La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APPARATO CIRCOLATORIO ARTERIE dal cuore alla periferia VENE dalla periferia al cuore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APPARATO CIRCOLATORIO ARTERIE dal cuore alla periferia VENE dalla periferia al cuore."— Transcript della presentazione:

1

2

3

4

5 APPARATO CIRCOLATORIO ARTERIE dal cuore alla periferia VENE dalla periferia al cuore

6 CUORE QUATTRO CAMERE CARDIACHE 2 A DS 2 SX

7 cuore Quattro camere cardiache

8 La f.c. dipende dalle esigenze di ossigeno del corpo umano DAL CUORE SX Parte il sangue che serve ad ossigenare tutti i tessuti(muscoli,organi, ossa ecc) DAL CUORE DS Parte il sangue che deve essere ossigenato nei polmoni

9 FREQUENZA CARDIACA MAX 220 -ETA'

10

11

12 FEGATO Vengono metabolizzate tutte le sostanze che vengono ingerite (alimenti,farmaci ecc. )

13 FEGATO STOMACO PANCREAS

14

15 PANCREAS Insulina glucagone

16 RENE DIETRO CI SONO LE SURRENALI Centro nevralgico del mantenimento dellequilibrio acido basico Eliminazione di Na K idrogeno ammonio ecc.

17

18 MUSCOLI AGONISTI MUSCOLI ANTAGONISTI MIDOLLO OSSEO

19 APPARATO MUSCOLARE STRIATI MUSCOLI LISCI CUORE

20 MUSCOLI MOVIMENTO CONTENIMENTO INT. EST.

21 MUSCOLO STRIATO

22

23

24

25

26 IL SISTEMA ENDOCRINO

27

28 Aumento della : gittata cardiaca,PA flusso ematico Gluconeogenesi metabolismo vigilanza adrenalina Stress paura ansia freddo eccitazione

29 TESTOSTERONE TESTICOLI SURRENE

30

31 OCCHIO ANATOMIA

32 Riflesso optocinetico Riflesso vestibolo-oculare

33 Aree corticali per i movimenti oculari

34 ALIMENTAZIONE

35

36 A CHE ORA SI MANGIA ?

37 CARBOIDRATI PROTEINE GRASSI VITAMINE SALI MINERALI ACQUA

38

39 DIETA MEDITERRANEA DIETA A ZONA DIETA A ZONA MEDITERRANEA

40 DIETA A ZONA GLUCIDI 40% PROTIDI 30% LIPIDI 30%

41 Nutrizione

42 DIETA MEDITERRANEA GLUCIDI 60% PROTIDI 20% LIPIDI 20%

43 ZONA MEDITERRANEA GLUCIDI 50% PROTIDI 30% LIPIDI 20%

44 Carboidrati Grandi molecole insolubili 1-2% della massa cellulare Metabolizzati a glucosio, quindi a biossido di carbonio (CO 2 ), acqua e ATP Metabolizzati a livello mitocondriale (respirazione) Amido Amido Tessuti vegetali Glicogeno Glicogeno Tessuti animali

45 ALTO CONTENUTO GLICEMICO CARBOIDRATI BASSO CONTENUTO GLICEMICO

46 CARBOIDRATI ALTO CONTENUTO GLICEMICO FORTE AUMENTO DELLA GLICEMIA SECREZIONE DI INSULINA DIMINUIZIONE DI GLICEMIA DEPOSITO NEI LIPIDI

47 GLUCOSIO in presenza di O2 muscolare GLICOGENO epatico GLUCOSIO ENERGIA

48 GLUCOSIO In assenza di O2 energia glucosio acido lattico fegato glucosio H+ acidosi

49 Funzione carboidrati Sono la principale fonte di energia per la cellula GlicogenoAmido Polisaccaridi semplici come Glicogeno o Amido servono per immagazzinare energia Matrice Extra Cellulare (ECM) Glicocalice Sono componenti della Matrice Extra Cellulare (ECM) e del Glicocalice Possono essere legati sia proteine sia lipidi per dare origine a Glicoproteine Glicoproteine Glicolipidi Glicolipidi

50 Proteine 50% della materia organica del corpo umano Eseguono praticamente tutte le funzioni cellulari Proteine strutturali Proteine strutturali Proteine funzionali Proteine funzionali

51 PROTEINE strutturale Fonte di energia Altro es amminoacidi Eliminazione renale

52 Aminoacidi Gruppo CarbossilicoGruppo Amminico Gruppo Carbossilico e Gruppo Amminico legati allo stesso atomo di carbonio Proteine Sono le unità fondamentali delle Proteine Legame Peptidico Lunghi polimeri lineari di aminoacidi, legati testa-coda da un Legame Peptidico Tra il gruppo carbossilico di uno ed il gruppo amminico di un altro Gli aminoacidi sono 20, ognuno con una catena laterale differente

53 LIPIDI. GRANDISSIMA FONTE DI ENERGIA DEPOSITI DI GRASSO

54 Lipidi Grassi Neutri Grassi Neutri Maggior fonte di energia Fosfolipidi Fosfolipidi Membrane cellulari Steroidi Steroidi, basati sul colesterolo La maggior parte degli ormoni Altre sostanze lipidiche Altre sostanze lipidiche Vitamine solubili nei grassi Prostaglandine

55 Lipidi Gruppo eterogeneo di composti Essenzialmente atomi di Carbonio ed Idrogeno Biologicamente importanti sono Acidi Grassi Acidi Grassi Fosfolipidi Fosfolipidi Steroidi Steroidi

56 Acidi Grassi Acidi Grassi Insaturi Acidi Grassi Insaturi Atomi di C legati tra loro C=C, non completamente saturati da H Mono- e Poli-insaturi Mono- e Poli-insaturi Liquidi a temperatura ambiente Grassi buoni Acido Linoleico e Arachidonico Acido Linoleico e Arachidonico, assunti dalla dieta Acidi Grassi Saturi Acidi Grassi Saturi Maggior numero possibile di atomi H Grassi animali e vegetali solidi a temperatura ambiente

57 Funzione dei Lipidi Fonte di energia Producono il doppio dellenergia rispetto agli zuccheri Immagazzinati nel citoplasma sotto forma di gocce lipidiche Trigliceridi Trigliceridi sono i più abbondanti negli organismi viventi Glicerolo + 3 Acidi Grassi

58

59 ENERGIA

60

61

62

63 IL DOPING è luso di sostanze o medicinali con lo scopo di aumentare artificialmente il rendimento fisico e le prestazioni di un atleta.

64 INTEGRATORI SOST. DOPANTI SALI MINERALI CREATINA CARNITINA VITAMINE AMMINOACIDI EPO ANABOLIZZANTI DIURETICI COCAINA MARJUANA AMFETAMINE CAFFEINA GRANDE QUANTITA ALLUCINOGENI

65 ANABOLIZZANTI aumento della massa muscolare Aumento della forza muscolare diminuzione della massa grassa

66 ANABOLIZZANTI EFFETTI COLLATERALI Aggressività PA acne strappi impotenza cancro cefalee Malattie cardiovascolari ritenzione idrica mascolinizzazione (nelle donne)

67 AMFETAMINE COCAINA EFEDRINA PSEUDOEFEDRINA CAFFEINA aumentano il livello di vigilanza e l'aggressività riducono il senso della fatica ERITROPOIETINA aumento dei globuli rossi

68 COCAINA danneggia i neuroni demenza Aumenta la pressione arteriosa ictus Lesioni al setto nasale e alla faringe HIV HCV HBV Lesioni intestinali da arteriocostrizione

69 MARIJUANA CANNABIS Distorsione della realtà Diminuzione della pressione arteriosa Euforia USATA IN MEDICINA ( USA) Epilessia anoressia asma

70

71 FINE

72 Mattino the + 12 biscotti oswego + caffè amaro ore g di parmigiano reggiano pranzo 80 g. di riso con olio doliva 100 g. di carne alla griglia (manzo-vitello) Merenda 80 g di parmigiano Cena a50 g. di carne alla griglia g. di verdura bere acqua non gassata Max 1 litro o the senza zucchero

73 Le saccadi Le saccadi sono movimenti rapidi e balistici. Possono essere involontarie o volontarie. Il sistema saccadico controlla la posizione dellimmagine retinica nello spazio. La velocità è fra 200 e 900 gradi/sec

74 Fibrocellula muscolare liscia

75

76 Lo scivolamento retinico è la differenza fra la velocità dellocchio e la velocità di uno stimolo in movimento (o stazionario). Il riflesso optocinetico funziona come un servo-meccanismo a feedback negativo che minimizza lo scivolamento retinico.

77

78 I movimenti oculari Riflesso vestibolo-oculare Riflesso opto-cinetico Inseguimento lento Saccadi Vergenza

79 IL SISTEMA ENDOCRINO TUTTI GLI ORMONI SONO INTERDIPENDENTI FRA LORO

80

81 DIETA DIMAGRANTE MATTINO;tè + 12 biscotti oswego ORE g di parmigiano reggiano PRANZO 80 G di Riso con olio di oliva 120 di carne alla griglia+ 100 g di verdura cruda MERENDA 80 g di parmigiano reggiano CENA 150 di carne alla griglia+ 100g di verdura fresca Bere acqua non gassata Il te con pochissimo zucchero

82 Adenosina Trifosfato (ATP) Lenergia chimica derivante dal glucosio viene trasferita allATP legami fosfato ad alta energia Legami specializzati, detti legami fosfato ad alta energia Questo tipo di energia può essere usata subito dalla cellula per il proprio lavoro Sintesi delle proteine Trasporto attivo attraverso la membrana Contrazione (muscolo)


Scaricare ppt "APPARATO CIRCOLATORIO ARTERIE dal cuore alla periferia VENE dalla periferia al cuore."

Presentazioni simili


Annunci Google