni di riferimento La consultazione verbale è più attiva, poiché le parti interessate hanno lopportunità di dialogare con le autorità competenti Livelli ancora più elevati di partecipazione prevedono la condivisione del processo decisionale

6 INCONTRI DI INFORMAZIONE PUBBLICA I Forum Informazione - Parma - 30 marzo 2009 Incontro regionale - Lombardia - 23 aprile 2009 Incontro regionale - Emilia Romagna - 8 maggio 2009 Incontro regionale - Piemonte - 27 maggio 2009 II Forum Informazione - Parma - 1 settembre 2009 Incontro regionale - Lombardia - 17 settembre 2009 Incontro regionale - Emilia Romagna Incontro regionale – Piemonte

7 INCONTRI DI CONSULTAZIONE PUBBLICA Agricoltura Parma 14 aprile 2009 Bonifica, irrigazione e miglioramento fondiarioParma 21 aprile 2009 Uso del suolo, paesaggio e difesa idraulica Parma 22 e 29 aprile 2009 Ricerca e Innovazione Parma 28 aprile 2009 Educazione e formazione ambientale Parma 28 aprile 2009 Industria Parma 5 maggio 2009 Equilibrio del bilancio idrico e impatti dei cambiamenti climatici Parma 6 maggio 2009 Reti ecologiche e biodiversità Parma 13 maggio 2009 Produzione energetica Parma 18 maggio 2009 Turismo e usi ricreativi Parma 19 maggio 2009 Navigazione interna Parma 19 maggio 2009 Usi civili Parma 20 maggio 2009 Acquacoltura e Pesca Parma 25 maggio 2009 Integrazioni e conflitti Parma 26 maggio 2009

8 INCONTRI DI PARTECIPAZIONE ATTIVA

9 I diversi livelli di partecipazione non si escludono a vicenda, al contrario si rafforzano uno con laltro la consultazione implica la diffusione delle informazioni e la partecipazione attiva implica la consultazione i diversi livelli possono essere utili in fasi differenti la scelta del livello dipende da vari aspetti: la fase del processo di pianificazione, il contesto - politico e storico - della partecipazione, le risorse disponibili, gli obiettivi e i vantaggi della partecipazione e lidentificazione delle parti interessate da coinvolgere.

10 lobiettivo principale della partecipazione pubblica è il miglioramento dei processi decisionali la partecipazione garantisce che le decisioni siano solidamente basate su conoscenze, esperienze e prove scientifiche condivise, in questo modo le decisioni sono influenzate dalle opinioni e dalle esperienze delle parti interessate ma possono essere prese in considerazione anche le opinioni più innovative e creative sempre che le nuove disposizioni siano funzionali e accettabili per il pubblico

11 I più importanti vantaggi potenziali sono: aumentare la consapevolezza pubblica sulle questioni e sulle condizioni ambientali nei distretti idrografici e nei bacini locali; utilizzare le conoscenze, le esperienze e le iniziative dei diversi attori sociali, migliorando così la qualità dei piani, delle misure e della gestione dei bacini idrografici; ottenere ladesione, limpegno e il sostegno del pubblico rispetto ai processi decisionali; garantire processi decisionali più trasparenti e creativi; diminuire le contestazioni, le incomprensioni, i ritardi e ottenere una messa in atto più efficace; apprendimento ed esperienza sociale: se mediante la partecipazione si ottiene un dialogo costruttivo con tutte le parti sociali coinvolte, il pubblico, le istituzioni e gli esperti potranno acquisire reciprocamente una maggiore consapevolezza in materia di gestione delle acque.

12 IL PATTO PER LACQUA E LA PARTECIPAZIONE ATTIVA Il Patto per lAcqua è una sede importante di condivisione del processo decisionale ed è quindi un laboratorio di partecipazione attiva, Il Piano di Gestione, nella sua versione italiana, sconta un ritardo di alcuni anni e costringe ad una ristrettezza di tempi probabilmente eccessiva, Tuttavia limpegno preso per la redazione del Piano lo rende un documento completo che a fine anno sarà a disposizione, come tutti i piani europei, per la Commissione Europea che ne prenderà in considerazione i contenuti, Vi chiediamo quindi di mobilitare uno sforzo di partecipazione ora, che il piano è ancora aperto agli apporti esterni, per condividere le linee di gestione in esso delineate ed affrontare le problematiche aperte

13 IL PATTO PER LACQUA E LA PARTECIPAZIONE ATTIVA Proponiamo un incontro nella prima decade di ottobre con lobbiettivo di: una lettura congiunta dei contenuti del progetto di piano già pubblicato, una motivazione delle posizioni assunte, una analisi dei risvolti riconosciuti per i diversi portatori di interesse, una valutazione delle osservazioni degli stessi, la proposta di eventuali osservazioni condivise


Scaricare ppt "La partecipazione pubblica e il Patto per lacqua Nadia Chinaglia – D. G. Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Regione Lombardia."

Presentazioni simili


Annunci Google