La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto scientifico Universitario San Raffaele- Milano Dipartimento di Odontoiatria Direttore Prof.Enrico Gherlone RISOLUZIONE DI UN CASO DI GONALGIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto scientifico Universitario San Raffaele- Milano Dipartimento di Odontoiatria Direttore Prof.Enrico Gherlone RISOLUZIONE DI UN CASO DI GONALGIA."— Transcript della presentazione:

1 Istituto scientifico Universitario San Raffaele- Milano Dipartimento di Odontoiatria Direttore Prof.Enrico Gherlone RISOLUZIONE DI UN CASO DI GONALGIA POST-TRAUMATICA CON LUTILIZZO DI UN ORTOTICO Umberto Martino*- Fabio Cortesi*- Ennio Storti** *Consulente Scientifico Reparto di Odontoiatria- Università Vita Salute-HSR-Milano ** Titolare per Affidamento Cattedra di Ortognatodonzia CLID-Università Vita Salute-HSR-Milano

2 Questo lavoro vuole mettere in risalto ancora una volta,la possibile correlazione tra locclusione e la postura. La visita ortodontica,come da protocollo nel nostro reparto,prevede una analisi complessiva del paziente che comprende : esame obiettivo ortodontico, gnatologico e posturale Il caso clinico in esame presenta : linea mediana inferiore deviata a destra di ca. 3mm a destra : II° classe molare,II° classe canina a sinistra : I° classe molare, II° classe canina click articolare destro nei movimenti di apertura della bocca progressivo disallineamento dei denti con evidente modifica della linea del sorriso deviazione mandibolare destra masticazione mono-laterale destra Inoltre lanamnesi rivela,a seguito di una caduta dagli sci (dicembre 2009), un dolore persistente al ginocchio destro che si accentua nei movimenti di flessione ed estensione. La risonanza magnetica evidenzia,(fig.9-10)) : rottura del corno posteriore del menisco mediale rottura del menisco laterale Si procede alla costruzione e allapplicazione sullarcata inferiore dellOrtotico per il ripristino della funzione occlusale,e la successiva rivalutazione ortodontica. Ciò determina la scomparsa dei sintomi a carico dellATM,e il ripristino dei movimenti di lateralità e protrusiva. Tale terapia però oltre a determinare il miglioramento del quadro occlusale determina anche la completa e immediata risoluzione dei sintomi algici a carico del ginocchio. La risonanza magnetica del ginocchio conferma il nuovo quadro clinico evidenziando la guarigione dei tessuti meniscali, quindi la restitutio ad integrum di un caso clinico pronosticato come chirurgico Abstract

3 Articolo Poster Questo lavoro vuole mettere in risalto ancora una volta,la possibile correlazione tra locclusione e la postura. La visita ortodontica,come da protocollo nel nostro reparto,prevede una analisi complessiva del paziente che comprende : esame obiettivo ortodontico, gnatologico e posturale Il caso clinico in esame presenta : linea mediana inferiore deviata a destra di ca. 3mm (fig.1) a destra : II° classe molare,II° classe canina (fig.2) a sinistra : I° classe molare, II° classe canina(fig.3) click articolare destro nei movimenti di apertura della bocca progressivo disallineamento dei denti con evidente modifica della linea del sorriso deviazione mandibolare destra masticazione mono-laterale destra Inoltre lanamnesi rivela,a seguito di una caduta dagli sci (dicembre 2009), un dolore persistente al ginocchio destro che si accentua nei movimenti di flessione ed estensione. La risonanza magnetica evidenzia,(fig.4) : rottura del corno posteriore del menisco mediale rottura del menisco laterale

4 1 23

5 risonanza magnetica 4

6 Si procede alla identificazione del rapporto inter-mascellare mediante test kinesiologici e al trasferimento corretto di questo dato clinico al laboratorio utilizzando un materiale stabile (resinoso) per la registrazione della chiave occlusale.(fig.5) Tale chiave viene passivata sui modelli in gesso fino ad ottenere laderenza ottimale Si procede alla costruzione e allapplicazione sullarcata inferiore dellOrtotico per il ripristino della funzione occlusale,e la successiva rivalutazione ortodontica. Tale dispositivo è costruito integralmente in resina composita.(fig.6)Ciò consente di ottenere la migliore stabilità occlusale nel rapporto di massima intercuspidazione e di costruire le congrue lateralità mediante la modellazione del tavolato occlusale(fig ).Tale materiale ci consente di soddisfare, le esigenze estetiche del paziente,realizzando il manufatto col colore simile ai suoi denti. Inoltre tale dispositivo in resina composita consente di apportare,alla poltrona, eventuali modifiche ritenute necessarie nel corso della terapia gnatologica,mediante piccoli incrementi in composito. Dunque possiamo sostenere che trattasi di terapia gnatologica preliminare al trattamento ortodontico mediante lutilizzo di una protesi rimovibile Lapplicazione del dispositivo determina la scomparsa dei sintomi a carico dellATM,e il ripristino dei movimenti di lateralità e protrusiva.

7 5

8 6

9

10 Tale terapia però oltre a determinare il miglioramento del quadro occlusale determina anche la completa e immediata risoluzione dei sintomi algici a carico del ginocchio. La risonanza magnetica del ginocchio conferma il nuovo quadro clinico evidenziando la guarigione dei tessuti meniscali,(fig.11) quindi la restitutio ad integrum di un caso clinico pronosticato come chirurgico.

11 11 risonanza magnetica

12 Considerazioni La risoluzione del caso pone interrogativi alcuni dei quali sono: 1)E possibile che il trauma (caduta) con la comparsa dei sintomi al ginocchio, abbia slatentizzato un problema posturale, la cui etiologia è rappresentata dalla malocclusione? 2) Dopo lapplicazione dellortotico listantanea risoluzione dei sintomi algici insieme alla ripresa della funzione del ginocchio nei movimenti sia di flessione che di estensione del ginocchio,impone la seguente riflessione: le cartilagini al momento dellinserimento dellortotico erano ancora lesionate. Per cui a) il dolore era legato alla rottura dei menischi ? risposta: evidentemente No b) il dolore era legato alla incongrua azione dei muscoli su tutto il distretto articolare del ginocchio ? risposta : probabilmente Si 3) La risoluzione non chirurgica del caso clinico potrebbe aprire a nuove prospettive e quindi alternative terapeutiche di competenza talvolta odontoiatrica? Si può pensare probabile che il riposizionamento mandibolare mediante lortotico abbia determinato a cascata un bilanciamento globale posturale rivelatosi risolutivo in contemporanea sia per la ripresa funzione dellarticolazione temporomandibolare che la ripresa funzione del ginocchio.


Scaricare ppt "Istituto scientifico Universitario San Raffaele- Milano Dipartimento di Odontoiatria Direttore Prof.Enrico Gherlone RISOLUZIONE DI UN CASO DI GONALGIA."

Presentazioni simili


Annunci Google